Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Barilla diventa americana, micotossine nella sua pasta?
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Bufale e indagini antibufala
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 17 Lug 2012 06:30    Oggetto: Barilla diventa americana, micotossine nella sua pasta? Rispondi citando

Commenti all'articolo Barilla diventa americana, micotossine nella sua pasta?
La Barilla non è più italiana e usa grano ammuffito e radioattivo?


(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Top
{ice}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Lug 2012 08:45    Oggetto: Rispondi citando

@ Paolo Attivissimo
NON CI SONO PROVE!?!?!?!?
Ovvio, che prove ci possono essere in 40 righe di comunicato!?!?!?
Basta riguardare la puntata di REPORT sulle micotossine del grano canadese e i loro legami con le improvvisamente esplose intolleranze alimentari verso questo cereale.
Poi, non si sa perché, proprio oggi nella pagina del risto dedicata alla puntata è linkato un servizio sul traffico e gli incidenti stradali
sarà un caso!?!?!!?! link
Top
{osfor}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Lug 2012 12:53    Oggetto: Rispondi citando

Intanto grazie ad Attivissimo per la sua consueta attività anti-bufala. Quando scrive
Citazione:

Già questo, in partenza, dovrebbe spingere l'internauta prudente e razionale a non disseminare notizie non documentate e che non offrano fonti

direi che "l'internauta prudente e razionale" non abbocca, ma si tratta di specie presente in quantità trascurabili... ;-) tanto più nel nostro paese, a mio parere un "disastro" nell'ambito della cultura tecnica ed ancora di più in quella scientifica.
Quanto all'articolo bufalino, quando afferma
Citazione:

dobbiamo comprare solo pasta da grano duro coltivato in Italia e Biologico, senza micotossine

non voglio entrare nello specifico, ma mi sa che quanto a micotossine, se ci sono prodotti che rischiano di averne, sono proprio quelli biologici.. in effetti i "famigerati" conservanti (per dire), hanno tra le funzioni anche la lotta a questo problema di non secondaria importanza (un po' come la questione botulino, che riguarda per lo più i famosi "genuini" preparati casalinghi). Sul sito di Dario Bressanini
link
di sicuro si possono trovare riferimenti, così come per altre cose (ad es. ricordo un articolo in cui scriveva che lui il latte di una mucca con mastite trattata con prodotti omeopatici lo lasciava bere a noi...).
Un po' di sano scetticismo e qualche ricerca sul web, e avanti con la vita :-)
Top
{osfor}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Lug 2012 13:12    Oggetto: Rispondi citando

Visto che siamo sul web e dunque dobbiamo documentare.. ecco l'articolo che citavo sul latte di mucche curate con omeopatia:
link
Citazione:

Il buon latte crudo di una volta
Mi pare ci sia in giro un po’ di confusione sul latte crudo. Soprattutto mi pare che manchi un po’ di prospettiva storica. Prima di continuare, per evitare che gli appassionati di complotti mi saltino alla giugulare :lol: chiarisco subito che sono un consumatore, anche se sporadico, di latte crudo (ma non biologico, da quando ho scoperto che alle vacche malate danno preparati omeopatici invece di farmaci
Top
{ice}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Lug 2012 15:54    Oggetto: Rispondi citando

cmq il tema è stato trattato anche dalla trasmissione PRESADIRETTA: link
Ah, questi comunisti di Rai3... che ce l'hanno con gli eroici imprenditori che esportano il made in ITaly nel mondo...
Top
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1661
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 17 Lug 2012 19:31    Oggetto: Rispondi citando

{ice} ha scritto:
@ Paolo Attivissimo
NON CI SONO PROVE!?!?!?!?
Ovvio, che prove ci possono essere in 40 righe di comunicato!?!?!?

magari un link di mezza riga che rimandi a UNA prova, in mezzo alle 40 di affermazioni pesanti e preoccupanti (per il consumatore)? Wink
Citazione:
Basta riguardare la puntata di REPORT sulle micotossine del grano canadese e i loro legami con le improvvisamente esplose intolleranze alimentari verso questo cereale.

citare Report, che in piu' occasioni ha preso cantonate clamorose, e' darsi la zappa sui piedi... Smile

sarebbe come citare Grillo, che tra palle per lavatrice ed auto ad aria ne ha dette di stupidaggini (in mezzo a cose valide, ovviamente, ma sia Grillo che Report sono intrattenimento e non scienza, andiamoci piano a citarli come se fossero infallibili) Sad
Citazione:
Poi, non si sa perché, proprio oggi nella pagina del risto dedicata alla puntata è linkato un servizio sul traffico e gli incidenti stradali
sarà un caso!?!?!!?! link

no, non e' un caso, e' un evidente complotto dei Raeliani, meno male che l'hai scoperto Twisted Evil

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1661
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 17 Lug 2012 19:36    Oggetto: Rispondi citando

{osfor} ha scritto:
Visto che siamo sul web e dunque dobbiamo documentare..

ma quando mai? Shocked

siamo sul web quindi possiamo sparare le peggio cazzate e un fottilione di boccaloni se le berranno (vedi i gatti in bottiglia, per dire) Sad

se documenti sei un complottista che vuole nascondere la Verita' Rivelata... dalla vannamarchi di turno Very Happy

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ice}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Lug 2012 22:39    Oggetto: Rispondi citando

@ Gomez:
mai nessuno si è fatto ritegno dal citare Report in tribunale, eppure non hanno mai ricevuto nessuna condanna.
Il fatto stesso che un colosso come Barilla abbia preferito lasciare che la cosa si spegnessse piuttosto che chiarire tutto in tribunale è come un ammissione di colpevolezza.
O vuoi forse dirmi che economicamente Barilla non poteva permettersi una causa da 10 anni in tribunale?!?!?!?!
Top
{osfor}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Lug 2012 07:46    Oggetto: Rispondi citando

@gomez
hai ragione, anche perché volendo "documentare" nel web si trova tutto ed il suo contrario, quindi ognuno può portare acqua abbondante alle sue tesi...
in effetti nella fretta ho scritto "documentare", ma volendo scrivere un più modesto "linkare", inteso come lo "stile" con cui si scrive sul web: quando si cita qualcosa, lo si "linka". Questo è quello che volevo scrivere davvero ;-)
Sul resto, non avevo visto quella puntata di PresaDiretta (o non la ricordo), però non credo sia il caso di generalizzare: il problema muffa "può succedere" come può succedere di trovare un topo in una lattina. Lo so anche io che non dovrebbe succedere.. e comunque immagino che le lavorazioni industriali abbiano i "sistemi" per fare in modo di minimizzare queste cose, non foss'altro che diluendo il prodotto.. In ogni caso, non mischierei la questione "muffa" con quella "grano estero" che è tutta un'altra cosa. Il fatto che il grano sia estero, magari può essere una mezza truffa (se la pasta ti viene fatta passare comunque come italiana), ma non attenta di per sé alla salute.. inoltre (ho visto un pezzetto della puntata): quando Divella dice che ci sono grani esteri che vengono importati perché "servono" alle caratteristiche di cottura della pasta, per quel che ne so (e un po' ne so..) dice la verità. Varietà come ad esempio la Manitoba (a memoria) sono farine che migliorano le caratteristiche di tenuta della cottura. Non confondiamo quindi il grano duro estero di qualità, con i pomodori cinesi... non è che in Italia abbiamo tutti i migliori prodotti agricoli del mondo.. molti non sanno per es. che il Cile è uno dei maggiori produttori ortofrutticoli del mondo, e tra l'altro produce ottimi vini.
Top
{osfor}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Lug 2012 07:59    Oggetto: Rispondi

Vorrei integrare il mio precedente post.
Su una cosa non sono per niente d'accordo: quando nella puntata di Presa Diretta il direttore di Federalimentare, alla domanda, "cos'è allora il Made in Italy", risponde "per noi è la trasformazione industriale", la dice grossa! Cioè, lui dice (pro-domo-sua, ovviamente!), io posso prendere le materie prime da dove mi pare, ma siccome poi la lavorazione la faccio in Italia, quello è un prodotto "made in Italy": come se in un prodotto alimentare la parte più significativa fosse la trasformazione, e non il prodotto in sé (oddio, per la verità in parte è vero: non è che un pecorino richieda per forza l'uso di latte italiano, mentre un formaggio di malga richiede per forza che il latte sia dei pascoli della malga, altrimenti i suoi profumi da dove li prende?). Diciamo che è molto furba questa affermazione.. però è anche vera l'altra, e cioè che non è che tutti i prodotti agricoli italiani siano per forza i migliori.
D'altra parte è difficile pensare ad un "tranello" nei confronti di un consumatore quando per es. acquista un litro di olio extra vergine di oliva a 3 euro, potrà mai pensare che possa essere un prodotto italiano?.. magari l'importante è che sia "italiano DOP" quello che mi vendono come "italiano DOP" a 15 euro...
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Bufale e indagini antibufala Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi