Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Perché gli uomini tradiscono? E le donne no? Sicuri?
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Emmett Brown
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/09/05 00:41
Messaggi: 1295

MessaggioInviato: 12 Gen 2010 12:39    Oggetto: Perché gli uomini tradiscono? E le donne no? Sicuri? Rispondi citando

Nella lettera citata in questa discussione ci sono ripetute, insistenti e purtroppo veritiere considerazioni sul fatto che gli uomini tradiscono abitualmente le loro compagne e sulle conseguenze sanitarie di ciò.

A partire da queste preoccupanti considerazioni, e a parte l'argomento di cui v'invito a discutere là, tra il sonno e la veglia ho fatto qualche riflessione che, se volete, sarà anche becerella e scontata ma è del tutto genuina, consapevolmente (spero garbatamente) provocatoria e ve la riferisco umilmente qua.

Io conosco parecchi uomini e parecchie donne che tradiscono, in senso sessuale; conosco le loro storie e raccolgo un po' di loro confidenze quando ne ho l'occasione. Di molto mi dimentico, sono storie affaticate, a volte troppo complicate nei dettagli... ma il senso delle cose, il quadro d'insieme, me lo ricordo bene.
E' possibilissimo tradire (uso qui questo termine col mero significato di 'avere rapporti sessuali con persone diverse da mogli e fidanzate', non altro) in completa sicurezza sanitaria applicando un minimo di buon senso, non mi riferisco necessariamente all'uso del profilattico, e non dico altro. Ma non è questo il punto.

Io riflettevo sul perchè gli uomini tradiscono. Chi glie lo fa fare, di andare addirittura a mettersi in rapporto intimo e sessuale, nientemeno, ...con una donna diversa da quella che amano?
D'accordo, lo sappiamo, la biologia, i feromoni, e poi l'uomo è cacciatore e tutte 'ste stronzate che ci hanno sciaguratamente insegnato, ma tutto ciò non mi basta come motivazione.
Nemmeno penso che sia curiosità, trasgressione, desiderio, edonismo, o magari sì, un poco, magari un poco di tutte queste cose insieme, ma non mi basta ancora. Andando avanti a cercar motivazioni ne trovo di sempre più futili...
Concludo che dev'essere, prendo atto che è, spesso, e per un uomo forse più che per una donna, una necessità esistenziale.

Un momento signore, abbassate le pistole, non mi sono spiegato bene, ci riprovo. Non dico che sia una necessità esistenziale tradire, dico che è una necessità esistenziale trovarsi in unione completa, incondizionata, soddisfacente con una compagna e dico una, al singolare; constato che in mancanza di una tale incondizionata disponibilità e unione da parte di quella propria unica e diletta compagna, l'uomo tenda a cercare altrove, naturalmente quanto spesso vanamente e nei modi più sbagliati, la soddisfazione di questa necessità esistenziale.

Io sono uomo, so che per le donne in generale le cose non stanno o meglio non sono percepite proprio così, ma credo che le differenze non siano poi così grandi tutto sommato, anzi.

Ho il risveglio lento, riflettevo e fantasticavo tra il sonno e la veglia su questo. Immaginavo di rivolgermi collettivamente a tutte le mogli tradite (e ignare) dei mariti traditori che conosco e di chieder loro: "Se il vostro marito, che amate, si trovasse costretto a letto o fisicamente limitato per qualche infermità, non vi preoccupereste di lui? Non fareste ogni cosa possibile per il suo benessere, il suo decoro, non assistereste con qualche cura infermieristica il suo corpo malato e ancor più, così, il suo spirito? Non lo nutrireste, non lo aiutereste nella sua igiene personale senza disgustarvi di nulla?" E m'immaginavo la risposta: in coro, come una sola donna mi avrebbero risposto a voce alta "Certo che sì!" con un'espressione corrucciata, come a rimproverarmi di aver potuto anche solo ipotizzare per un attimo di no, mettendo in dubbio il loro muliebre Amore con la A maiuscola.

E allora io avrei ribattuto: "Ma brutte stronze carissime, allora perchè non prendete in considerazione o vi negate ai vostri mariti che amate mentre sono sani, autosufficienti e funzionali al cento per cento? In cosa mancano? Perchè fate finta con voi stesse che i loro corpi sani, belli puliti e desiderosi dei vostri, vi facciano schifo? Perchè dedichereste, molto lodevolmente, la vostra vita alle loro infermità ma adesso, in salute, non condividete con quei poveretti neppure un poco del vostro tempo quotidiano staccandolo volontariamente da ogni altra cosa? Possibile che ogni incombenza quotidiana, anche e soprattutto la più irrilevante, sia sempre premessa a un sano e gioioso rapporto intimo con l'uomo che amate, a par vostro, tanto esclusivamente? C'è un motivo razionale per cui le vostre mani, i vostri sguardi, le vostre angelicate labbra, non si avventurano mai sotto un'immaginaria linea orizzontale che passa all'altezza dell'ombelico dei vostri così esclusivamente amati uomini? Credete forse di mostrarvi migliori, così, di quanto i vostri mariti già vi considerino?".

Sapete, care Mogli Tradite, noi uomini siamo ancora più semplici di quanto voi giustamente già immaginate. Ci basta pochissimo, non c'interessa intrattenerci con la campionessa mondiale di fellatio o di qualche altra disciplina sportiva: un segno, un simbolo, un tentativo, una manifestazione d'intenzione basta a farci contenti, a riempirci di tenerezza che magari poi nemmeno sappiamo esprimere perchè, si sa, non siamo raffinati e complicati e bravi come voi, lo dico senza sarcasmo alcuno, lo credo davvero... ma provateci, care Mogli Tradite, meglio se prima di meritarvi quel Titolo, a rendervi almeno un po' simpatiche...
Ci vuole davvero pochissimo a rendere il vostro amato compagno, del quale certo conoscete ogni aspetto, immune e libero da ogni faticosissima e disperante tentazione di soddisfare fuori casa la sua necessità esistenziale, che poi, carissime, è anche la stessa che avete voi!

Ecco cosa fantasticavo in una pigra mattina di sabato alle sette mentre mi svegliavo, e ho cercato di raccontarvelo adesso care amiche (sì, è chiaro che mi rivolgo in questo caso soprattutto alle signore e alle signorine) più fedelmente che posso, ripensandoci, io che ho poca memoria.

Scusate la lunghezza... E adesso massacratemi, mi piacerà.


L'ultima modifica di Emmett Brown il 12 Gen 2010 14:40, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 12 Gen 2010 14:40    Oggetto: Rispondi citando

Leggendo l'ultima frase, quella che chiudeva il tuo sentito e accorato commento, capisco perché le donne tradiscono!

Scherzo.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ITbit
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/05/09 16:07
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 12 Gen 2010 16:11    Oggetto: Re: Perchè gli uomini tradiscono? Rispondi citando

Emmett Brown ha scritto:


Io riflettevo sul perchè gli uomini tradiscono. Chi glie lo fa fare, di andare addirittura a mettersi in rapporto intimo e sessuale, nientemeno, ...con una donna diversa da quella che amano?


Non sempre amano la partner o il partner abituale. E questa e' la prima spiegazione.

Emmett Brown ha scritto:

D'accordo, lo sappiamo, la biologia, i feromoni, e poi l'uomo è cacciatore e tutte 'ste stronzate che ci hanno sciaguratamente insegnato, ma tutto ciò non mi basta come motivazione.


Esattamente, la biologia. In un vecchio articolo rammento questo concettino. L'uomo puo' fare l'ape e non subire le conseguenze. Tendenzialmente quindi e' poligamo. La donna invece si trova nei pasticci per circa 9 mesi e non solo, tenendo presente che il cucciolo d'uomo rispetto ad altre specie e' un completo deficiente che riesce a cavarsela da solo a 20 o 30 anni e anche peggio serve aiuto per tirarlo su. Quindi le donne sono interessate a rapporti di un certo tipo. Pero' aggiungeva l'articolo manco per le donne la cosa e' cosi' tranquilla, tendenzialmente aggiungeva vorrebbero riprodursi con un certo soggetto che inevitabilmente non ha le caratteristiche ideali per essere un partner affidabile ma avere una relazione stabile con altro tipo di soggetto. Meno stallone ma anche meno ricercato e conteso e quindi piu' affidabile. Paziente, tranquillo, solido, responsabile. Sono meccanismi antichi insiti nella parte piu' primitiva del nostro cervello, ma funzionano ancora ci piaccia o no.

Emmett Brown ha scritto:

Un momento signore, abbassate le pistole, non mi sono spiegato bene, ci riprovo. Non dico che sia una necessità esistenziale tradire, dico che è una necessità esistenziale trovarsi in unione completa, incondizionata, soddisfacente con una compagna e dico una, al singolare; constato che in mancanza di una tale incondizionata disponibilità e unione da parte di quella propria unica e diletta compagna, l'uomo tenda a cercare altrove, naturalmente quanto spesso vanamente e nei modi più sbagliati, la soddisfazione di questa necessità esistenziale.


Mi puzza di messaggio trasversale. Conscio o inconscio ma messaggio tipo: tesoruccio, vedi di essere piu' disponibile altrimenti e' inevitabile che cerco altrove ... Anzi non mi puzza e non e' manco trasversale.

Comunque vedere quanto segue:

[url="http://www.girlpower.it/amore/coppia/donne_tradimento.php"]link[/url]

Non ho trovato roba piu' affidabile ma gente che da' i numeri, comunque sembra che sia donne che uomini hanno partner diversi da quelli abituali o li desiderano. E' la biologia. Non c'e' niente da fare. Quello che dici tu al massimo e' un incentivo maggiore a rompere la soglia di resistenza, cioe' la paura di essere beccati. Inoltre e' la nostra cultura dove conta quello che non hai, ancora, non quello che hai che e' gia' in tasca e quindi sempre meno attrattivo.

Poi ci sono alcune persone che sono veramente presi dal partner abituale e che non prendono in considerazione l'ipotesi ne' si sentono tentati. E sono presi per 1000 motivi, non necessariamente legati alla soddisfazione sessuale piena.

Comunque ci hai provato, auguri per partner abituale piu' estroversa e disponibile, magari lei preferisce la tua versione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 25 Gen 2010 23:31    Oggetto: Rispondi citando

..perchè usare la parola "tradiscono"?
..perchè solo gli uomini poi?...

A mio avviso gli uomini e le donne tradiscono se stessi quando fingono che vada tutto bene...quando un amplesso diventa una pura operazione meccanica da espletare per una forma di...fedeltà...

Innamorarsi...tornare a fare davvero l'amore...non è tradire. E' rinascere.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Emmett Brown
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/09/05 00:41
Messaggi: 1295

MessaggioInviato: 26 Gen 2010 00:28    Oggetto: Rispondi citando

Ho usato la bieca parola 'tradiscono' copiandola dal testo citato e linkato nel primo post, testo in cui è più volte ripetuta col preciso significato di 'uomini che tradiscono le loro donne nel senso di avere rapporti sessuali con altre' (Lì si parlava di contagio da Hiv, più che di innamoramento).

Sottintendevo la domanda completa e più precisa: "Perchè alcuni uomini tradiscono in senso sessuale le loro compagne, avendo rapporti con altre donne? Cosa li motiva, cosa li spinge o li fa sentire come costretti a ciò?"

Concordo con ciò che dici sul tradire se stessi e sul rinascere, osservo a margine che nessun amplesso può essere mai una pura operazione meccanica (perlomeno, io non ne sarei meccanicamente capace)... Ma cara Mod non ci indurre ad allargare troppo un tema tanto dilatabile... Smile

Perchè solo uomini? Be', gli "Uomini che Tradiscono" e le "Donne Tradite" sono dei bei luoghi comuni da smontare no? E poi lo so che anche le donne tradiscono (sempre nel senso di cui sopra) e potremmo aprire un'altra discussione su questo; la mia ipotesi è che le motivazioni di donne e uomini siano in genere, e in modo tipico, differenti. Propongo qui di parlare solo degli uomini traditori e delle donne tradite per non mettere troppa (debole!) carne al fuoco.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 26 Gen 2010 09:36    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
..perchè usare la parola "tradiscono"?
..perchè solo gli uomini poi?...

A mio avviso gli uomini e le donne tradiscono se stessi quando fingono che vada tutto bene...quando un amplesso diventa una pura operazione meccanica da espletare per una forma di...fedeltà...

Innamorarsi...tornare a fare davvero l'amore...non è tradire. E' rinascere.
Già.. esistono molti modi di vivere la propria esistenza in vita. Amare è però una faccenda così complicata che è veramente difficile da comprendere, così come è difficile attribuire un quadro all'autore, guardandolo dal retro.


Innamorarsi...tornare a fare davvero l'amore...non è tradire. E' rinascere. E' una gran bella frase, esprime un diritto.
Quello di abbandonarsi completamente al proprio divenire che è sì, in parte volontà e scelta ma in gran parte è istinto naturale e succedersi di mutamenti. La responsabilità può e deve mitigare questi moti ma non esiste giustizia o giustezza quando ci si innamora. Colpevolezza o innocenza diventano due termini incollocabili. Si è come nascituri, il vagito è il più potente segnale di diritto al vivere visto che siano stati chiamati senza chiederci il permesso. Il vagito non è un grido di protesta o di paura, è un modo naturale per immettere ossigeno nell'organismo, è un modo per avviare la macchina della vita fuori dall'utero dove ci siamo formati.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 26 Gen 2010 16:52    Oggetto: E siamo sempre allo stesso punto... Rispondi citando

Gli uomini tradiscono perché si sentono trascurati dalle mogli, su tutti i fronti, segnatamente sul piano sessuale.
Le donne tradiscono perché si sentono trascurate dal marito, su tutti i fronti, anche quello sessuale.

Gli uomini si sentono trascurati dalle mogli esclusivamente perché queste non li amano.
Le donne si sentono trascurate dai mariti esclusivamente perché questi non le amano.

Uomini e donne che non si amano non dovrebbero portare avanti una relazione. Oppure si, e si tradiscono. Cornuti contenti.


2+6 = 8
4x2 = 8
20-12 = 8
√64 = 8
(6x6)-(4x7) = 8
...


A me non è mai passato neanche vagamente per la testa. Manco quando me l'hanno messa davanti al naso...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 26 Gen 2010 16:59    Oggetto: Rispondi citando

Davanti al naso? Shocked Erano così alte o eri caduto in ginocchio per la puzza?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ITbit
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/05/09 16:07
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 26 Gen 2010 17:06    Oggetto: Re: E siamo sempre allo stesso punto... Rispondi citando

Danielix ha scritto:

Uomini e donne che non si amano non dovrebbero portare avanti una relazione. Oppure si, e si tradiscono. Cornuti contenti.


La fai facile, intanto lasciarsi in certe condizioni e' roba da ricchi. Appartamento in comune, ci lasciamo e con 1000 euro al mese che fai se in parte devi ancora pagare il mutuo, torni da mamma e papa'? Qualcuno lo fa. Vai in affitto? E con che soldi?

Idealmente hai ragione comunque, ma e' incredibile come amiamo farci illusioni, mentirci da soli e farci del male. Anche non avendo limiti economici o "stiamo insieme per i figli" c'e' gente che vive con qualcuno che non ama e qualche volta peggio che non rispetta nemmeno.

Ma mi interessa soprattutto un punto, tu consideri amare come necessita' esclusiva. Non ti viene il dubbio che si possano amare due persone o tre o cinque nello stesso tempo???

E' un pasticcio maledetto da cui non si esce. Io so solo che rigetto la tesi che una partner poco disponibile e' il motivo di andar a cercare altrove. E' anche un motivo. Ma vale solo per alcuni. Per altri come dicevo sono banali meccanismi biologici e non escludo anche i fatti culturali, io ho 4 macchine, io 5 ville, io 66 rolex, io ho almeno 50 partner diverse all'anno ... Sesso come mezzo di autoaffermazione e autostima, difatti uno dei grandi piaceri dei tombeur de femme e' quello di raccontare agli amici le storielle di letto, qualche volta sembra che per loro raccontare sia piu' bello della storia in se', perche'??? Per me autoaffermazione (e insieme meccanismi biologici). E rigetto assolutamente il concetto "gli uomini tradiscono", tradiscono anche le donne come ho cercato di mostrare, piu' o meno alla stessa maniera, piu' o meno con gli stessi numeri. Direi che le persone tradiscono e forse anche tradimento e' un concetto sbagliato o che andrebbe comunque precisato e circoscritto. Cosa vuole dire esattamente tradire? Non amare piu' qualcuno, non averne piu' rispetto e cura o occasionalmente avere delle storielle??? Peggio chi se la fa con la collega di lavoro per un tre mesi o chi vive tutta la vita con una donna (o uomo) senza pociare mai biscottino altrove ma in fondo disprezzando l'altro?

E infine amare e sesso possono essere disgiunti? Ce n'e' di dubbi su questa questione e cose da dire.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 27 Gen 2010 14:12    Oggetto: Re: E siamo sempre allo stesso punto... Rispondi citando

ITbit ha scritto:

... Sesso come mezzo di autoaffermazione e autostima, difatti uno dei grandi piaceri dei tombeur de femme e' quello di raccontare agli amici le storielle di letto, qualche volta sembra che per loro raccontare sia piu' bello della storia in se', perche'??? Per me autoaffermazione (e insieme meccanismi biologici).

E infine amare e sesso possono essere disgiunti? Ce n'e' di dubbi su questa questione e cose da dire.


Se il sesso è vissuto come mezzo di autoaffermazione...l'amore non c'entra nulla...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ITbit
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/05/09 16:07
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 27 Gen 2010 14:28    Oggetto: Re: E siamo sempre allo stesso punto... Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
Se il sesso è vissuto come mezzo di autoaffermazione...l'amore non c'entra nulla...


Forse no (per dirla alla Woody Allen potrebbe c'entrare con l'amore che si prova per se' stessi), ma c'entra molto con i motivi per cui alcuni "tradiscono" dove con tradimento io do' definizione neutra che suona piu' o meno cosi', qualcuno che ha promesso di intrattenere un rapporto esclusivo anche di natura sessuale con un'altra persona e che invece disattende questa promessa. La mia e' solo una descrizione di quel genere di persone che abbiamo conosciuto tutti, ovvero quello che ti racconta per filo e per segno che e' stato con X e Y. Quando quella persona e' fidanzata, sposata, convivente o altro la cosa e' interessante ai nostri fini. La mia lettura e' che in fondo e' un narcisista (o ha anche una componente narcisista).
Top
Profilo Invia messaggio privato
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 18:06    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
..perchè usare la parola "tradiscono"?
..perchè solo gli uomini poi?...

A mio avviso gli uomini e le donne tradiscono se stessi quando fingono che vada tutto bene...quando un amplesso diventa una pura operazione meccanica da espletare per una forma di...fedeltà...

mi verrebbe da dire che gli uomini (e le donne) tradiscono prima se stessi quando tradiscono...
proprio per i motivi che hai addotto tu.

Nello spiegare perchè gli uomini tradiscono ho idea che si finisca a valutare il perchè del tradimento, ovvero perchè si tradisce piuttosto che agire trasparentemente scegliendo la strada nuova..e come risposta scontata (ma non per questo meno vera) si hanno tutte le possibili situazioni che si vengono a creare nella vita (impossibilità a lasciare il partner, figli piccoli, mancata indipendenza economica, dipendenza psicologica, ecc.ecc.)

Quindi tanti sono i perchè, le motivazioni e le spiegazioni come dice anche ITbit che non do una risposta.
Tranne il fatto che non mi piace -per principio formale- il tradimento.


Proserpina ha scritto:

Innamorarsi...tornare a fare davvero l'amore...non è tradire. E' rinascere.

forse non colgo il significato pieno della tua frase...ma Innamorarsi...tornare a fare davvero l'amore non vedo come sia in relazione e contrapposizione con "tradire"....possono capitare entrambe le cose contemporaneamente (ti innamori, torni ad amare e a far davvero l'amore...e contemporaneamente stai tradendo)


ps: il ti è generico / pleonastico...la mia prolungata assenza mi porta a specificarlo Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 18:12    Oggetto: Re: E siamo sempre allo stesso punto... Rispondi citando

ITbit ha scritto:

Ma mi interessa soprattutto un punto, tu consideri amare come necessita' esclusiva. Non ti viene il dubbio che si possano amare due persone o tre o cinque nello stesso tempo???


quesito interessante ma che vedo....irrilevante.
Il punto non è se io sento di amare realmente e sinceramente più di una persona...ma cosa sente la persona che sta condividendo questo mio amore.

Perchè é evidente che qualsivoglia nome si decida di attribuire a un sentimento, emozione, amore...se c'è trasparenza e/o reciprocità di vedute si è al di fuori dell'argomento qua trattato.
Non sussiste il problema (se non come rottura delle convenzioni sociali..ma diventa problema di altri...)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 18:42    Oggetto: Re: E siamo sempre allo stesso punto... Rispondi citando

ITbit ha scritto:
Non ti viene il dubbio che si possano amare due persone o tre o cinque nello stesso tempo???

No.

E non è opinabile, né discutibile, se non quando non si ha nulla da fare e allora si perde tempo anche a parlare di sciocchezze.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 18:52    Oggetto: Rispondi citando

ioSOLOio ha scritto:
[...] Non sussiste il problema (se non come rottura delle convenzioni sociali..ma diventa problema di altri...)
Già, non dimentichiamoci che stiamo agendo e operando all'interno di un contesto occidentale e la nostra cultura è arbitraria come tutte le culture che tendono a regolamentare le relazioni fra umani e tutto il resto. Ambiente, persone, sentimenti ecc..
Stiamo sempre operando all'interno di una gabbia dalle sbarre molto larghe.
Ma è pur sempre una gabbia più ideologica che sentimentale.
La nostra specie si è evoluta in tal senso ed è stato proprio grazie a quello che chiamiamo "tradimento" che si sono moltiplicati i rimescolamenti genetici..
Tutte le specie viventi che utilizzano la sessualità per riprodursi tendono per natura a cercare di diversificare le possibilità di trasmissione del proprio patrimonio genetico sfruttando per quanto possibile tutte le opportunità presenti in loco.
Moralizzare la natura è un assurdo che solo le religioni autoritarie e le culture che hanno gli stessi tratti impositivi di controllo sugli individui, pretendono di imporre al gruppo di riferimento e di appartenenza.
Gli animali sono per loro natura amorali, sono meravigliose creature perfettamente adattate, sono giunte fino a noi grazie la procreazione incontrollata. La fedeltà è un prodotto dell'evoluzione delle specie ma come ogni prodotto evolutivo vuole i suoi contrappesi per garantire quella deriva genetica che permette ad una specie di impoverirsi accumulando errori su errori nel genoma, portando poi la stessa specie all'estinzione.
E' stato osservato anche in specie considerate assolutamente monogami comi i cigni, la presenza di nidiate con patrimonio genetico non appartenente al maschio della coppia.

Io non distoglierei l'attenzione da questa considerazione di base. Il cosiddetto tradimento è necessario quanto utile alla nostra specie. Ne traccerei un profilo al di fuori della "normalità" delle interpretazioni etiche e morali.

Per quanto riguarda invece il problema delle regole di riferimento e cioè la violazione della fiducia relativa all'interno della coppia la questione è totalmente arbitraria come ogni contratto fra persone.
La violazione del patto sarà perciò altrettanto arbitraria, la rottura di simmetria avrà perciò la capacità di generare dinamiche a dispersione imprevedibile.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 19:42    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:
Per quanto riguarda invece il problema delle regole di riferimento e cioè la violazione della fiducia relativa all'interno della coppia la questione è totalmente arbitraria come ogni contratto fra persone.
La violazione del patto sarà perciò altrettanto arbitraria

Patto, contratto...

Mi dai modo di autoquotarmi, da tutt'altro thread dove non ho proseguito avendo perso l'interesse a causa di boiate lette:
Danielix ha scritto:
Ora, io come te [Proserpina] penso che la fedeltà sia spontanea, nei confronti della persona amata, e dovrebbe esserlo sempre. Ma, nel caso non lo fosse (metti... istinti troppo insopprimibili?) è comunque assolutamente DOVUTA, come ben dice Solaria.

Noi umani creiamo la coppia stringendo un tacito, implicito patto, e due persone che si amano sanno di averlo stretto: finché staranno insieme è assolutamente fuori discussione che uno dei due si conceda in termini sessuali a una terza persona. Sia pure lievemente, sia pure fugacemente (nel "contratto" non scritto ma ben conosciuto si parte da una semplice carezza, o un bacio, per poter già parlare di "sesso con altri" e quindi violazione del patto, lo sappiamo bene).

Per cui, ben dici: la fedeltà "dovrebbe" essere un sentimento spontaneo tra due persone che si amano (che si amano sul serio) [...], ma anche qualora così non fosse (e generalmente capita perché non ci si ama "sul serio") sarebbe comunque DOVUTA.
Senza eccezioni di sorta.

Occhio, però, ai distinguo derivanti dalla differenza di genere, che ci sono.

Tacito contratto, patto.
Morale condivisa (e certamente arbitraria, da un punto di vista biologico), non necessariamente "natura", infatti...

Ma a qualcuno conviene metterlo in discussione...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 21:47    Oggetto: Rispondi citando

Amico ti fai condizionare dalle parole? Patto? Contratto? Perché ti hanno colpito tanto?
Le parole sono espressione di idee non di verità rivelate.

Io inoltre ritengo che, avere un'opinione, comporti che l'opinione condizioni il mio modo di pensare.

Che devo pensare di tutto ciò?
Non ho niente da insegnare, le verità assolute mi fanno una brutta impressione. Esprimo le mie opinioni per liberarmene e guardarle dall'esterno. Questo mi permette di pensare anche quando ho già una opinione pronta, ben radicata.

Ieri sono andato a vedere l'albero che ho donato al mio Comune, quello dove abito.
E' sopravvissuto all'inverno ma non è più l'albero di prima. Ha nuove gemme. Mi piace di più adesso che non è più mio ma è di tutti e nessuno lo possiede.
Ed è solo un albero.
Come le mie idee.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 22:28    Oggetto: Rispondi citando

Sarebbe bello pensare che fosse come dite...ma l'amore che descrivi Dan è un IDEALE.

La maggior parte delle coppie fatica a sopportarsi...sta insieme per convenienza, abitudine, paura del futuro.

La maggior parte delle coppie si soffoca a vicenda...

E sentire che la fedeltà è un patto...beh..direi allora contratto volto a tutelare il nucleo familiare.

Boh...io credo che l'AMORE non esista.
E che gli essere umani siano fondamentalmente ipocriti.

Alla fine ognuno pensa sempre e solo a se stesso...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 15 Mar 2010 22:59    Oggetto: Rispondi citando

Io invece ho seguito il 3D in silenzio e adesso volevo chiedere una cosa al mio amico dan,
siccome non ho capito una cosa che dice qui:

Citazione:
Mi dai modo di autoquotarmi, da tutt'altro thread dove non ho proseguito avendo perso l'interesse a causa di boiate lette:


e siccome siamo amici, mi piace dire cosa capisco e cosa no ... se non lo si fà fra di noi, allora chi deve farlo?

mi chiedevo, a parte l'autoquotarti, perchè dici che hai letto un sacco di boiate?
ti giuro che io non ho seguito manco quello ma la domanda nasce spontanea:
e se gli altri pensassero che le boiate le dici tu?
io credo che ognuno ha il suo pensiero e il suo modo di vivere e di concepire le cose,
perchè se uno o più, non la pensano come te, devi dire che sono boiate?

altra cosa eh ... qui dici di nuovo:

Citazione:
Ma a qualcuno conviene metterlo in discussione...


e io ti chiedo: ma perchè parli di convenienza?
e poi ancora: scusa ma, se qui siamo in forum dove non si può far altro che parlare e discutere, perchè non dovrebbe metterlo in discussione?
ultima cosa e finisco dan ... e tu, non stai mettendo in discussione la tua tesi? e ti conviene o no?

se non ho capito qualcosa, perdonami ma te l'ho chiesto per due motivi precisi, uno è perchè penso che potevo permettermelo e l'altro, più importante ancora, è per capire meglio cosa cavolo volevi dire.

sgneck! Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20680
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 16 Mar 2010 08:56    Oggetto: Rispondi

Rolling Eyes Kevin è stato molto più diretto di me, confesso che ho preferito il "sottilmente presentato" ma la domanda, le domande di Kevin le sposo tutte, voglio solo capire. Think

Abist iniuria verbo.



Popcorn
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 1 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi