Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
La morte di Windows XP colpisce duramente i bancomat
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows XP e Reperti Archeologici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
bstucc
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 03/01/07 15:24
Messaggi: 156

MessaggioInviato: 19 Mar 2014 11:28    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
@neko13
Negli USA l'evoluzione tecnologica è molto più lenta che in Europa anche se
la pubblicità dice il contrario. Ed in molti casi tanti cittadini USA se ne
fanno vanto perché "il vecchio è più gestibile"... Del resto quasi tutta la
società umana è sempre aperta al cambiamento, a patto che riguardi soggetti
terzi, a patto che sia nel giardino a fianco...

@{Elisam} Il problema non è "il passato" ma il concetto: ci sono soggetti, in
genere non tecnici (ma purtroppo anche tecnici), che vogliono infrastrutture
statiche che nascano e non si tocchino più in sæcula sæculorum e le vogliono
per lo più perché RIFIUTANO di vedere l'infrastruttura come parte del loro
business, non commodity di sottofondo, perché RIFIUTANO di pensare a quanto
assurde siano molte procedure inventate secoli prima per risolvere problemi che
oggi non esistono più. Un'infrastruttura IT non è solo uno STRUMENTO come una
macchina da scrivere, è LA MACCHINA da scrivere ma ANCHE il foglio e molto più
importante è anche QUELLO CHE SUL FOGLIO HAI SCRITTO, sono gli scaffali ed i
faldoni dell'archivio ma ANCHE l'archivio stesso, i suoi dati. È il sistema
nervoso dell'azienda, è il cervello dove ci sono le varie "componenti
strumentali" (neuroni, nervi, sinapsi, ...) ma anche il contenuto informativo
che sul "cervello strumentale" gira e forma col corpo l'intero essere umano.

UNIX d'antan era una pena, da "Slowlaris" a True64 (cmq sempre anni luce meglio
di DOS, Windows ecc) ma era ed è un insieme di specifiche, "una società" che
evolve. SysV come BSD sono sempre UNIX un po' come Piemontesi e Campani sono
sempre Italiani, GNU non è UNIX ma è UNIX come Torino non è Roma però sono
pursempre città i cui abitanti parlano una lingua comune, lavorano grossomodo
con le stesse procedure, hanno grossomodo gusti ed idee simili ecc. Chi ha
scelto una via UNIX non dovrebbe essere legato ad una sua particolare
implementazione di un particolare vendor, i SUOI tecnici possono con qualche
magagna ma senza problemi e costi stratosferici passare da Solaris ad Irix ad
AiX ad HU-UX a FreeBSD come a GNU / Linux, la quantità di cose che devono
cambiare per questi passaggi sono relativamente minime ed il modo di lavorare
è sostanzialmente lo stesso. Passare da XP a 8 al contrario è ben più
traumatico che il "banale" cambio di interfaccia! Microsoft ha lucrato con
successo sul non evolvere, sull'andar di corsa poco importa che il lavoro sia
fatto male e così facendo quando i nodi vengono al pettine risolvere i problemi
diventa un bagno di sangue ben più costoso di un'evoluzione graduale.

Per capirci se avessi una struttura UNIX basata su AiX e dovessi passarla a
GNU / Linux non sarei certo allegro ma non mi spaventerei neppure e non andrei
certo a pagare l'IBM per tenermi in vita una vecchia release di AiX! Qui è
anche peggio, non si parla di cambiare OS ma SOLO di passare a release
successive dello stesso OS dello stesso vendor!

@{Didi71}, bstucc
In rete ci sono comunque, che sia X25, X400, anche Chaosnet sempre rete è e
pian piano tutto passa su IP...

@{ViR}
Questo è un punto interessante ma credo sia più interessante vedere cosa
avran da dire le assicurazioni: ti bucano? Avevi tutti i sistemi ben fatti,
ben configurati, patchati all'ultimo tappabuchi noto? No? Eh bé allora i
costi son tutti tuoi!

@gomez
probabile, son semplicemente curioso di sapere come verranno contabilizzati,
voglio dire tra i millemila manager in servizio qualcuno, magari anche solo
per far carriera, avrà la pensata di dire: "ahem... Negli ultimi anni i miei
cari colleghi han risparmiato non aggiornando un tubazzo di niente, bene!
Però adesso quel non aggiornamento ci costicchia un pochino E mi son giusto
preso la briga di stimare i costi di un aggiornamento costante CHE MI È SEMPRE
STATO RIFIUTATO/BOCCIATO, oh, risulta essere UN ORDINE DI GRANDEZZA inferiore!"
Sarà un sogno ma vuoi mettere che facce :-)


Queste fastidiose polemiche tra guelfi e ghibellini, tra calvinisti e cattolici romani, mi fanno sbadigliare. Beghe adolescenziali, su chi ce l'ha più lungo. :-)
Un SO è un attrezzo, serve solo a far andare qualche applicativo utile; che sia X o Y, non me ne frega nulla, basta che faccia quello che mi serve.
Più SO possono convivere. Dove lavoravo, i server tritanumeri, usati per simulazioni che duravano anche settimane/mesi viaggiavano con un kernel Unix home-made, impoverito di tutto ciò che è inutile (grafica). La grafica e altre funzioni ancillari per l'analisi e la visualizzazione dei risultati erano delegate a PC o workstation con SO sia unix-like che Windows. Dov'è il problema? Andate a vedere come sono combinati al CERN!
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1771
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 19 Mar 2014 12:50    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:

@gomez
probabile, son semplicemente curioso di sapere come verranno contabilizzati,
voglio dire tra i millemila manager in servizio qualcuno, magari anche solo
per far carriera, avrà la pensata di dire: "ahem... Negli ultimi anni i miei
cari colleghi han risparmiato non aggiornando un tubazzo di niente, bene!
Però adesso quel non aggiornamento ci costicchia un pochino E mi son giusto
preso la briga di stimare i costi di un aggiornamento costante CHE MI È SEMPRE
STATO RIFIUTATO/BOCCIATO, oh, risulta essere UN ORDINE DI GRANDEZZA inferiore!"
Sarà un sogno ma vuoi mettere che facce Smile

Eh, magari! Very Happy
Ma è più probabile che il colpevole del mancato aggiornamento sia già uscito dalla struttura con una liquidazione milionaria, e sia andato a far "risparmiare" magari Telecom o Trenitalia... Twisted Evil

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
bstucc
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 03/01/07 15:24
Messaggi: 156

MessaggioInviato: 19 Mar 2014 13:45    Oggetto: Rispondi citando

Nelle industrie medio-grandi, tutta l'IT è esternalizzata. Conservano, se pure, il controllo sulle applicazioni "critiche" e fondamentali per la produzione e la progettazione. Il resto lo pagano a cottimo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 19 Mar 2014 14:36    Oggetto: Rispondi citando

@bstucc
Il sistema operativo è un attrezzo MA i dati gestiti da questo attrezzo
tramite applicazioni varie non sono un attrezzo. Se la macchina da scrivere
ti si rompe i fogli che hai appena finito di battere sono perfettamente
usabili e disponibili. Se il computer ti si rompe "i fogli" che hai appena
finito di scrivere nel migliore dei casi non sono disponibili, altrimenti
sono perduti... È questa SOTTILE differenza che non viene in genere mai
considerata. Vale per il singolo che non ha mai fatto un backup in tutta
la sua vita e si vanta di non aver comunque mai perso nulla: "un disco rotto,
ma no! Non si rompono mai!" come per la grande azienda che ha soluzioni HA
e DR assortite per poi scoprire che il consenso all'avvio dei diesel, che
dovrebbero tener vivo il loro ced se manca la corrente, è a valle degli ups;
passando per il piccolo ufficio con un solo server fisico e 4+ macchine
virtuali in cluster sopra "così se una si rompe le altre continuano a
lavorare"...

IMO il problema di base è questo: i computer da decenni non sono SOLO degli
strumenti, sono PARTE INTEGRANTE di quasi tutte le attività. La moda di
esternalizzare è un'altra conseguenza di ciò e di disastri su ampia scala
direi ce ne siano già stati parecchi... Una storiella fantasiosa che in genere
diffondo quando esce un discorso simile è questa link

@gomez
Se così non fosse però sarebbe uno spasso! Farei indigestione di popcorn! :->
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Mar 2014 22:42    Oggetto: Rispondi citando

dragonand ha scritto:
Sono curioso di conoscere quale sarà l'evoluzione.
Ancora Microsoft?
Errare humanum est, perseverare autem diabolicum (tradotta letteralmente significa "commettere errori è umano, ma perseverare [nell'errore] è diabolico). Laughing
Ciao


Da voci di corridoio tutti abbandoneranno Windows per Linux e già studiano un apposita distro alla Novell.

Questo consente di usare ancora il vecchio hardware fin che la ruggine non li mangia ed è inoltre MOLTO più sicuro e più facile (la stessa tecnica delle App) da programmare.

{Didi71} ha scritto:
Non vedo alcun problema di sicurezza: un bancomat non "viaggia" certo su internet, ma tramite una VPN interna


Esatto.

{Elisam} ha scritto:
Quasi tutti gli ATM usano infrastructure nate con Windows 3.1 e portate nel tempo sulle varie evoluzioni Microsoft. A quei tempi l'alternativa era Unix, non so quanto sarebbe stata approcciabile visto anche le varie diramazioni che questo OS ha subito da allora in poi. Comunque ci sono gia parecchi ATM su Windows 7 e il porting non e' stato difficile, ovviamente sara' un costo. Le
banche in questo caso non ne possono molto perche' I maggiori fornitori, Diebold, Wincor e NCR sono tutti stabilmente su Windows.


Veramente erano OS/2 e Motif/Solaris una volta poi MS/DOS e via con Windows. Le proposte con Windows 7 sono scartate in quanto non si può usare il vecchio hardware e vecchi collegamenti/programmi software. Inoltre avrebbero SEMPRE lo stesso problema di XP dopo un certo tempo.
I maggiori costruttori stanno abbandonando Windows...

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Mar 2014 22:57    Oggetto: Rispondi citando

bstucc ha scritto:
Sarebbe anche ora aggiornarli, mi sembra umano.


Vengono tuttora mantenuti e aggiornati i programmi sui bancomat con XP!!!
Laughing Laughing Laughing

Dato che sapevano di questo guaio molti fornitori hanno fatto il passo verso Java come linguaggio di programmazione oppure web-programming ma anche VisulBasic funziona su Linux con XBasic o adattato con Gambas.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
bstucc
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 03/01/07 15:24
Messaggi: 156

MessaggioInviato: 19 Mar 2014 23:48    Oggetto: Rispondi citando

mda ha scritto:
Veramente erano OS/2 e Motif/Solaris una volta poi MS/DOS e via con Windows. Le proposte con Windows 7 sono scartate in quanto non si può usare il vecchio hardware e vecchi collegamenti/programmi software. Inoltre avrebbero SEMPRE lo stesso problema di XP dopo un certo tempo.
I maggiori costruttori stanno abbandonando Windows...

Ciao


Il Tempo svela la Verità. Ma è da anni che "nei corridoi" circola la balla che tutti passeranno a qualche varietà da giardino di Unix. Ma Unix e sue varianti hanno orami quasi mezzo secolo di vita ( Ken Thompson, 1969). Come Hi Tech è un po' posso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 20 Mar 2014 11:58    Oggetto: Rispondi citando

Unix non è le sue implementazioni, è il paradigma. Ad oggi e non da oggi TUTTI
i settori dell'IT tendono ad implementare il paradigma Unix, anche coloro che
sono sempre stati o sono recentemente passati a soluzioni Unix. GNU / Linux ha
implementato alcuni aspetti del paradigma Unix che erano andati persi negli
Unix commerciali classici ed ha avuto per questo un successo enorme, Android
ne ha implementato altri (il framework di Android è la base di codice comune
e pronta all'uso per il 90% dei bisogni applicativi come lo era la libreria
standard del C negli anni '70) e per questo s'è preso una fetta enorme di
mercato. ecc. Questo richiederebbe ben più d'un post per spiegarlo ma chissà
che non ci si possa fare un articolo sopra Smile io mi offrirei volontario!

Cmq per tralasciare le discussioni accademiche i settori dove non c'è un
qualche Unix (GNU / Linux incluso) sono SOLO i settori a bassa tecnologia e
competenze IT, dalla "gente comune" sino alle banche, settori dove
l'informatica anche se penetrata non è ancora stata compresa/metabolizzata e
dove spadroneggiano i commerciali di certe società con sfavillanti brochure.

Dai router domestici agli smartphone Android ai navigatori satellitari sino ad
OSX sono sistemi *nix, GNU / Linux per la maggior parte; grandi infrastrutture
IT, dal controllo del traffico aereo, ai sistemi di difesa alle borse valori
ecc sono praticamente TUTTI *nix, Ubuntu è da qualche anno il desktop di
riferimento per buona parte delle grandi aziende con l'alta tecnologia come
core-business e la quasi totalità dei sistemi non desktop per tutti i settori
merceologici sono unix, non lo vedi in pubblicità ma lo vedi spuntare in giro
per l'web, la stampa ecc. Questa è una lista carina di alcuni "grandi" utilizzatori
di GNU / Linux, sulla Wiki di Ubuntu c'è una pagina dedicata con relativi
numeri
di quante scuole nel mondo usino Ubuntu e solo per dare un'idea
di qualche dimensione qui c'è un articolo della Comunità Europea del 2009
che riporta l'uso di software opensource (che in genere vuol dire unix / GNU /
Linux) nel 96% della PA francese!

Da qualche anno si comincia a vederlo perché comincia a filtrare anche nei
settori "a bassa competenza IT" di cui sopra. Purtroppo si comincia a vederlo
non sempre per evoluzione ma spesso per facciate prese con altre soluzioni...
Top
Profilo Invia messaggio privato
bstucc
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 03/01/07 15:24
Messaggi: 156

MessaggioInviato: 20 Mar 2014 12:27    Oggetto: Rispondi citando

Rimane il fatto incontrovertibile che oramai i SO sono concrezioni mammellonari sviluppate su/intorno a Unix.
Non mi pare che i sistemisti brillino per innovazione, fantasia e creatività.
Certo, è comodo ri-inventare la ruota ogni settimana, ma insomma...
Forse i progarmmatori dovrebbero incominciare a capire che un SO non è un prodotto fine a se stesso, autoreferenziale e pensante a sé stesso, ma un mezzo che serve per far andare un applicativo, che è la parte produttiva.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2287
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 20 Mar 2014 12:52    Oggetto: Rispondi citando

@bstucc

sicuramente una volta i linguaggi erano più astrusi e quindi andavano avanti solo programmatori con le palle ma è una coincidenza che il tuo programma sia andato avanti fino a 7 in quanto un programmatore non vede il futuro e se usi una tecnologia, una libreria che nella futura versione di win + stata modificata o cambiata... ecco che non va più.


Citazione:
Non mi pare che i sistemisti brillino per innovazione, fantasia e creatività.
Certo, è comodo ri-inventare la ruota ogni settimana, ma insomma...
Forse i progarmmatori dovrebbero incominciare a capire che un SO non è un prodotto fine a se stesso, autoreferenziale e pensante a sé stesso, ma un mezzo che serve per far andare un applicativo, che è la parte produttiva.


La tua è una logica da utente ed è comprensibile.. sull'innovazione ti citerei per dire solo quello che ha fatto google cmq un applicativo raramente rimane quello per sempre... un programamtore che deve mantenere nel tempo un programma importante non può impazzire a cambiare da 0 programma o a fregare il cliente dicendo ok nuovo pc compri nuovo programma... per mantenere un programma negli anni è fondamentale che l'infrastruttura ossia l.so sia affidabile e segua delle regole standard.

non è guerra contro windows a tutti i costi per esempio a me piace excel e access e sono prodotti ms... con windows puoi programmare quello che ti pare.. ma è un dato di fatto cheè più scomodo e può come nel caso dei bancomat creare costi imprevisti maggiori nel lungo termine Smile

poi a chi deve usare un dato programma (me compreso) è ovvio che finchè va siamo contenti e ci frega poco Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
bstucc
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 03/01/07 15:24
Messaggi: 156

MessaggioInviato: 20 Mar 2014 13:04    Oggetto: Rispondi citando

Maxx, e a chi si dovrebbe pensare? A una macchina perfetta, senza utenti, ma solo con un Sistema Operativo Perfetto, sempre pensante a sé stesso? Capisco che sarebbe l'ideale per i sistemisti, che non avrebbero a che fare con quei rompicoglioni di utenti che hanno la pretesa di avere un sistema che funzioni ANCHE per loro. Attenti sistemisti, senza utenti siete inutili come una scala a pioli in barca a vela. Capite perché gli ignobili utenti si rivolgono sempre di più all'outsourcing?
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 20 Mar 2014 20:00    Oggetto: Rispondi citando

Stai confondendo un po' i ruoli, ad esempio i programmatori non di sistema,
ovvero la stragrande maggioranza dei programmatori e scribacchia codice
esitenti sono UTENTI dell'OS. Per esempio se vuoi scrivere un'applicazione
per lo scambio di files ti fa comodo avere una libreria pronta che si occupi
di tutte quelle cose necessarie per una comunicazione di rete, se la tua
applicazione ha un'interfaccia ti fa comodo avere una libreria pronta con
tutto quel noioso codice del caso (gestione dei terminali per le TUI, menù,
combobox, pulsanti, barre varie per GUI desktop ed WebUI ecc ecc).

Tutte queste "comodità" che siano parte dell'OS o "applicazioni" di terze
parti sono elementi dell'applicazione che scrivi, si evolvono necessariamente
via via che si evolve il mondo, per esempio la libreria che si occupa di darti
le funzionalità di rete che vuoi cambia col tempo via via che le tecnologie
di rete cambiano, le tecnologie di rete a loro volta cambiano perché sono
cambiati i bisogni per cui furono pensate all'origine. IPv6, tanto per fare un
esempio molto citato, non è stato ideato perché qualcuno era annoiato e ha
detto "mo adesso ti cambio l'IP" sfregandosi tutto contento le mani, è stato
ideato perché è apparso chiaro che il numero di utenti che vuole accesso ad
internet è diventato molto ma molto più grande di quello previsto ai tempi in
cui nacque IPv4. Il DNS lo stesso è nato perché /etc/hosts non era più
gestibile coll'aumentare gli utenti di una rete ecc ecc ecc

Per quanta cura tu abbia di "non romper le scatole" a chi usa una certa
libreria NON PUOI nel tempo garantire che questa continui a non cambiare.

Ad un livello più basso è lo stesso: il tuo bel kernel è stato pensato con
una certa architettura in mente. Poi ad esempio chi produceva CPU si è accorto
che tutti volevano CPU più veloci ed economiche e che aumentare la frequenza
di clock più di tanto non si poteva. La soluzione è stata aggiungere più CPU
per singola macchina ed in seguito aggiungere più core per singola CPU. Il tuo
"cliente" programmatore anche del kernel non può tenere il vecchio paradigma
perché questo non va più bene per le esigienze attuali.

Questo è il motivo per cui TUTTO evolve. l'IT lo fa a velocità che si
percepiscono parecchio, altri settori cambiano in tempi talmente lunghi che
non ci si fa caso: ti ricordi ad esempio quanto costavano e quanto era facile
trovare Kiwi, Lictis, Ananas, Manghi, Papaie anche solo nei primi anni '90?
Ai tempi erano "primizie tropicali", oggi li trovi da qualsiasi fruttivendolo
o supermercato spesso a prezzi inferiori alle mele. Il cambiamento però è
stato molto lento e ha toccato poco la routine quotidiana quindi nessuno ci
ha fatto caso. Un altro cambiamento ad esempio riguarda le case/gli edifici,
si è passati nel tempo dall'infischiarsene dell'isolamento ad imporre
l'isolamento. Oggi complice la crisi e la mentalità italica, in Italia se ne
parla poco ma ci sono un'enorme numero di imprese edili MOOOOLTO irritate
perché non potranno più costruire come un tempo un mattone sopra l'altro e
tanti saluti, ci vorrà per forza un certo numero di competenze extra per
fare anche una baracca. Idem gli elettricisti: in Italia coi 3.5KW al contatore
e prezzi al KWh+tasse alle stelle non si nota tanto, ma ad esempio in Francia
coi 16KW medi, in UK con 23KW medi, Svezia con 18KW ecc si nota eccome.

Gli utenti finali hanno spesso la PRETESA di avere tutto come vogliono anche
quando è impossibile.
U: "Io voglio il calorifero qui!";
T: "certo, però per portare qui i tubi dobbiamo crenare, qui, qui e qui!";
U: "che p*alle io voglio solo che attacchiate qui il calorifero!"

Nell'informatica capita spesso:
"Ma io voglio solo mandare una mail!" (con 50+Mb in allegato)
"Ma io non voglio password" (però se ti svuotano il conto ti girano...)
"Ma io non scarico musica, la sento su Youtube!" (certo, il tuo telefono la
riproduce per telepatia quindi non ha bisogno di tanta banda e batteria per
fartela sentire)
ecc ecc ecc

Utenti e tecnici non sono solo due fasce di popolazione, sono molte di più
con gerarchie notevoli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2287
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 21 Mar 2014 14:11    Oggetto: Rispondi citando

bstucc ha scritto:
Maxx, e a chi si dovrebbe pensare? A una macchina perfetta, senza utenti, ma solo con un Sistema Operativo Perfetto, sempre pensante a sé stesso? Capisco che sarebbe l'ideale per i sistemisti, che non avrebbero a che fare con quei rompicoglioni di utenti che hanno la pretesa di avere un sistema che funzioni ANCHE per loro. Attenti sistemisti, senza utenti siete inutili come una scala a pioli in barca a vela. Capite perché gli ignobili utenti si rivolgono sempre di più all'outsourcing?


Guarda io sono solo un "amatore" a livello sistemistico e casalingo sono un utente come te... ovvio che da utente voglio un sistema che funzioni ma nel caso di un azienda chi si occupa dei sistemi deve pensare a far andare i sistemi e pensare al futuro se no non ci capiamo...

se per far andare il vecchio gestionale su win8 io utente devo bestemmiare me la prendo con chi si occupa di chiamare il sistemista e non lo ha fatto chiedendo di aggiornare prima i gestionali o cambiarli...

nella mia azienda hanno preso una fotocopiatrice ma non c'è ancora il driver dello scanner per i pc win7 così le scansioni le fanno solo quelli con xp.. pensarci prima no? nella brochure ci era scritto!

ecc.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 21 Mar 2014 23:32    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
.. Una storiella fantasiosa che in genere
diffondo quando esce un discorso simile è questa link

La seconda parteeee!!!! Voglio la seconda parte. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 21 Mar 2014 23:36    Oggetto: Rispondi citando

mda ha scritto:
Da voci di corridoio tutti abbandoneranno Windows per Linux e già studiano un apposita distro alla Novell.
...
I maggiori costruttori stanno abbandonando Windows...

Ma sei proprio sicuro?
Non riesco a credere che sia vero. Confused
Troppo bello. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 22 Mar 2014 10:53    Oggetto: Rispondi citando

Credo la seconda parte non sia ancora stata scritta, devono ancora finire di
reimportare a mano dall'archivio cartaceo tutti i loro dati (che nel frattempo
saranno disponibili in digitale a tutti gli spammer del pianeta, ma come PA non
posso ricomprarseli al mercato nero...) e nel contempo fari una loro
infrastruttura IT trovando personale che sappia ancora farlo...

Per il switch degli ATM a GNU / Linux ho sentito anch'io qualche news, in
varie parti del mondo, ad esempio quasi tutte le banche brasiliane sono già
da tempo su GNU / Linux ed altri almeno secondo NetworkWorld ci stan
pensando

Temo cmq che il miglioramento sarà relativo, diciamo fatto sullo stile "ghe
pensi mi" con soluzioni embedded che farebbero orrore ad uno studente delle
superiori ma che siccome sono state proposte da un tizio molto profumato con
58 denti di sorriso ed una Ferrari nel parcheggio che ha garantito tutto fatto
e a basso costo in 3 mesi (e 10% dell'appalto al bipede che lo spalleggia
dentro l'azienda) saranno considerate all'avanguardia della tecnica, poi
siccome sono state pagate non si possono catalogare come spazzatura ammettendo
l'errore (o magari la mancia) e quindi si deve spendere il doppio per riuscire
a renderle in qualche modo usabili...
Temo che l'informatica gestionale sia e sarà così per ancora parecchi anni...

Solo un aneddoto recente a tema switch: per farla breve un "software" per AS400
che compilate certe maschere (form in gergo meno arcaico) sputa dei file pdf
da stampare. l'AS400 è in rete (ethernet) ma non stampa direttamente, la
"stampa" uppa su un ftp locale (con password) i files e per riuscirvi
richiede sia preesistente una specifica gerarchia di directory, può crearle
lui visti i permessi dell'ftp e visto che la root del server è C: ma non lo fa
e non si può rootare altrove perché il path dove vuole trovare questa gerarchia
comincia con Documents and Settings o roba del genere ed è hard-coded. Di più
a dire del "programmatore" "l'ftp chiede user e password per sicurezza!" si,
in una LAN con un solo switch 16p unmanaged, ed ftp è in chiaro... Di più non
si può cambiare l'IP del server ftp (che è un desktop) al volo o MAGARI usare
un nome dns (anche solo scritto in /etc/hosts eh!), va cambiato a mano in ogni
maschera! Il mondo gestionale pare che vada così... Quegli amici che ho fatto
cambiare sono entusiasti ma se non mi conoscessero NON CREDEREBBERO manco
che sia possibile un mondo diverso, per lo meno un pelo meno cervellotico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 23 Mar 2014 14:08    Oggetto: Rispondi citando

bstucc ha scritto:
Il Tempo svela la Verità. Ma è da anni che "nei corridoi" circola la balla che tutti passeranno a qualche varietà da giardino di Unix. Ma Unix e sue varianti hanno orami quasi mezzo secolo di vita ( Ken Thompson, 1969). Come Hi Tech è un po' posso.


Infatti Linux è il "figlio" e non un vero Unix la quale "palma" spetta al BSD (per assurdo OSX è più Unix di Linux). Linux è più "nuovo" tecnologicamente/architetturalmente parlando dello stesso Windows.

Per far un esempio (su migliaia) guarda la tecnica IFUP/ Networkmanager che oggigiorno se vuoi usare IFUP è già sostituito da Wicked su Linux in confronto al lan_manager-Windows.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 24 Mar 2014 21:47    Oggetto: Rispondi citando

Bé se vuoi una prova MOLTO banale a tema: prova a scaricare una iso o un
qualsiasi file grossino dallo stesso computer con Windows e GNU / Linux:
a parità di condizioni con GNU / Linux scaricherai MOLTO più in fretta.

Unix è nato pensando alle reti, cosa comune per tutti gli OS dei suoi tempi,
Microsoft pur essendo nata molto dopo non s'è minimamente curata del
networking se non con dei flop notevoli (Wins vs DNS tanto per fare un
esempio).

Cmq in genere UNIX non è un OS ma un insieme di specifiche il cui punto
centrale è la possibilità di evolvere facilmente e a basso costo. Negli
anni questa caratteristica s'è dimostrata vincente su tutti, incluso alcuni
tecnicamente ben superiori.
Top
Profilo Invia messaggio privato
elisam
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 10/12/08 11:47
Messaggi: 114

MessaggioInviato: 25 Mar 2014 15:18    Oggetto: Rispondi citando

non ho capito se bene se la discussione riguarda ancora windows XP e i bancomat, nell'eventualita' lo fosse vorrei far presente che i bancomat sono nati per reti BSC, SNA e X25. Le reti non si identificano esclusivamente con TCP/IP che e' stata definita per Unix e poi adottata da Internet. Microsoft fu invece lesta a implementare un esteso supporto di SNA (componente SNA Server, ora HIS ) che permetteva di collegarsi ai mainframe IBM e che costituiva il 90 % dei casi, questo e' stato uno dei fattori trainanti della windowizzazione dei bancomat ed ora uscirne non e' facile. Scusate questa digressione dal mercato consumer.
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 25 Mar 2014 21:08    Oggetto: Rispondi

Hum, su Linux il supporto X25, Google alla mano, è in kernel dal 1997 (incluso
vario ferro X21) supporta anche le reti X400 (in Italia mi pare le usino solo
le Poste) come del resto è supportato un mucchio di tecnologie di rete più o
meno di nicchia/antiche/esotiche (DECNet, ARCnet, Token-ring, Athena ...). IBM
ha un supporto diretto a GNU / Linux e lo offre su varie P-series e Z-series,
il primo port ufficiale su s390 Google alla mano è del 1998...

In genere il mondo gestionale non è ben visto in ambito *nix penso per le sue
peculiarità (tanta burocrazia, madornale lentezza evolutiva, poche sfide
intellettuali tecnicamente sugose) ma da quel che ho sentito nel tempo di
gente innamorata di zOS ed AiX ce n'è ben poca ed è proprio per questo che la
stessa IBM negli anni ha supportato e supporta GNU / Linux. Senza contare che
oggi e non da oggi TUTTI i settori convergono su IP per ridurre i costi,
semplificare e centralizzare la gestione ecc...

Non è il mio campo e non penso sarà facile dopo decenni di stasi ma lasciami
dire: chi è colpa del suo mal pianga se stesso. Per quel poco che vedo e sento
a tema gestionale mi vien voglia di domandare quante teste NON HAN TAGLIATO e
quanti si son fatti piccionare come il più ingenuo dei bambini nel corso degli
anni. Non è l'informatica che ha proposto il business-model statunitense col
management separato dall'azienda, coi risultati misurati in forma matematica
ad intervalli di tempo prefissati ecc Non è l'informatica che ha spinto per
soluzioni tecnologiche à-la-Torre di Babele. Forse "gli intellettuali" del
settore non han saputo comunicare od imporsi come avrebbero dovuto ma direi
che sia la trave contro la pagliuzza...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows XP e Reperti Archeologici Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi