Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Facebook e la democrazia: una riflessione
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Social network
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 27 Set 2019 01:00    Oggetto: Facebook e la democrazia: una riflessione Rispondi citando

Leggi l'articolo Facebook e la democrazia: una riflessione
Facebook deve essere democratica o la democrazia non c'entra niente?


 

 

Segnala un refuso
Top
giovanni56
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 28/12/05 21:21
Messaggi: 163

MessaggioInviato: 27 Set 2019 05:49    Oggetto: Rispondi citando

E' una domanda: "più democrazia" significa anche lasciare carta bianca a qualcosa di anticostituzionale come l'apologia del fascismo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Usman}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Set 2019 12:06    Oggetto: Rispondi citando

Sì, io per più democrazia intendo proprio questo.
Il fascismo è ormai morto e sepolto, inutile che ce la meniamo con 'sta storia ...
Top
{emanuele}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Set 2019 12:41    Oggetto: Rispondi citando

Allora il problema è uno solo,non esiste o meglio non dovrebbe esistere che una società privata si ponga al di sopra delle leggi di uno stato.CasaPound esiste da 20 anni ,Forza Nuova 40 e ci sono diverse sentenze a tutti i gradi di giudizio che ne leggittimano l'esistenza, Ergo lo Stato Italiano: riconosce come legittimi questi movimenti e permette loro di far politica,punto e basta. Altri partiti come il nuovo partito fascista,il partito nazional socialista dei lavoratori italiani ecc ecc Sono stati chiusi in pochi giorni dallo stato perchè ritenuti illeggittimi.Razzismo,omofobia ecc ecc sono reati e anche in questo campo la giustizia italiana non è mai intervenuta contro FN,CP o i loro dirigenti,quindi facebook non ha diritto a intervenure,perchè una società privata non può sostituirsi allo stato. Spero che in tribunale faccialibro sia condannata a pagare talmente tanto a Iannone,Di Stefano ecc ecc da far passare la voglia la gruppo di impicciarsi di quello che non gli compete
Top
{bookinface}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Set 2019 18:43    Oggetto: Rispondi citando

Come viene scritto nell'articolo, il problema vero è Facebook stesso (e tutti gli altri, nei loro rispettivi silos).
Ma sotto questa indiscutibile verità ce n'è un'altra più profonda che, come per le radici di un albero, coinvolge l'intera pianta.
A memoria d'uomo sono stati davvero pochi i cambiamenti non voluti dalle popolazioni, naturalmente senza nessuna consapevolezza di questa volontà (se ci fosse consapevolezza non esisterebbero le masse).
E quei pochi avvenuti per imposizione fuori dalla volontà popolare sono durati poco, o sono falliti sul nascere.
Quindi il mio commento è: Facebook è tale perché la gente è tale.
Fin'ora, per lo meno.
Top
etabeta
Prof.Sconvolto


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2217

MessaggioInviato: 27 Set 2019 19:10    Oggetto: Rispondi citando

giovanni56 ha scritto:
E' una domanda: "più democrazia" significa anche lasciare carta bianca a qualcosa di anticostituzionale come l'apologia del fascismo?


Se hanno carta bianca è perché non c'è reato!

Diversamente, proprio seguendo la Costituzione
Citazione:
La Costituzione
Parte I
Diritti e doveri dei cittadini
Titolo I
Rapporti civili
...

la magistratura, a ciò deputata, ex LEGGE 20 giugno 1952, n. 645 avrebbe sicuramente già provveduto!
Citazione:
La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

PROMULGA

la seguente legge:
Art. 1.
(Riorganizzazione del disciolto partito fascista)

Ai fini della XII disposizione transitoria e finale (comma primo)
della Costituzione, si ha riorganizzazione del disciolto partito
fascista quando una associazione o un movimento persegue finalita'
antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando
o usando la violenza quale metodo di lotta politico o propugnando la
soppressione delle liberta' garantite dalla Costituzione o denigrando
la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza o
svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attivita' alla
esaltazione di esponenti, principii, fatti e metodi propri del
predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere
fascista.


Quando noi facevamo diritto, all'Università si studia ancor oggi Istituzioni di Diritto Romano, gli #USA erano di la da venire non credo abbiamo moltissimo da imparare e soprattutto un'azienda privata pur straniera temo non possa violare le leggi ne peggio dettare le sue ad uno Stato Sovrano.

Chiedo scusa per l'esempio terra terra ma... prima dell'unione europee avete mai visto macchine estere vendute in Italia senza fanali?

A molti sfugge che le leggi ci sono vanno solo applicate anche su internet.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 8876
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 28 Set 2019 14:54    Oggetto: Rispondi citando

{Usman} ha scritto:
Sì, io per più democrazia intendo proprio questo.
Il fascismo è ormai morto e sepolto, inutile che ce la meniamo con 'sta storia ...

Domanda provocatoria: e il comunismo?

In ogni caso la risposta è no e non sì poiché l'apologia di fascismo, ove riconosciuta, in Italia è reato e quindi travalica ciò che è permesso in una democrazia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 8876
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 28 Set 2019 15:12    Oggetto: Rispondi citando

Sul quesito espresso nell'articolo invece ritengo che la democrazia con FB non c'entri nulla.

Come già espresso in altri post FB è una bacheca messa a disposizione da un'azienda privata che ha definito le sue regole e chi decide di condividere propri contenuti su questa bacheca ha accettato queste regole.

FB oltre a stabilire le regole di utilizzo ha stabilito pure come queste regole devono essere rispettate e come chi, avendo violato queste regole, viene sanzionato e anche questo viene accettato a priori da chi si iscrive ed inizia a pubblicare i propri contenuti.

In definitiva fino a che FB, allo scopo di far rispettare le proprie regole nello spazio che mette a disposizione dei propri fruitori, non viola le leggi dei vari paesi in cui la sua piattaforma è raggiungibile non è sanzionabile in alcun modo.

Vero è che, come riportato da Tolardo nel suo articolo:
Citazione:
[...]ma oggi gran parte degli internauti va solo su Facebook, e ciò è particolarmente vero in Italia.

Quindi molti tendono a confondere FB - spazio privato e soggetto anche a regole stabilite da un'azienda privata - con internet - spazio pubblico i cui utilizzatori devono sottostare alle sole leggi dei paesi sui quali gli utilizzatori stessi pubblicano contenuti, ritenendo o pretendendo, a torto, che FB debba rispettare solo tali leggi e non aggiungere le proprie regole.

Veniamo infine alla considerazione finale di Tolardo che, poiché non è possibile chiudere FB per legge, mi sento di sottoscrivere in toto:

Citazione:
È invece auspicabile e anche possibile evitare il monopolio di Facebook e delle sue regole, ma lo è soltanto sviluppando nuove piattaforme e servizi più democratici, senza illudersi di poter cambiare più di tanto quelli attuali.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Prof.Sconvolto


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2217

MessaggioInviato: 28 Set 2019 23:08    Oggetto: Rispondi citando

@Gladiator

Esistono già alternative per chi non vuole imparare l'html registrarsi un dominio e farsi una pagina personale come era prima di facebook tipo wordpress weebly blogger ma sono troppo difficili essendo customizzabili per l'utonto comune e torniamo al punto di partenza, sono comunque piattaforme con regole proprie su cui difficilmente verrà operata discutibile censura ma solo perché il potere non teme, il gregge è altrove, su fessbuk e li perché c'è il gregge che mantiene chi è al potere invece censurano.

Purtroppo in democrazia deve prevalere l'interesse generale non quello di big corps. quindi la legge deve essere uguale per tutti.

Ex art. 15 Costituzione l'unica autorizzata a decidere la censura è la magistratura.

Mettano filtri su facebook come per the pirate bay se non rispettano le regole.

Perché alcuni li blocchi e altri no? (Facebook vs. Pirate Bay a mero titolo eemplificativo)

Entrambi hanno violato la legge.

Scusa Gladiator ma questa volta dissento.
Sono contrario ai due pesi due misure.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ok_cian
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 11/08/15 17:28
Messaggi: 176

MessaggioInviato: 03 Ott 2019 17:45    Oggetto: Rispondi

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/10/03/facebook-corte-ue-stati-membri-potranno-imporre-la-cancellazione-di-contenuti-illegali/5495462/
"Facebook, Corte Ue: “Stati membri possono imporre la cancellazione di contenuti illegali”"

Se FessBuck fosse qualcosa di completamente privato, perché mai preoccuparsi di cancellare dei contenuti?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Social network Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 1 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi