Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Il travel pass Covid per viaggiare con certificato di negatività
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Internet - generale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 08 Gen 2021 09:06    Oggetto: Il travel pass Covid per viaggiare con certificato di negatività Rispondi citando

Leggi l'articolo Il travel pass Covid per viaggiare con certificato di negatività



 

 

Segnala un refuso
Top
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10025
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 11 Gen 2021 19:20    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
[...]dopo aver effettuato il test all'aeroporto di Fiumicino, i viaggiatori riceveranno il risultato attraverso un codice QR che autentica e memorizza in modo sicuro il risultato negativo sul dispositivo. Al momento dell'imbarco sul volo per New York, i passeggeri potranno quindi utilizzare le proprie credenziali sanitarie digitali controllate dagli assistenti all'imbarco che scannerizzano direttamente il codice QR.

Se ho capito bene il sistema, però, funziona solo se fra il momento del test e l'imbarco il viaggiatore evita qualsiasi contatto con persone potenzialmente infette e quindi o resta in quarantena o entra in contatto solo con persone certificate non infette.

O mi sfugge qualcosa?
Top
Profilo Invia messaggio privato
anyfile
Semidio
Semidio


Registrato: 27/08/05 16:20
Messaggi: 349

MessaggioInviato: 11 Gen 2021 22:14    Oggetto: Rispondi citando

Neanche questo basta per esser sicuri che quel passeggero sia veramente negativo e che non potrà diventare fonte d'infezione.

Potrebbe essere risultato negativo al test anche se infetto per diversi motivi. Ad esempio, banalmente, per un errore del test (falso negativo) oppure perché è stato infettato da poco tempo (e le persone infettate da poco tempo non hanno ancora sviluppato l'infezione a sufficienza da poter essere riscontrata dai test).

A mio avviso è abbastanza pericoloso far pensare che basta fare un test e risultare negativi per essere sicuri di non essere positivi. Ed è assurdo fornire un certificato di negatività a chi ha fatto un test ed è risultato negativo (innanzitutto perché il test è fatto per trovare gli infetti, non per trovare i non infetti e per molti altri validi motivi).

E a maggior ragione trovo assurdo che sia permesso sostituire la quarantena con un tampone (magari fatto alcuni giorni prima di partire).

Forse non è un caso che la Nuova Zelanda (che impone la quarantena a chi arriva dall'estero e durante il periodo di quarantena li sottopone a due tamponi) ha ottenuto un risultato migliore di quello dell'Italia e di altri paesi europei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10025
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 17 Gen 2021 10:52    Oggetto: Rispondi citando

Certo la Nuova Zelanda ha adottato misure più drastiche ma parte anche da una posizione di vantaggio - è isolata in mezzo al mare con pochi porti e aeroporti facilmente controllabili e una densità di popolazione inferiore ad un decimo di quella dell'Italia - e certe cose può permettersele a differenza di quasi tutti i paesi europei per esempio.

E in più i suoi abitanti sono neozelandesi e non italiani... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
anyfile
Semidio
Semidio


Registrato: 27/08/05 16:20
Messaggi: 349

MessaggioInviato: 18 Gen 2021 16:08    Oggetto: Rispondi citando

Concordo con quello che dici, ma nulla impedisce di imporre una quarantena a chi viene dall'estero. Ad esempio l'Inghilterra lo fa (e lo faceva anche nel 2020 quando ancora era legata alla UE).

La legge attuale italiana, invece, fa apposta sia a mettere un sacco di esenzioni (ad esempio per chi viaggia per lavoro, come se il virus facesse distinzione) sia a dire che in molti casi la quarantena può essere sostituita da un tampone.

Il punto che mi preme sottolineare è che purtroppo se una persona ha fatto un tampone ed è risultata negativa questo non basta a poter escludere che questa persona possa essere infetta ed infettare.

Ed una volta che si è capito questo punto appare assurdo poter sostituire una quarantena con un tampone o rilasciare un "passaporto" in base solo ad un tampone


A me sembra piuttosto che l'Italia non può permettersi il sistema attuale che (stando ai risultati)
* scontenta gli operatori economici (tranne una piccola parte per cui invece il fatturato è aumentato)
*non risolve il problema e neppure tenta di fermare la diffusione del virus (si preoccupa solo di non far salire troppo il numero di malati gravi e ricoverati, e perfino questo lo fa con tempi lunghissimi).

Misure più rigorose e drastiche permetterebbero invece di arrivare in breve tempo ad una situazione in cui la diffusione del virus sia diventata molto rara e l'economia sia ripartita quasi completamente.

Misure che non richiederebbero neppure sacrifici troppo strani, ma semplicemente che tutti facciano i sacrifici che moltissimi stanno già facendo. E se fatti bene basterebbe che questi durino un tempo relativamente breve.

Se invece al contrario vogliamo agevolare il fatto che alcune persone possano spostarsi (e giustifichiamo che possano farlo in virtù del fatto che hanno fatto un tampone, cosa che invece non garantisce nulla), saremo ancora qui a distanza di molto tempo nella stessa situazione attuale (con l'unica speranza che i vaccini - quando mai saranno estesi ad una grossa fetta della popolazione, cosa che non avverrà affatto presto - riescano a far diminuire il numero di malati gravi e i decessi, ma senza poter sperare che la diffusione del virus diminuisca e quindi senza poter pensare che, ad esempio, ristoranti e cinema possano tornare a lavorare in piena normalità)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10025
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 18 Gen 2021 19:21    Oggetto: Rispondi

anyfile ha scritto:
Concordo con quello che dici, ma nulla impedisce di imporre una quarantena a chi viene dall'estero. Ad esempio l'Inghilterra lo fa (e lo faceva anche nel 2020 quando ancora era legata alla UE).

La legge attuale italiana, invece, fa apposta sia a mettere un sacco di esenzioni (ad esempio per chi viaggia per lavoro, come se il virus facesse distinzione) sia a dire che in molti casi la quarantena può essere sostituita da un tampone.

Il punto che mi preme sottolineare è che purtroppo se una persona ha fatto un tampone ed è risultata negativa questo non basta a poter escludere che questa persona possa essere infetta ed infettare.

Ed una volta che si è capito questo punto appare assurdo poter sostituire una quarantena con un tampone o rilasciare un "passaporto" in base solo ad un tampone

Sono d'accordo con te che sostituire una quarantena con un tampone non ha la stessa valenza, ti ricordo che anche l'italia aveva obbligato alla quarantena viaggiatori provenienti da determinati paesi durano il primo lockdown e anche di recente per quelli provenienti dal Regno Unito.
Se ti ricordi di queste misure ricorderai anche che hanno sollevato polemiche a non finire e qui andiamo al punto principale del problema che nel mio post precedente avevo posto come battuta ma che, in realtà, battuta non è e che citi anche tu nella seconda parte del tuo post:
anyfile ha scritto:
A me sembra piuttosto che l'Italia non può permettersi il sistema attuale che (stando ai risultati)
* scontenta gli operatori economici (tranne una piccola parte per cui invece il fatturato è aumentato)
*non risolve il problema e neppure tenta di fermare la diffusione del virus (si preoccupa solo di non far salire troppo il numero di malati gravi e ricoverati, e perfino questo lo fa con tempi lunghissimi).

Misure più rigorose e drastiche permetterebbero invece di arrivare in breve tempo ad una situazione in cui la diffusione del virus sia diventata molto rara e l'economia sia ripartita quasi completamente.

Misure che non richiederebbero neppure sacrifici troppo strani, ma semplicemente che tutti facciano i sacrifici che moltissimi stanno già facendo. E se fatti bene basterebbe che questi durino un tempo relativamente breve.

Se invece al contrario vogliamo agevolare il fatto che alcune persone possano spostarsi (e giustifichiamo che possano farlo in virtù del fatto che hanno fatto un tampone, cosa che invece non garantisce nulla), saremo ancora qui a distanza di molto tempo nella stessa situazione attuale (con l'unica speranza che i vaccini - quando mai saranno estesi ad una grossa fetta della popolazione, cosa che non avverrà affatto presto - riescano a far diminuire il numero di malati gravi e i decessi, ma senza poter sperare che la diffusione del virus diminuisca e quindi senza poter pensare che, ad esempio, ristoranti e cinema possano tornare a lavorare in piena normalità)

L'Italia è abitata dagli italiani che sono un popolo nel quale la refrattarietà al rispetto delle regolo è più diffusa rispetto ad altri popoli e dove l'aggiramento della regola è visto come punto d'onore e di pregio personale e non come un danno per la comunità ed il prossimo. Inoltre la polemica sia gratuita che, soprattutto, pilotata per l'interesse proprio o del gruppo rappresentato è sempre valida e molto praticata.

Il governo, in quanto governo espresso da un popolo pressapochista e refrattario alle regole, si barcamena alla meno peggio cercando di dare la classica botta al cerchio e botta alla botte sperando "che io me la cavo" e i risultati mediamente li vediamo e, tutto sommato, non sono nemmeno ancora così brutti come potrebbero diventare se le derive degli ultimi giorni proseguissero (IMHO).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Internet - generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi