Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
scudetto farsa e democrazia
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al bar dello sport
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
paolodegregorio
Dio minore
Dio minore


Registrato: 13/07/07 12:00
Messaggi: 947

MessaggioInviato: 18 Mag 2009 10:27    Oggetto: scudetto farsa e democrazia Rispondi citando

-scudetto farsa e democrazia-
a cura di Paolo De Gregorio, 18 maggio 2009

Francamente non capisco quale entusiasmo possa mostrare l?esito di un campionato di calcio italiano, dove da decenni lo scudetto è proprietà privata di solo 3 squadre, tutte del nord, Juve, Inter, Milan, che hanno dietro i gruppi economici più facoltosi della penisola, che fanno a gara per comprare i migliori giocatori del mondo, al punto che nell?Inter non si vede neanche un nome italiano.
Il capitale si è impossessato anche dello Sport e ne ha fatto la cinghia di trasmissione della cultura di massa del potere del denaro, ha introdotto le logiche di mercato, di profitto, di potere politico, di corruzione, di doping, regalando ai ?sudditi? uno spettacolo abbagliante che ?solo? i capitalisti sanno e possono fare.
Lo scenario che rivela è quella della dittatura del denaro e dei presidenti. Le loro decisioni da monarchi vincenti e infallibili, la replicazione nello sport della nostra società basata su chi comanda e chi obbedisce e assiste.
La cosa disgustosa del nostro tempo è quella che coloro che straparlano ogni piè sospinto di democrazia e libertà sono proprio quelli che in fondo parlano solo della propria libertà, quella di padroni onnipotenti, che la vogliono solo mantenere. La democrazia è parola vuota, se non favorisce la partecipazione dei cittadini come reali protagonisti, e qui si fa di tutto per creare solo sudditi.

In Spagna vi è una eccezione, vi è il Barcellona, una squadra vincente, il cui proprietario è una ?public company? formata da 165.000 soci, che sulle maglie invece degli sponsor porta il simbolo dell?Unicef, dove si punta soprattutto sul vivaio, il ?plantel?, e dove si elegge il presidente ogni 4 anni, massimo due mandati, dando così una lezione di democrazia a tutti.

Tra il Milan di Berlusconi,, usato per dimostrare di essere vincente ed essere promosso in politica, e il Barcellona vi è la stessa differenza fra dittatura e democrazia. Se poi ci ricordiamo che alla proprietà del Milan si deve aggiungere la proprietà dei principali media italiani, i giornali, le riviste di gossip, le mani sulla RAI, l?impunità penale avuta con il ?lodo Alfano?, eccoci arrivati ad una figura dittatoriale, costruita con regole ?democratiche?, che è ora di rivedere drasticamente, perché è ormai chiaro che la concentrazione di potere economico affiancato al potere politico è incompatibile con la democrazia.

Fare della RAI, ente in mano al potere politico, una ?public company? dei cittadini azionisti (solo quelli che pagano il canone), senza pubblicità, autogestitita democraticamente, totalmente indipendente dal potere politico e industriale, sarebbe un valido esempio di inizio di democrazia, capace di incrinare il potere assoluto del ?pensiero unico? di matrice piduista e realizzato dal caro ?papi?.
Paolo De Gregorio
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gateo
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/11/03 18:16
Messaggi: 12379

MessaggioInviato: 24 Set 2009 14:38    Oggetto: Re: scudetto farsa e democrazia Rispondi citando

paolodegregorio ha scritto:
In Spagna vi è una eccezione, vi è il Barcellona, una squadra vincente, il cui proprietario è una “public company” formata da 165.000 soci, che sulle maglie invece degli sponsor porta il simbolo dell’Unicef, dove si punta soprattutto sul vivaio, il “plantel”
E' proprio vero, chiedere ad Ibrahimovic per le referenze...
Citazione:
Barcellona, 27 luglio 2009 - Zlatan Ibrahimovic al Barcellona è costato 43,25 milioni di euro, il cartellino del centravanti camerunense Samuel Eto'o e il prestito dell’esterno bielorusso Alexander Hleb. L’operazione che ha portato il centravanti svedese dall’Inter ai blaugrana è valutata 66 milioni di euro, come ha comunicato Joan Boix, responsabile finanziario del Barcellona. I campioni di Spagna, in particolare, hanno attribuito a Eto'o un valore di 20 milioni di euro. Hleb, invece, ha inciso per meno di 3 milioni.
"Il contratto di Eto'o sarebbe scaduto tra un anno, tra 12 mesi sarebbe andato via a parametro zero e il suo valore sarebbe stato nullo. Penso che il giocatore sia stato stimato anche al di là del suo valore", dice Boix. Per garantirsi sufficiente liquidità, il club ha chiesto e ottenuto 25 milioni di euro dagli istituti di credito con cui interagisce. Il denaro non verrà utilizzato per operazioni di mercato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
andrea1975
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 07/12/06 17:58
Messaggi: 4045

MessaggioInviato: 26 Set 2009 10:31    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Francamente non capisco quale entusiasmo possa mostrare l?esito di un campionato di calcio italiano, dove da decenni lo scudetto è proprietà privata di solo 3 squadre


Alcune precisazioni.

Albo d'oro serie A dal 1984-85
Codice:
1984-85 Verona; 1985-86 Juventus; 1986-87 Napoli; 1987-88 Milan; 1988-89 Inter; 1989-90 Napoli; 1990-91 Sampdoria; 1991-92 Milan; 1992-93 Milan; 1993-94 Milan; 1994-95 Juventus; 1995-96 Milan; 1996-97 Juventus; 1997-98 Juventus; 1998-99 Milan; 1999-00 Lazio; 2000-01 Roma; 2001-02 Juventus; 2002-03 Juventus; 2003-04 Milan; 2004-05 Non assegnato; 2005-06 Inter; 2006-07 Inter; 2007-08 Inter; 2008-09 Inter.

Verona,Juventus, Napoli, Milan, Sampdoria, Lazio, Roma e Inter -> 8 squadre

Albo d'oro Premier League
Codice:
 1984 Liverpool 1985 Everton 1986 Liverpool 1987 Everton 1988 Liverpool 1989 Arsenal 1990 Liverpool 1991 Arsenal 1992 Leeds United 1993 Manchester United 1994 Manchester United 1995 Blackburn Rovers 1996 Manchester United 1997 Manchester United 1998 Arsenal 1999 Manchester United 2000 Manchester United 2001 Manchester United 2002 Arsenal 2003 Manchester United 2004 Arsenal 2005 Chelsea 2006 Chelsea 2007 Manchester United 2008 Manchester United

Liverpool, Everton, Arsenal, Leeds, Manchester, Blackburn, Chelsea -> 7 squadre

Albo d'oro Liga (Spagna)
Codice:
1984/85 Barcellona 1985/86 Real Madrid 1986/87 Real Madrid 1987/88 Real Madrid 1988/89 Real Madrid 1989/90 Real Madrid 1990/91 Barcellona 1991/92 Barcellona 1992/93 Barcellona 1993/94 Barcellona 1994/95 Real Madrid 1995/96 Atletico Madrid 1996/97 Real Madrid 1997/98 Barcellona 1998/99 Barcellona 1999/00 Deportivo La Coruna 2000/01 Real Madrid 2001/02 Valencia 2002/03 Real Madrid 2003/04 Valencia 2004/05 Barcellona 2005/06 Barcellona 2006/07 Real Madrid 2007/08 Real Madrid 2008/09 Barcellona

Barcellona, Real, Atletico, Deportivo, Valencia -> 5 squadre

Nel male mi sembra che ci siano proprietà più private delle nostra
Top
Profilo Invia messaggio privato
andrea1975
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 07/12/06 17:58
Messaggi: 4045

MessaggioInviato: 26 Set 2009 10:51    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
juve, Inter, Milan, che hanno dietro i gruppi economici più facoltosi della penisola

Infatti vedi il mercato "dispendioso" del Milan di questa estate....
E per il gruppo che sta dietro la Juve mi sembra che è da mo' che non tirano fuori palanche...
Juventus che tra l'altro è una società per azioni....

Citazione:
regalando ai ?sudditi?

Grande considerazione dei tifosi....

Citazione:
In Spagna vi è una eccezione, vi è il Barcellona, una squadra vincente, il cui proprietario è una ?public company? formata da 165.000 soci, che sulle maglie invece degli sponsor porta il simbolo dell?Unicef, dove si punta soprattutto sul vivaio, il ?plantel?, e dove si elegge il presidente ogni 4 anni, massimo due mandati, dando così una lezione di democrazia a tutti.


Unicef - rifiuto degli sponsor
Codice:
sponsor utilizzato per la prima volta nella storia di questo sport dalla squadra italiana del Catanzaro Calcio nel 1981-1982 e in seguito dal Brescia Calcio nel 1988-1989 e dal Piacenza Calcio. È il primo "marchio" a comparire sulle divise ufficiali del club. La storica "prima volta" risale al 12 settembre 2006 nella partita di Champions League contro il Levski Sofia, battuto per 5-0 dai blaugrana al Camp Nou. Il Barcellona si è impegnato a versare nelle casse dell'agenzia dell'ONU, 1,5 milioni di euro all'anno per 5 anni.

Codice:
Il motivo della scelta è legata al fatto che i colori tradizionali della squadra, il blu e il granata, sono visti come un simbolo della Catalogna e i loghi degli sponsor sono considerati invadenti


gli altri sponsor non sono malaccio

Vero del vivaio, ma sarebbe interessante vedere entrate e uscite dell'ultima campagna acquisti e paragonarla con le nostre...

Oltre al'esborso citato da gateo per ibra/cadabra, ci sono anche i 25 milioni di euro per Čyhryns'kyj e i 4,5 per Maxwell

Altra piccola precisazione il Barcellona, come il Real Madrid è una polisposrtiva.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12697
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 26 Set 2009 11:36    Oggetto: Rispondi citando

Aggiustando un po' i conti...

Albo d'oro serie A dal 1991-92
Codice:
1991-92 Milan; 1992-93 Milan; 1993-94 Milan; 1994-95 Juventus; 1995-96 Milan; 1996-97 Juventus; 1997-98 Juventus; 1998-99 Milan; 1999-00 Lazio; 2000-01 Roma; 2001-02 Juventus; 2002-03 Juventus; 2003-04 Milan; 2004-05 Non assegnato; 2005-06 Inter; 2006-07 Inter; 2007-08 Inter; 2008-09 Inter.

Juventus, Milan, Lazio, Roma e Inter -> 5 squadre

Albo d'oro Premier League
Codice:
1991 Arsenal 1992 Leeds United 1993 Manchester United 1994 Manchester United 1995 Blackburn Rovers 1996 Manchester United 1997 Manchester United 1998 Arsenal 1999 Manchester United 2000 Manchester United 2001 Manchester United 2002 Arsenal 2003 Manchester United 2004 Arsenal 2005 Chelsea 2006 Chelsea 2007 Manchester United 2008 Manchester United

Liverpool, Arsenal, Leeds, Manchester, Blackburn, Chelsea -> 6 squadre

Albo d'oro Liga (Spagna)
Codice:
1991/92 Barcellona 1992/93 Barcellona 1993/94 Barcellona 1994/95 Real Madrid 1995/96 Atletico Madrid 1996/97 Real Madrid 1997/98 Barcellona 1998/99 Barcellona 1999/00 Deportivo La Coruna 2000/01 Real Madrid 2001/02 Valencia 2002/03 Real Madrid 2003/04 Valencia 2004/05 Barcellona 2005/06 Barcellona 2006/07 Real Madrid 2007/08 Real Madrid 2008/09 Barcellona

Barcellona, Real, Atletico, Deportivo, Valencia -> 5 squadre
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
wildchloee
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 22/09/07 11:56
Messaggi: 190
Residenza: Davanti al mio bambino(notebook)

MessaggioInviato: 02 Ott 2009 17:03    Oggetto: Rispondi citando

posso dire solo... FORZA BOLOGNA?

a parte la gag e i dati puntualmente citati dal mio ormai "custode del notebook" Riverside, rispondo per dirne una: la mia. considerate che non so giocare a calcio ma sono tifosa, che non sono la solita donna che non ne sa mezza ma nemmeno la valletta di controcampo che vede calciatori ogni giorno Wink

dal punto di vista strettamente ludico, il campionato di calcio italiano non è ormai più tanto avvincente - non faccio confronti con gli altri campionati.

persino gli appassionati - ne ho diversi tra gli amici, e un fidanzato ex calciatore - non attendono più con molta ansia il derby milanese, ma piuttosto quello romano, giocato da squadre "meno classiche" (perdonate la licenza poetica e forse impropria, ma non sapevo come altro spiegarmi), meno "grandi" (inteso come "le grandi") e più frizzanti, divertenti.

questo per dire che lo "strapotere" delle solite grandi non favorisce lo spettacolo e il divertimento. dovremmo ricordarci che il calcio è uno sport e dovrebbe essere riportato alla sua origine: un gioco che diverte chi lo fa e chi assiste.

questa riflessione mi nasce dopo aver letto questo thread e averlo collegato a un discorso che facevo tra me e me.
la mia squadra, dall'anno dei 52 punti con Guidolin, è scesa nel baratro: allora si diceva che fosse l'unica o una delle uniche con il bilancio non in rosso - me lo confermate?
sta di fatto che per tenere il bilancio pareggiato il Bologna rischia ogni anno la retrocessione, non compra o compra male. e forse va in rosso lo stesso.
mi chiedo: tutti i presidenti del BFC o i ds o chi per loro sono dei cretini, o qui si va al risparmio?

ora chiedo, e non è una domanda retorica: le "grandi" hanno tutte il bilancio in regola?
lo chiedo perchè non mi piace sparare sentenze senza conoscere i fatti.

cosa volevo dire?
volevo dire che, se ci fosse democrazia nel calcio, tutte le squadre sarebbero incentivate a coltivare i vivai; se ci fossero regole non facilmente aggirabili, avremmo di certo squadre più e meno forti ma non sarebbe tutto sempre scontato.

questo attirerebbe tante persone e famiglie negli stadi, come dovrebbe essere (e qui mi fermo sennò vado OT).

vabbè, scusate se ho ammonticchiato idee idealiste qui e là. spero non siano tutte da buttare Fiori
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Gateo
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/11/03 18:16
Messaggi: 12379

MessaggioInviato: 03 Ott 2009 10:41    Oggetto: Re: scudetto farsa e democrazia Rispondi

Riverside ha scritto:
> il Parma di Tanzi;

MA MAGARI!
quelli erano bei tempi, altro che il Parma dei giovani! (con una difesa che totalizza 130 anni in 4!)

@PDG tanto per dargli il colpo di grazia: ma Stoitchkov,Ronaldo, Rivaldo,Ronaldinho, Messi (i primi che mi vengono in mente), venivano anche loro dal plantel?
E ricordiamo la protesta dei tifosi catalani per l'eccesso di olandesi in squadra, ai tempi di Van Gaal.


wildchloee ha scritto:
posso dire solo... FORZA BOLOGNA?

ASSOLUTAMENTE NO!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al bar dello sport Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi