Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Scegliere una nuova digicamera
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Periferiche esterne
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
invernomuto
Eroe
Eroe


Registrato: 16/02/04 18:23
Messaggi: 46

MessaggioInviato: 20 Mar 2004 23:11    Oggetto: Scegliere una nuova digicamera Rispondi citando

Ho letto un interessante articolo sul modo di fare le scelte davanti alle diverse offerte... era in inglese ma era divertente e scritto bene, quindi l'ho tradotto per condividerlo con voi...



In che modo la sospensione del giudizio razionale produce fedeltà al marchio



A inizio Marzo 2004 ho pubblicato una recensione sulla Olympus C-8080, macchina fotografica digitale con sensore da 8 mpixel. Era la prima recensione di tale macchina ad apparire sia sulla rete che su una rivista. Di conseguenza creò un certo clamore, in maniera particolare - come sembra ovvio - tra le fila dei fan del marchio Olympus.



Se non avete letto la recensione, non ho intenzione di propinarvela qui. In poche parole, tuttavia, nella recensione mi occupavo del design della machcina fotografica e della posizione dei comandi, e concludevo che secondo me erano stati posizionati male. Di conseguenza, e facendo un confronto con la Sony F828, mi rendevo conto che spesso premevo i tasti sbagliati, a volte addirittura spegnendo la macchina fotografica per sbaglio, oppure salvando le immagini su una card invece che su un'altra*, attorcigliandomi le dita, anche se non ho mani molto grandi. In un paio di punti della recensione menzionavo il fatto che risultava molto difficile utilizzare questa macchina fotografica indossando dei guanti.



Questo era solo un punto del mio giudizio negativo sul design della C-8080. C'erano in più altri elementi che consideravo difetti, come l'assenza di un pannello lcd informativo sulla parte superiore della macchina digitale, un autofocus piuttosto rumoroso, alti consumi energetici dovuti all'uso di un lento zoom elettrico, il mirino elettronico poco luminoso e lontano dall'occhio, più altre cose. In conclusione, non aggiungevo commenti sulla qualità dell'immagone prodotta nè eseguivo un test in laboratorio in tal senso, perchè l'esemplare fornito era un modello pre-prduzione, e perchè la Olympus mi aveva richiesto di non farlo.



Cos'è successo? Per vari giorni dopo la pubblicazione si è levato un coro di commenti arrabbiati e/o sarcastici a proposito della recensione su un paio di Forum. I commentatori se la prendevano con varie cose. prima di tutto il mio commento sull'utilizzo con guanti. Un sacco di gente mi ha preso in giro per questa affermazione. Poi c'era il fatto che non avevo analizzato la qualità d'immagine, nonostante avessi spiegato fin dall'inizio che ciò, per il momento, non era l'obbiettivo della recensione, viste anche le richieste della Olympus.



La cosa più interessante da notare leggendo i messaggi di commento, almeno per me, era che nessuno si occupava dei problemi materiali che io avevo puntualizzato. Tutti i commenti

volevano semplicemente ridicolizzare l'autore piuttosto che discutere del contenuto del messaggio.



In più ci sono state persone che hanno detto: vabbè, ma i rilievi di Reichmann non hanno importanza perchè era un modello pre-produzione. Come come? Questa gente crede davvero che

Olympus cambierà per magia tutte le specifiche del modello prima di metterlo in commercio, di modo che il prodotto finale sarà completamente diverso? Pensano davvero che un cambiamento così radicale possa essere fatto a poche settimane dalla distribuzione?



Tuttavia, l'obbiettivo di questo testo non è difendere la mia recensione dalle critiche. Dopo più di 15 anni di recensioni di attrezzature pubblicate in tutto il mondo, la mia pelle si è fatta abbastanza dura. La questione sollevata però, può aiutare a capire una mia crescente preoccupazione su cosa sia importante nella mente di un fotografo, quando si tratta di dare un

giudizio su un nuovo modello di macchina fotografica. Questo è il fine ultimo dell'articolo che state leggendo.



Qualità d'immagine vs. Comandi e Caratteristiche



Immaginate una macchina fotografica che produca immagini di qualità superlativa. Pensate che permetta stampe in grandissime dimensione, senza alcun difetto nè artefatto visibile, e che sia la risoluzione d'immagine che il contrasto siano da non credere. Provate ad aggiungere che la resa del colore è accuratissima e che deformazioni e difetti visivi siano visrtualmente nulli.



Ora immaginate un'altro tipo di macchina fotografica. Questa è piccola abbastanza per essere portata in tasca, eppure ha un set di comandi intuitivo e facile da usare. Immaginate che ogni cosa funzioni perfettamente, e che in pratica non ci sia bisogno di leggere il manuale di istruzioni. Immaginate che la durata della batteria sia contizzabile in giorni e non in ore, e

che tutte le funzioni primarie, come l'autofocus, l'esposizione e la velocità di scatto, abbiano prestazioni eccezionali.



Se poteste scegliere una sola tra le due, quale prendereste? Quella che fa foto di qualità eccelsa, o quella che funziona in maniera quasi telepatica?



Questa è ovviamente una domanda stupida. Una macchina fotografica che fa ottime foto, ma che richiede una laurea in ingegneria per poter essere utilizzata è praticamente inutile, e uno

strumento perfettamente funzionale, ma che produce immagini che sembrano venire da macchine molto più economiche, non rappresenta un compromesso accettabile.



Eppure, di volta in volta si ha a che fare con fotografi che sono fissati per uno dei due aspetti del problema - anche se di solito prevale l'atteggiamento la-qualità-d'immagine-è-tutto, spesso a discapito di una valutazione razionale. Quelli che io chiamo scruta-pixel sono quelli che non sono contenti se non fanno una profonda analisi delle capacità di una macchina fotografica/lente (ovviamente sempre con immagini ingrandite del 100%), senza chiedersi minimamente se poi i difetti che notano sono effetivamente visibili, una volta stampata l'immagine.



Il che ci riporta alla domanda iniziale su quale apparecchio scegliereste. La risposta, ovviamente, è che la macchina fotografica ideale è quella che mette insieme la migliore combinazione di caratteristiche dell'esempio A e dell'esempio B. Deve produrre la miglior

qualità possibile di foto, e in più deve essere un apparecchio che non istaoli l'abbiettivo finale di avere una buona foto. Come per molte cose nella vita, si deve arrivare a un compromesso.



Esiste la macchina fotografica perfetta? Certo che no. Però alcuni modelli sono migliori di altri a offrire la combinazione ottimale che si diceva, ed è anche vero che lo stesso modello non è necessariamente il migliore per tutti. Ad esempio, un fotografo per cui la cosa più importante da ottenere la migliore qulità d'immagine possibile, che non scatta molte foto o che non lo fa in situazioni complicate, si troverà probabilmente meglio con un apparecchio che produce immagini di ottima qualità anche se questo significa avere a che fare con comandi

complicati.



Altre persone daranno più importanza alla velocità di reazione, affidabilità o economicità del prodotto, anche se ciò vuol dire avere a che fare con immagina di qualità più bassa. Ecco perchè esistono macchine fotografiche digitali per il medio formato accanto a modelli tascabili. Il mondo è grande, e per i fotografi c'è ampia libertà di scelta.

Top
Profilo Invia messaggio privato
invernomuto
Eroe
Eroe


Registrato: 16/02/04 18:23
Messaggi: 46

MessaggioInviato: 20 Mar 2004 23:13    Oggetto: seconda parte Rispondi citando

Sospensione del giudizio e cieca fedeltà verso un marchio



E' interessante notare come nella società contemporanea la gente tende a sviluppare fedeltà verso un marchio rispetto ad altri. E' lampante che al giorno d'oggi attraverso il Web e i

forum di discussione si vedono vari esempi di gente, da sinceri utenti amatoriali a scoccianti troll, pronti sia a schierarsi in difesa del loro marchio preferito sia a dire il peggio possibile di marchi che non gli piacciono.



Fortunamente si parla solo di prodotti commerciali. Eppure l'animosità dimostrata certe volte è preoccupante. Certo, a volte le aziende e i loro prodotti assumono una certa personalità distintiva, e si è portati ad arrivare a certe conclusioni che derivano dalle voci di consenso e dall'esperienza. A volte queste conclusioni diventano luoghi comuni: la Sony fa televisioni

di ottima qualità; le macchine Mercedes sono molto robuste; i cellulari Nokia hanno un'ottima ricezione**. Che ciò sia vero o meno, queste opinioni diventano parte del nostro modo di vedere le cose.



Però a volte si arriva a queste conclusioni attraverso un meccanismo mentale che gli psicologi chiamano "sospensione del giudizio razionale", ovvero la capacità tutta umana di sospendere il proprio giudizio razionale anche quando la realtà dei fatti dice il contrario. Si tratta di credere nelle cose senza un motivo razionale.



Parliamo del caso in esame. La Olympus C-8080 (non che mi voglia accanire, ma è l'esempio da cui il discorso è partito) non ha un pannello LCD sul lato superiore. Ciò significa che gran parte delle informazioni più importanti per un fotografo, come il numero di foto fatte, la quantità di spazio ancora disponibile, stato della batteria, valori di esposizione, valori ISO, ecc., sono visibili solo sullo schermo LCD e nel mirino elettronico. Ovviamente non è la fine del mondo, ma quei pannelli lcd si trovano praticamente su tutti gli altri modelli della concorrenza per un motivo: perchè contengono informazioni importanti per l'operatore mentre

utilizza l'apparecchio. Scrivo semplicemente che il re è nudo. I sospenditori di giudizio rispondono che no, il re non è nudo: è completamente vestito e non porta i guanti.



Ancora sulla C-8080. Nessun led luminoso indica che l'apparecchio è acceso, e questo insieme all'assenza di un pannello lcd significa che non è possibile sapere a una prima occhiata è

accesa o meno, per non parlare dello stato in cui è settata. Anche questo non rende la macchina fotografica inutilizzabile, ma dimostra un cattivo design che non contribuisce a lavorare

agevolmente.



Quando una serie di piccoli difetti e mancanze si somma nella stessa macchina fotografica, ciò può far risultare l'apparecchio praticamente inutilizzabile, per alcuni. Ma devo essere molto chiaro su un punto: la C-8080 è solo uno dei tanti modelli che ho recensito negli ultimi anni dove la somma dei difetti diventa un problema veramente serio. Ce ne sono molti altri, e nessun produttore è immune da questi sbagli.



Mentre scrivo queste righe non ho ancora testato la qualità d'immagine prodotta dalla C-8080, perchè il modello definitivo non è ancora disponibile. Tuttavia, come ho scritto nella mia

prima recensione, al di là della qualità d'immagine ho concluso che non posso raccomandare questa macchina fotografica. Ma quelli col giudizio sospeso dicono: Olympus è una ottima casa produttrice (Infatti lo è). Olympus produce ottime macchine fotografiche e ottime lenti (infatti lo fa). Perciò una recensione che giudica male questo nuovo modello non può essere giusta, soprattutto perchè non tiene in considerazione la qualità d'immagine. Il fatto che i difetti nel design sono effettivamente lì, che possono essere visti e confermati da chiunque la

maneggi per un po', e che verrebbero probabilmente considerati dei problemi seri almeno per certi fotografi, non interessa a questa gente. E' per questo che si chiama sospensione della

razionalità.



Aziende affidabili posso produrre prodotti difettosi (qualcuno si ricorda la Ford Pinto o la Chevy Corvair?***). Apparecchi fotografici che fanno ottime foto possono avere comandi posizionati male e interfacce utente difettose. Queste cose succedono.



Ma questi difetti sono misurabili?



Mentre è possibile dare una quantificazione nei test di misura della qualità d'immagine, lo

stesso non si può dire per l'interfaccia utente e per l'ergonomia del prodotto. Senza una lunga esperienza del campo molti fotografi, soprattutto quelli alle prime armi, non sono in grado di

giudicare se il design dei comandi è buono oppure no.



Non che voglia mettermi su un piedistallo, ma negli ultimi 40 anni ho provato praticamente tutte le più importanti macchine fotografiche immesse sul mercato, e negli ultimi 15 anni ne ho testato intere schiere per le recensioni di riviste e di siti internet. L'anno scorso sono stato l'autore presecelto per il rapporto sulle 25 migliori macchine fotografiche tenuto dalla rivista Photo Techniques. Ho un po' di esperienza in materia.



Come fotografo professionista, scatto qualcosa come dieci o ventimila foto l'anno. Più di alcuni, meno di altri. Però ogni volta che imposto la giusta esposizione, ho a che fare con i comandi della macchina fotografica come chiunque altro. Se i comandi sono posizionati male o sono difficili da usare, tali difetti sono lampanti, e mi impediscono di ottenere facilmente il

risultato voluto. Perciò quando recensisco un prodotto mi piace raccontare quello che ho scoperto.



E questa è una delle ragioni per cui mi piace testare le macchine fotografiche sul campo, per fare davvero foto. Faccio dei salti mortali per organizzare spedizioni per fotografare, in base

alla disponibilità dei modelli forniti dalle case produttrici. Una gita nel parco, oppure una dozzina di scatti di test in uno studio semplicemente non è un utilizzo abbastanza profondo per

dirmi come un determinato modello si comporta mentre mi occupo di fare foto.



E alla fine...



Alla fine, risultano importanti sia la qualità di immagine, che la buona funzionalità dei comandi. Nessuna macchina fotografica è perfetta, e poche sono davvero pessime. Per i fotografi

senza molta esperienza con una gran varietà di modelli e di scatti in condizioni complicate, dove altrimenti piccole differenze nella funzionlità significano riuscire ad avere la foto o meno, tutto questo parlare potrà sembrare un inutile abbaiare al vento. E per i devoti

scruta-pixel qualsiasi cosa che non possa essere misurata o vista nello schermo al 100% di ingrandimento è al di là della loro comprensione. Per i sospenditori di giudizio, una valutazione razionale non è necessaria perchè sanno che la loro macchina fotografica preferita non può avere difetti. Dev'essere il recensore quindi, ad essere difettoso.



Ovviamente non farò cambiare idea a molta gente con queste mie osservazioni. Però per coloro che si avvicinano ora al mondo della fotografia e delle macchine fotografiche, o che si stanno avventurando nel territorio spesso oscuro delle attrezzature digitali, ho pensato di tentare di

far luce su uno degli aspetti più bui.



luminous-landscape.com/es...pers.shtml

© 1995-2004 Michael Reichmann



N.d.T:

*Si rifersice al fatto che la C-8080 ospita due slot per memory card, uno per le XD, uno per le Compact-Flash



**In originale qui si parla della marca Snap-On, che è poco conosciuta in Italia. Ho sostituito l'esempio con i Nokia per mantenere il senso degli esempi portati.



***Ho preferito lasciare i due esempi portati dall'autore, benchè poco significativi per un lettore italiano. Dopotutto è facile riscordarsi di esempi di prodotti scadenti da marche per

altro considerate buone.

Top
Profilo Invia messaggio privato
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 21 Mar 2004 09:41    Oggetto: Re: Rispondi citando

bell'articolo..semplice ma chiato...



non entro nel merito "fotografico" visto che non sarei proprio all'altezza....però concordo con la linea del ragionamento seguita dal fotografo.....

Top
Profilo Invia messaggio privato
rebelia
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/07/03 08:22
Messaggi: 7982

MessaggioInviato: 21 Mar 2004 12:25    Oggetto: ... Rispondi

venduto! lo giro immediatamente al mio fratellino fotografo :)





(venduto nel senso di: mi hai convinto ;) )

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Periferiche esterne Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi