Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Perché gli uomini tradiscono? E le donne no? Sicuri?
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
spikexx84
Dio minore
Dio minore


Registrato: 15/09/09 08:58
Messaggi: 718
Residenza: Darfo Boario Terme (BS)

MessaggioInviato: 16 Mar 2010 11:54    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
Boh...io credo che l'AMORE non esista.
E che gli essere umani siano fondamentalmente ipocriti.

Alla fine ognuno pensa sempre e solo a se stesso...


Weeps Weeps Weeps Weeps Weeps Weeps

Io non ne sono sicuro, diciamo che è molto difficile da trovare dai, non ho parole per descrivere l'amore, ma mi viene in mente un film che ho rivisto poco tempo fa "Una settimana da Dio", occhio che spoilero

Citazione:
Quando alla fine il protagonista prega che sua moglie possa essere felice, anche con un altro uomo, non prega di riaverla ("Alla fine ognuno pensa sempre e solo a se stesso...") prega solo di vederla felice


Ecco questo è il mio concetto di amore vero totale e assoluto, la gelosia, il possesso devono essere solo effetti collaterali il più controllati possibili, magari addirittura assenti (fantascienza), certo pensare che questo tipo di amore esiste nel 10 % delle coppie da entrambe le parti è ottimismo sfacciato, un pò come pensare che Berlusconi sia onesto.....

Se per Amore intendiamo e vogliamo questo, io credo che la prima domanda da farci è se siamo in grado noi di dare questo Amore? Se la risposta è si dobbiamo avere il gran c*l* di trovare un'altra persona capace di fare questa cosa e non ultimo che noi ci innamoriamo di quella persona e lei di noi.......
Ok proviamo a fare una proezione statistica delle possibilità e...... no è meglio di no, troppo deprimente.

È ovvio che in una coppia dove c'è questo tipo di amore il tradimento non è nemmeno lontanamente contemplato, non passa nemmeno per la lontana anticamera del cervello, perchè quandanche per un qualche assurdo motivo dovessimo esser tentati, l'idea di ferire la persona che tanto amiamo, o di non poter più essere noi stessi (perchè ci dobbiamo nascondere) con lei, sia una cosa talmente atroce da non poter essere presa in considerazione (o che bello ho guadagnato 5 euro, ma ne ho persi 5.000.000), se poi per un qualche ASSURDISSIMO motivo fossimo disposti a pagare anche questo prezzo allora e solo allora entrerebbe in campo la correttezza o il cosidetto "patto", ma (son daccordo con Danielix qui) non c'è quello che possiamo chiamare Amore con la A maiuscola.

@Dan
Non credevo di dirtelo, ma sei persino più estremista di me, cazzo guarda che non è facile, io credo (magari sbaglio) di aver capito alla perfezione sia il tuo pensiero, che i tuoi interventi, ma credo che quello di cui tu parli sia quasi utopia, è irrealistico, la specie umana si sarebbe estinta (oppure avrebbero dovuto fare figli senza una famiglia alle spalle) se le coppie stessero insieme solo quando soddisfano i criteri che tu hai messo (bellissimi e giustissimi per l'amor di dio, ma stai quasi parlando di assoluta perfezione)

Danielix ha scritto:
Uomini e donne che non si amano non dovrebbero portare avanti una relazione. Oppure si, e si tradiscono. Cornuti contenti.


Io sono dell'idea invece che:

Oppure si e fanno quello che possono per far funzionare la loro relazione al meglio delle loro capacità, per non ferire la persona con cui vorrebbero passare il resto dei propri giorni, per essere il più possibile se stessi e lasciare che anche la persona che è con loro lo sia, per camminare sempre il più possibile fianco a fianco e non uno davanti uno dietro, per fare tutte quelle cose che fanno in modo che una relazione funzioni davvero, il tempo poi può far nascere lo stesso dei bellissimi sentimenti, che magari non bruceranno come quello che tu consideri "amore vero", ma fanno un gran bel caldino lo stesso e piuttosto che aver freddo......

Mi fa sempre molto piacere confrontarmi con te su queste cose, attendo anchio con ansia una tua risposta

Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 16 Mar 2010 14:52    Oggetto: Rispondi citando

Danielix ha scritto:
Uomini e donne che non si amano non dovrebbero portare avanti una relazione. Oppure si, e si tradiscono. Cornuti contenti.


Mi spiace socio ma se insisti in questa direzione, sono costretto a replicare Twisted Evil

Non credo ai miei occhi .. ma hai sbattuto la testa contro un iceberg con tutto il Titanic o cosa? Shocked

Dai .. cornuti e contenti è una cosa da film alla banfi, ma che cazzo vuol dire? Rolling Eyes
E anche se la facciamo passare stà cazzata, che problemi hai tu? Da quel che ne so io, non sei cornuto ...
ma nemmeno contento allora? Think

Ma volevo chiederti, perchè, secondo te, uomini e donne che non si amano, non dovrebbero portare avanti una relazione?
Io conosco un pò di coppie che stanno insieme da tanti anni, si vogliono un sacco di bene, non si dividerebbero manco morti e guai a chi, parla ad uno dei due, male dell'altro ...
Eppure non si amano più (come dici tu) o forse è meglio dire che si amano in un modo che stà bene a loro e forse è più grande anche del fatto delle corna (azz che fantasia..)
ognuno di loro, fà i fatti suoi, va a letto con gli pare ma, ripeto, guai a chi gli "tocca" il marito/moglie, ti fai un nemico all'istante e per sempre.
Perchè mescolare l'amore per una persona con un fatto solo di sesso e corna,
secondo me non c'entra un casso se fra due persone che accettano di portare avanti così la loro relazione, il dire ch'è meglio non farlo ...
Insomma, l'amore è una cosa grande, immensa e complessa e ognuno la vive a suo modo, nessuno ha la verità assoluta in tasca.

Citazione:
Oppure si, e si tradiscono. Cornuti contenti.

Questa poi, potevi evitartela eh ... è una cagata macroscopica! Smack

PS. ma ti sei convertito ai moralisti bacchettoni? Umpf
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 16 Mar 2010 15:52    Oggetto: Rispondi citando

...E se ci stesse prendendo per il culo? Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 16 Mar 2010 15:55    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:
...E se ci stesse prendendo per il culo? Rolling Eyes

Io me lo auguro ... per lui! Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 00:28    Oggetto: Rispondi citando

Silent ha scritto:
...E se ci stesse prendendo per il culo? Rolling Eyes

Non mi passa neppure per l'anticamera del cervello, per dirla alla Lino Banfi.
Ci sono argomenti dove scherzo malvolentieri... (ma ci scherzo, sia chiaro! Mr. Green )


Silent Runner ha scritto:
[...] confesso che ho preferito il "sottilmente presentato" ma la domanda, le domande di Kevin le sposo tutte, voglio solo capire. Think

Popcorn
kevin ha scritto:
[...] se non ho capito qualcosa, perdonami ma te l'ho chiesto per due motivi precisi, uno è perchè penso che potevo permettermelo e l'altro, più importante ancora, è per capire meglio cosa cavolo volevi dire.

Certo che entrambi... mi state mettendo alle strette... Phew
Specialmente il Popcorn di Silent mette un po' d'angoscia... Laughing

Diciamo subito che... ho la sensazione che ci sia stata una serie di fraintendimenti sparsi: ho come l'impressione di aver detto determinate cose ma le ho scritte in maniera errata da indurre a pensarne altre...
Non so, è una sensazione, potrei sbagliarmi... Think

Bene: vediamo di chiarirle serenamente, con un multiquote che mi fa rimpiangere i bei tempi in cui non avevo mai neppure visto da vicino un computer, e le discussioni erano di una semplicità estrema poiché l'interlocutore ce l'avevi davanti e usavi la bocca per spiegarti, non le dita...

E proverò a farlo usando un linguaggio semplice altrimenti poi gli amici mi accusano di non comprendere del tutto ciò che scrivo...



Silent ha scritto:
Amico, ti fai condizionare dalle parole? Patto? Contratto? Perché ti hanno colpito tanto?

No, e dovresti saperlo, mio caro amico: colpiscono gli altri.
Non mi faccio condizionare dalle parole, mai, specialmente quando conosco bene i fatti.
Le parole mi servono in un mondo di ottusi (ve ne sono miliardi, e sparsi ovunque, naturalmente anche qui: ZN non ha purtroppo un filtro efficace) ai quali occorre spiegare le cose come ai bambini, usando esempi anche sciocchi e puerili.
Non mi hanno "colpito" affatto, amico mio, tutto il contrario: lì, in quel post, stavo solo facendo la buffa constatazione di come entrambi avessimo impiegato gli stessi termini arbitrari per poter mettere in parole semplici ciò che semplice non è. Tutto qua.
In sostanza: ero d'accordo con te Razz


Silent ha scritto:
Io inoltre ritengo che, avere un'opinione, comporti che l'opinione condizioni il mio modo di pensare.

Non ho niente da insegnare, le verità assolute mi fanno una brutta impressione. Esprimo le mie opinioni per liberarmene e guardarle dall'esterno. Questo mi permette di pensare anche quando ho già una opinione pronta, ben radicata.

E qui mi pare che facciamo un salto all'indietro, credo, sul mio striminzito post precedente, riguardo "l'inopinabiltà" di quanto avevo scritto.
Ma... ma... era sciocchino... irrilevante... Think
Vabbuò:
la ribadisco. Con forza. Strafottendomene delle eventuali critiche: m'importa una beata del giudizio di umani rilevanti, figuriamoci di molecole di carbonio irrilevanti...
E la estendo a tutto il l'intero cosmo che circonda questo piccolo, insignificante mammifero presuntuoso antropocentrico che crede di poter stabilire meglio di una mucca perché mangia, fa la cacca, o scopa, e opinarci sopra.
Silent, tu sai bene che nulla è "realmente" opinabile (ma com'è che te lo devo ricordare così spesso?!), giacché opinare sui piani di madre natura è come giocare a "Indovina a cosa sto pensando?": può essere divertente, quando non si ha un cazzo da fare, ma non lo si può considerare un gioco "serio".

Come ben sai, le "opinioni" non esistono: esistono i fatti.
Quando non li conosciamo diamo una nostra personale interpretazione degli stessi (quasi sempre errata, e che tecnicamente si chiama "impostura inconscia") e la chiamiamo "opinione".
"Io credo che il cielo sia blu perché..." è un'argomentazione che va bene applicata a un bambino, o a un cane, o una scimmia, non a un esemplare adulto della razza umana che ha a disposizione... Wikipedia per imparare il vero e unico, inopinabile perché: o lo sai, o non lo sai, punto.

Tu, che come me hai studiato un po' di antropologia, biologia e chimica, sai bene che iniziare un discorso con "Io credo che i partiti di sinistra siano...", è la stessa identica cosa che iniziarlo dicendo "Io credo che il cielo sia blu perché...", poiché presuppone una misconoscenza dei fatti: nel primo caso quelli nascosti tra le pieghe del tuo retaggio culturale, o nicchia ambientale, nella tua infanzia, nelle tue amicizie... addirittura nel quartiere dove abiti; nel secondo caso quelli non così tanto nascosti anche in un libro di scuola elementare.
Ma sempre di scienza trattasi. Che sia il Berlusca, il sesso, l'amore, la squadra di calcio, il patriottismo... poco importa.

Nel primo esempio, però, tale ignoranza è ampiamente giustificata, e legittima quindi l'asserzione che ne scaturisce - che viene chiamata "opinione".
E cazzo: di qualcosa dovranno pur parlare gli umani visto che purtroppo tutti gli esemplari hanno il dono della parola!

Se poi si è studiato anche un po' di sociologia (anzi: basta aver vissuto) e si è quindi coscienti di tutte le sovrastrutture (di ordine morale, etico, etc...) che l'animale umano grazie/a causa del suo intelletto si è "inventato" di sana pianta per "regolamentare" i suoi comportamenti pur sempre animali (ma soprattutto rinnegarli, è solo questo che disgusta), e darne anche una spiegazione arbitraria che - qui è il buffo! - varia pure da individuo a individuo!, allora non si può benignamente non chiudere un occhio e "lasciare che facciano" e addirittura calarsi negli stessi panni ed entrare nell'ineluttabile "gioco" (anche perché altrimenti non resterebbe che la fuga, e lo sai...).

Parole al vento, lo so, ma ti rammento con gli occhi amichevolmente truci (tipo... così: Eh? ) che sei tu ad avermi re-insegnato in questi due anni (direi "obbligato", con le tue dolci, inconfutabili argomentazioni) a "spargere semini" e pazienza se il vento li spazzerà tutti via e ne resterà uno solo a germogliare. (Hai anche usato le metafore "cercatori di pagliuzze d'oro" e "cercatori di pepite"...)
Quando ti ho conosciuto ero ormai arroccato da seicento anni sulle mie solide posizioni di misantropo "zaratustrico", che dopo dieci/dodici vite vissute intensamente aveva decretato che non valeva più la pena sprecar tempo con questa razza animale arrogante e antropocentrica di cui auspicava l'estinzione a favore del panda (seppur animale inutile, meglio il cane).
Non avevo neppure vent'anni quando in un mio piccolo saggetto scrivevo (in risposta al noto aforisma): "Capisco che bisogna amare l'uomo come la campagna, nonostante il fango, ma è per questo che amo il Mare: lì non c'è fango." (M.R.).
Anche se fino qualche tempo prima (forse 17, 18 anni) scrivevo: "Occorre imparare la lingua degli uomini se vuoi aiutarli davvero a disimpararla" (M.R. - che sono io nei contesti letterari)

E guarda che genere di post riesci a farmi fare, brutta carogna abile... Umpf
(Tra l'altro OT... Sad )



kevin ha scritto:
Io invece ho seguito il 3D in silenzio e adesso volevo chiedere una cosa al mio amico dan, [...] e siccome siamo amici, mi piace dire cosa capisco e cosa no ... se non lo si fà fra di noi, allora chi deve farlo?
[...]
mi chiedevo, perchè dici che hai letto un sacco di boiate? [...] e se gli altri pensassero che le boiate le dici tu?

Giusto perché siamo amici abbiamo parlato in pvt al riguardo, e qui in pubblico ti faccio solo notare che non ho mai detto di aver letto "un sacco di boiate", bensì solo "ho letto boiate", che è ben differente, concorderai...

La seconda domanda mi stupisce che tu perda il tempo a porla: chiaramente a qualcuno possono sembrare boiate ciò che dico!! E ci mancherebbe altro!!
Semmai la sostanza è che a me... non me ne può fottere di meno! Razz
Rispetto all'accanimento che talvolta vedo in taluni nel portare avanti le loro argomentazioni all'incessante inseguimento di approvazione... a me non frega una beata mazza dell'altrui approvazione, né sul Web né nel reale, non puoi immaginare quanto!
Non c'è una, dico una sola altra persona sull'intero pianeta di cui mi interessi sapere cosa pensa di quel che dico, né tantomeno la sua approvazione, per me totalmente irrilevante.
Un solo mammifero bipede è riuscito misteriosamente a farmelo percepire rilevante, e l'ho sposato.



kevin ha scritto:
io credo che ognuno ha il suo pensiero e il suo modo di vivere e di concepire le cose

Grazie alle considerazioni fatte a Silent sul "pensiero/opinione", che hai letto anche tu, hai avuto una mia parziale risposta indiretta.
Posso aggiungerti che "ognuno ha il suo pensiero" finché non delira palesemente, altrimenti anche Hitler "aveva semplicemente il suo pensiero" su certi temi, e non vedo perché criticarlo... Rolling Eyes
Evidentemente esisterà un metro di misura, no? Che poi non lo si conosca, o meglio, ce ne si inventi uno proprio, di comodo, è un altro paio di maniche...
Il metro di misura è semplicemente... l'inopinabile scienza.

kevin ha scritto:
perchè se uno o più, non la pensano come te, devi dire che sono boiate?

Perché lo fai anche tu! Very Happy
Se qualcuno qui scrive serissimo che secondo lui la fedeltà deriva da ciò che si è soliti mangiare, e che i vegetariani infatti tradiscono di meno, tu gli rispondi "boiate!", solo perché non la pensa come te...
Se uno esprime un'opinione che va oggettivamente contro i fatti, gli si risponde (se si ha voglia di perder tempo): "Per favore, non dire boiate!".
Io non ho opinioni, Kev, mai avute: vi sono cose che so, e cose che non so. Sulle prime apro la bocca (sempre per colpa di Silent, comunque), sulle seconde sto muto, zitto, per evitare di dire boiate.

Ti ho risposto, però devo farti notare che non ho mai detto a qualcuno "non dire boiate" (proprio perché non ho voglia di perder tempo), bensì che mi sono solo disinteressato del topic, che sarà pure un mio diritto, no? Wink


Kevin ha scritto:
altra cosa eh ... qui dici di nuovo:
Citazione:
Ma a qualcuno conviene metterlo in discussione...

e io ti chiedo: ma perchè parli di convenienza?
e poi ancora: scusa ma, se qui siamo in forum dove non si può far altro che parlare e discutere, perchè non dovrebbe metterlo in discussione?

E io continuo a pensare che erano belli i tempi in cui tra amici si parlava con la bocca, guardandosi in faccia seduti in un baretto malfamato con una birra in mano, e 'sti fraintendimenti non esistevano...
Con "metterlo in discussione" non intendevo dire "farne oggetto di discussione", ma significava che a qualcuno "conviene" far passare per lecito il tradimento, anche qualora vi sia amore.
E questo per continuare a lasciarsi aperta a proprio beneficio (e a quello di tutti i maski) la porta al tradimento "legittimato", innanzitutto dalla propria coscienza.
Guarda caso sono i maskietti che ci tengono tanto a "mettere in discussione" l'assunto che non ci si può amare e tradire comunque, e giù con un sacco di... boiate, a supporto.
Non sembra che le nostre amabili rappresentanti del sesso femminile siano così d'accordo... Rolling Eyes
(Eeeeh... il maschio è "cacciatore"... Lasciateci in pace, non rompete il cazzo e le tradizioni...)

Spikexx, come sempre, fa eccezione, cogliendo l'ovvietà dove questa c'è, e argomentando invece su aspetti più... (facciamo finta) opinabili:
spikexx ha scritto:
È ovvio che in una coppia dove c'è questo tipo di amore il tradimento non è nemmeno lontanamente contemplato...

Ha scritto "è ovvio", e ha appena 25 anni... Think

E coglie perfettamente ciò che intendo far notare (che sono fatti, e non "opinioni"): se in una coppia uno dei due tradisce, qualcosa che non va in quella coppia c'è.
Non è discutibile.
Non perché lo dice Danielix, che è un coglione, ma perchè... è così. Sono fatti. E sono complessi da esporre.
Mi frega nulla che qualcuno la consideri solo una mia "opinione", e magari sbagliata, o una boiata. Me ne sbatto allegramente i coglioni: non ci tornerò sù, puoi contarci.
Anche perché l'eventuale qualcuno lo fa per non sentirsi delegittimata la sua necessità di tradire, senza sapere che non è neppure necessario...

Dico "non è neppure necessario" perché tradire all'interno di una coppia dove non ci si ama più (ma si rimane insieme per svariati motivi), è quasi... legittimo, e se ne comprendono perfettamente le ragioni (ho un lungo matrimonio fallito alle spalle, e le ramificazioni ossee sulla testa della mia ex sono vere e proprie impalcature, ma anche io ne porto fiero in giro qualcuna, senza alcun rancore: non ci si amava più da anni... Che ti aspettavi?).
Diverso è il caso di chi si ostina a tentare di legittimare il tradimento pur dichiarando di amare: rispondo: "Boiate, non conosci neppure vagamente il significato di "amare", e non mi frega nulla della replica...
Lo ripeto: "e non mi fotte nulla della replica"...

kevin ha scritto:
Danielix ha scritto:
Uomini e donne che non si amano non dovrebbero portare avanti una relazione. Oppure si, e si tradiscono. Cornuti contenti.

Non credo ai miei occhi .. ma hai sbattuto la testa contro un iceberg con tutto il Titanic o cosa? Shocked
Dai .. cornuti e contenti è una cosa da film alla banfi, ma che cazzo vuol dire?

Semplicissimo, ma forse anche qui è un problema d'interpretazione: voglio dire più o meno ciò che ho già espresso sopra: se una coppia rimane insieme pur non amandosi (e le varie, eventuali ragioni che tu porti come esempio - pur non condividendo nella maniera più assoluta - le accetto volentieri, tant'è che va così il mondo, e lo so bene), ci saranno altissime probabilità (legittime) di tradimento da parte di uno dei due o di entrambi. E "cornuti e contenti", se vogliamo mettere da parte Lino banfi, significava solo: "contenti loro"...
Qui è chiaro che entriamo nel campo della soggettività: se a qualcuno garba saper di esser cornuto, e preferisce rimanerlo pur di non separarsi per ragioni pratiche... beh... il "cornuto e contento" ci stava, in veste di "contento lui"...
Io, di rimanere sotto lo stesso tetto (e nello stesso letto), con una "finta-moglie" che ha appena finito di scoparsi l'amante, con il quale si presume che condivida non solo il sesso, ma anche affetto, gioie, emozioni... 'nze ne parla proprio, amico mio, manco di striscio...

Per quanto riguarda invece la prima parte del quote sopra (non quoto la tua replica, ma non è necessario, è appena sopra), cioè la frase che mi contesti "Uomini e donne che non si amano non dovrebbero portare avanti una relazione", beh, certo che in fondo è soggettivo, infatti ho scritto "non dovrebbero", non era un dogma...

Io non lo farei... - e non l'ho fatto, pur avendo in mezzo figli piccoli (che per fortuna ho avuto in totale affidamento io, con perdita della patria podestà da parte della madre e obbligo di pagarmi pure gli alimenti Mr. Green ...E il giudice era donna, e mamma... ok! E il mio avvocato pure... Rolling Eyes ) e altri immensi casini vari... Ma non è un topic a me dedicato...
Assegno un valore di una portata immane alla parola amore e alla convivenza con una donna, per poter anche immaginare di convivere con una che non ami sul serio e con la quale non si crei spontaneamente una fusione totale, sia di interessi che di emozioni, di obiettivi, di valori, di humor, di scelte educative per quanto riguarda gli eventuali figli... e chi più ne ha più ne metta.
Lo percepirei solo come un immenso fastidio, vista anche la mia forte componente d'individualità: io non riesco a dividere una stanza per una notte con un altro essere umano, e manco una settimana con mia sorella, figuriamoci l'intera casa e l'intera vita con un... "altro"... Maronna 'ro Carmine! Mi fa rabbrividire... Razz

Un esempio babbo per strapparti un sorriso misto a uno spunto di riflessione?
Ah, come ricordo bene la rabbia interiore che mi ribolliva dentro già solo quando mi occorreva un mestolo e non lo trovavo per il modo bizzarro (a mio vedere) di tener la cucina della mia ex-moglie...!
Ah, come conosco bene quel sorriso pieno d'amore che mi suscita trovare la mia cassetta dei ferri totalmente scombussolata dalla mia attuale compagna di vita che doveva aggiustare la bici del figlio, e com'è divertente che la cosa finisca a cuscinate nel letto...!
(Bè, è finita che le ho comprato la sua personale, come regalo di anniversario, e non l'ho mai vista così felice... Rolling Eyes )

Ma è chiaro che se a qualcuno piace portare avanti un'esistenza fatta di continui ribollimenti tra i denti, non detti, e di continui battibecchi su cosa devono o non devono mangiare i figli, solo per mantenere la comodità di aver qualcuno che gli cucini e gli faccia i piatti... beh, faccia un po' quel che gli pare, hai ragione, non è affar mio...

L'importante è che quest'eventuale costui non si faccia ingannare dal "personaggio" Danielix che si è eventualmente autocostruito: quello nel reale deve ogni giorno badare - in concreto e attivamente - a un branco di sei umani + un cane, e che in tempi andati ha dovuto badare da solo a due bimbi con tutti i loro pannolini, Fissan, stelline al pomodoro sputate in faccia, passeggini e biberon, e al contempo a una barca e al meteo...
Oh, quello non scrive in queste zone per protagonismo o convenienza: è che Silent gli ha rotto il cazzo ri-convincendolo che la "comunicazione" possa servire a qualcosa...
Mah... se lo dice lui...
Quello stava così bene al Caffè a cazzeggiare soltanto, giusto per scaricarsi un po' ...




Proserpina ha scritto:
Sarebbe bello pensare che fosse come dite...ma l'amore che descrivi Dan è un IDEALE.

No, dal momento che io lo vivo sulla mia pelle, da 11 lunghi anni, con un incremento progressivo, e conosco... Think ...altre due coppie nel mondo che lo vivono sulla loro pelle...
spikexx ha scritto:
@Dan
Non credevo di dirtelo, ma sei persino più estremista di me, cazzo guarda che non è facile, io credo (magari sbaglio) di aver capito alla perfezione sia il tuo pensiero, che i tuoi interventi, ma credo che quello di cui tu parli sia quasi utopia, è irrealistico...

No, dal momento che io lo vivo sulla mia pelle, da 11 lunghi anni, con un incremento progressivo, e conosco... Think ...altre due coppie nel mondo che lo vivono sulla loro pelle...

E non contare troppo sull' "aver capito alla perfezione il mio pensiero", visto che di "pensiero" non si tratta ma di fatti... Wink


spikexx ha scritto:
[...] se le coppie stessero insieme solo quando soddisfano i criteri che tu hai messo [...]

Spike, io non ho "messo alcun criterio", non sono Madre Natura: è lei che ha messo questa possibilità in campo umano...
Io ho solo cercato di dire "cos'è", "com'è", "come funziona". Ho cercato di spiegare i colori a un cieco, ma i colori non li ho inventati né stabiliti io... Wink


spikexx ha scritto:
(bellissimi e giustissimi per l'amor di dio, ma stai quasi parlando di assoluta perfezione)

Si, botta di culo chiamasi, hai perfettamente ragione. Smile
Ma per me ciò che conta (chissà perché, poi... Sempre colpa di Silent è) è che non si scambi una cosa per un'altra, e che non si leggano siffatte botte di pessimismo:
Proserpina ha scritto:
Boh...io credo che l'AMORE non esista.

Suvvia Prose...
Momentaccio? Very Happy

Proserpina ha scritto:
La maggior parte delle coppie fatica a sopportarsi...sta insieme per convenienza, abitudine, paura del futuro.

La maggior parte delle coppie si soffoca a vicenda...

Decisamente si!
E mente. A sé stessa e agli altri. Nel reale e nei forum.
Che orrore... Incupito

Proserpina ha scritto:
E sentire che la fedeltà è un patto...beh..direi allora contratto volto a tutelare il nucleo familiare.

Prose, io stavo dalla tua parte, ricordi? Ho ben detto in coro con te che la fedeltà è un sentimento "spontaneo" quando si ama sul serio. E credo tu abbia capito come io l'abbia pure sperimentato sorpreso e scioccato sulla mia pelle di... eehm... "serio estimatore di gnocca in genere purché respirante", oltre che poterlo asserire con altre argomentazioni molto più "tecniche"...
Se ho usato il termine "patto", o "contratto", era solo per ribadire che anche qualora questa dovesse "misteriosamente" mancare, sarebbe comunque dovuta, per tacita convenzione umana, a unanime parere condivisa. L'ha spiegato bene... (boh, non ricordo, e non ricordo più neppure se in questo o in quell'altro 3D, che ormai mi sa che si dovrebbero unificare, visto che parliamo delle stesse cose sia là che qua: io sto cominciando a confondermi...) qualcuno, come - andando con un'altra persona mentre si è legati a un partner fisso - sia palesemente una violazione delle norme di comportamento-base che ci si sono tacitamente, implicitamente date. Tutto qua.


Proserpina ha scritto:
[...] E che gli essere umani siano fondamentalmente ipocriti.
Mostruosamente. Da schifo.

Proserpina ha scritto:
Alla fine ognuno pensa sempre e solo a se stesso...

Si, ma questo è già più "naturale"...
Ma è così, non lo sapevi?
Eccetto però... quelli che amano qualcuno, al quale pensano sempre prima che a sé stessi, e prima che ai figli...
O credi che io abbia dubbi su chi tenterei di salvare per primo se uno tsunami travolgesse la mia famiglia? Wink




Bè, chiudo, riallacciandomi all'apertura, "abusando" di Bertrand Russell:

"Una sciocchezza resta una sciocchezza anche se la dicono o la fanno cinquanta milioni di persone..."
(Figuriamoci una!, aggiungo io... Razz )

___________________________________________________________________


@ Silent e Kev: spero di esser stato più chiaro stavolta (anche se mi sento un po'... trollato, rileggendomi... Think ).
Se così non fosse... beh, poco importa: "L'importante è che la morte ci colga vivi". (M. Marchesi) Very Happy






Ps per Emmett Brown che o qui, o "dillà (non ho voglia di controllare), ha scritto:
Citazione:
A Danielix: [...]
mi spiace non avere il tempo per scrivere che hai tu (e/o la tua velocità!) [...]
No, no! Non ce l'ho tutto questo tempo che tu troppo arbitrariamente, volutamente sarcastico e del tutto inutilmente provocatorio immagini e/o mi attribuisci: è che un post come questo mi impegna pochissimo.
Perché naturalmente non lo scrivo sul forum come un newbie: uso ovviamente un software di "simulazione forum" che lavora in BBCode, con tanto di formattazione, smilies, quote, url, etc: ogni tanto ci scrivo sù un paio di righe in cinque minuti, salvo, e me ne torno a dedicarmi a cose parecchio più importanti di queste.
Quando lo ritengo pronto - e può essere anche dopo una settimana o due - faccio copiaincolla e "Invia"... Smile
(e... si, certo, scrivo a una velocità poco comune: ho fatto il miglior corso di dattilografia esistente, quello della Marina Militare, eseguito con apparecchiature di "condizionamento psicologico coercitivo" che ancora oggi le scuole civili giustamente si sognano... Arrivo anche a 100 battute/min, quando non ho come adesso la tastiera tutta sconquassata, con lettere mancanti che mi obbligano a usare la tastiera su schermo, e con la maggior parte dei tasti senza più il carattere visibile. In queste condizioni non supero le 80/min... Ciao )
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 00:44    Oggetto: Rispondi citando

Dan...madò...che rispostone...
Momentaccio si...da qualche annetto.

Il cinismo non è nato con me...ma è cresciuto con le esperienze d'"amore".

Quello che chiamiamo amore spesso non lo è.

Arrivo da una serata di con sette donne meravogliose.

Abbiamo respirato..danzato e mangiato assieme.
Dopo il corso è seguita pizza con i miei figli. E mi sono mostrata a loro anche come mamma con le sue "difficoltà" e non come "maestra" idealizzata.

Sono serena.
Solitariamente serena.
Nel divano del mio studio a riflettere su senso dell'Amore che alla fine questo 3d ha portato alla luce.

Perchè gli uomini tradiscono? Cos'è per un uomo l'amore?
Quello che descrive Kevin è amore o affetto?
Quelle coppie che stanno insieme senza passione per farsi compagnia si amano o si vogliono bene?...

L'amore è ANCHE SESSUALITA'. Senza di essa secondo me ci sono altri sentimenti ma non è amore.

Amore chiede corpo..chiede carne e sangue. Amore è tenerezza..affetto e libidine. Amore è dialogo..è comunanza di pensieri...è sintonia...
Amore è stima...rispetto...comprensione profonda....
Io credo di intuire cos'è l'amore...

Ma dubito che esista.

Perchè gli uomini tradiscono? Per noia...per desiderio...per il sacro grall...

Il sacro grall che il sesso fa intravedere....che la coppia spegne...che è dentro ogni uomo dalla nascita...


Ho fatto un post demenziale come la mia serata.

Non vogliatemene....
Fiore
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12715
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 01:15    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
Arrivo da una serata di con sette donne meravogliose.


Invidiaaaaaa Smile Smile Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 09:57    Oggetto: Rispondi citando

Ola dan,
ho letto il tuo post e devo dirti che qualcosina l'ho capita, qualcun'altra no e un paio ho fatto finta di non capirle, perchè, come dici anche tu qui:
Citazione:
Non c'è una, dico una sola altra persona sull'intero pianeta di cui mi interessi sapere cosa pensa di quel che dico, né tantomeno la sua approvazione, per me totalmente irrilevante.

E a costo di sembrarti noioso e molto poco intelligente, ti ripeto solo che ...
siccome non c'ho un cazzo da fare, io leggo e butto giù la prima cosa che mi viene in mente, poi stà a voi decidere cos'è buono e cosa è da buttare, del resto siamo in un posto dove abbiamo la fortuna di poter dire quello che vogliamo e se non piace ... bè ... pazienza, anzi, chissenefrega! Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 10:00    Oggetto: Rispondi citando

Dan non penserai davvero che riesca a leggere tutto, vero? E a risponderti là dove c'è qualcosa da chiarire?
Mi sa che dovremo accontentarci di restare entrambi nel dubbio se l'altro ha capito e cosa ha capito.
Se avessi tempo per fare niente, cazzeggiare come si faceva da bambini imparando le cose, giocando, potrei anche tentare di farlo ma sarebbe seguirti nel labirinto tracciato da te e, come ben sai, non è il mio labirinto, perciò mi troverei a sbattere nelle pareti invece che a proseguire.

Siamo entrambi adulti e vaccinati (io le ho fatte tutte) e siamo entrambi masculi, con livelli di testosterone da fare invidia a un gorilla "Silver Back" e questo già spiega moolte cose (se Zeussino vuole unirsi è ben accolto.. e Kevin. non ti ho dimenticato eh? Ci sei anche tu!). Vieppiù naturale ipotizzare che la natural tendenza alla tenzone sia per gioco o per ardore, nel nostro DNA. Dunque, visto che parliamo di noi come se fossimo "universali" tanto vale gettare la maschera, tanto sotto ne abbiamo un'altra, uguale o diversa, non importa. E non certo la maschera di Zorro che è una invenzione Disney. E' una maschera antropomorfa la mia e la tua, molto divertente e virile ma pur sempre una maschera che invece di nascondere mostra quel che siamo.

Ovviamente parlo per me, se ti accomuno è solo per gigioneria di genere, non certo per gettarti croci addosso, che le croci sono buone solo per tenerci inchiodati i Giusti. E noi Giusti non siamo, siamo solo antropoidi senzienti e spaventati dalla nostra immensa capacità di capire.

Tu sai quanto siamo astuti noi maschi nel mostrarci villosi e possenti, abili e intelligenti ed è facile quando ci sporgiamo dalle nostre belle parole eleganti, offrendo in cambio della nostra presunzione, quel filo di autoironia che speriamo ci faccia perdonare la nostra infantile e meravigliosa timidezza. E lo sappiamo che le ragazze mica sono sceme e non ci cascano ma fanno finta di non vedere...
Perché in fondo è bello così, questa danza tribale è un rito necessario come è necessario in confronto e il riconoscimento di noi.
Perciò è facile per me fare outing (non in senso sessuale) e dichiarare la mia fragilità, la mia impotenza davanti alla complessità irriducibile a termini più semplici, la mia Pax Bellica.
Perché sono sostanzialmente un bastardo che crede in buonafede di essere pure una brava persona. E forse, a mia insaputa, lo sono davvero.

Ma se sono una brava persona intellettualmente onesta come posso mettermi a discutere su cose che sostanzialmente non conosco? E sulle quali posso solo congetturare?
Altro che andatura di bolina, qui necessita un bel tuffo nell'oceano e mollare l'imbarcazione al suo destino.
Alle volte ci penso.
Magari è la scelta giusta, chissà.


P.s.
Non ti chiederò scusa per non aver capito il tuo pensiero, mi hai già scusato tu.
Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 10:03    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
Ho fatto un post demenziale come la mia serata.

Non vogliatemene....
Fiore

Non dire stupidaggini, ha scritto forse in più bel post della tua vita. Almeno fino ad oggi.

P.s.
Il sacro Graal ha due a e una sola elle.
Non è una correzione ortografica ma sostanziale.
La tua è una immagine magnifica. In essa si intravede Il Chisciotte, Ulisse, Mr. Hyde, Gesù di Nazareth (non nella versione asessuata del cattolicesimo traditore), Pinocchio, Prospero (Shakespeare), Vento nei capelli (Balla coi lupi) e il vostro bambino più piccolo che comincia a gattonare.
E come tutte le declinazioni poetiche è simbolo e sostanza, è sguardo e oggetto dell'osservare. E' madre e Padre insieme, è l'irrisolvibilità di questo mistero.
Siamo archi tesi, scagliamo le nostre frecce e noi stessi con esse, verso un futuro senza nome.
L'arco che scaglia se stesso è un paradosso è come ogni paradosso contiene una verità che non può essere vista puntandogli addosso lo sguardo. Se nel cielo notturno vuoi vedere le stelle più deboli devi spostare un po' lo sguardo e puntarlo là dove non ci sono stelle. Dopo un po' le vedrai brillare appena un po', debolissime, in pochi secondi d'arco al di fuori del centro della fovea.

Citazione:
La fovea è una piccola porzione della retina, in cui è massima l'acuità visiva; ha un diametro inferiore al mezzo millimetro, corrispondente ad un angolo visivo di solo un grado. Come si vede dal preparato istologico qui a lato e dallo schema, in questa zona la retina forma un piccolo infossamento; nella fovea è presente un forte addensamento di coni, mentre le cellule bipolari e gangliari sono ripiegate. In essa il numero di cellule gangliari è circa doppio di quello dei fotorecettori, mentre nel resto dell'occhio i fotorecettori possono essere 100 volte più numerosi delle cellule gangliari. Anche a livello della corteccia visiva, l’area destinata a ricevere l’informazione dalla fovea, è molto più rappresentata. Nella fovea non sono presenti i coni S né i bastoncelli; la mancanza di coni S è importante, in quanto in questo modo vengono evitati fenomeni di aberrazione cromatica nella zona di massima acuità visiva; i raggi di luce a breve lunghezza d'onda vengono rifratti maggiormente, per cui vengono focalizzati in zone più vicine al cristallino e quindi l'immagine da essi proiettata appare "fuori fuoco".
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
spikexx84
Dio minore
Dio minore


Registrato: 15/09/09 08:58
Messaggi: 718
Residenza: Darfo Boario Terme (BS)

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 14:58    Oggetto: Rispondi citando

Alla faccia del rispostino, bene bene, mi piace ci sono alcune cose su cui sono daccordo che eviterò di toccare e altre su cui non lo sono o che ritengo necessitino di un uleriore precisazione, ti risponderò su queste saltando i quote perchè sono uno scansafatiche Mr. Green

Allora, secondo me se nella vita esistessero solo i fatti come tu dici, il mondo sarebbe mooooooooolto migliore, ma non credo sia così purtroppo, nella vita esistono i fatti e l'interpretazione che si dà ai fatti.

Purtroppo la maggior parte degli esseri umani che conosco non sono in grado di interpretare i fatti, per spiegarmi meglio ti faccio un esempio stupido ma reale, allora:

Coppia, lei gran bella ragazza 25 anni, affettuosa, lo coccola gli fa mille complimenti in pubblico, lo copre di baci, etc, lui circa 50 anni diciamo piacente, assolutamente convinto che lei lo desideri per la sua esperienza, per il suo carisma, perchè è un uomo vero, maturo, i fatti sono che ha il ferrari sotto il culo........ NDR esempio reale

Vedi il dilemma? I fatti sono chiari a chi è capace e vuole di vederli, ma un interpretazione sbagliata fa fraintendere tutto, fa credere che i fatti siano altri, credo che questo sia il problema, quello di cui noi stiamo parlando e su cui siamo quasi (ci arrivo dopo Wink) completamente daccordo è un fatto che si può vedere con molte interpretazioni, non è provabile scientificamente con una spiegazione chiara semplice che non lasci spazio a dubbi, a meno di dar per assodato che partiamo dagli stessi presupposti, il presupposto da cui tu parti in questo caso è "Cos'è l'Amore (notare la A maiuscola)", io e te siamo daccordo, ma ci sono altre persone che evidentemente non lo sono, embe come lo si spiega scientificamente in modo chiaro e assoluto?
Non si può, magari le persone che han risposto non sono in grado di capire, magari non hanno mai avuto esperienze che certe cose le possono insegnare, magari sia io che te siam convinti di una gran castroneria, troppe varianti.

Purtroppo nella società moderna è più importante l'interpretazione che si dà ai fatti piuttosto che ai fatti in se, è più importante apparire che essere, è più importante avere il ferrari che essere sereni.... e come ultima cosa, quandanche una persona scelga di vivere per quel che è e non per quel che appare, c'è una strada da percorrere che tutto è fuorche facile e indolore, conosco gente che con tutta la buona volonta proprio non ha le capacità e altri (purtroppo molto molto meno) che come me sono in viaggio, ma proprio per questo continuano a capire cose nuove a cambiare le proprie idee, a crescere......

Ora arrivo all'unica cosa sulla quale non sono daccordo (o forse è solo un fraintendimento), tu dici che nella tua vita hai conosciuto un altra coppia oltre a voi che ha questo amore, bene o hai molto culo o hai conosciuto esponenzialmente molte più persone di me (dalla vita che hai fatto e dalla differenza di età propendo più sulla seconda), bene io nella mia vita non ho MAI conosciuto una coppia così MAI, mentre ho conosciuto coppie che hanno preso la loro attrazione fisica reciproca, il loro innamoremento (o cotta) iniziale, l'hanno unito a rispetto, alla voglia di stare insieme, di crescere insieme, di formare una famiglia e l'hanno fatto diventare qualcosa che vale la pena, qualcosa di autentico che ha tutto il diritto di chiamarsi amore secondo me, certo se all'origine al posto di una "semplice cotta" ci fosse stato la supernova costante di un Amore vero e puro, meglio, ma se non si ha questa fortuna, dire che non bisogna stare insieme è secondo me sbagliato, queste persone si amano e si vogliono bene dal profondo, non vorrebbero mai farsi del male, quindi non tradirebbero mai comunque MAI (escluso forse se incontrano l'Amore vero), però se arrivasse quel famoso tsunami a ribaltare la barca loro non farebbero la tua stessa scelta.
Io sono dell'idea che un bel fuocherello è meglio delle braci, ma se non hai legna da mettere in continuazione anche le braci (che sono la base del fuoco) fanno più che egregiamente il loro lavoro.

Ultima cosa, guarda che io ringrazio te, come chiunque è intervenuto portando se stesso qui, perchè quello che stiamo facendo qui è un confronto fra persone che mettono in campo quello che sono autenticamente, persone che parlano di "fatti" come dici tu, certo lo preferirei anchio in un bar guardandosi negli occhi, ma quel che abbiam trovato qui è comunque una bella cosa e il tuo post per chi è interessato alle cose autentiche è bellissimo, ma non perchè tu abbia torto o ragione, il perchè è che sei autentico e dici senza problemi quello che pensi che è frutto di un intera esperienza di vita, non potremmo mai volertene per questo, chi ha voglia solo di cazzeggiare semplicemente non lo leggerà, ma non si può mai sapere cosa di quello che noi diciamo può colpire direttamente o indirettamente una persona e aiutarla magari a capire una cosa in più.

Citazione:
"spargere semini" e pazienza se il vento li spazzerà tutti via e ne resterà uno solo a germogliare


Questa è una gran bella frase e non solo una frase fatta, ma in fondo viene dal nostro (posso?) Silent è docg Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 17 Mar 2010 17:11    Oggetto: Rispondi citando

Il guardiano dei libri

Là sono i giardini, i templi e la giustificazione dei templi,
la retta musica e le rette parole,
i sessantaquattro esagrammi,
i riti che son l'unica sapienza
che agli uomini concede il Firmamento,
la dignità di quell'imperatore
la cui serenità venne riflessa dal mondo, specchio suo,
così che i campi davano i loro frutti
e i torrenti rispettavano le sponde,
l'unicorno ferito che ritorna per indicare la fine,
le segrete leggi eterne,
il concerto dell'orbe;
tali cose o la loro memoria sono nei libri che custodisco nella torre.
I tartari vennero dal Nord su piccoli criniti puledri;
annientarono gli eserciti
che il Figlio del Cielo aveva inviati per punire la loro empietà,

eressero piramidi di fuoco e tagliarono gole,
uccisero il malvagio con il giusto,
uccisero lo schiavo incatenato che vigila la porta,
conobbero le donne, le scordarono
e andarono oltre, al Sud,
innocenti come animali da preda,
crudeli come coltelli.
Nell'alba dubitosa
il padre di mio padre salvò i libri.
Sono qui nella torre dove giaccio
e ricordano i giorni stati d'altri,
gli stranieri, gli antichi.
Mancano i giorni ai miei occhi. I palchetti son alti, non ci arrivano i miei anni.

Leghe di polvere e sonno cingono la torre.
A che ingannarmi?
La verità è che non seppi mai leggere,
ma mi consolo pensando
che immaginato e passato sono tutt'uno
per un uomo che è stato
e contempla quel che fu la città
e toma ora ad essere deserto.
Che cosa m'impedisce di sognare
che decifrai un tempo la sapienza
e tracciai con attenta mano i simboli?

Il mio nome è Hsiang. Sono il custode dei libri,
che sono forse gli ultimi
giacché nulla sappiamo dell'Impero
e del Figlio del Cielo.
Sono là nei loro alti palchetti,
remoti e prossimi a un tempo,
visibili e segreti come gli astri.
Là sono i templi, là sono i giardini.

J.L. Borges

Così potrei aggiungere a quanto già detto: in effetti i fatti esistono come esistono attraverso il nostro osservare e da questo osservare ricaviamo segni.
Il fatto in sé è irrilevante. Come qualsiasi opinione, salvo nella cerchia degli amici e dei consenzienti.

Ho citato Borges per indicare come in effetti abbiamo raccolto queste opinioni per farne dei fatti e le loro giustificazioni. Ma è tutto illusorio, tuttavia.

Mi pregio di discuterne con voi perché è bello discuterne e allieta i miei giorni.
Ecco di cosa vi sono debitore, talvolta.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 00:24    Oggetto: Rispondi citando

kevin ha scritto:
E a costo di sembrarti noioso e molto poco intelligente, ti ripeto solo che ...
siccome non c'ho un cazzo da fare, io leggo e butto giù la prima cosa che mi viene in mente, poi stà a voi decidere cos'è buono e cosa è da buttare, del resto siamo in un posto dove abbiamo la fortuna di poter dire quello che vogliamo e se non piace ... bè ... pazienza, anzi, chissenefrega! Ciao

E infatti!
Che c'entra noioso e poco intelligente???!!
Non è forse la stessa cosa che ho detto io?

Io scrivo - quando non ho un cazzo da fare - quello che penso, poi... a chi legge decidere se dico stronzate o no! E come tu dici... chissenefrega!

Era questo il senso. A me interessa parecchio leggere ciò che pensano gli altri, a me interessa parecchio leggere ciò che pensi tu, ma non me ne frega niente di quello che pensi su ciò che ho scritto io!
Che le mie idee ti sembrino boiate, o che ti sembrino belle cose... boh... chissenefrega! Wink


Ma non tu, e nemmeno solo qui o sul web: anche nel reale è proprio un mio atteggiamento naturale: non mi scanno mai per un'idea, né mi spreco a convincere qualcuno che ho ragione io su qualcosa: semplicemente... non me ne frega nulla.
E non perché non mi frega nulla di quella persona, non mi fraintendere: anche con le persone che stimo è la stessa cosa: non mi serve a nulla l'approvazione, non mi dà niente l'eventuale "Eh, dici bene, sono d'accordo con te", non mi fa né contento né altro, mi lascia indifferente esattamente come un'eventuale "Ma non dire cazzate! Per me stai dicendo solo un mucchio di fesserie!", anche se a dirmelo è una persona che stimo parecchio...
Sono fatto così...
Ho tre gravi menomazioni: mi manca lo stimolo fisico della fame, non riesco a preoccuparmi di nulla, men che meno del domani, e non mi importa minimamente del giudizio della gente su di me, ma... sul serio! Non come tanti dicono a parole: ho una T-shirt rosa con su scritto grosso: "Sono gay", e ogni tanto mi diverto a indossarla per andare alla posta, quando è affollata... Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 00:25    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:
Dan non penserai davvero che riesca a leggere tutto, vero? E a risponderti là dove c'è qualcosa da chiarire?
Mi sa che dovremo accontentarci di restare entrambi nel dubbio se l'altro ha capito e cosa ha capito.

Ho capito: non farò mai più un multiquote.
Mi adeguerò alla tendenza infantile dei "collezionisti di post"... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 00:25    Oggetto: Rispondi citando

E infatti a questo ti replico con un altro post, e arrivato a 10.000 Zeus mi regalerà un peluche...

Silent Runner ha scritto:
[...] e siamo entrambi masculi, con livelli di testosterone da fare invidia a un gorilla "Silver Back" e questo già spiega moolte cose (se Zeussino vuole unirsi è ben accolto.. e Kevin. non ti ho dimenticato eh? Ci sei anche tu!). Vieppiù naturale ipotizzare che la natural tendenza alla tenzone sia per gioco o per ardore, nel nostro DNA.
[...]
Tu sai quanto siamo astuti noi maschi nel mostrarci villosi e possenti, abili e intelligenti ed è facile quando ci sporgiamo dalle nostre belle parole eleganti, offrendo in cambio della nostra presunzione, quel filo di autoironia che speriamo ci faccia perdonare la nostra infantile e meravigliosa timidezza. E lo sappiamo che le ragazze mica sono sceme e non ci cascano ma fanno finta di non vedere...
Perché in fondo è bello così, questa danza tribale è un rito necessario come è necessario in confronto e il riconoscimento di noi.

Ti giuro su... qualunque cosa tu voglia, che non ho minimamente capito questa parte della tua replica... Think
Cosa c'entri il testosterone, cosa c'entri la virilità, cosa c'entrino le tenzoni, ma soprattutto cosa c'entrino le danze tribali e le ragazze, dal momento che sono dichiaratamente "impegnato" e le danze tribali ho smesso di farle tanti anni fa, anzi, evito accuratamente anche solo di... farmi piacere dalle donne (parlo soprattutto del reale, dove a volte, d'estate e per lavoro, ne sono letteralmente circondato, e single, e "affamate") e, come ho la maglietta rosa di cui parlo sopra con Kevin, ne ho un'altra, nera, con un'enorme scritta bianca: "I'm happily married!" ("Sono felicemente sposato!", per chi non sapesse l'inglese), che indosso perlopiù mentre skippero barconi carichi di svedesine assatanate...
Boh... Think

Tra l'altro il confronto e il riconoscimento sono l'ultima cosa che vado cercando, essendo soddisfatto ampiamente da ogni punto di vista, specialmente dal mio, grazie a un'autostima robusta e consolidata da secoli...
Boh... Think



Silent ha scritto:
Dunque, visto che parliamo di noi come se fossimo "universali"...

Ma se non faccio altro che dire che siamo irrilevanti?!
Io per primo, visto che rispetto ad altri sono ben conscio della mia natura di piccolo mammifero insignificante in un universo che non ci contempla neppure, tant'è che ci ha fatti evolvere in modo da non esser neppure più autosufficienti, e incapaci di sopravvivere se "rimessi in libertà", fuori dagli zoo pieni di supermercati e fast food che chiamiamo città perché ci vergogniamo a chiamarli con il loro vero nome, ossia "zoo umani"...
Boh... Think


Sicuri che abbiamo letto lo stesso post? Think




Silent ha scritto:
Perché sono sostanzialmente un bastardo che crede in buonafede di essere pure una brava persona. E forse, a mia insaputa, lo sono davvero.

Macché bastardo... Brava persona lo sei davvero.
Assai.
A volte troppo... Squeeze
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 00:26    Oggetto: Rispondi citando

(wow! uno in più! Manca sempre meno al peluche...! Yuppi )


Con Spike, però, vale davvero la pena di fare un multiquote e replicare... Think
spikexx84 ha scritto:
[...] quello di cui noi stiamo parlando e su cui siamo quasi (ci arrivo dopo Wink) completamente daccordo è un fatto che si può vedere con molte interpretazioni, non è provabile scientificamente con una spiegazione chiara semplice che non lasci spazio a dubbi, a meno di dar per assodato che partiamo dagli stessi presupposti, il presupposto da cui tu parti in questo caso è "Cos'è l'Amore (notare la A maiuscola)", io e te siamo daccordo, ma ci sono altre persone che evidentemente non lo sono, embe come lo si spiega scientificamente in modo chiaro e assoluto?

Quando vuoi, se sei "pronto" con te stesso a rinnegare il tuo antropocentrismo e riconoscerti per ciò che sei: solo un complesso sistema nervoso fatto esclusivamente di elettricità e chimica...

Tutti i "fatti" sono provabili scientificamente, amore incluso, tradimento compreso, e le ragioni bio-chimiche che hanno spinto Che Guevara a fare rivoluzioni...
Dove sbagli, se mi permetti di dirlo, è qui:
Citazione:
a meno di dar per assodato che partiamo dagli stessi presupposti
perché è assodato che partiamo dagli stessi presupposti!
Ma non quelli consci, Spike! Quelli inconsci!
Quelli che stanno alla base del comportamento della nostra razza animale e che sono uguali per tutti!
I presupposti consci di cui tu parli, sono le imposture inconsce di cui ho accennato nel lungo post precedente: noi tendiamo a dare una spiegazione personale a fatti che non conosciamo, e ciò che ne risulta è ovviamente! una marea di "presupposti" individuali, soggettivi...
Mentre i "veri" presupposti sono lì, nascosti e ignoti ai più, e uguali per tutti gli appartenenti alla stessa nicchia ambientale... Wink

Ma non è la sede adatta... Wink





spikexx84 ha scritto:
Ora arrivo all'unica cosa sulla quale non sono daccordo (o forse è solo un fraintendimento)

mentre ho conosciuto coppie che hanno preso la loro attrazione fisica reciproca, il loro innamoramento (o cotta) iniziale, l'hanno unito a rispetto, alla voglia di stare insieme, di crescere insieme, di formare una famiglia e l'hanno fatto diventare qualcosa che vale la pena, qualcosa di autentico che ha tutto il diritto di chiamarsi amore secondo me, certo se all'origine al posto di una "semplice cotta" ci fosse stato la supernova costante di un Amore vero e puro, meglio, ma se non si ha questa fortuna, dire che non bisogna stare insieme è secondo me sbagliato, queste persone si amano e si vogliono bene dal profondo

Phew meno male che hai inserito quella parentesi sul fraintendimento (e questo ti fa solo onore)...
Si, è fraintendimento. Le coppie di cui parli si amano, non c'è dubbio.

Il punto è che sei più tu a tenerci a fare questa distinzione tra amore con la a minuscola e Amore con la A maiuscola, non io.
Queste sono sottigliezze inutili, Spike, o almeno: servono agli adolescenti per conoscere meglio il mondo che li circonda, e tu non sei più adolescente.

Non è questione di a minuscola o maiuscola: c'è quello che viene spacciato per amore, e non lo è (e solo uno dei primi sintomi è il tradimento, ma solo uno), e c'è l'amore.
Che poi, come in tutte le cose (specialmente nei sentimenti ed emozioni), ci siano diverse "gradazioni" di intensità è più che ovvio, e se si ha la fortuna di incappare nella storia dove l'intensità è elevatissima, o al massimo, ci si può considerare semplicemente molto fortunati: la "botta di culo" di cui ti ho già detto, tutto qua.

Semmai è solo difficile far comprendere "il perché" in tal caso ci si debba ritenere "fortunati", in "cosa" consista questa fortuna.
Quella è impresa ardua, giacché impone di cercare di far comprendere cose inimmaginabili, come uno stato di gioia perenne (che non si brucia in due mesi, ma diventa parte integrante della tua vita); un "riempimento" che ti libera dall'imposizione (umana, ma non solo) di cercare affannosamente qualcosa che ti gratifichi, anche solo materialmente; una sensazione di "completezza" definitiva che ti libera quasi da qualsiasi altro bisogno, eccetto quelli fondamentali; un'acquisizione di assoluta libertà nell'interazione con i tuoi simili perché non dipendi più dalla gratifica o frustrazione che possono darti, che significa per esempio che puoi anche non avere più amici e non te ne frega nulla perché senti intensamente di avere già tutto quello che ti serve, oppure che divieni illimitatamente libero e scevro dai giudizi altrui di cui non ti frega più nulla perché una sola persona ti fa sentire talmente importante da colmare del tutto questo nostro legittimo bisogno di gratifica, che non devi fare più "bella figura" con nessuno perché la cosa cessa per te di essere importante; lo spontaneo stop all'affannosa, umana ricerca di uno "scopo", perché l'altro/altra diventa il tuo scopo principale; la conquista di un appagamento sessuale fisso, continuo, sicuro e sempre diverso e gioioso che ti libera dalla schiavitù dello sbavamento ogni volta che una gnocca ti passa accanto...

Comprenderai che non è impresa facile far "percepire" il perché è da ritenersi una fortuna immensa, specialmente in considerazione dei luoghi comuni: matrimonio = catena (nel quale io ero il primo a cadere, bada bene); [per gli uomini:] donna = rottura di cazzo e carta di credito alla mano, [per le donne:] uomo = telecomando, calcio, asse da stiro e discorsi e interessi ebeti; più qualche altro (che tira in ballo anche la "scocciatura" di non poter scopare più con altri)...
Dal momento che è esattamente l'opposto (ma occorre incapparci per crederci, le parole non servono), e cioè: incontro con l'amore = libertà quasi assoluta, e soprattutto "vera", capirai la difficoltà.
In genere si preferisce un azzardatissimo paragone con il nirvana buddista, per sintetizzare (dico "in genere" perché non è vero che ho conosciuto solo due coppie in questo stadio, ma ben più, e ipotizzi bene tu il perché: con la mia vita di vagabondo ho avuto modo di incontrare e interagire con migliaia di persone).

Tutto ciò non toglie che per le coppie che tu hai così lucidamente e acriticamente descritto, in maniera molto più "adulta" di tanti "grandi" che a volte si dilettano a digitare senza "pensare sul serio" come fai tu (e che ti fa guadagnare l'onore delle mie altrimenti rade e acide repliche - cosa che posso permettermi in quanto uomo davvero libero e ormai scevro da bisogni narcisistici) si possa parlare di amore.
In differenti gradazioni d'intensità, l'avrai capito.

Posso semplificare il concetto (a tuo esclusivo beneficio, sia chiaro, anche se resterà pubblico) con un esempio banale ma efficace, impiegando l'odio come sentimento di riferimento: si può odiare una persona al punto di desiderare di vederla morire lentamente tra atroci sofferenze; si può odiarla al punto di desiderare la sua morte; si può odiarla al punto di volerle far del male; al punto di desiderare di rigarle l'auto; al punto di vederla punita, magari con una multa; al punto di sperare che prenda una storta alla caviglia; al punto di sognare che prenda un rimprovero dal capufficio...
Poi, si può "dire" di odiare qualcuno... senza eppure essere capaci di desiderare nulla di male per esso: che odio è? Anzi: dov'è l'odio? Solo parole...
Bada che l'ultimo è in buona fede, "crede" di odiare, ma in realtà non vi è un briciolo di odio nel suo sentire, magari forse una leggera antipatia...
Compré? Wink Tu si, lo so... Wink

Vi è una "soglia" al di sotto della quale non è più possibile parlare d'odio. E lo stesso vale per il suo contrario, l'amore.
Come si misura questa soglia? Con... l'autocritica serena e l'autoanalisi sincera e spietata, amico mio... Non ci sono tabelle, spiacente di deluderti... Wink
Un essere umano che dice a sé stesso di amare il proprio partner (non importa cosa dica agli altri: agli altri è legittimo mentire, a volte d'uopo. A sé stessi no, mai, in nessuna circostanza), e poi si va a trombare l'amante, sta spudoratamente mentendo prima di tutto a sé stesso: ama 'sto cazzo.

E non ha nulla a che vedere con il tuo malinteso "amore con la a maiuscola, amore con la a minuscola": non ama, punto.



spikexx ha scritto:
Io sono dell'idea che un bel fuocherello è meglio delle braci, ma se non hai legna da mettere in continuazione anche le braci (che sono la base del fuoco) fanno più che egregiamente il loro lavoro.

Molto bello ciò che hai detto, e forse hai finalmente capito che mi trovi d'accordo.
Se è tua... complimenti sinceri...
Se non lo è... grazie comunque di averlo detto/scritto in questo topic... Wink


__________________________


Avrei preferito mille volte dirti tutto questo in privato, faccia a faccia possibilmente, ma... siamo qui perché abbiamo deciso di "giocare" a un grande gioco: fare i creatori di onde per i surfisti, non limitarsi a surfare... Wink


spike ha scritto:
Danielix ha scritto:
"spargere semini" e pazienza se il vento li spazzerà tutti via e ne resterà uno solo a germogliare

Questa è una gran bella frase e non solo una frase fatta...

E' unicamente per questo che nonostante tutto sono qui a... "perdere tempo"... Wink


(ma guadagno post, e quindi il peluche... Razz )
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 08:46    Oggetto: Rispondi citando

dan, inconsapevolmente dice:
Citazione:
E infatti a questo ti replico con un altro post, e arrivato a 10.000 Zeus mi regalerà un peluche...

Devo darti una brutta notizia dan,
l'avevano detto anche a me, ma quando ho chiesto, ho saputo che devono essere 100.000 i post ... e per il peluche piccolo portachiavi Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 08:49    Oggetto: Rispondi citando

.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 08:54    Oggetto: Rispondi citando

Lo so che a te l'hanno dato, non fare lo gnorri dai ... Razz




PS, dai .. prendete questo piccolo OT come un pò di pubblicità durante la trasmissione "Porta a Porta" Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12715
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 18 Mar 2010 09:44    Oggetto: Rispondi

Come? Kevin, non ti è arrivato il peluche (gigante) per i tuoi diecimila?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 2 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi