Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 24 Ago 2019 17:30    Oggetto: Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche Rispondi citando

Leggi l'articolo Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Quasi 200 i casi in America. E c'è già il morto.


 

 

Segnala un refuso
Top
{Paolo}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Ago 2019 16:47    Oggetto: Rispondi citando

Un liquido sicuro e fatto bene contiene glicole propilenico, glicerina, nicotina e aromi alimentari e/o naturali (glicole e glicerina sono presenti in medicinali e alimenti).
Per quanto uno svapi non credo proprio possa morire per questo...
C'è da vedere che tipo di liquidi si svapavano questi ma soprattutto, a che voltaggi.

P.S.: è incredibile come ci si accanisca contro il mondo dello svapo... come dire: forse fa male quindi torna alle sigarette normali che siamo sicuri che fanno male...
Top
{G.Q.d.C.P.}
Ospite





MessaggioInviato: 26 Ago 2019 06:39    Oggetto: Rispondi citando

Buongiorno
Modi di scrivere riservato a persone colte ma non a chi semplicemente si vuole informare.
Ormai gli acronimi abbondano e dunque i significati si assomigliano; ebbene con riferimento all'articolo delle "sigarette elettroniche" intendo porre alcune domande.
THC=?
CDC=?
e-cig=?
vaping=?
Pensate di far riscrivere l'articolo con le semplici traduzioni, non è che forse si riesca a capire qualche cosa?
Ah questa piccola osservazione dovrebbe calzare all'intero mondo di chi scrive. Agli acronimi potremmo attribuire infiniti significati passando da quelli seri a quelli meno seri. Non parliamo degli storpiamenti della nostra lingua con termini anglosassoni!!!! Certamente direte come sempre "ma chissefrega" questione di epoche, di educazione, di modi di fare!!
Buongiorno
Top
miclab
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 25/03/08 10:23
Messaggi: 26

MessaggioInviato: 26 Ago 2019 09:12    Oggetto: Rispondi citando

Ho letto bene? 200 casi in America, un intero continente, e si apre un caso? Ma di che statistiche stiamo parlando??? Tutte le morti senza spiegazione di chi non usa le e-cig? Aspettiamo che arrivino a qualche migliaia prima di aprire un caso e-cig.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
kingofworms
Moderatore Internet e Telefonia
Moderatore Internet e Telefonia


Registrato: 12/09/03 23:01
Messaggi: 1636

MessaggioInviato: 26 Ago 2019 16:57    Oggetto: Rispondi citando

{G.Q.d.C.P.} ha scritto:
Buongiorno
Modi di scrivere riservato a persone colte ma non a chi semplicemente si vuole informare.
Ormai gli acronimi abbondano e dunque i significati si assomigliano; ebbene con riferimento all'articolo delle "sigarette elettroniche" intendo porre alcune domande.
THC=?
CDC=?
e-cig=?
vaping=?
Pensate di far riscrivere l'articolo con le semplici traduzioni, non è che forse si riesca a capire qualche cosa?
Ah questa piccola osservazione dovrebbe calzare all'intero mondo di chi scrive. Agli acronimi potremmo attribuire infiniti significati passando da quelli seri a quelli meno seri. Non parliamo degli storpiamenti della nostra lingua con termini anglosassoni!!!! Certamente direte come sempre "ma chissefrega" questione di epoche, di educazione, di modi di fare!!
Buongiorno


Sarebbe una discussione da continuare nel forum Zeus Sì/No, che esiste apposta, ma temo che, non mettendo qui la risposta, essa non sarebbe vista.

Addirittura riscrivere l'articolo per quattro acronimi poco chiari?
Anzi... sono davvero quattro?
CDC è spiegato nell'articolo:
Citazione:
Secondo quanto riporta il Center for Disease Control and Prevention (CDC)...

Vaping anche:
Citazione:
che possa essere legato al vaping (ossia, per l'appunto, l'uso di sigarette elettroniche)

Restano THC, sul quale dò ragione alla critica: si tratta del tetra-idro-cannabinolo, uno dei principi attivi della cannabis (ed è comunque usato e citato abbastanza spesso quando si parla di cannabis), ed e-cig, che pure non è spiegato, ma non essendo tanto diverso da e-mail può essere sciolto con una piccola ginnastica mentale (è l'abbreviazione di e-cigarette, ossia per l'appunto sigaretta elettronica, come e-mail è posta elettronica).

Dimezzati gli acronimi incomprensibili, ancora meno capisco perché si dovrebbe riscrivere l'intero articolo o pontificare sul fatto che "agli acronimi potremmo attribuire infiniti significati". No: dipende dal contesto.

Non era più semplice chiedere soltanto lumi su ciò che effettivamente è oscuro?

Quanto al «Certamente direte come sempre "ma chissenefrega"»... Su, certe tattiche da Facebook ("Sicuramente non condividerai questa foto perché...") che vorrebbero far sentire in colpa la redazione lasciamole ai social network. Se c'è un buon motivo per rispondere, oltre al tempo e al modo, qui nessuno ha mai negato una risposta, anche se la richiesta pare più un'accusa che una vera richiesta di chiarimento.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 8959
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 27 Ago 2019 18:10    Oggetto: Rispondi

miclab ha scritto:
Ho letto bene? 200 casi in America, un intero continente, e si apre un caso? Ma di che statistiche stiamo parlando??? Tutte le morti senza spiegazione di chi non usa le e-cig? Aspettiamo che arrivino a qualche migliaia prima di aprire un caso e-cig.

Hai letto bene e se segui il link al sito del Center for Disease Control and Prevention (CDC) riportato nell'articolo direi sia pure chiarito che non è un caso ma un'investigazione con richiesta di sottomettere tutti i casi sospetti fino ad oggi non segnalati.

In ogni caso 193 potenziali casi segnalati in 23 diversi stati in meno di due mesi non mi sembrano proprio pochi, e questa è la tipica reazione delle autorità USA e di FDA su potenziali problemi di salute pubblica, non c'è da stupirsi o scandalizzarsi.
Negli USA ogni azienda è tenuti a richiamare i prodotti ogni volta che c'è qualsiasi potenziale sospetto di rischio per la salute dei pazienti o dei consumatori e anche per gli animali da compagnia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi