Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Partizione Ubuntu non visualizzata in Windows
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> *Ubuntu
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
giacinlui
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 22/02/11 01:02
Messaggi: 28

MessaggioInviato: 29 Mar 2011 18:31    Oggetto: Partizione Ubuntu non visualizzata in Windows Rispondi citando

salve a tutti...ho un problema...ho creato 2 partizioni e su una ho istallato windows e sull'altra ubuntu...il problema è che in windows non riesco a visualizzare la partizione di ubuntu e quindi a passare i file da una parte all'altra...potete aiutarmi? grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14256
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 29 Mar 2011 18:54    Oggetto: Rispondi citando

Da Ubuntu puoi vedere la partizione Windows, ma da Windows non puoi vedere la partizione Ubuntu. E' del tutto normale.

Puoi provare a installare questo driver:
Citazione:
Ext2Fsd is an ext2 file system driver for Windows (2k, XP, Vista and Win7). It’s a free software. Anyone can modify or distribute it under GPL2.

In teoria consente la lettura/scrittura dei filesystem ext2/ext3.

C'è anche ext2read che consente, invece, la sola lettura dei filesystems ext2/ext3/ext4.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8498
Residenza: All'inferno.

MessaggioInviato: 29 Mar 2011 20:04    Oggetto: Re: Partizione Ubuntu non visualizzata in Windows Rispondi citando

giacinlui ha scritto:
il problema è che in windows non riesco a visualizzare la partizione di ubuntu

mmhm... Think bdo, non sarà a causa di qualche viruz?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14256
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 29 Mar 2011 21:57    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Dan, Ciao

no, è del tutto normale. Wink
Winzozz non riconosce le partizioni diverse da FAT, FAT16, FAT32, NTFS.
Per poter leggere/scrivere le partizioni di Linux, è necessario installare un driver apposito.

Discorso diverso se si installa Windows in una macchina virtuale sotto linux e si condivide una cartella da linux. Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12690
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 30 Mar 2011 00:27    Oggetto: Rispondi citando

Non ho mai avuto necessità di utilizzare i driver Ext2Fsd ma qua e là in rete ho letto recensioni non molto favorevoli.
Istintivamente, preferirei Ext2read proprio perché permette a Windows soltanto di leggere le partizioni con file system Linux, ma non di scriverle.

@ giacinlui
se tu non avessi un'enorme quantità di dati da trasferire, l'utilizzo di una memoria USB o di un hard disk esterno potrebbe risolvere il problema, soprattutto se non hai necessità di spostare i dati molto frequentemente.
La soluzione definitiva, molto più pratica, sarebbe la creazione di una terza partizione, formattata FAT32 o NTFS (file system che Ubuntu legge e scrive senza difficoltà), da usare per salvare tutti i dati che prevedi avrai necessità di recuperare sia da Windows sia da Ubuntu.
Top
Profilo Invia messaggio privato
giacinlui
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 22/02/11 01:02
Messaggi: 28

MessaggioInviato: 30 Mar 2011 08:57    Oggetto: Rispondi citando

bdoriano ha scritto:
Da Ubuntu puoi vedere la partizione Windows, ma da Windows non puoi vedere la partizione Ubuntu. E' del tutto normale.

Puoi provare a installare questo driver:
Citazione:
Ext2Fsd is an ext2 file system driver for Windows (2k, XP, Vista and Win7). It’s a free software. Anyone can modify or distribute it under GPL2.

In teoria consente la lettura/scrittura dei filesystem ext2/ext3.

C'è anche ext2read che consente, invece, la sola lettura dei filesystems ext2/ext3/ext4.


Intanto grazie per la risposta, ma perchè anabasi dice che è sconsigliata una cosa del genere? comunque lo istallo grazie Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14256
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 30 Mar 2011 11:58    Oggetto: Rispondi citando

Proprio perché la scrittura su un altro file system è un'operazione abbastanza critica.
Mentre da Linux non esistono problemi sulla scrittura in NTFS/FAT... da Windows non si ha la certezza che la scrittura in ext2/ext3/ext4 sia senza problemi.

Sono programmi che, personalmente, non ho mai utilizzato.
Ho provato solo una volta (parecchio tempo fa) un driver per la lettura dei dati ext2 da Windows e non aveva funzionato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
giacinlui
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 22/02/11 01:02
Messaggi: 28

MessaggioInviato: 31 Mar 2011 14:27    Oggetto: Rispondi citando

bdoriano ha scritto:
Proprio perché la scrittura su un altro file system è un'operazione abbastanza critica.
Mentre da Linux non esistono problemi sulla scrittura in NTFS/FAT... da Windows non si ha la certezza che la scrittura in ext2/ext3/ext4 sia senza problemi.

Sono programmi che, personalmente, non ho mai utilizzato.
Ho provato solo una volta (parecchio tempo fa) un driver per la lettura dei dati ext2 da Windows e non aveva funzionato.


uhm...mi state preoccupando...comunque appena ho tempo provo io e vi faccio sapere...ma c'è qualche altro metodo? magari più sicuro...non so...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8498
Residenza: All'inferno.

MessaggioInviato: 31 Mar 2011 14:54    Oggetto: Rispondi citando

giacinlui ha scritto:
ma c'è qualche altro metodo? magari più sicuro...non so...

No, non c'è...

A parte la mia battuta scherzosa sopra, se sei entrato nel mondo del dual boot devi anche entrare nell'ottica che Linux vede le partizioni Windows, ma Windows non vede le partizioni Linux.
Tutti noi che utilizziamo il dual boot abbiamo una partizione in Fat32 o NTFS, (ma meglio Fat32) che serve per condividere i dati con entrambi i sistemi operativi.


E concordo con Anabasi e Bdoriano: so per certo che c'è anche chi ha fatto danno con il driver Ext2Fsd... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
MK66
Moderatore Sistemi Operativi
Moderatore Sistemi Operativi


Registrato: 17/10/06 22:24
Messaggi: 8453
Residenza: dentro una cassa sotto 3 metri di terra...

MessaggioInviato: 31 Mar 2011 23:06    Oggetto: Rispondi citando

Scusate se mi intrometto, ma personalmente io eviterei di usare Ext2Fsd, che ci si mette veramente un attimo a mandare a $donnine_allegre sia Linux ma anche Windows stesso (basta farsi un giretto in /boot e giocherellare con i file di Grub, e poi in quel computer rischi di non far partire più niente, se non sei pratico di CD Live o non hai a disposizione SuperGrub e SystemRescueCD...) Help

La cosa più semplice, sicura e immediata è proprio quella di creare una partizione per i dati da usare con Windows (anche in NTFS, non c'è problema) e montarla automaticamente all'avvio di Ubuntu, così che i dati possano essere visti e gestiti anche da Linux.
E' la cosa più semplice e sicura, veramente.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
giacinlui
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 22/02/11 01:02
Messaggi: 28

MessaggioInviato: 01 Apr 2011 18:40    Oggetto: Rispondi citando

Danielix ha scritto:
giacinlui ha scritto:
ma c'è qualche altro metodo? magari più sicuro...non so...

No, non c'è...

A parte la mia battuta scherzosa sopra, se sei entrato nel mondo del dual boot devi anche entrare nell'ottica che Linux vede le partizioni Windows, ma Windows non vede le partizioni Linux.
Tutti noi che utilizziamo il dual boot abbiamo una partizione in Fat32 o NTFS, (ma meglio Fat32) che serve per condividere i dati con entrambi i sistemi operativi.


E concordo con Anabasi e Bdoriano: so per certo che c'è anche chi ha fatto danno con il driver Ext2Fsd... Wink


E quindi? devo riformattare? non ho capito scusa è la prima volta che faccio le partizioni con 2 sistemi operativi...non sonoi pratico
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14256
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 01 Apr 2011 19:37    Oggetto: Rispondi citando

Tranquillo, non devi riformattare nulla. Wink
Ridimensioni le partizioni già esistenti e ne crei una nuova in FAT32 su cui salverai i files "comuni" (cioé raggiungibili sia da Linux che da Windows).
Per questa operazione, puoi utilizzare gparted da Ubuntu o uno dei seguenti da Windows:
EASEUS Partition Master Home
Paragon Partition Manager Free Edition
Partition Wizard Home Edition
Top
Profilo Invia messaggio privato
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12690
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 01 Apr 2011 23:42    Oggetto: Rispondi citando

Ciao

A proposito di ridurre una delle partizioni esistenti per crearne una nuova:

  • Che dimensioni hanno le due partizioni?
  • Ubuntu come le "vede"? Come sda1 (Windows) e sda2 (Ubuntu)?
  • Sei sicuro di avere soltanto due partizioni? Ubuntu, durante l'installazione, non ha creato anche una partizione per swap?
  • Il PC è da tavolo o un portatile (con partizione nascosta di recupero per Windows)?
  • Quale Windows è installato in dual boot con Ubuntu?
  • La nuova partizione in cui salverai i dati dovrà contenere files più grandi di 4 GB?


Con Ubuntu potresti dare, da terminale, il seguente comando e copiare-incollare in un post le informazioni che otterrai?
Codice:

sudo fdisk -l

L'ultimo carattere è una "elle" minuscola.
Ubuntu ti chiederà la password: digitala e premi "Invio".
Top
Profilo Invia messaggio privato
giacinlui
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 22/02/11 01:02
Messaggi: 28

MessaggioInviato: 04 Apr 2011 11:55    Oggetto: Rispondi citando

bdoriano ha scritto:
Tranquillo, non devi riformattare nulla. Wink
Ridimensioni le partizioni già esistenti e ne crei una nuova in FAT32 su cui salverai i files "comuni" (cioé raggiungibili sia da Linux che da Windows).
Per questa operazione, puoi utilizzare gparted da Ubuntu o uno dei seguenti da Windows:
EASEUS Partition Master Home
Paragon Partition Manager Free Edition
Partition Wizard Home Edition


PArtition magic va bene da windows? sai in linux sto ancora un pò basso livello Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14256
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 04 Apr 2011 13:39    Oggetto: Rispondi citando

Si Partition Magic va bene da Windows.
Tieni conto, comunque, che anche gparted ha un'interfaccia visuale ed è facilmente utilizzabile. Wink

Un consiglio, se è la prima volta che fai un'operazione simile, ti conviene fare prima un backup del disco.
Top
Profilo Invia messaggio privato
giacinlui
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 22/02/11 01:02
Messaggi: 28

MessaggioInviato: 05 Apr 2011 12:36    Oggetto: Rispondi

bdoriano ha scritto:
Si Partition Magic va bene da Windows.
Tieni conto, comunque, che anche gparted ha un'interfaccia visuale ed è facilmente utilizzabile. Wink

Un consiglio, se è la prima volta che fai un'operazione simile, ti conviene fare prima un backup del disco.


ok grazie per il consiglio Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> *Ubuntu Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi