Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Perché Linux non è pronto (volutamente un po' provocatoria)
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Linux
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10678
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 18 Ott 2017 10:44    Oggetto: Perché Linux non è pronto (volutamente un po' provocatoria) Rispondi citando

PREMESSA - vorrei fare una discussione seria e confrontare punti di vista per quanto possibile obiettivi.

Parte tutto da questo che ho letto ieri.

In sostanza, che ne pensate?
Vi prego di lasciare fuori fanatismi (pro/contro) e di cercare di essere obiettivi.
Premettete se avete niente/poca/media/tanta esperienza con quello di cui parlate, per capirci (anche commenti di utenti con poca esperienza sono benvenuti, beninteso!) Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
elisa.r
Semidio
Semidio


Registrato: 18/11/12 16:05
Messaggi: 396

MessaggioInviato: 18 Ott 2017 14:57    Oggetto: Rispondi citando

Shocked Io non sono riuscita a leggere tutto perché comprendo forse il 10% dell'articolo.

Ho riconosciuto alcuni dei miei problemi. Ad esempio i driver nVidia. Io sono costretta ad usare l'open source (che, si legge nell'articolo, sarebbe piuttosto carente. Bene.), perché se installo un driver nVidia ho problemi, specialmente durante la fase di avvio (comparsa di messaggi di errori o strani bug grafici), e in generale mi sembra che il sistema diventi un tantino instabile.

Ho notato che le prestazioni con i giochi, gli stessi giochi, sono nettamente inferiori in linux rispetto a Windows (su questo stesso pc usavo Vista, ora ho Mint 18.x ). Devo impostare la grafica del gioco a livelli molto inferiori. Con Windows lasciavo le impostazioni automatiche rilevate, e andava bene. Con Linux le devo reimpostare al ribasso.
Magari questo dipende sempre dalla faccenda del driver. Comunque ho notato che i giochi Steam richiedono prestazioni superiori nella versione per Linux. C'è proprio scritto, se si vanno a leggere i requisiti per un determinato gioco. Shocked

Lo screen tearing. Lo vedo in certi video su internet - su certi siti, su altri no -
probabilmente dipende dal plugin utilizzato (io non è che controllo cosa sta usando il browser in quel momento). Il problema si verifica anche nei video riprodotti nel pc, indipendentemente dal lettore. Risolvo questo problema togliendo il compositing dal gestore finestre.

Una cosa di cui forse l'articolo non parla è lo scarso aggiornamento dei repository ufficiali. Non pretendo che tutti i programmi esistenti in versione Linux siano nel repository, ma se ci sono, vorrei che fossero aggiornati alla versione più recente. Non è così. L'altro giorno ho installato youtube-dl dai repository ed era una versione dell'anno scorso! E' uno di quei programmi che se non aggiornato all'ultimissima versione funziona male. Quando ho tentato di aggiornarlo manualmente, mi diceva che non poteva perchè era stato installato dal repository. Seguendo istruzioni sul sito ho installato altre cose, pacchetti per comandi che non avevo ecc, alla fine il programma si è aggiornato, ma male (c'era errori, cartelle non trovate ecc.).
Le librerie ffmpeg del repository sono alla versione 2.8. Peccato che siamo alla 3. Anche quelle scaricate e installate "a mano" da tar. (Poi il gestore aggiornamenti ha il coraggio di dirmi che devo "aggiornare" alla versione 2.8. Ho dovuto nascondere l'aggiornamento).

Che altro? La sospensione non funziona. Una volta mi ha mandato in tilt il sistema. Non si avviava più.

E poi l'avvio mi dà da pensare, in generale. A volte, così a random, si comprta in modo diverso. Cambia il timer del grub. Di solito è a 10 secondi. Capita che a volte sia a 30.
Ogni tot avvii (mettiamo una cinquantina, un centinaio), mi appare la schermata di login. Utente unico, no password all'accesso. Di solito al caricamento del sistema mi ritrovo direttamente nel desktop, ma qualche volta no: appare la schermata del login utente. Ma perché?

Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9646

MessaggioInviato: 19 Ott 2017 11:16    Oggetto: Re: Perché Linux non è pronto (volutamente un po' provocatoria) Rispondi citando

SverX ha scritto:
PREMESSA - vorrei fare una discussione seria e confrontare punti di vista per quanto possibile obiettivi.

Parte tutto da questo che ho letto ieri.

In sostanza, che ne pensate?
Vi prego di lasciare fuori fanatismi (pro/contro) e di cercare di essere obiettivi.
Premettete se avete niente/poca/media/tanta esperienza con quello di cui parlate, per capirci (anche commenti di utenti con poca esperienza sono benvenuti, beninteso!) Smile


Secondo me non è che non sia pronto, è che non è preinstallato sui pc come invece lo è Windows.
L'hardware, può non essere ottimizzato, e gli aggiornamenti dei nuovi device o componenti arriva sempre dopo.
Del resto ricordo dei netbook con preinstallato Ubuntu, piuttosto di W7 Starter, differivano, stesso hw di 50 euro, ma la gente preferiva quelli con Windows, perchè: cos'è Linux? Chi li vendeva (un amico che lavorava in un grande magazzino, che non aveva mai usato Linux) diceva che la gente poi gli chiedeva se poteva installare il Norton... Laughing E vagli poi a spiegare di scordarsi della maggiorparte dei software spazzatura freeware che trovi solo su Windows. Conditi di pubblicità, malware, ma tanto...c'è Norton!
Poi aggiungi che non ci puoi mettere i vari software inclusi con fotocamere o smartphone, vagli a dire che Linux te lo aprirà come una normale chiavetta, memoria di massa...prova a togliere alla gente il bottoncino animato, ti diranno subito che è brutto!! Rolling Eyes

Troppa gente ancora non riesce ad allontanarsi da quel mito della grafica figa...il pannello, il bottone, la barra, ecc..

Una cosa è vera, con i giochi va meglio Windows, non che io giochi molto, ma quelli sul gestore lasciano un po' a desiderare.
Stessa cosa dei software professionali. Lasciamo stare le cavolate di chi dice che su Libre Office non funzionano le macro di MS Office (magari infette! Laughing ), ma spostiamoci verso programmi cad, di cui ho sentito che c'è un bel divario tra i software per Linux (che non paghi), e quelli per Windows (che paghi).
Ed è per questo che, secondo me, pure loro, per sviluppare qualcosa di concorrenziale dovrebbero farsi pagare, almeno per i software professionali.
Blender è un buon prodotto, ci hanno fatto anche un film di animazione, magari consuma molte risorse e servono pc potenti...ma di certo per fare cose così non servono pc "caserecci", nemmeno con Windows... Wink

Ma per la maggior parte della gente il problema "sw professionali" non sussiste, è fattore solo di abitudine.

Parliamo di problemi seri e di "forzature", nell'articolo.

Chi l'ha detto che la comunità di Linux tiene nascoste le notizie su eventuali bug o falle? Questi, quando scoperti, vengono subito risolti, se non vengono scoperti o sfruttati, come possono fare a correggerli o anche a darne notizia?
Questo vale per ogni sistema operativo.
In fin dei conti è normale che eventuali falle le abbia visto che Linux è molto diffuso a livello server (per l'articolo mi sembra che sia tutto d'un tratto diventato pure pericoloso che sia sui server, poi), l'utenza domestica (ma anche professionale) si aggira in torno al 3% o giù di li.

Su questo fronte i problemi che ha Windows mi sembrano molto più importanti.
Basta installare il sw sbagliato, o cliccare dentro un pagina (o un link) per infettarsi.
Mettici poi l'ignoranza della gente, che non vuole sapere nulla, con tecnici che disabilitano gli aggiornamenti automatici di Windows (ognuno con le sue strampalate idee).

Poi, sinceramente, tutti i tecnicismi su come si possa infettare, bucare un server non li conosco, so solo che infettare Linux a livello di uso domestico è estremamente difficile. O meglio...non è a prova di idiota!! Cool Se uno clicca, mentre naviga in siti "discutibili" (dal punto di vista della sicurezza), in un banner con scritto "inserisci i tuoi dati e conosci donne calde della tua zona"...merita questo e tanto altro.

Poi citano Flash Player, quel colabrodo, io non c'è l'ho nè su Windows, nè su Linux, ormai molti siti internet non ne fanno proprio più uso, i video sono in html5 già da un pezzo. E se un sito necessita di questo o altro plugin (MS Silverlight, Java), tanti saluti, sono anni che non ne trovo più.

L'articolo cita le gpu con tecnologia Opimus, la mia, nel 2014 non faceva funzionare correttamente la gpu Nvidia, se il pc aveva il cavo scollegato dalla rete (dunque a batteria) dopo pochi secondi si bloccava. Dovevo selezionare la gpu Intel, allora tutto bene, per un anno ho completamente ignorato la gpu Nvidia su questo portatile.
Ma il pc è sempre andato, odiavo W8, dunque ho accettato questo compromesso, che poi...se il pc era collegato alla rete, non si bloccava, nemmeno se selezionavo la gpu Nvidia, questo significa che ha fondamento, quanto scritto nell'articolo...Linux non gestiva bene l'energia, con la gpu Nvidia, era troppo potente, mettici pure un processore a basso consumo energetico... Laughing il risultato era questo.
Ricordo poi che la batteria scendeva repentinamente di carica se era selezionata la Nvidia, e ad un certo punto il freeze completo del pc.

Questo si è risolto dopo circa un anno di vecchiaia del pc, da solo. Difatti ora da Nvidia Prime, ho sempre selezionata la Nvidia come gpu, e se gli stacco la spina non si scarica in fretta, nè si blocca.

Problemi di surriscaldamento mai, anche se però devo dire che Linux scalda di più di W8 poi W10, ma i valori sono nella norma (tengo tutto monitorato scrupolosamente!).
Invece il vecchio portatile, scaldava uguale Linux o xp che fosse.

Grub rotti nemmeno, neanche con distribuzioni rolling (che mi hanno dato altri problemi dopo aggiornamenti, ma mai questo).

Poi sempre nell'articolo, il "non problema" dell'assenza dell'antivirus...c'è un firewall, basta e avanza. L'utente Linux è smaliziato, se installa software solo dai repo, tramite il suo gestore non corre rischi, diverso se aggiunge ppa strani o installa software da sorgenti sconosciuti.

Con questo portatile ho avuto problemi al bluethoot integrato, ma ora, con l'invecchiamento... Razz sono risolti, anche se devo dire che in un modo o in un altro lo usavo lo stesso il BT.

Neanche un mese fa ho preso un pc desktop, da mettere attaccato ad una tv, molto semplice, e quello va ottimamente con Ubuntu 17.04, i precedenti non li digeriva. Qualsiasi utente smaliziato Linux sa che non deve installare vecchie versioni su pc nuovissimi.
Il Mint 18, ad esempio, provato per curiosità, neanche partiva. Dunque anche il problema di non poter installare le lts in un pc nuovo è un "non problema", installerai la prossima lts.

L'importante (si fa per dire) e che in fase di acquisto si tenga conto dei pc con l'etichetta "Linux compatibile", specie se è senza SO... Twisted Evil o meglio, controllare componente per componente su Google, se ci sono info.

Poi ci sono dicerie che gli AMD (con grafica Ati Radeon) sono meno ottimizzati di pc Intel con grafica Intel o Intel+Nvidia, o ancora Inte+Ati Radeon, che per funzionare funzionano ma che le prestazioni sono migliori con Windows.
Difatti proprio per questo ho optato per un Pentium, per il nuovo assemblato...anche se pure gli AMD, devo dire avevano il logo "Linux compatibile".

Altra cosa, non assolutamente vera che i programmi sono più lenti su Linux rispetto a Windows...questa fa proprio ridere e non merita commenti....al max, se Windows è "pulito", sono circa al pari, e solo se si esegue W10.
Top
Profilo Invia messaggio privato
elisa.r
Semidio
Semidio


Registrato: 18/11/12 16:05
Messaggi: 396

MessaggioInviato: 19 Ott 2017 14:58    Oggetto: Rispondi citando

A me la grafica di Linux è piaciuta da subito. E' semplice e pulita e nella maggior parte dei casi è del tutto simile a quella di Windows.


Per il caricamento dei programmi non ho mai notato grandi differenze. Anzi, spesso Linux è più veloce di Windows. Ad esempio Gimp in Linux mi si apre subito, mentre in Windows ci metteva sempre parecchio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10678
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 19 Ott 2017 16:46    Oggetto: Rispondi citando

perdonatemi se riassumo in due parole...

... quindi elisa.r e Maary79 siete sostanzialmente d'accordo con l'affermazione che "Linux non è ancora pronto" (che in sostanza comprende anche l'affermazione "Linux è quasi pronto")

e per pronto "a cosa?" si intende "all'utilizzo di chiunque" - almeno di chiunque riuscirebbe ad usare Windows... Rolling Eyes

(giuro, non sto cercando il flame... voglio capire il vostro punto di vista, e vi assicuro che condivido molti dei vostri problemi...)

p.s. riguardo agli specifici problemi, se vogliamo aprire altri topic e provare ad affrontarli uno ad uno, il forum ne beneficerà Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
elisa.r
Semidio
Semidio


Registrato: 18/11/12 16:05
Messaggi: 396

MessaggioInviato: 19 Ott 2017 18:17    Oggetto: Rispondi citando

Non sono sicura. Forse non è pronto per tutti, o per tutti i pc. Maary menzionava le configurazioni hardware, che di solito non sono sono ottimizzate per Linux. Questo sicuramente contribuisce al problema.

Per quanto riguarda la mia esperienza personale, devo precisare che lo uso su un portatile vecchio di nove anni. Penso che il problema stia anche lì. Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9646

MessaggioInviato: 19 Ott 2017 19:27    Oggetto: Rispondi citando

SverX ha scritto:
perdonatemi se riassumo in due parole...

... quindi elisa.r e Maary79 siete sostanzialmente d'accordo con l'affermazione che "Linux non è ancora pronto" (che in sostanza comprende anche l'affermazione "Linux è quasi pronto")

e per pronto "a cosa?" si intende "all'utilizzo di chiunque" - almeno di chiunque riuscirebbe ad usare Windows... Rolling Eyes

(giuro, non sto cercando il flame... voglio capire il vostro punto di vista, e vi assicuro che condivido molti dei vostri problemi...)

p.s. riguardo agli specifici problemi, se vogliamo aprire altri topic e provare ad affrontarli uno ad uno, il forum ne beneficerà Smile


Beh, se vuoi riassumere si potrebbe dire "Linux ha tempi diversi"... Wink

Non è adatto a tutte le macchine e neanche a tutti gli utenti. Elisa.r l'ho imbarcata verso Linux io, ma ho pensato...che ha da perdere? Abbiamo provato a far aggiornare Vista in tutti i modi (era ancora supportato e appena reinstallato), ma non ne siamo venuti a capo, e dopo l'ennesimo tool glielo ho proposto, ho visto un'utente capace, paziente (alcuni si arrabbiano se non risolvono, e poi vorrebbero il classico tool miracoloso che risolve tutto con un click).

Non lo proporrei mai ad un utente con un pc nuovo, e potente, soddisfatto del suo SO Windows. Certo è pieno il web con utenti con dual boot e PC nuovissimi (basta guardare i forum delle distro), ma sono utenti che già lo conoscono, e lo vorrebbero anche sul nuovo.

Tutti o quasi abbiamo iniziato con un dual boot, perché stanchi, insoddisfatti di Windows, o anche solo curiosi, e di solito dopo un bel po' che avevamo quella macchina.

Per l'utilizzo, di per sè, è adatto a chiunque, che accetti, capisca quali sono le cose diverse e le cose uguali a livello software e al massimo che rifiuti subito.
È adatto a chiunque poi, riesca ad installarselo, o al massimo farlo installare da un amico o un tecnico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9646

MessaggioInviato: 19 Ott 2017 19:50    Oggetto: Rispondi citando

elisa.r ha scritto:
Non sono sicura. Forse non è pronto per tutti, o per tutti i pc. Maary menzionava le configurazioni hardware, che di solito non sono sono ottimizzate per Linux. Questo sicuramente contribuisce al problema.

Per quanto riguarda la mia esperienza personale, devo precisare che lo uso su un portatile vecchio di nove anni. Penso che il problema stia anche lì. Laughing


Beh, che abbia 9 anni non aiuta, Mint è una distribuzione centrata su hw moderno. Ma il bello di Linux è che ci sono distribuzioni che vanno su PC mooolto più vecchi!
E il problema, per sapere se è dovuto all'hw o alla distro (che decide di supportare al meglio solo hw moderno), sarebbe utile proprio provarne altre, per vedere se danno lo stesso problema... Wink

Sai quante ne ho provate io... Wink per giungere alla conclusione che alcuni problemi erano causati da bug irrisolti (su launchpad), e altri dalla distro usata... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
elisa.r
Semidio
Semidio


Registrato: 18/11/12 16:05
Messaggi: 396

MessaggioInviato: 19 Ott 2017 23:58    Oggetto: Rispondi citando

In verità sono un po' pigra. Ho provato Mint perché ho letto che era una delle distro più diffuse (se non la più diffusa), mi ci sono trovata abbastanza bene da subito e l'ho tenuto. Ho provato una live di Ubuntu (con desktop Gnome, mi pare) e l'interfaccia mi è stata antipatica da subito, quindi scartato.

Comunque se cambio hd dovrò reinstallare per l'ennesima volta e potrebbe essere l'occasione per provare altre versioni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9646

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 10:04    Oggetto: Rispondi citando

Tu pigra?! Quella che ha reinstallato Vista 15 volte in 3 giorni? Very Happy
Dovresti provare con alcuni utenti qui, se gli chiedi di reinstallare Windows, piuttosto vendono un rene...Laughing hanno pc super incasinati da mesi, e non si riesce a cavare un ragno dal buco, e quando a distanza di tempo riportano su il thread (o ne aprono un altro uguale)...gli chiedi...allora hai formattato? Oppure hai rimosso i crack? E scopri che è ancora tutto come prima (si perchè poi allegano log che ti dicono cosa hanno installato... Cool )

Per carità non sono tutti così, ma in genere la formattazione è vista come che fosse una specie di ba-bau...Twisted Evil

E questa gente potrebbe solo lontanamente installare Linux? Non sanno neanche cosa vuol dire partizione... Shocked certo, se chiedono si risponde volentieri, in fin dei conti ce l'ha fatta anche lui http://forum.zeusnews.com/profile.php?mode=viewprofile&u=11967 (anche se è stato estremamente difficile, stargli dietro e ripetere le stesse cose, a distanza di tempo) ma in genere una buona percentuale scompare immediatamente, dopo la prima risposta. Anche perchè li metti al corrente dei rischi, gli dici che devono fare backup...che non si sa mai...Linux è distribuito senza garanzia, anche se i danni, li fa più che altro l'utente... Rolling Eyes

Comunque, posso dire, fresca di nuova reinstallazione di Mint (non era incasinato, è che volevo partizionare il disco in modo diverso), ho bloccato l'installazione dei driver proprietari Nvidia, avete presente quando il tasto annulla diventa grigio, e non dovresti chiudere...l'ho fatto perchè dovevo andare al lavoro (credevo facesse prima Laughing), non solo non mi ha mostrato errori di nessun tipo, alla riaccensione ha usato i driver open, e quando ho premuto di nuovo l'opzione per reinstallare i driver proprietari ha ripreso da dove era rimasto.... Very Happy Very Happy Very Happy Non ho perso ulteriore tempo!

Elisa.r, potresti dare un occhio a Sparky, è sia rolling che stable, ma ti consiglio la rolling che aggiorna di più (la stable potrebbe essere più vecchia di Mint 18), ora che è uscito Debian 9 da un po', danni grossi non ne dovrebbe fare. Ha anche il Mate che piace a te, anche se ti consiglio anche il lxqt che è un ambiente nuovo (andrà a sostituire lxde).

link
Top
Profilo Invia messaggio privato
MK66
Moderatore Sistemi Operativi
Moderatore Sistemi Operativi


Registrato: 17/10/06 22:24
Messaggi: 8453
Residenza: dentro una cassa sotto 3 metri di terra...

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 11:41    Oggetto: Rispondi citando

A parer mio dipende molto da cosa ci si vuol fare col computer (e dipende moltissimo anche da che livello di impegno ha la persona che si siede davanti alla tastiera, naturalmente)

Linux non è windows: sono sistemi differenti che fanno cose simili, talvolta identiche, ma non si può pensare di passare da uno all'altro senza informarsi su come funziona e come si utilizza: una volta, a Malpensa, a me e al mio collega hanno dato in noleggio un'auto col cambio automatico, e la banconista non ha saputo dire niente su come funzionava, il mio collega (che l'avrebbe guidata) ha detto "Ma si, è una macchina come tutte le altre! Che ci vuole?" e si è seduto al posto di guida... dopo circa mezz'ora eravamo ancora fermi nel posteggio dell'autonoleggio per cercare di capire come si partiva, mentre io cercavo nel cassetto del cruscotto il libretto delle istruzioni... passare da un sistema operativo a un altro è lo stesso, se non ci si informa prima: una volta avviato i programmi che si utilizzano possono benissimo essere gli stessi, ma bisogna comunque prima di tutto saperlo avviare (quando è uscito windows, chi si ricorda di quanta gente - anche espertissima di DOS - non riusciva a capire che si spegneva cliccando su Start??? Wink )

Linux è perfetto se si utilizza a livello personale con attività da ufficio, navigazione su internet e programmazione: se si usa per questi settori è prontissimo e perfetto, probabilmente non c'è nulla di meglio a meno di casi specifici (per esempio, se si programma in C# o VB.net immagino che sia meglio lavorare su windows direttamente piuttosto che su Mono e poi provare a portare su windows... ma questo è solo un mio pensiero).

Se si utilizza in altri livelli, no: NON è ANCORA pronto, ma sta facendo enormi passi avanti in breve tempo!

Per capirci, io ho utilizzato linux dall'estate 2006 (quando la prima LTS di Ubuntu mi ha permesso di fare un'installazione realmente funzionante accanto a XP senza danneggiare il disco) e per quanto riguarda la parte "ufficio" non ho mai trovato differenze: openoffice/libreoffice funziona nello stesso identico modo in entrambi i sistemi, il lettore di pdf si comportava come in windows, firefox idem, thunderbird (all'epoca lo usavo) anche... l'editor di testo di linux è enormemente migliore del notepad di windows, gimp e inkscape funzionano esattamente nello stesso modo, quindi io ero a posto sotto quell'aspetto.
Tramite guide online ho anche trovato sistemi per gestire i pdf (nulla di che, ma su windows richiedevano di acquistare programmi costosissimi, era raro trovarli gratis e funzionanti, invece su linux si trattava di qualche comando da terminale - orrore... ho nominato il mostro... - che bastava semplicemente copiare dalla guida e usare)
L'unico vero grande problema che ho sempre avuto riguarda(va) il CAD: semplicemente non esisteva nulla che fosse minimamente paragonabile ad AutoCAD (o a IntelliCAD, che usavo su XP, ed era il principale dei 2 motivi per cui tenevo sempre XP, in dual boot prima e poi virtualizzato)
Pian piano, nel corso di questo decennio, ho visto nascere qualche alternativa relativamente valida e ne ho seguito lo sviluppo con attenzione: molte sono già ottimamente usabili (e le uso, infatti) senza problemi, alternative che sono state sviluppate sostanzialmente grazie alla richiesta sempre crescente da parte di un'utenza che aumentava rapidamente, soprattutto per merito di un'unica distribuzione che ha sdoganato il sistema stesso portandolo fuori dalla sua nicchia e facendolo conoscere alla grande massa... e qualcuno l'ha pure adottato e utilizzato.

Peraltro, con questo si torna anche all'impegno di chi si siede davanti al computer: persone che si sapevano anche gestire sotto il DOS e che usavano il Basic per qualsiasi esigenza, sovente hanno il terrore puro nell'aprire un terminale in linux e digitare un banale comando... e sovente sono anche persone che non leggono mai istruzioni e guide, pretendendo che linux funzioni esattamente come windows, cosa che è stata portata da decenni di condi

Alla fine, sempre nel caso CAD, sono abbastanza vecchio e mi rammento ancora quando per usare AutoCAD si doveva spegnere windows e passare al DOS, che altrimenti non avrebbe mai funzionato il sistema CAD (azz... sono troppo vecchio: rammento ancora che, all'epoca, AutoCAD salvava in dxf e per modificare al volo i file, che erano testi, sovente era più facile usare il blocco note che aprire il CAD, calibrare la tavolozza, caricare il disegno e fare le modifiche... Rolling Eyes )
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10678
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 12:48    Oggetto: Rispondi citando

MK66 ha scritto:
[...]no: NON è ANCORA pronto, ma sta facendo enormi passi avanti in breve tempo!


OK, ti quoto Smile

Esperienza di ieri/stamattina, PC di un collega (abbiamo messo KDE Neon LTS in dual boot sul suo portatile con Windows 10).
L'installazione - nessun problema. Riconosce l'hardware al 100% (il PC ha circa 18 mesi) e configura automaticamente il dual boot.

(salto tutto il resto in mezzo)

Vuole mettere OpenOffice, così che possa usare esattamente quello a cui è già abituato (lo usa su Windows). Non è presente nei repository (dove c'è LibreOffice invece) - ma, sappiamo, non è niente di complicato: apri FireFox, cerchi, scarichi e installi... ah no, non installi.

Ti ritrovi un file .tar.gz - si apre con Ark e ci fa vedere i file dentro. Nessun tasto 'installa', niente. Devi cercare su Internet e trovare i comandi da dare via terminale.

Su Windows tu scarichi un 'autoinstaller', perché su Linux no?

Ovvero: perché un utente NON esperto saprebbe installare da solo OpenOffice sul suo PC Windows ma NON saprebbe farlo su Linux? (continuo le provocazioni ma insisto NON voglio fare un flame o una guerra di religione - non sono né pro né contro l'uno o l'altro!)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
elisa.r
Semidio
Semidio


Registrato: 18/11/12 16:05
Messaggi: 396

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 13:11    Oggetto: Rispondi citando

A volte proprio non ci sono alternative. Faccio trading (cioè, ci provo) e il mio broker mi mette a disposizione un paio di piattaforme. Si possono installare su Windows, Mac e Android. La versione per Linux non c'è. Per fortuna la piattaforma che uso è anche in versione web, quindi in Linux la posso usare col browser. La versione web manca però di alcune funzioni avanzate, che per fortuna uso molto di rado, ma quando mi servono sono costretta ad usare Windows.

Poi c'è il problema della riproduzione di file multimediali protetti. Di solito impongono l'uso di programmi specifici, che normalmente non esistono per Linux. Ad esempio Audible è un grosso sito di proprietà Amazon che produce, distribuisce e vende audiolibri. Si possono ascoltare in streaming sul sito, che purtroppo non è ottimizzato allo scopo (non c'è neppure un controllo per il volume), ma il metodo di fruizione tipico è scaricare. I file sono protetti, inconvertibili e in un formato strano. Sul pc si possono riprodurre col lettore proprietario, Windows Media Player e iTunes. Si possono anche masterizzare su CD audio, una sola volta, usando iTunes. Ho provato a far funzionare alcuni di questi programmi in Wine, ma non ci sono riuscita (a dire il vero con Wine non sono mai riuscita a far funzionare nulla). Alla fine quello che faccio io è masterizzare su CD riscrivibili con iTunes su Windows e poi... tirar fuori i file dai CD, che probabilmente è contrario ai termini (anche se forse non c'è scritto esplicitamente), ma visto che alla fine sono copie personali lo faccio lo stesso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MK66
Moderatore Sistemi Operativi
Moderatore Sistemi Operativi


Registrato: 17/10/06 22:24
Messaggi: 8453
Residenza: dentro una cassa sotto 3 metri di terra...

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 14:08    Oggetto: Rispondi citando

SverX ha scritto:
Ti ritrovi un file .tar.gz - si apre con Ark e ci fa vedere i file dentro. Nessun tasto 'installa', niente. Devi cercare su Internet e trovare i comandi da dare via terminale.

Su Windows tu scarichi un 'autoinstaller', perché su Linux no?

Ovvero: perché un utente NON esperto saprebbe installare da solo OpenOffice sul suo PC Windows ma NON saprebbe farlo su Linux? (continuo le provocazioni ma insisto NON voglio fare un flame o una guerra di religione - non sono né pro né contro l'uno o l'altro!)

Come dicevo prima, linux è praticamente appena uscito da una nicchia ristretta e si sta adeguando al "grande pubblico", ma comunque ogni cosa nasce più in modalità "brico-center" che in modalità "grande azienda": c'è un'enorme frammentazione che nell'immediato spaventa chi arriva da altri sistemi e soprattutto limita le scelte: sappiamo tutti che l'impennata linuxiana è stata causata da Ubuntu e sappiamo tutti che, almeno fino al 2010 circa, Ubuntu altro non era che "Debian for dummies" (analogamente Mint era "Ubuntu in verde - e non in marrone, che prima del viola melanzana Ubuntu era più simile alla nutella... Wink e soprattutto che W7 era semplicemente "Vista funzionante") ma questo ha spinto l'incremento di linux, ha spinto diversi produttori di hardware e driver a rendersi conto che c'era un nuovo mercato in espansione, ha spinto qualche produttore di software a tentare una prima timida escalation, ma soprattutto ha spinto l'utenza a confondere linux con Ubuntu e di conseguenza a tentare al massimo con Debian... infatti, i pacchetti .deb sono molto più numerosi dei pacchetti .rpm, in qualsiasi settore dove cominciano a produrre software per linux.

Normalmente, in linux, ci sono tantissimi metodi di installazione, ognuno differente dagli altri a seconda della distribuzione che hai davanti: Red Hat (e le derivate) usano i pacchetti rpm, Debian (e le derivate) usano i pacchetti deb, altre sono rimaste alla compilazione dei sorgenti e via così... Ovviamente il metodo che funziona per qualsiasi distribuzione è quello della compilazione da sorgenti, gli altri sono specifici per famiglie di distribuzioni, ma non per tutte... (volendo, anche gli exe di windows non funzionano su altri sistemi, e talvolta nemmeno funzionano tra versioni diverse di windows stesso)

Nello specifico, KDE Neon pare essere una derivata di Ubuntu, quindi Debian, per cui dalla pagina di download di Openoffice bisognerà scaricare la versione deb (esistono sia la deb che la rpm, oltre ai sorgenti, il tar.gz, che dovrai compilare, ma si presume che se uno scarica i sorgenti sappia come procedere con l'installazione), a quel punto ci fai doppio click sopra e si installa immediatamente proprio come fosse un exe di windows (prima di tutto però, ma questo vale per qualsiasi sistema operativo, meglio fare click destro sul file scaricato e, da Proprietà, controllare che si apra con l'applicazione specifica per l'installazione, che non so come si chiama in KDE, altrimenti si possono avere sorprese strane, ma come dicevo questo è valido in ogni sistema operativo, anche su W10)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
MK66
Moderatore Sistemi Operativi
Moderatore Sistemi Operativi


Registrato: 17/10/06 22:24
Messaggi: 8453
Residenza: dentro una cassa sotto 3 metri di terra...

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 14:13    Oggetto: Rispondi citando

elisa.r ha scritto:
Ad esempio Audible è un grosso sito di proprietà Amazon che produce, distribuisce e vende audiolibri. Si possono ascoltare in streaming sul sito, che purtroppo non è ottimizzato allo scopo (non c'è neppure un controllo per il volume), ma il metodo di fruizione tipico è scaricare. I file sono protetti, inconvertibili e in un formato strano. Sul pc si possono riprodurre col lettore proprietario, Windows Media Player e iTunes.

Non mi ricordo se te l'avevo già chiesto nella discussione specifica (o meglio se te l'aveva chiesto Mary... Laughing ) ma avevi provato ad aprirli con VLC?

elisa.r ha scritto:
(a dire il vero con Wine non sono mai riuscita a far funzionare nulla)

Non sei l'unica, e sovente ciò che funziona con una versione di (terno al lotto)Wine smette di funzionare al primo aggiornamento... che peraltro permetterebbe di funzionare ad altri programmi... non è vino, è davvero un terno al lotto... Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10678
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 14:16    Oggetto: Rispondi citando

MK66: grazie per la spiegazione, anche se non era quello che cercavo Rolling Eyes

il punto che non sono riuscito a spiegare chiaro è che il tar.gz di OpenOffice contiene i package .deb che vanno installati (saranno 40).
Ma il passaggio non è immediato per un utente che 'su Windows saprebbe cosa fare per installare OpenOffice'. Quello che intendo è: o OpenOffice fornisce l'installazione (almeno di base!) in un singolo .deb oppure deve esistere un sistema per fare sì che se scarico un archivio pieno di package posso installarli con un click sul programma che mi ha aperto l'archivio.

Questo lo riterrei sufficientemente user-friendly Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
elisa.r
Semidio
Semidio


Registrato: 18/11/12 16:05
Messaggi: 396

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 15:39    Oggetto: Rispondi citando

MK66 ha scritto:
elisa.r ha scritto:
Ad esempio Audible è un grosso sito di proprietà Amazon che produce, distribuisce e vende audiolibri. Si possono ascoltare in streaming sul sito, che purtroppo non è ottimizzato allo scopo (non c'è neppure un controllo per il volume), ma il metodo di fruizione tipico è scaricare. I file sono protetti, inconvertibili e in un formato strano. Sul pc si possono riprodurre col lettore proprietario, Windows Media Player e iTunes.

Non mi ricordo se te l'avevo già chiesto nella discussione specifica (o meglio se te l'aveva chiesto Mary... Laughing ) ma avevi provato ad aprirli con VLC?


Sono file .aax. VLC non li "vede" neppure, ma se provo ad aprirli, si aprono e vengono apparentemente riprodotti (cioè il cursore procede e viene mostrata la durata). Però non si sente l'audio.
Non ho mai avuto tempo di approfondire la questione, ma ho letto che se si sceglie un download di qualità inferiore, allora si hanno file .aa, che si potrebbero convertire in .mp3 con Linux. Non ho ancora provato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10678
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 20 Ott 2017 16:19    Oggetto: Rispondi citando

AAX: se hai una connessione permanente e flat, vedi questo
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9646

MessaggioInviato: 21 Ott 2017 09:08    Oggetto: Rispondi citando

SverX ha scritto:
MK66: grazie per la spiegazione, anche se non era quello che cercavo Rolling Eyes

il punto che non sono riuscito a spiegare chiaro è che il tar.gz di OpenOffice contiene i package .deb che vanno installati (saranno 40).
Ma il passaggio non è immediato per un utente che 'su Windows saprebbe cosa fare per installare OpenOffice'. Quello che intendo è: o OpenOffice fornisce l'installazione (almeno di base!) in un singolo .deb oppure deve esistere un sistema per fare sì che se scarico un archivio pieno di package posso installarli con un click sul programma che mi ha aperto l'archivio.

Questo lo riterrei sufficientemente user-friendly Smile


Ma è un esame?
Ci dai il voto dopo? Razz

Beh, io parto con il presupposto che Linux non è Windows. Anche se da un primo occhio (desktop, icone, menu) sembra simile.
Se installi fuori dal gestore applicazioni potresti incappare in "problemi" di questo e altro tipo.
Io gli avrei detto di installare LibreOffice e di adeguarsi, OpenOffice sta anche per essere abbandonato.

Ma torniamo al problema installazione software.

L'ho scaricato per curiosità, ma non lo installo perchè ho già LibreOffice, primo leggo il file readme (e vedo che ha bisogno di Java, e presumo anche su Windows) dentro ha tanti .deb , li installo tutti. In fin dei conti anche su Windows per installare un software ho trovato diversi .exe da lanciare, uno alla volta, per installare un programma solo con tante funzioni.


Se dentro all'archivio c'è (o ci sono) dei .deb ci va grassa, sono eseguibili in stile Windows, e si rimuovono tramite il gestore applicazioni.
Se c'è un .run, anche questo si installa con un doppio clic, ma non mi è chiaro come si rimuove (non ho mai approfondito, o non mi ricordo più, se qualcuno me l'ha già detto... perchè non mi è mai capitato di averne bisogno).
Anche se è .sh basta un doppio clic, o altro software che non necessita di installazione (tipo gli standaloni di Windows).


I sorgenti piuttosto.
Se va tutto bene si installano con 3 comandi, se va male non installi un tubo. Ne ho avuto a che fare ultimamente con il nuovo desktop, non aveva il WiFi integrato, e ho preso una chiavetta WiFi (scelta perchè aveva la scritta Linux compatibile), il sistema l'ha riconosciuta al volo, ma in problema era che il driver integrato di Ubuntu non era "ottimizzato", dopo un certo tempo di inattività del browser e senza download attivi, si disconnetteva. Allora mi sono arresa Laughing e mi sono letta tutti i readme, e ho installato i driver proprietari presenti nel dischetto...ora va. Erano sorgenti, non .deb...magari lo fossero stati... Laughing

Già lo sappiamo che sul dischetto c'erano i driver per Windows con alcuni exe all'interno, facili da installare...senza leggere nulla.

Questo può creare imbarazzo nell'utente Windows, abituato ad avere a che fare solo con eseguibili .exe, che magari ignora gli eseguibili .msi, o script .bat.
Software che nel bene o nel male si installano con un doppio clic.
Ma sono tutte cose graduali, e neanche tutti ne hanno bisogno.

E magari un giorno verrà anche quel tipo di automatismo da te citato, una nuova versione di gdebi, che installa tutto con un clic... Very Happy
L'importante è che poi non finisca che le applicazioni per Linux le trovi in siti spazzatura tipo Softonic, installabili con un clic...altrimenti si salvi chi può! Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9646

MessaggioInviato: 21 Ott 2017 09:23    Oggetto: Rispondi

elisa.r ha scritto:

Poi c'è il problema della riproduzione di file multimediali protetti. Di solito impongono l'uso di programmi specifici, che normalmente non esistono per Linux. Ad esempio Audible è un grosso sito di proprietà Amazon che produce, distribuisce e vende audiolibri. Si possono ascoltare in streaming sul sito, che purtroppo non è ottimizzato allo scopo (non c'è neppure un controllo per il volume), ma il metodo di fruizione tipico è scaricare. I file sono protetti, inconvertibili e in un formato strano. Sul pc si possono riprodurre col lettore proprietario, Windows Media Player e iTunes. Si possono anche masterizzare su CD audio, una sola volta, usando iTunes. Ho provato a far funzionare alcuni di questi programmi in Wine, ma non ci sono riuscita (a dire il vero con Wine non sono mai riuscita a far funzionare nulla). Alla fine quello che faccio io è masterizzare su CD riscrivibili con iTunes su Windows e poi... tirar fuori i file dai CD, che probabilmente è contrario ai termini (anche se forse non c'è scritto esplicitamente), ma visto che alla fine sono copie personali lo faccio lo stesso.


Ricordo vagamente, io ho avuto a che fare con qualcosa di simile. Un mio parente mi passava dei foglietti, trovati su bluray film, dove io potevo andare sul sito del grande colosso del cinema di turno a scaricarmi la mia versione originale (copia digitale) da guardare da pc.
Funzionava solo su Windows Media Player (difatti era un .wmv), grosso come una casa da scaricare... Laughing di qualita video scarsa. Se WMP dovevo installare una specie di plugin che mi permetteva di vederli correttamente, era una sorta di cosa anti pirateria, potevo vederlo solo li. In altri sistemi non funzionava (WMP+plugin ma altro pc), come non funzionava su VLC. Si vedeva a righe e non si sentiva nulla.
Se formattavo lo stesso pc, dunque, perdevo il film.
Ne ho scaricati un paio, poi li ho sfanc... Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Linux Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi