Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
* Uomini vs Donne [serio]
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Donne sull'orlo di un post
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
rebelia
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/07/03 08:22
Messaggi: 7982

MessaggioInviato: 08 Ago 2005 17:17    Oggetto: Rispondi citando

Eagle-One ha scritto:

Ho come la sensazione di non esserti molto simpatico... ok pazienza!!! Wink


ehm... il bello di un forum - e lo dico davvero! - e' che ci si conosce attraverso le proprie idee e senza farci fuorviare dall'aspetto fisico

diciamo che un thread soltanto e' poco per parlare di simpatie ed antipatie, ma che per quanto visto finora le nostre idee non sono esattamente in sintonia, tutto qua Smile


-
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
rebelia
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/07/03 08:22
Messaggi: 7982

MessaggioInviato: 08 Ago 2005 17:30    Oggetto: Rispondi citando

Eagle-One ha scritto:
Voi credete che sono arrivato a pensarla così da un giorno all'altro??? No!!! ... è solo un mio pensiero che penso di poter esprimere anche se non condividete!!! Laughing


certo che puoi esprimerlo, ci mancherebbe! Smile

io sono un po' piu' avanti e l'amore romantico so che e' effimero: un rapporto e' fatto di tanti momenti condivisi, di concessioni reciproche, di uno sforzo continuo e costante per venirsi incontro e per andare avanti insieme e soprattutto per mettere da parte l'innato egoismo di ognuno e riuscire a pensare "cosa posso fare per farlo/a felice?" piuttosto che "cosa mi aspetto che faccia per farmi felice?"

riflettiamoci: quante volte ci siamo lamentati di quel che vorremmo e quante altre abbiamo sacrificato (senza recriminare e farglielo pesare!!!) qualche nostra esigenza o qualche nostro desiderio per l'altro/a?

chiaro che non puo' essere solo uno che si sacrifica: in questo caso ci dev'essere un confronto sereno, se il mio compagno non conosce le mie esigenze, non sempre riesce ad intuirle e venirmi incontro e viceversa: se lui mi parla dei suoi problemi, desideri ed esigenze si puo' trovare una soluzione soddisfacente per entrambi, ma spessissimo e' l'egoismo che ci frega, secondo me e l'aspettarsi che l'altro/a intuisca al volo, il dar per scontate cose che scontate non sono

non dimentichiamoci poi che sono le idiozie a minare un rapporto, non i grossi problemi: quelli si affrontano e si risolvono, ma convivere per 10 anni con uno/a che regolarmente lascia la biancheria sporca fuori dal cesto vi assicuro che diventa pesantissimo e chi gia' ha avuto modo di provarlo mi dara' ragione; c'e' anche da dire che spesso ci aspettiamo che capisca quanto ci dia fastidio e di punto in bianco l'altro/a metta la biancheria nel cesto, magari gli sbraitiamo anche contro, ma non sempre ci viene in mente di chiederglielo in modo garbato, spiegandogli/le la ragione della richiesta... dieci a uno che con questo discorso mi tiro addosso millemila critiche Mr. Green


-
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Eagle-One
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 09/07/05 03:24
Messaggi: 187

MessaggioInviato: 08 Ago 2005 18:05    Oggetto: Rispondi citando

rebelia ha scritto:
Eagle-One ha scritto:
Voi credete che sono arrivato a pensarla così da un giorno all'altro??? No!!! ... è solo un mio pensiero che penso di poter esprimere anche se non condividete!!! Laughing


certo che puoi esprimerlo, ci mancherebbe! Smile

io sono un po' piu' avanti e l'amore romantico so che e' effimero: un rapporto e' fatto di tanti momenti condivisi, di concessioni reciproche, di uno sforzo continuo e costante per venirsi incontro e per andare avanti insieme e soprattutto per mettere da parte l'innato egoismo di ognuno e riuscire a pensare "cosa posso fare per farlo/a felice?" piuttosto che "cosa mi aspetto che faccia per farmi felice?"

riflettiamoci: quante volte ci siamo lamentati di quel che vorremmo e quante altre abbiamo sacrificato (senza recriminare e farglielo pesare!!!) qualche nostra esigenza o qualche nostro desiderio per l'altro/a?

chiaro che non puo' essere solo uno che si sacrifica: in questo caso ci dev'essere un confronto sereno, se il mio compagno non conosce le mie esigenze, non sempre riesce ad intuirle e venirmi incontro e viceversa: se lui mi parla dei suoi problemi, desideri ed esigenze si puo' trovare una soluzione soddisfacente per entrambi, ma spessissimo e' l'egoismo che ci frega, secondo me e l'aspettarsi che l'altro/a intuisca al volo, il dar per scontate cose che scontate non sono

non dimentichiamoci poi che sono le idiozie a minare un rapporto, non i grossi problemi: quelli si affrontano e si risolvono, ma convivere per 10 anni con uno/a che regolarmente lascia la biancheria sporca fuori dal cesto vi assicuro che diventa pesantissimo e chi gia' ha avuto modo di provarlo mi dara' ragione; c'e' anche da dire che spesso ci aspettiamo che capisca quanto ci dia fastidio e di punto in bianco l'altro/a metta la biancheria nel cesto, magari gli sbraitiamo anche contro, ma non sempre ci viene in mente di chiederglielo in modo garbato, spiegandogli/le la ragione della richiesta... dieci a uno che con questo discorso mi tiro addosso millemila critiche Mr. Green


-


Non ti tiro nessuna critica, quello che dici tu è giustissimo, il discorso del non essere sempre egoisti e di capire le esigenze della'altro\a, ma ti ripeto che non era questo ha cui miravo fin dall'inizio, tu mi parli da donna sposata, con i problemi di una coppia sposata... se ci volgiamo buttare sul discorso del matrimonio, e preferirei di no, anche perchè non sono sposato, ma posso dire, e adesso non mi puoi venire a dire che è uno stereotipo pure questo... che i matrimoni di oggi non durano, alcuni addirittura si disgregano dopo qualche mese, magari per motivi anche banali, come chi inizia il tubetto di dentifricio dall'inizio o chi dalla fine... l'italia è la nazione più vecchia del mondo, non si fanno figli, un motivo ci sarà!!! L'organo riproduttore femminile, oggi non serve più a riprodursi, ma a produrre... telefonini, macchine, cosmetici ecc. ecc. ma penso che sia così da un decennio a questa parte, perchè non penso prorpio che sia stato così anche per mia madre e mio padre, con la loro generazione e stanno insieme da 20 anni con i loro problemi grossi o piccoli che siano, stanno insieme... non come oggi che per un motivo o per un'altro si manda tutto all'aria senza pensarci due volte... ma questo te l'ho detto è un'altro discorso che non centra niente con il post con cui ho aperto la discussione!!! Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
rebelia
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/07/03 08:22
Messaggi: 7982

MessaggioInviato: 08 Ago 2005 18:13    Oggetto: Rispondi citando

Eagle-One ha scritto:
tu mi parli da donna sposata, con i problemi di una coppia sposata...


quel che dicevo io all'inizio dei miei interventi: partiamo da due punti di vista troppo distanti per confrontarci in modo costruttivo sull'argomento Smile


-
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Chomolungma
Eroe
Eroe


Registrato: 18/10/19 23:24
Messaggi: 51

MessaggioInviato: 21 Ott 2019 22:00    Oggetto: Rispondi citando

È un bell'argomento però, sebbene, mhmm, scivoloso.
Il punto, a mio avviso, è che si tratta di un campo minato di generalizzazioni: per es., a volte esprimere la rabbia (diciamo dopo un annetto o due di cestini della biancheria disertati) può essere utile e produttivo.
Le gonadi femminili hanno da sempre prodotto di più, e di diverso, che i bambini: il che non implica per nulla che le femmine (mi riferisco, con questo termine, al semplice catiotipo: 46, XX invece che 46, XY) siano in qualche modo migliori: natura e cultura hanno attribuito loro funzioni differenti dai maschi (anche nell'antichità le femmine erano produttrici: di guerre, come Elena; di pubblicità, come Aspasia con Pericle; di mode, come Cleopatra; di vino, come la pompeiana Asellina: cioè *facevano vendere*, creavano commercio poi gestito e sfruttato da maschi).
Un tempo, è vero, le coppie restavano unite più a lungo. Ma mancava il nobile istituto del divorzio. E il prezzo di queste unioni forzate era ed è quasi sempre a carico dei figli, in un modo o nell'altro (i "debiti sistemici" tanto studiati dalla psicologia relazionale).
Insomma tanti nostri costrutti mentali, a proposito della dicotomia donne versus uomini, sembrerebbero derivare più da ragioni di potere, di supremazia, anche solo di organizzazione/logistica, di quanto originino dalla natura profonda dei due sessi, la quale peraltro è così profonda che né la psicologia né le neuroscienze, allo stato dell'arte, ci sono arrivate minimamente a capo
Think
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8156

MessaggioInviato: 22 Ott 2019 09:57    Oggetto: Rispondi citando

Thread vecchiotto ma sempre attuale. Smile

Al giorno d'oggi cosa comporta essere uomini o donne? Diritti, doveri, pari opportunità.

Potremo disquisire su esperienze personali, di nostri amici e conoscenti. Ma le statistiche dove sono?

Citazione:
L'Italia migliora in tema di pari opportunità. Ma la sua posizione è inferiore alla media europea, si colloca appena al 14/o posto fra i 28 paesi membri. Le donne italiane sono ancora molto discriminate in casa, nella parità salariale, nell'occupazione.


Se non basta questo, mettiamo anche qualche dato sulla violenza sulle donne:

Citazione:
VIOLENZA SULLE DONNE.
Il costo sociale dei 26 mld di euro l'anno (circa 13 mld causati dal partner della donna) - 226 mld in Europa - è la conseguenza della violenza sulla produzione economica, sul maggiore utilizzo di servizi e sui costi personali. Il 27% delle italiane ha subito violenza fisica e/o sessuale dall'età di 15 anni. Le italiane sono anche quelle che denunciano di meno in Europa; il 15% contro il 13% europeo non ne parla con nessuno. La violenza è un tema fuori dal rapporto e non incide sul punteggio generale. Il dato non tiene conto dei femminicidi. "E' inconcepibile - ha commentato alla conferenza Linda Laura Sabbadini, dirigente di ricerca Istat - che le statistiche di Eurostat sulla violenza e sui tempi di vita non abbiano ancora la pari dignità con le statistiche economiche, tutte normate per legge".


Fonte Ansa. link

Per cui trovo stupido parlare di vantaggi solo citando cose futili, quanto soggettive, e senza nessun dato statistico alla mano.

Chomolungma ha scritto:
Un tempo, è vero, le coppie restavano unite più a lungo. Ma mancava il nobile istituto del divorzio. E il prezzo di queste unioni forzate era ed è quasi sempre a carico dei figli, in un modo o nell'altro (i "debiti sistemici" tanto studiati dalla psicologia relazionale).


Purtroppo anche oggi, anche con il divorzio, coppie scoppiate stanno assieme per forza, per il bene dei figli dicono, ma spesso, se non sempre, fanno più danni che con il divorzio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Chomolungma
Eroe
Eroe


Registrato: 18/10/19 23:24
Messaggi: 51

MessaggioInviato: 24 Ott 2019 22:16    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Purtroppo anche oggi, anche con il divorzio, coppie scoppiate stanno assieme per forza, per il bene dei figli dicono, ma spesso, se non sempre, fanno più danni che con il divorzio


Già. Ne vedo parecchie. Coppie che, legittimate per incastro negativo (vale a dire, incollate insieme da elementi disfunzionali, tipo complicità sotterranee, complementarità negative ecc), hanno pronto l'alibi dello "Stiamo insieme per i figli". Ignorando - voglio almeno auspicarlo - i danni immensi che un figlio, usato come strumento, subisce.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8156

MessaggioInviato: 25 Ott 2019 14:26    Oggetto: Rispondi citando

Credo che alcuni pensino veramente a far bene, a stare assieme per i figli. Ne ho conosciuti anche di separati in casa. Situazioni veramente assurde.
Altri magari stanno insieme per convenienza, o perchè non vogliono ammettere il fallimento, potrei dire addirittura che sono più le donne che lo fanno per questi motivi, perchè gli uomini molto più facilmente riescono a trovarsi qualche 'sfogo' aldifuori del focolare domestico.

E qui ritorniamo a fare un discorso di opportunità, oltre che di psicologia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Chomolungma
Eroe
Eroe


Registrato: 18/10/19 23:24
Messaggi: 51

MessaggioInviato: 27 Ott 2019 01:37    Oggetto: Rispondi

La stragran parte di quelli che conosco (personalmente, e per mestiere) io, pensa sinceramente (forse potrei anche aggiungere "ottusamente"; forse) sia "per il bene dei figli".
E questo, secondo me, aggiunge dramma al dramma.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Donne sull'orlo di un post Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
Pagina 7 di 7

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi