Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Il declino della ex Olivetti
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 24 Feb 2006 00:00    Oggetto: Il declino della ex Olivetti Rispondi citando

Commenti all'articolo Il declino della ex Olivetti
I lavoratori della Getronics contestano il vertice della ex Olivetti Informatica e temono la chiusura di ciò che rimane di uno dei gioielli dell'industria nazionale.
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Feb 2006 06:40    Oggetto: Uno dei gioielli dell'industria nazionale? Rispondi citando

Ma stiamo scherzando?
I prodotti olivetti (calcolatrici registratori di cassa ecc ecc )
sono sempre stati tra i più cari e più inaffidabili del mercato.....
Per questo la olivetti sta andando a finire come si merita...
Volete un'esempio?
provate a cercare un registratore di cassa, vedrete che a parità di funzionalità offerte un registratore olivetti costa il 30\35\ per cento in più di praticamente qualunque altra marca presente sul mercato.....
Almeno fossero più buoni, nella migliore delle ipotesi sono UGUALI.
Come tutte le industrie italiane la olivetti ha prosperato per anni vendendoci delle patacche grazie al mercato protetto e ai dazi tenuti alti per anni ed anni.
Ora che deve confrontarsi sul piano della qualità del prodotto, sta andando in crisi come tutte le altre realtà industruiali italiane. Vi ricordate quando negli anni 90 andavamo via ancora con il ciao senza miscelatore? questo accadeva mentre da anni in asia viaggiavano con scooter tipo i moderni honda kimko mbk ecc ecc .....
Noi ci beccavamo Quell'aborto venduto a peso d'oro perchè i nostri mercati e chi li proteggieva non permettevano l'arrivo dei motorini moderni....
Abbiamo visto tutti come è finita....
La logica del mercato, il "vinca il migliore" pretendiamo che valga solo quando il "migliore"
per realtà dei fatti, o per mancanza di scelta lo produciamo noi....
Fallisca pure la olivetti, e con lei tutte le aziende che per anni ci hanno spremuto come limoni vendendoci immondizia e obbligandoci a comprarla perchè non potevamo fare altro....
Di mediocri a questo mondo ce ne sono già troppi.
Top
{Fredyd}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Feb 2006 12:09    Oggetto: Gioiello di corruzione Rispondi citando

Prodotti costosi, inaffidabili e spesso obsoleti con interfacce/accessori/cavi proprietari (anche i cavi IDE erano modificati !!!).

Venduti spesso al doppio del ptrezzo di mercato alle poste italiane.

Che finiscano dove meritano.

Saluti.
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Feb 2006 12:53    Oggetto: Sì, uno dei gioielli dell'industria nazionale Rispondi citando

Guardate che l'Olivetti è stata fondata nel 1908 con le primissime macchine da scrivere, non negli anni novanta... andatevi a leggere la sua storia prima di parlare
Top
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 25 Feb 2006 13:58    Oggetto: Rispondi citando

infatti l'articolo recita:

Citazione:

[...]l'Olivetti era una grande industria nazionale, prima con le macchine da scrivere e poi, ancora con il suo fondatore Adriano Olivetti, la prima industria elettronica del mondo a mettere sul mercato un grande elaboratore, prima ancora di americani e giapponesi e poi, negli anni '80, a tirar fuori novità come il Pc o il notebook "Quaderno".
Top
Profilo Invia messaggio privato
{massimo}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Feb 2006 14:55    Oggetto: Roberto Schisano Rispondi citando

E' il caso di informarsi meglio su chi è Schisano. Dalla pessima gestione di Alitalia (perdite per oltre 1200 milardi di vecchie lire), alla vicenda del fallimento di OP Computer (con il rinvio a giudizio per il crack) per finire alla Getronics che brucia centinaia di milioni di euro in perdite negli utlimi tre anni (la gestione operativa poi è tutta da raccontare per i pesanti conflitti d'interesse visto che i soldi e le attività sono rigirate a società di comodo da lui stesso controllate. Con questi manager l'Italia va in rovina. Apriamo una discussione sui boiardi di stato e sui manager italiani che sono bravi sonlo a speculare ed a far fallire le aziende accrescendo interessi e beni personali.
Top
{Gt}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Feb 2006 15:56    Oggetto: Uhm Rispondi citando

Non mi sembra che Olivetti fosse così penosa... le sue macchine da scrivere erano dei carri armati (mitica la serie ET 1xx) praticamente indistruttibili, dei registratori di cassa (almeno quelli vecchi) non ho mai sentito alcuna lamentela, forse gli ultimi modelli boh... Per i computer con componenti proprietari non ci vedo niente di strano del resto l'epoca dei pc olivetti era la stessa di Amiga, Atari, Apple ecc. tutte compagnie che realizzavano standard hardware in proprio.
Spiace x la fine degli ultimi 10 anni e per com'è ridotta adesso (a fare stampanti... bah...) ma quella è colpa dei cosidetti "manager" che l'hanno gestita non dei suoi prodotti senza contare le pubbliche amministrazioni che nulla hanno fatto per darle una possibilità
Top
{Freddy}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Feb 2006 16:16    Oggetto: Standard vuol dire standard Rispondi citando

L'olivetti non ne creava di propri, semplicemente rendeva incompatibili quelli gia' esistenti: gli hard disk erano ide, ma con cavi e controller fuori standard. E indovinate chi era l'unica societa' che ti poteva vendere cavi e controller di ricambio?

Concordo sull'affidabilita' delle macchine da scrivere e delle calcolatrici, il problema e' la penetrazione morbosa dei prodotti Olivetti in banche e uffici statali.

Saluti
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Feb 2006 16:30    Oggetto: Lo stesso discorso Rispondi citando

delle tre A (miga,tari,pple): era proprio un sistema in voga in quel periodo che poi è via via scemato con il rafforzamento degli standard intorno al pc ibm. Olivetti semplicemente e furbescamente invece di progettare nuovi standard si limitava a modificarli.
Top
danielegr
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 04/05/05 08:54
Messaggi: 2277
Residenza: 43 54 26,81N 7 56 25,35E Altitudine 184 m.

MessaggioInviato: 25 Feb 2006 19:00    Oggetto: Rispondi citando

Della Olivetti di una volta ricordiamo con nostalgia la mitica Divisumma, forse l'unica macchina che faceva moltiplicazione e divisioni già negli anni 60 (lo so, c'erano anche le Rotomatic, ma per farle funzionare ci voleva il braccio di un fabbro ferraio ben allaenato. La Divisumma era elettrica) Era un carro armato: talvolta in ufficio ci era caduta dalla scrivania, ma continuava a funzionare
Top
Profilo Invia messaggio privato
{pugnochiuso}
Ospite





MessaggioInviato: 26 Feb 2006 10:25    Oggetto: Chiedete a D'Alema: Uno schizzinoso BUFFONE Rispondi citando

Baffetto sa tutto.
A ballarò si vanta di aver avviato, come nessuno, le grandi privatizzazioni in Italia. Peccato che si dimentica di osservarne i risultati.Ha anche dato impulso alla Ricerca nel Sud facendo chiudere la più grande rete di laboratori di Ricerca nel Sud Olivetti Ricerca alla fine del finanziamento statale.
In prstica dopo che lo stato ha finanziato 800 miliardi la ricerca nel Sud che ha prodotto alcune soluzioni innovative, incassa il risultato sorprendente di venderla alla società commerciale Getronics. Doverebbe ricordare il Meeting alla Mostra d'Oltremare dove i lavoratori gli chiedevano di intervenire per evitare lo scempio puntualmente avvenuto. Con lui c'erano Rubbia, Pistorio e sono rimasti di sasso alle sue giustificazioni.
Non comprendiamo come ancora sia presentabile questo presuntuoso di se stesso capace solo di fare battute autocelebrative. Mandiamolo a Zelig come comparsa. L'attuale Amministratore Delegato il pregiudicato Roberto Schisano è una sua degna creatura
Top
franz
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/05/05 16:12
Messaggi: 775
Residenza: Lac Majeur

MessaggioInviato: 26 Feb 2006 11:06    Oggetto: Rispondi citando

purtroppo non sono in grado (mia ignoranza storica) di abbinare il momento del declino a un evento o una gestione specifica, ma concordo con chi ha portato i ricordi di macchine con stantard modificati ad hoc. La mia sensazione è che ando' bene fino a poco dopo il mitico M24 del quale ricordo le pubblicità e le recensioni anche su riviste americane. Purtroppo dopo i primi 286, diciamo dai 386 in avanti l'azienda ha iniziato la sua discesa inarrestabile. Per anni è stata difesa dal protezionismo di stato e dalle abitudini di tutti quei piccoli studi e uffici (la "mitica" piccola impresa italiana) che abituati ad acquistare le macchine da scrivere nei negozi Olivetti dietro l'angolo continuarono a rivolgersi a questi improvvisati esperti che purtroppo raramente investivano in formazione e cultura informatica. Per anni l'ignoranza (che non poteva essere diversamente) della clientela diede l'opportunità a questi improvvisati di vendersi come degli esperti, purtroppo anche loro ne sapevano poco di più.
A proposito dei cavi ide modificati, ma vi ricordate di quei "case" vanto degli ingegneri di Ivrea? Sembra che l'unica cosa che sapessero progettare fossero le scatol dei compuer, che però poi se non avevi fatto un corso specifico non eri più in grado di aprirli per farne manutenzione
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
danielegr
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 04/05/05 08:54
Messaggi: 2277
Residenza: 43 54 26,81N 7 56 25,35E Altitudine 184 m.

MessaggioInviato: 26 Feb 2006 11:42    Oggetto: Rispondi citando

E' vero: avevo dimenticato il mitico M24 che usavamo in ufficio negli anni 80.
Era una macchina per quei tempi favolosa, non aveva hard disk, la memoria, se non sbaglio era meno di 128k (infatti avevo provato a caricargli sopra il favoloso PC Tools Galactic e mi aveva risposto che non aveva abbastanza memoria). Da noi usavano due dischi da 5 e 1/4, uno per il programma e l'altro per gli archivi.
Bisognerebbe aprire un discorso a parte sia sul M24 sia sul PCtools...
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Accadì}
Ospite





MessaggioInviato: 26 Feb 2006 13:27    Oggetto: Andiamo avanti così Rispondi citando

Ho letto molti commenti al veleno, della serie "fanno prodotti cari e scadenti, che falliscano".
Forse adesso è così, ma negli anni 80 l'Olivetti era all'avanguardia ed in grado di competere alla pari con altri gruppi blasonati dell'informatica.

Ma si sà come siano noi italioti, sempre pronti a tirarci fango addosso.
Esterofili sino al collasso.
Così ci siamo persi l'informatica.
Magari un domani ci perdiamo anche l'automobile.

Così ci ritroviamo tutti col mandolino in mano e a fare le pizze.
Che tanto fà folcrore.
Magari ne guadagna l'industria del turismo.
Contenti?
Top
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 26 Feb 2006 13:40    Oggetto: Rispondi citando

{Accadì} ha scritto:
Ho letto molti commenti al veleno, della serie "fanno prodotti cari e scadenti, che falliscano".
Forse adesso è così, ma negli anni 80 l'Olivetti era all'avanguardia ed in grado di competere alla pari con altri gruppi blasonati dell'informatica.

vero...il problema quindi non è la Olivetti in quanto tale ma evidentemente di chi non è stato all'altezza di gestirla mantenendo le possibilità iniziali..


{Accadì} ha scritto:

Ma si sà come siano noi italioti, sempre pronti a tirarci fango addosso.
Esterofili sino al collasso.
Così ci siamo persi l'informatica.
Magari un domani ci perdiamo anche l'automobile.

è vero che siamo spesso esterofili...a volte per il gusto (sbagliato di esserlo)..altre forse a ragion veduta...

spesso, credo però, come reazione ai malaffari italiani...

forse la causa che porta la massa a essere così netta nel condannare e affossare è dovuta anche al fatto che, spesso, in Italia imprese in difficoltà a causa di cattive scelte e pessima gestione da parte di proprietari e amministratori vengono "salvate" nel senso di aiutate economicamente dallo stato senza però che l'impresa ne guadagni seriamente, semplicemente venendo in aiuto della proprietà..che resterà la stessa, quasi mai senza pagare gli errori commessi.

Nel mercato, vale la legge del migliore...vero..quindi l'azienda più grossa o che vende meglio i suoi prodotti finirà per fagocitare le altre..

certamente, trovo anche logico intervenire in aiuto per salvaguardare l'economia nazionale e soprattutto i posti di lavoro [qua si potrebbe aprire il discorso sul fatto che il lavoratore di una grossa azienda è spesso più tutelato di un lavoratore di una azienda piccola, perchè la risonanza mediatica e dunque il tornaconto politico e' differente...] a patto però che questo aiuto statale sia subordinato ad un netto cambio di gestione, e che chi ha portato l'azienda al collasso paghi quantomeno con l'estromissione definitiva.
Invece abbiamo aziende andate al collasso e amministratori usciti dalla porta principale con buonuscite da pascià e magari la proprietà con un gioco di magia è rimasta inalterata !

E capisco allora che il popolo sbotti....fatele fallire e stop


{Accadì} ha scritto:

Contenti?

no..ma quale soluzione differente ?
intervenire sempre e comunque a sovvenzionare a fondo perduto, dove per perduto non significa soldi non recuperati ma anche inutilmente buttati in un calderone che non da frutti..
se non si cambia la mentalità e si cerca una classe dirigente e imprenditoriale e non solo un semplice finanziere non restano molte alternative


L'ultima modifica di ioSOLOio il 26 Feb 2006 13:46, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 26 Feb 2006 13:45    Oggetto: Automobili ? Pizze ? Rispondi citando

A dire il vero quasi tutti gli Agnelli hanno fatto i vermi e non c'è molto di italiano negli Elkann mentre per le pizze oramai è una moda trovare il ristorante italiano gestito dai cinesi. Forse ci salviamo solo il mandolino forse...
Top
{MaX}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Feb 2006 13:35    Oggetto: e........... Rispondi citando

IO AVEVO PC OLIVETTI 486SX CON ARCHITETTURA IBM COMPATIBILE
DEVO DIRE CHE COME RESISTENZA E PER LAVORARE ERANO ECCEZIONALI, ANCHE SE.. MOLTI PEZZI NON ERANO STANDARD E DOVEVI COMPRARLI SOLO DA LORO E COSTAVANO UN Pò.
QUESTE BRUTTA POLITICA è STATA ABBANDONATA POI NEGLI ULTIMI ANNI IN QUI FACEVA PC FINO AL DECLINO DOVUTO NON ALLA COMPETITIVITà MA ALLA GESTIONE SCADENTE DELL'AZIENDA PER DISINTERESSE MI FA MALE DIRLO MA SIAMO I SOLITI ITALIANI...
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Feb 2006 20:10    Oggetto: Ricorda... Rispondi citando

Se l'Italia (inteso come governi, finanziatori, ecc) fosse stata intelligente come gli inventori dei quali questa terra è patria ora saremmo una superpotenza mondiale
Top
{max}
Ospite





MessaggioInviato: 02 Mar 2006 22:44    Oggetto: Roberto Schisano licenziato Rispondi citando

Era attesa da giorni. La notizia oggi è ufficiale: La Getronics corporate licenzia Schisano per irregolarità di gestione. I lavoratori di Olivetti da tempo denunciavano l'allegra gestione. Ora si ha qualche speranza in più per risalire la china. Restano da cacciare però una serie di manager collusi con il malaffare come Piero Serra alle Relazioni Esterne. La lotta dei lavoratori di Getronics va avanti (maggiori informazioni su www.bloggers/lavoratorigetronics - il blog dei lavoratori getronics).
Top
{sono felice}
Ospite





MessaggioInviato: 03 Mar 2006 07:30    Oggetto: Comunicato Stampa - Licenziato Schisano Rispondi

COMUNICATO STAMPA di GETRONICS CORPORATE sui RISULTATI del 2005
(Amsterdam, 2 marzo 2006 ? www.getronics.com)

* LICENZIATO SCHISANO *
Pesanti ed inaspettate perdite della consociata italia.
L'indagine amministrativa interna, disposta dalla corporate sulla Getronics Italia sui conti del 2005, ha appurato che rispetto alla perdita di esercizio di 71 milioni di euro, 15 milioni di costi non dovevano essere ascritti sul 4Q perché in realta erano riferiti ai quarter precedenti.
In particolare 6 milioni di perdite dovevano essere registrati nel 2Q e 9 milioni nel 3Q. L?indagine ha inoltre dimostrato che queste errate attribuzioni erano dovute ad una approssimativa/superficiale gestione sia operativa che commerciale.
L'indagine ha anche rilevato che i report forniti dal management italiano, preparati dopo la metà di ottobre del 2005, fornivano attribuzioni economiche intenzionalmente errate.
In conseguenza di quanto evidenziato sia il direttore generale sia il direttore finanziario hanno dato le dimissioni.
Il consiglio d?amministrazione della corporate olandese in conseguenza della grave ed inaspettata perdita, emersa a metà gennaio 2006, ha inviato un membro del suddetto consiglio per coordinare/controllare la gestione ordinaria della Getronics Italia.
Al fine di anticipare le perduranti sfavorevoli circostanze del mercato italiano è stato deciso un cambio sia di management che organizzativo anche con l?obiettivo di ridurre il livello di attività esterne affidate in subappalto.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi