Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
SMSZombie, mezzo milione di smartphone infetti
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sicurezza
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 21 Ago 2012 17:30    Oggetto: SMSZombie, mezzo milione di smartphone infetti Rispondi citando

Commenti all'articolo SMSZombie, mezzo milione di smartphone infetti
Attira gli utenti promettendo immagini provocanti, poi ruba loro il numero della carta di credito.


Top
fabrizioroccapc
Semidio
Semidio


Registrato: 25/09/10 12:10
Messaggi: 321
Residenza: Bauzanum

MessaggioInviato: 21 Ago 2012 20:21    Oggetto: Rispondi citando

colpa degli utenti ignoranti che ci cascano, o no?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
{umbyj}
Ospite





MessaggioInviato: 21 Ago 2012 21:47    Oggetto: Rispondi citando

Colpa di programmi/applicazioni/menatevarie che chiedono autorizzazioni su autorizzazioni per tutte le menate idiote!
La gente preme su "permetti" per riflesso automatico.
Come per windows, anche con android si ripete l'evoluzione dell' "homo clikkense" !!
Top
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 22 Ago 2012 08:47    Oggetto: Rispondi citando

umbyj ha scritto:
Colpa di programmi/applicazioni/menatevarie che chiedono autorizzazioni su autorizzazioni per tutte le menate idiote!
La gente preme su "permetti" per riflesso automatico.

è assodato che capita questo...ma è troppo spesso ignoranza e pigrizia.
capita nell'installazione dei programmi su pc che magari chiedono solo di leggere una volta una cosa...e immagino che non si passi la giornata a installare cose....

E ovviamente capita ancora di più sui Android dove, anche per ovvi motivi, le varie app chiedono l'accesso a molteplici dati.
Ma sul Google Play, prima ancora di scaricare l'app sono elencate in bella mostra e di facile lettura tutti i permessi che l'app richiede.
Una veloce occhiata è d'uopo.


Che poi ci sia un malware come in questo caso è un discorso un poco differente perchè spesso dalle autorizzazioni concesse non posso valutare la bontà dell'app.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 22 Ago 2012 08:55    Oggetto: Rispondi citando

fabrizioroccapc ha scritto:
colpa degli utenti ignoranti che ci cascano, o no?

non proprio...non del tutto almeno.
Se tu installi una app per una galleria alternativa dovrai concedere certi permessi
Se poi l'app in questione è malevola e utilizza certi permessi per fregarti dei dati non è così automatico dare la colpa alla tua ignoranza.
In questo caso, anche perchè per il momento è confinato alla Cina, leggendo non ho compreso esattamente quali permessi chiedesse per arrivar ai privilegi di Amministratore...giusto per vedere se erano effettivamente illogici o poteva essere sensato concederli.

Tenendo conto che rispetto a Windows, il mondo Android è più recente e meno conosciuto dagli utenti, un certo rischio in più c'è (e su Windows è vero che spesso occorre essere davvero "distratti" per prendersi certi virus).
Poi concordo sul fatto che se si sta attenti, se non si scaricano app dubbie o da siti non affidabili, se non si installano scemate inutili si riduce il rischio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zorro
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/08/05 08:56
Messaggi: 1111
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 22 Ago 2012 09:37    Oggetto: Rispondi citando

ioSOLOio ha scritto:
Tenendo conto che rispetto a Windows, il mondo Android è più recente e meno conosciuto dagli utenti, un certo rischio in più c'è (e su Windows è vero che spesso occorre essere davvero "distratti" per prendersi certi virus).


scusate la domanda provocatoria formulata da un ignorante assoluto (nel senso Socratico del termine neeh!), ma fino all'altro ieri leggevo, anche in questo forum, che il malware si diffonedeva solo sui sistemi win e mai si sarebbe diffuso sui sistemi open source e/o Linux derivati.

Com'è che adesso pare che il malware si diffonda più su Android che su Win?

Forse che avevano ragione quelli - e io ero nel numero - che sostenevano che non è una presunta stupidità congenita dei progettisti Microsoft che causava la diffusione dei virus in Win? Aaah! Saperlo!

Firmato: un aspirante troll Laughing

Old
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 22 Ago 2012 09:56    Oggetto: Rispondi citando

E' certo che la platea di utenti incide sulla appetibilità di chi crea malware così come è dato certo che ci sono sistemi intrinsecamente più sicuri.

Inoltre incide anche la politica di vendita...ad esempio i terminali della Mela morsicata nei loro limiti imposti dalla casa acquisiscono anche stabilità e una certa sicurezza...

Android non è immune da malware? Ok
Ma al momento non è che sia invaso dai virus..

Ricordo che anche su terminali molto più vetusti, quasi semplici feature phone, c'era la possibilità di virus che arrivavano a bloccare il cellulare..


Il concetto di "virus pericoloso" su un sistema per me è quello che può infettare senza che l'utente debba fare una manovra specifica e utonta...in questo senso anche su Win sono veramente pochi...
Top
Profilo Invia messaggio privato
freemind
Supervisor sezione Programmazione
Supervisor sezione Programmazione


Registrato: 04/04/07 20:28
Messaggi: 4643
Residenza: Internet

MessaggioInviato: 23 Ago 2012 00:05    Oggetto: Rispondi citando

iosoloio ha scritto:
E' certo che la platea di utenti incide sulla appetibilità di chi crea malware così come è dato certo che ci sono sistemi intrinsecamente più sicuri.

No, le macchine *nix sono di più di quelle windows ma i malware sono meno.

zorro ha scritto:
scusate la domanda provocatoria formulata da un ignorante assoluto (nel senso Socratico del termine neeh!), ma fino all'altro ieri leggevo, anche in questo forum, che il malware si diffonedeva solo sui sistemi win e mai si sarebbe diffuso sui sistemi open source e/o Linux derivati.

Com'è che adesso pare che il malware si diffonda più su Android che su Win?

Android non è un sistema operativo strutturato come quello di un pc.
Di fatto acconsentire ad un'applicazione di accedere a certe cose vuol dire concederle il massimo dei permessi (lasciamo perdere il discorso del "roottare"): su android il concetto di utente non è lo stesso che su una distro linux o su windows
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1745
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 23 Ago 2012 09:10    Oggetto: Rispondi citando

Commenti ha scritto:
Attira gli utenti promettendo immagini provocanti, poi ruba loro il numero della carta di credito

prima il problema era tra sedia e tastiera, adesso e' tra [qualunque punto di appoggio] e [qualunque dispositivo di input] Twisted Evil

in soldoni, la mamma dei cretini continua a godere di ottima salute ed ha parti plurigemellari Rolling Eyes

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
maxstirner
Comune mortale *
Comune mortale *


Registrato: 18/10/05 13:55
Messaggi: 212

MessaggioInviato: 09 Set 2012 01:42    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
in soldoni, la mamma dei cretini continua a godere di ottima salute ed ha parti plurigemellari Rolling Eyes

Mauro


Quindi per essere definito cretino in modo irreversibile ed indiscusso è necessario conoscere la madre degli individui, e appurare (con quali criteri?) che è una "fattrice" instancabile di cretini. Da ciò si potrebbe dedurre che per ridurne il numero è inutile agire sui cretini, ma bisognerebbe agire direttamente sulle madri, magari sterilizzandole.

Io ho conosciuto moltissime persone, per mia fortuna, ritenute indiscutibilmente molto intelligenti, ma nessuna di esse era priva di almeno un aspetto nel quale le si poteva definire cretine. Una persona che conosco e frequento da 20 anni e che per me e non solo per me, è un gigante intellettuale, se lo vedi guidare una vettura ti viene voglia di staccargli le chiavi dal cruscotto e buttarlo fuori dall'abitacolo a calci e chiedersi come si ostini da anni a volere guidare, quindi è un "cretino".
Un altro mio conoscente, non certo inferiore al primo, riesce appena ad accendere il PC e a scrivere qualche lettera e spesso non si ricorda che per spegnere il PC non deve spegnere l'interruttore della ciabatta; quindi è un cretino.
Io ho annoverato nella memoria diversi episodi in cui ho avuto un comportamento da cretino: di alcuni comportamenti mi pento, di altri mi dispiaccio, di pochi mi vergogno, ma non so quante persone equilibrate possano affermare di non essersi mai comportate da cretine.
La madre di Einstein raccontava che il piccolo Albert inizio' a parlare abbastanza tardivamente, solo dopo i tre anni. Si trattava di un bambino dalla crescita lenta, almeno dal punto di vista linguistico; insomma un bambino che molti oggi definirebbero un cretino.

La facilità con cui si liquidano i problemi di migliaia di persone definendole cretine è una soluzione ai problemi che tutti siamo in grado di dare, anche senza tanti confronti. E' vero che molte persone anche se li avverti dei pericoli pare che si comportino come i "mitici lemmings" che si suicidano in massa, ma lo scopo di un forum, secondo me, non è quello di definirli cretini, ma discutere e capire quali sono i motivi che li inducono a tali comportamenti. Secondo me, quando non si hanno le conoscenze per valutare le cause di certi comportamenti di massa, ci si può anche accontentare di leggere gli altri, per capire se qualcuno ne sa più di noi, proprio per non correre il rischio di venire definiti cretini noi stessi.

Ammetto di essere stato sfiorato dal dubbio, rispondendo a questo commento, di venire valutato cretino e può essere che per qualcuno io possa apparire tale, infatti in molti casi, l'unico modo per non correre rischi è il silenzio.

In questo caso, chissà perchè, mi è parso che ne valesse la pena di rischiare: che sia perché sono un cretino?

Un saluto

cappello
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cesco67
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/10/09 10:34
Messaggi: 1399
Residenza: EU

MessaggioInviato: 09 Set 2012 14:00    Oggetto: Rispondi citando

maxstirner ha scritto:
---CUT---
Una persona che conosco e frequento da 20 anni e che per me e non solo per me, è un gigante intellettuale, se lo vedi guidare una vettura ti viene voglia di staccargli le chiavi dal cruscotto e buttarlo fuori dall'abitacolo a calci e chiedersi come si ostini da anni a volere guidare, quindi è un "cretino".
---CUT---

Quando vedo chi guida in quel modo, oltre a non conoscere minimamente il livello intellettuale dell'autista, non mi chiedo perche' si ostina a guidare ma la domanda che mi pongo e': chi e' che l'ha promosso all'esame di guida???[/quote]
Top
Profilo Invia messaggio privato
maxstirner
Comune mortale *
Comune mortale *


Registrato: 18/10/05 13:55
Messaggi: 212

MessaggioInviato: 09 Set 2012 17:49    Oggetto: Rispondi citando

@ Cesco67


Citazione:
Quando vedo chi guida in quel modo, oltre a non conoscere minimamente il livello intellettuale dell'autista, non mi chiedo perche' si ostina a guidare ma la domanda che mi pongo e': chi e' che l'ha promosso all'esame di guida???


Ciao Cesco.

Si chiama contesto.

Una frase ha valore nel suo contesto, perchè spesso se ad una parola o ad una frase muti il contesto in cui la si pronuncia o la si scrive, essa muta di significato.

Prendiamo ad esempio la parola "rosa", intesa come fiore.
Se ad una donna, in un contesto romantico, si dice che la rosa è un fiore con qualche piccola spina, la rosa in quel contesto assume un significato dolce, ammiccante; un omaggio alla donna a cui è rivolta.

In un contesto aspro, in cui il contesto con la stessa donna è spigoloso e le si dice che la rosa è solo un cespuglio pieno di spine che qualche volta fa un fiore, pur utilizzando come termine di paragone lo stesso fiore, la rosa e la stessa donna, essendo mutato il contesto muta anche il significato della rosa.

Capito Cesco?

Ti è sfuggito anche un altro aspetto importante. Tu ti poni solo la domanda: "chi l'ha promosso all'esame?", ma è una domanda che ti poni senza conoscere il soggetto e quindi hai pochissimi elementi per valutare.

Io ti ho parlato di un individuo che ha capacità intellettuali notevoli, e per lui superare un esame di teoria di guida è un giochetto. Un esame di guida che dura pochi minuti, non rivela le inattitudini alla guida di un soggetto.

Anche tu, comunque, analizzando una sola frase del mio discorso e togliendola dal suo contesto, sei giunto ad una conclusione: CHI E' QUEL "CRETINO" che ha dato la patente al tizio di cui ho parlato nel commento? Pare proprio che senza dare del cretino a qualcuno non si possa parlare dei comportamenti delle persone.

Da questo si potrebbe dedurre che, come coloro che affermano che "tutte le donne sono puttane", tranne le loro madri, le loro sorelle, le loro mogli e le loro figlie, così tutti sono dei cretini tranne noi, i nostri padri, i nostri figli ecc. ecc.

Dopo questa piccola spiegazione, hai compreso ora perché dare dei cretini alle persone senza conoscerle, utilizzando un solo contesto o un solo comportamento o un solo fatto per emettere il nostro giudizio, è fin troppo facile per ognuno di noi, ma ingannevole o furviante?

Un saluto

cappello
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14222
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 10 Set 2012 06:21    Oggetto: Rispondi citando

Interessante...

si è passati dall'argomento virus per Android (SMSZombie) all'argomento soggetti inabili alla guida.

Consiglio vivamente di tornare on topic, grazie.
Top
Profilo Invia messaggio privato
maxstirner
Comune mortale *
Comune mortale *


Registrato: 18/10/05 13:55
Messaggi: 212

MessaggioInviato: 10 Set 2012 12:31    Oggetto: Rispondi citando

Osservazione corretta; mi scuso e ringrazio.

A volte succede che certi argomenti nascono moribondi ed infatti questo non è sopravvissuto neppure in "incubatrice". Io avevo ritenuto erroneamente che fosse In Topic lo sviluppare una parte di un argomento trattato da un utente, che riteneva la cretinaggine parte integrante dell'argomento.

Confermo la correttezza dell'osservazione

Un saluto

cappello
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1745
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 10 Set 2012 14:24    Oggetto: Rispondi

maxstirner ha scritto:
Citazione:
in soldoni, la mamma dei cretini continua a godere di ottima salute ed ha parti plurigemellari

Quindi per essere definito cretino in modo irreversibile ed indiscusso è necessario conoscere la madre degli individui

ovviamente no, basta vedere come si comportano i figli Very Happy

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sicurezza Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi