Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Riflessioni sulla invasione radiofonica del #diciamo ...
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al caffe' dell'Olimpo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20570
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 27 Lug 2019 17:03    Oggetto: Riflessioni sulla invasione radiofonica del #diciamo ... Rispondi citando

Non so se ci avete fatto caso ma, ultimamente, in tivù e in radio, quando la gente parla e si esprime in lunghe e articolate argomentazioni, mostra di usare spessissimo, come intercalare, la parola "diciamo".
Queste espressioni linguistiche, diciamo, una volta inserite nella frase e nel flusso comunicativo, assumono, diciamo, l'aspetto di un pleonasmo spesso irritante e distraente.

Voglio dire che uno non ascolta più ciò che viene detto ma si sofferma irritato sul "diciamo" che continuamente spezza e unisce parti del discorso, provocando una sorta di risposta ossessivo-compulsiva nell'ascoltatore.
Chi ascolta finisce, diciamo, per rimanere vittima di una forma di attenzione ansiosa e ossessiva che impedirà di liberarsene a causa della sua imprevedibilità d'apparizione e si farà notare ogni volta che apparirà in un qualsiasi dialogo, generando, diciamo, una sorta di dipendenza molto perniciosa.

Un poco come nella tortura della "goccia" dove il condannato, legato e immobilizzato, viene sottoposto, diciamo, all'attesa snervante e terribile di una goccia che gli cadrà, diciamo, sulla testa.
E l'impossibilità di prevedere quando la goccia successiva arriverà, porterà, il malcapitato alla follia!

Quello che mi è stato dato di osservare, diciamo, nell'espressione verbalizzata di concetti complessi o anche, diciamo, solo banali, è l'emergere di questo intercalare che, diciamo, sta rendendo inascoltabile il fluire del discorso, imponendo all'ascoltatore, l'ossessiva attesa del "diciamo" che nessuno può prevedere quando, diciamo, arriverà.

Fateci caso: ascoltate qualche trasmissione "seria" dove il dialogo è prevalentemente non enfatico ma esplicativo di concetti complessi o anche semplici (vedi l'argomentare politico-ideologico molto, diciamo, in voga oggi) e nelle quali, i partecipanti, diciamo, si esprimono in risposta a domande o richieste di spiegazioni su argomenti, diciamo, di qualche interesse generale e perciò, diciamo, argomentazioni necessariamente organizzate, diciamo, in modo del tutto estemporaneo e perciò improvvisato.

L'improvvisazione, diciamo, comporta il recupero diretto e istantaneo di concetti che la mente tiene presente, diciamo, in forma marginale ma che possono, diciamo, momentaneamente sfuggire, diciamo, per ragioni di eccesso di input generati, diciamo, a causa di un sovraccarico cognitivo dovuto all'impegno consistente, diciamo, nel non perdere, diciamo, il filo del discorso.

E questo, diciamo, comporta delle pause non gestibili in termini, diciamo, di interruzione del parlato continuo ma, diciamo, immediatamente recuperate, diciamo, con l'uso di pleonasmi intervenuti, diciamo, nell'uso, diciamo, comune e corrente (vedi l'uso del "Da subito", apparso in una pubblicità televisiva e, diciamo, mai più uscito dall'uso corrente malgrado la sua sgradevolissima diciamo, ineleganza formale e linguistica), pleonasmi atti a, diciamo, non lasciare l'ascoltatore, diciamo, davanti a una pausa, diciamo, imbarazzante quanto indicatrice, diciamo, della scarsa, diciamo, padronanza diciamo del concetto che, diciamo, vorrebbe essere espresso, facendo così sospettare, diciamo, che, diciamo, colui che parla, diciamo, non sappia davvero cosa dire e vada, diciamo, cercando parole e concetti, diciamo, all'apparenza formalmente coerenti, diciamo, con il senso che, diciamo, si vorrebbe dare all'eloquio..

Ebbene, se siete riusciti ad arrivare fino in fondo a questo sproloquio, non proverei alcuno stupore nel caso in cui voi, amici e amiche mie carissime vi chiedereste: "Ma questo dannato bischeraccio, non era meglio, diciamo, se continuava a non postare niente per un altro po'?"
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 7961

MessaggioInviato: 28 Lug 2019 11:34    Oggetto: Rispondi citando

Diciamo che sembra che una cosa non sia stata detta da "noi". Bensì, diciamo, che sia stata detta da "altri".
Un bel modo, diciamo, per tagliare la corda, quando occorre!

PS: l'ho letto tutto, diciamo, che di senso ne ha... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
ciocca956
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 20/11/14 21:19
Messaggi: 2187
Residenza: EST VERONESE...ma Est eh!

MessaggioInviato: 28 Lug 2019 20:26    Oggetto: Rispondi citando

Sarà perchè noi veronesi siamo un po' all'antica diciamo, ma gli intercalari che vanno per la maggiore sono cazzi e bestemmie.
Non ho mai fatto caso di quanto diciamo si usa. Cercherò di prestare la dovuta attenzione anche se l'argomento, diciamolo pure, sembra aria fritta.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20570
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 03 Ott 2019 22:15    Oggetto: Rispondi

Ciocca956 ha scritto:
Sarà perchè noi veronesi siamo un po' all'antica diciamo, ma gli intercalari che vanno per la maggiore sono cazzi e bestemmie.
Non ho mai fatto caso di quanto diciamo si usa. Cercherò di prestare la dovuta attenzione anche se l'argomento, diciamolo pure, sembra aria fritta.

Beh in Toscana vi battiamo con le bestemmie.. con i cazzi non saprei, perché ciascuno ha il suo e le misure non contano più come un tempo.
Per quanto riguarda l'aria fritta io ci andrei piano. I mutamenti di costume non sono aria fritta e il fraseggio e il lessico di un'epoca è testimone e non solo risultante dei mutamenti in atto.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al caffe' dell'Olimpo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi