Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
No, non serve il 60% per rendere utili le app anti-coronavirus
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 12 Lug 2020 20:30    Oggetto: No, non serve il 60% per rendere utili le app anti-coronavirus Rispondi citando

Leggi l'articolo No, non serve il 60% per rendere utili le app anti-coronavirus



 

 

Segnala un refuso
Top
yayo75
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 07/08/06 21:53
Messaggi: 83

MessaggioInviato: 13 Lug 2020 01:13    Oggetto: Rispondi citando

Sulla app non dico niente.
Ho solo un dubbio: per tutti quelli che avevano capito "se non si arriva al 60% non serve a niente", non c'è il rischio che a dirgli oggi "Qualunque livello di adozione può aiutare a salvare vite" possano "capire male" anche questo?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
i1su
Comune mortale
Comune mortale


Registrato: 13/07/20 08:33
Messaggi: 1

MessaggioInviato: 13 Lug 2020 09:05    Oggetto: Rispondi citando

Ammesso ma non concesso che la app sia perfetta e che venga raggiunta o superata la soglia percentuale d'installazioni minima per risultati utili mi chiedo 1: QUANDO, COME e CON QUALE frequenza nel tempo viene inserito il dato di salute soprattutto nel caso di infezione dell'utilizzatore ? Da chi (questo operatore sanitario autorizzato che è ?), con quale autorità e con o senza il beneplacito dell'eventuale malato ?.
2: SE sfortunatamente m'infetto chi mi renderà così ligio nell'installare la app,comunicare al fantomatico operatore sanitario il dato, girare per strada con app,bluetooth e gps sempre attivi attivi ?
3: SE scopro che in dato giorno sono stato "probabilmente" vicino ad un "possibile" malato che faccio in modo ragionevole oltre al preoccuparmi inutilmente ?
A mio modestissimo parere senza l'obbligo coercitivo di 1 e 2 e istruzioni chiare per 3 e della raccolta dei dati di contatto e dallo loro interpretazione,, qualsiasi utilizzo rimane a livello poco distante da un videogioco.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zio_LoneWolf
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/16 09:00
Messaggi: 204

MessaggioInviato: 13 Lug 2020 11:10    Oggetto: Rispondi citando

In effetti è vero, l'app può essere utile anche con livelli di adozione relativamente bassi.

Quello che serve davvero, senza il quale l'app è del tutto inutile, a prescindere dal livello di adozione, è il supporto del Servizio Sanitario, che deve essere in grado di effettuare test immediati sulle persone sospette e sui loro contatti delle ultime due settimane. IMMEDIATI, non a babbo morto: se tieni persone in quarantena per 20 giorni prima che qualcuno si degni di ricordarsi di loro, il virus è già scappato.

Visto che in Italia non c'è manco l'ombra di una traccia di un tale indispensabile livello di preparazione, Immuni non è altro che l'ennesima presa in giro del Governo.

Non aiuterebbe manco se attivo sul 100% dei dispositivi dei cittadini. Forse lo sarà quando e se il COVID-19 sarà solo un ricordo...
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Neurone}
Ospite





MessaggioInviato: 13 Lug 2020 19:38    Oggetto: Rispondi citando

Non facciamo finta di non capire... ma ditemi voi chi sarebbe quel deficiente, che seppur positivo si farebbe segnalare!

Secondo voi un assassino a cui è stato tuatuato su una gota (tanto da renderlo visibile visto che se scritto in fronte bastesebbe lui un cappello per coprirsi) io uccido con tanto si stemma della polizia di Stato se ne andrebbe in giro felicemente? Siate seri!
Top
pietro1953
Semidio
Semidio


Registrato: 13/09/07 07:28
Messaggi: 405
Residenza: in volo

MessaggioInviato: 14 Lug 2020 17:14    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:

Non facciamo finta di non capire... ma ditemi voi chi sarebbe quel deficiente, che seppur positivo si farebbe segnalare!


E chi sarebbe invece quella testa di xxxxx che sapendo di essere positivo se ne sta zitto, e tanto peggio per quelli che ieri erano a cena con lui?

Comincio ad averne abbastanza di certi discorsi da decerebrati: se sei positivo vuol dire che qualcuno ti ha fatto un tampone, quindi sei già "segnalato", c'è un referto medico, e avranno già provveduto a notificarti il provvedimento di isolamento.

A questo punto se hai Immuni tu dici al tuo smart di avvertire tutti i contatti anonimi che sono stati vicino a un positivo (anonimo) quando ancora questi non sapeva di essere positivo, e che quindi c'è una possibilità che siano stati contagiati.

Ognuno di loro farà quello che ritiene opportuno... anche se far finta di niente non è esattamente la più intelligente delle scelte.

E per quello che riguarda i tempi, occorre tener presente che il tanto invocato "tampone nelle 24 ore" è un'eresia, visto che i tempi medi di incubazione si aggirano sui 6 giorni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10764
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 14 Lug 2020 23:20    Oggetto: Rispondi citando

infatti il punto è: se ricevo la notifica, devo comportarmi in modo da non poter potenzialmente contagiare altri intanto che aspetto di poter fare il tampone

fatto il tampone, ci si comporterà di conseguenza, ovviamente
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Zio_LoneWolf
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/16 09:00
Messaggi: 204

MessaggioInviato: 15 Lug 2020 10:47    Oggetto: Rispondi

pietro1953 ha scritto:
E per quello che riguarda i tempi, occorre tener presente che il tanto invocato "tampone nelle 24 ore" è un'eresia, visto che i tempi medi di incubazione si aggirano sui 6 giorni.

Che fatica, però...

Quando Immuni ti avverte, mica è detto che hai appena incrociato un positivo: potresti esserci stato in contatto nei giorni precedenti, fino a 14.

Per cui sì, il primo tampone va fatto SUBITO.

E poi va ripetuto dopo qualche giorno.

E ripetuto ancora, nel corso dei fatidici 14 giorni di periodo massimo di incubazione.

Non penserai forse che ne basti uno, visto l'elevato tasso di falsi negativi che ancora viene rilevato?

Questa è medicina, mica algebra binaria...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi