Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
ma chi sono i terroristi?
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
giovanni56
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 28/12/05 21:21
Messaggi: 165

MessaggioInviato: 24 Lug 2014 15:46    Oggetto: Rispondi citando

Cari lettori, si è sempre "di parte", è umano scegliere.
Sono le esperienze o i preconcetti che ci insegnano e guidano?
La storia o i videogiochi?
Le ferite o i media?
Auguro ad ognuno di riuscire a costruirsi proprie opinioni che conducano ad una propia identità.
Se quest'ultimo è il concetto dell'articolo ... ci siamo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Michele}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Lug 2014 15:59    Oggetto: Rispondi citando

sei terrorista se perdi, sei partigiano se poi vinci o ti viene riconosciuto del merito nella vittoria. Ma tutto questo è pura accademia: vogliamo parlare degli amici Brics e dei diritti civili che non rispettano? Parlate delle esecuzioni in cina o in afaghanistan o iran... Attualmente in cina un0intera città è in quarantena (vietato l'accesso e l'uscita per tutti) per un caso presunto di peste nera. Dubito che gli americani chiuderebbero la città... la verità è che sbagliano tutti... rossi e non rossi... noi siamo solo consumatori che devono consumare per far arricchire e per far muovere questo mondo.
Top
abtony
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 04/07/05 10:30
Messaggi: 30
Residenza: tra qui e le Filippine

MessaggioInviato: 24 Lug 2014 16:00    Oggetto: Rispondi citando

Solo una precisazione storica: Israele ricevette alcuni terrori alla fine della seconda guerra mondiale. con la guerra dei 6 giorni contro le forse alleate di Giordania, Siria ed gitto, ampliò i propri confini conquistandoli. Ora li stà difendendo. Forse sfugge un particolare: sono più criminali gli israeliani che combattono con i militari o le forze palestinesi che combattono con un esercito (!) ma che posizionano i loro depositi di armi ed i lanciarazzi dove vivono inermi civili? Perchè, secondo voi, bombardano gli ospedali? Non viene in mente a nessuno che su quell'ospedale c'è una base missilistica? nessuno pensa che dove c'è una scuola c'è anche un arsenale? Allora, si è proprio sicuri che i cattivi siano sempre gli israeliani?
Per inciso: le terre che gli israeliani hanno ricevuto erano per la maggior parte deserte. Se andaste oggi là, trovereste piantagioni. Comodo per i palestinesi reclamarle oggi! Adesso valgono, 50 anni fà erano solo rocce!
Top
Profilo Invia messaggio privato
{marco bassi}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Lug 2014 16:38    Oggetto: Rispondi citando

Non posso essere d'accordo: le guerre di invasione, fondamento della civiltà occidentale da epoca anche preistorica, nulla ha a che vedere col terrorismo (razzi che partono da villaggi civili ad esempio).
Il terrorismo è una nuova forma di guerra guerreggiata con regole così diverse da apparirci deprecabile; con scopi differenti e che è praticata soprattutto da chi ha poco o nulla da perdere.
Brutta gente, insomma.
Top
Fenicio
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 25/02/10 08:45
Messaggi: 84

MessaggioInviato: 24 Lug 2014 16:42    Oggetto: Rispondi citando

Ricevette perchè? da chi? perchè si sono allargati? Stanno un poco difendendo quello che hanno conquistato, con la forza, con l'aiuto di altre nazioni, che non gli toccava, sparando minchiate e finanziando l'ingigantimento, per più di un 50ennio, dell'oppressione nazista. (2-3 film l'anno si possono chiamare quasi controllo mentale)

la storia è sempre scritta da chi vince....e non è detto sia la realtà

poi ora si vuole tappare la bocca ai negazionisti...bravi!!
se non hai nulla da nascondere e ci sono 4 stronzi che ti parlano contro...che paura hai?

link

link

link

link
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Pierluigi}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Lug 2014 17:32    Oggetto: Rispondi citando

Saddam, mi risulta che abbia invaso un paese vicino e che abbia trucidato con i gas migliaia di civili suoi compaesani anche se di etnia curda.......potrà essere stata una balla ad innescare il conflitto....tuttavia era sacrosanto intervenire in Iraq....alla faccia dei pacifisti vedi Francia che faceva affari con il petrolio di Saddam ma che adesso ha accettato di pagare 8 miliardi di dollari di multa....in galera dovrebbero andare
Top
Giunone
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/02/13 08:49
Messaggi: 4405

MessaggioInviato: 24 Lug 2014 18:45    Oggetto: Rispondi citando

Si definiscono terroristi coloro che compiono azioni violente per sovvertire lo Stato e l'ordine costituito Tutti coloro che usano la violenza e azioni che generano vittime, e quindi terrore, per ottenere un vantaggio illecito o sovvertire le leggi dello Stato, sia per motivi ideologici ( e sono i più numerosi ) che per ottenere potere (vari ricatti al consorzio civile ) nell'ultima categoria si iscrivono anche i Talebani, che vogliono la legge islamica dove ci sono i diritti civili, che per noi sono normali, ma in un contesto teocratico sono peccati...
Però NON sempre è facile definire con esattezza TUTTI i tipi di terroristi, anche i mafiosi possono compiere azioni terroristiche e l'Italia ne sa qualcosa....(Ma non andiamo OT Exclamation ) proprio perchè definire cosa crea terrore può diventare difficile, anche un serial killer allora sarebbe un terrorista??? Chiaramente no
Un altra difficoltà viene dal fatto che alcuni leaders politici, che in origine erano visti come terroristi, poi si sono rivelati Capi di Stato stranieri Penso ad Arafat
E' un campo difficile da delimitare, ma ragionando così sia Israele che Hamas sono terroristi, credo che prima si debba definire un confine, ma l'unico tribunale che resta, una volta eliminati tutti gli altri, sia quello della morale comune, solo che ogni ideologia si propone come unica, non è solo la religione a complicare le cose...
Ciao Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Pierluigi}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Lug 2014 19:13    Oggetto: Rispondi citando

Inoltre, non dico che non sia auspicabile l'utopia descritta dall'autore dell'articolo, ma poi si deve vivere nel mondo reale.....e se c'è qualcuno che non è contento di vivere sotto l'egemonia degli USA ....sono tantissimi.....vorrei vederli vivere sotto l'egemonia di Russia Cina r India.....oppure pensano di poter vivere veramente in un mondo pieno di pace e serenità?
Top
{Marta Morello}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Lug 2014 21:36    Oggetto: Rispondi citando

Mi spiace leggere simili sciocchezze di stampo complottistico. Ne ho già letti troppi: essi sono frutto di disinformazione e incapacità di avere un pensiero autonomo e critico.
Top
Cesco67
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/10/09 10:34
Messaggi: 1403
Residenza: EU

MessaggioInviato: 24 Lug 2014 21:49    Oggetto: Rispondi citando

Curioso che non sia stato menzionato il triste evento accaduto l'11 settembre, l'azione terroristica piu' devastante di sempre.
E nell'articolo viene auspicata l'alleanza con il mondo arabo...
Top
Profilo Invia messaggio privato
giovanni56
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 28/12/05 21:21
Messaggi: 165

MessaggioInviato: 25 Lug 2014 06:01    Oggetto: Rispondi citando

Vedo che nessuno centra il tema dell'articolo.
Terrorista è chi genera terrore, punto.
Terroristi sono molti giornalisti (pagati, quindi al servizio di qualcuno) che sfruttano la generazione di terrore procurata dalla notizia.
Sotto sotto sono terrorismo anche serie di telefilm "polizieschi" e programmi di pseudo-inchiesta, usati per generare una "paura di fondo" utilizzata da qualsiasi government.
E mi dispiace, questo non è complottismo.

Rispondendo a qualcuno fuori tema : quello di Israele è terrorismo, punto. Anzi di più, il sionismo è vero nazismo (e queste parole non sono da confondere con antisemitismo, argomento diverso). Chi difende Israele, chi si dichiara neutrale, praticamente dice: io sto con il piu forte. Ed è proprio questa "neutralità di parte" che nel tempo ha consentito il suo espansionismo e ne "offusca" i crimini, CRIMINI. Scusate l'off-topic dettato dall'attualità.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9527

MessaggioInviato: 25 Lug 2014 14:00    Oggetto: Rispondi citando

Articolo di parte, si capisce come l'autore sia anti americano, errori li hanno commessi tutti, tutti si sono macchiati di atti ignobili, tanto l'America, tanto gli stati arabi, gli stati ex comunisti, o anche noi italiani.
Se proprio voleva citare le neffandezze compiute dallo stato Americano doveva citare anche le nefandezze compiute ai danni dello stato Americano, proprio da quegli arabi con cui, secondo lui ci dovremo alleare... Confused
Mi chiedo cosa serve guardare sempre gli errori del passato, se non per non ripeterli. Oramai lo stato di Israele esiste, da 50 anni, cosa conta rivangare il passato... chi ha rubato la terra a chi, dove dovremo mandarli? Rolling Eyes
Quello che conta è quello che facciamo ora o in un futuro prossimo, come far finire un guerra che dura da 50 anni?
Ma la guerra è oramai tanto radicata da quelle parti, che sarà impossibile che finisca.
Anche la parola "terrorista" viene usata impropriamente, un terrorista non è una persona che manifesta contro i no TAV, un terrorista genera terrore, e ci sono molti modi di generare terrore, e penso che a volte questo generare terrore sia messo li di proposito, per mettere la gente una contro l'altra. Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9527

MessaggioInviato: 25 Lug 2014 14:10    Oggetto: Rispondi citando

Bunips ha scritto:
{giuseppe57} ha scritto:
seguiamo l'interpretazione dell'articolista e diamogli pure ragione, quindi, in questo momento storico, tutti coloro che stanno invadendo l'Italia provenienti dai paesi mussulmani sono esattamente TERRORISTI...!!!!! si stanno insediando violentemente, aggredendoci con chiare intenzioni di prenderci il territorio e imponendoci ( appena ci avranno superato in numero )le loro leggi pazze e criminali ( sharia )....quindi? dobbiamo difenderci o lasciarci estirpare ed estinguerci? se erano terroristi tutti gli antichi usurpatori a maggior ragione lo sono ancor di più i moderni invasori!!! chi dice che DOBBIAMO diventare MULTIETNICI dice una enorme ca@@ata...nessun mussulmano accetterà mai la convivenza col cristiano, anzi, appena gli sarà possibile gli taglierà la gola oppure lo crocifiggerà e che dire della follia che intendono perpetrare ai danni delle donne e delle bambine? parlo della MUTILAZIONE DEI GENITALI FEMMINILI, vogliamo accettarla? questi sono i peggiori TERRORISTI DI SEMPRE!!!!

Quoto al 100% !


Questa è la classica tesi complottistica, razzista, terroristica che vuole far si che si debba avere paura sempre e comunque, dello straniero, di colui che ha una religione diversa e delle usanze diverse.
Ragionamenti che vogliono mettere in evidenza solo lati negativi, seppur veri, di culture differenti.
E è così che venono dimenticati quei stranieri che lavorano in Italia, alcuni da tanti anni, che hanno la cittadinanza, pagano le tasse, e che hanno figliato italiani a tutti gli effetti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
giovanni56
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 28/12/05 21:21
Messaggi: 165

MessaggioInviato: 25 Lug 2014 14:31    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Articolo di parte, si capisce come l'autore sia anti americano, errori li hanno commessi tutti, tutti si sono macchiati di atti ignobili, tanto l'America, tanto gli stati arabi, gli stati ex comunisti, o anche noi italiani.
Se proprio voleva citare le neffandezze compiute dallo stato Americano doveva citare anche le nefandezze compiute ai danni dello stato Americano, proprio da quegli arabi con cui, secondo lui ci dovremo alleare... Confused
Mi chiedo cosa serve guardare sempre gli errori del passato, se non per non ripeterli. Oramai lo stato di Israele esiste, da 50 anni, cosa conta rivangare il passato... chi ha rubato la terra a chi, dove dovremo mandarli? Rolling Eyes
Quello che conta è quello che facciamo ora o in un futuro prossimo, come far finire un guerra che dura da 50 anni?
Ma la guerra è oramai tanto radicata da quelle parti, che sarà impossibile che finisca.
Anche la parola "terrorista" viene usata impropriamente, un terrorista non è una persona che manifesta contro i no TAV, un terrorista genera terrore, e ci sono molti modi di generare terrore, e penso che a volte questo generare terrore sia messo li di proposito, per mettere la gente una contro l'altra. Sad


Quello che sta accadendo adesso ... non è passato, e sta accadendo perché in passato si è taciuto (o astenuto) troppo. Essere neutrali o "fatalisti" significa comunque lasciare strada libera al più forte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9527

MessaggioInviato: 25 Lug 2014 14:47    Oggetto: Rispondi citando

@giovanni56

Non ho detto che si debba tacere il passato, ma che questo venga perlomeno usato non per attaccare sempre e solo la parte che si vuole o si decide di offendere. E una volta tanto si dovrebbe guardare al futuro, come risolvere eventuali conflitti.

A volte a forza di cambiare continuamente idea si diventa neutrali, in quanto non si sa' mai a chi dare ragione o torto, oppure si capisce che la ragione non è mai tutta da una parte, dunque diventa difficile stabilire chi sia il più forte. Di sicuro si riesce a capire chi sono i più deboli, cioè i popoli, schiavi e sudditi del loro stato di appartenenza.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{pierluigi}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Lug 2014 17:21    Oggetto: Rispondi citando

A me piacerebbe vivere in pace con tutti......ma poi devo vivere in questa realtà....non so voi....ma la mia realtà è molto più vicina ad Israele che ad Hamas.....purtroppo di mezzo ci sono i palestinesi.....ma il milione e mezzo di palestinesi che vive in Israele non mi pare che viva poi così male....a già ...ma in Israele non c'è Hamas....e spero che non ci arrivi mai..
Top
cisco
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/09/08 18:41
Messaggi: 779

MessaggioInviato: 25 Lug 2014 17:52    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Tutto il mondo contemporaneo si regge sulla falsificazione scientifica dei fatti, sulla omissione delle notizie importanti, cercando di creare un'opinione pubblica popolare che si occupi di cronaca spicciola, di sport, di pettegolezzi riguardanti personaggi noti.

Questo è il nocciolo dell'articolo, che a mio parere non fa una piega.
Tralasciando commenti su razzismo, arabi vs americani, ecc., che con il concetto espresso dall'articolo non c'entrano una mazza fionda.
E non penso che quelli che si sono scagliati contro l'autore abbiano letto bene lo scritto (purtroppo, ultimamente vedo che succede spesso). È di parte, antiamericano? Ma per forza, se gli americani sono quelli che fanno più guerre (guarda caso sempre a casa degli altri), e che quindi, come ogni guerra fa, uccide persona in carne ed ossa, come me e te, è logico che si espone a più critiche.
Io, nell'articolo, leggo una feroce critica all'uso delle armi non per difesa, ma per fatti politici e, contemporaneamente, ad una informazione di massa molto poco, diciamo così, dettagliata.

Ho poi letto una commento veramente da far paura: forse è vero che negli ospedali siano nascoste le basi missilistiche palestinesi, e dico forse, ma per questo allora è normale uccidere centinaia di gente comune, senza nemmeno pensarci? Ma ci rendiamo conto di quel che scriviamo? Ma non è mica un reality, canale 555 di sky, sono morti veri, sangue vero! Fuori dalla tv c'è la realtà, ok?

La soluzione al bombardamento indiscriminato: si mandano truppe di terra e si stanano, se ci sono, i militari palestinesi, alla vecchia maniera. Ma no, eeeh, costa ed è meno redditizio, molto meglio tirare così alla "dove cojo cojo".
Ci hanno provato in Iraq, e i grandi strateghi non riuscivano nemmeno ad arrivare a Bagdad. Ad un certo punto, hanno detto: "ehm... no, direi che conviene più bombardare a lungo raggio. Un colpo di mouse e via!"
Ricordo ancora una frasetta di quel che mangiava pane e cicoria a Ballarò: "la democrazia ha un costo e se ci scappa qualche morto, be' è il prezzo da pagare". Ecco la mentalità del politico moderno.
A parte poi che i missili palestinesi fanno un baffo, perché la contraerea li distrugge praticamente tutti.

Ci potremmo anche chiedere, ma visto che se volessero, americani, alias israeliani potrebbero spazzarli via in poco tempo, perché non lo fanno?
Molto semplice: perché la guerra serve. Serve alle borse mondiali, serve all'economia delle banche, dei network televisivi, serve alla sperimentazione medica, e quindi serve a tutti, anche a noi.
Serve, perché sennò col cavolo potremmo permetterci il benessere che abbiamo oggi.

Per finire, io penso che molti, più che essere disinformati, non vogliano essere informati. Si vive meglio, certamente. Perché se si parlasse con qualcuno che ha visto cose "dell'altro mondo" ed ora è qui, anche col nero che ti vende gli accendini davanti al supermarket, se si guardassero video in rete "reali", allora si dovrebbe per forza per lo meno essere un po' meno assolutisti su tematiche così delicate.

Un tempo tutte queste cose, nelle famiglie italiane lo si sapeva perché quasi tutti avevano un nonno che aveva vissuto la guerra, e queste cose rimbalzavano alle orecchie. Ora che quegli uomini non ci sono più, ci si affida all'informazione più fruibile, quella che si sente non appena apri gli occhi la mattina, fatta di previsioni del tempo sballate perché fatte da un computer, fatte di cose trite e ritrite. Poi, magari, tra una cosa e l'altra, ti passano un po' di macerie per terra (ma mai morti e sangue, no, quelli solo al cinema) e tu sei talmente bombardato di amenità varie che sei ormai assuefatto. E, come dice bene l'autore, quella informazione è quasi del tutto falsa. Lo deve essere, se vogliamo continuare a vivere il nostro "benessere", senza sentirci dei.... mettete voi la parola.

C'è una frase di una canzone dei Litfiba che combacia in pieno col mio pensiero: "tutta la storia è una grassa bugia". Aggiungo io, presente e passata. Ma queste menzogne, caro Paolo de Gregorio, ci aiutano a vivere domani come abbiamo fatto ieri e l'altro ieri. Perché, altrimenti, quanti riuscirebbero a continuarla? Non credi che forse questa è la risposta al tuo articolo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
fuocogreco
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 26/07/12 05:14
Messaggi: 2227

MessaggioInviato: 26 Lug 2014 00:26    Oggetto: Rispondi citando

Da che mondo è mondo ci sono state ( purtroppo ) guerre causate da religioni, conquiste di terre e di economie. Non c'è nazione che si può dire fuori e i cicli della storia sono lì a dimostrarcelo. Le guerre di conquista inevitabilmente hanno causato la morte di intere etnie locali. Il più forte vince e il più debole soccombe. E' la dura legge della vita. ( non solo dell' uomo )
Top
Profilo Invia messaggio privato
{pierluigi}
Ospite





MessaggioInviato: 26 Lug 2014 08:38    Oggetto: Rispondi citando

Forse mi ripeto e chiedo scusa, mi piacerebbe ci fosse una terza via ma fino ad ora non la vedo, quello che vedo è che dopo la contrapposizione USA vs URSS adesso c'è USA vs Cina, stranamente la Cina compra il petrolio dall'Iran, stranamente l'Iran finanzia Hamas e i fondamentalismi in tutto il medio oriente. Non penso che la Cina si ponga problemi moralistici nel gestire il fondamentalismo, basta vedere cosa fa in Tibet.....dobbiamo scegliere da che parte stare.......e questo non è terrorismo ma tenere gli occhi aperti
Top
Giunone
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/02/13 08:49
Messaggi: 4405

MessaggioInviato: 26 Lug 2014 11:00    Oggetto: Rispondi

Citazione:
...Anche la parola "terrorista" viene usata impropriamente...



Lo ho scritto proprio perchè è NECESSARIO identificare con precisione i Terroristi "Veri per poter rispondere alla domanda del 3D: se tutti sono terroristi allora nessuno è terrorista: dove sta la differenza?
Quando si parla di Terrorismo psicologico" si tratta di una metafora linguistica per indicare chi vuole condizionare le persone per ottenere un qualche vantaggio personale o morale, ma si capisce subito che non siamo in presenza di terrorismo in senso proprio ma solo in senso figurato

Per, banalmente, tutte le volte che si è in presenza di atti illeciti o sanguinari, si parla di terrorismo a prescindere dal fatto che sia Israele o Hamas: inutile "Personalizzare" volendo mettere un nome o un altro, vediamo cosa indicano le azioni, poi penseremo all'autore Anche gli U.S.A possono delinquere o fare terrorismo, il fatto che vogliano accreditarsi come difensori della democrazia è una tesi di parte, nessun terrorista dice di esserlo, mi sembra banale ricordare che il ladro non si qualifica come tale, ma che dice il giudice? Ragionando così dobbiamo per forza abbandonare gli interessi personali, le simpatie o antipatie, parti politiche o ideologiche, però purtroppo è teoria, in partica si vede il male dell'avversario e mai i propri. Certo non è facile: a volte si concentra l'attenzione sui fatti più eclatanti, ma IMHO è il criterio di scelta che è da rivedere, e purtroppo è un criterio P o l i t i c o in senso stretto

Ciao Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi