Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
* Voglio installare Ubuntu per la prima volta: uso Wubi?
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> *Ubuntu
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
computerlindo
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/10 11:02
Messaggi: 405
Residenza: Siena

MessaggioInviato: 19 Set 2011 21:04    Oggetto: * Voglio installare Ubuntu per la prima volta: uso Wubi? Rispondi citando

Ciao ragazzi!
Very Happy
Sono un utente relativamente nuovo del forum e non ho scritto per ora molti messaggi.
Vi faccio visita perchè dopo cinque anni anni che possiedo un personal computer, e che uso Windows (prima xp, poi nell'ultimo portatile Vista), e dopo aver incontrato i soliti problemi, come virus, pc che si blocca, ecc, mi è venuta una gran voglia di provare un sistema operativo alternativo.
Lo faccio un po' perchè Windows mi ha stufato, un po' per avere una maggiore apertuta mentale, e conoscere altri modi di operare.
Premesso che mi piacerebbe comprare un Mac, per adesso ho pensato che potrei provare Linux.
Tempo fa dovetti portare il mio portatile in assistenza e visto che lo formattarono iniziai ad adoperare un altro pc di casa. Adesso che è tornato dall'assistenza mi ritrovo con un hp dv6 pavillon, come nuovo, che non uso.
Volevo montare lì il sistema operativo di Linux, Ubuntu, ma con la possibilità di utilizzare anche Windows, che è preinstallato.
Che ne pensate ?
C'è una guida in questo forum che spieghi come installare Ubuntu con il double Boot su un pc windows?
Grazie
Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12562
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 20 Set 2011 06:57    Oggetto: Rispondi citando

Ciao computerlindo

computerlindo ha scritto:

Volevo montare lì il sistema operativo di Linux, Ubuntu, ma con la possibilità di utilizzare anche Windows, che è preinstallato.
Che ne pensate ?

E' un'ottima idea, sia quella di provare Linux sia quella di mantenere l'installazione di Windows: tutto sommato, l'hai pagato acquistando il portatile e comunque in qualche (rara) occasione potrebbe rivelarsi utile. Ed è anche un modo meno "traumatico" di passare a Linux, anche se in realtà di traumatico c'è veramente poco.

Ubuntu è certamente un'ottima scelta per iniziare; non è l'unica, perché anche altre distribuzioni sono adatte, ma con Ubuntu non ti sbagli. Molti consigliano anche Mint, una distribuzione derivata da Ubuntu, che offre fin dall'inizio un sistema completo anche dei codec multimediali e altri software non open source che invece nel caso di Ubuntu occorre installare dopo aver installato il sistema operativo (operazione semplicissima: cercando di ascoltare un file audio o di vedere un filmato, Ubuntu si accorge di non avere i relativi codec e in una finestra ti chiede se vuoi scaricarli ed installarli. E' sufficiente dirgli di sì).

Innanzi tutto, scarica i file ISO di Ubuntu (e, se vuoi, anche di Mint o di altre) e provali in live sul tuo portatile, sia per verificare che tutte le sue componenti hardware siano correttamente riconosciute, sia per capire con quale ti trovi meglio e per iniziare a familiarizzare. Se hai una connessione internet via cavo (Ethernet) con un modem (non USB) o un router, Linux riconoscerà automaticamente la connessione e potrai navigare già nella sessione live.

Per sessione live si intende l'utilizzo di una distribuzione Linux senza installazione. Questo si realizza semplicemente avviando il PC con il CD di una distribuzione inserito nel lettore CD. Non verrà avviato il sistema operativo installato nel PC ma il S.O. presente nel CD, che verrà eseguito interamente in RAM. Ovviamente non è una soluzione definitiva: l'utilizzo di un Live CD è temporaneo e prevede comunque una successiva installazione.
Tutto ciò a due condizioni: che il CD sia un Live CD (non tutti lo sono, alcuni CD permettono soltanto l'installazione. I CD di Ubuntu denominati "Desktop" e quello di Mint lo sono). La seconda condizione è che nel BIOS del tuo PC la sequenza di boot sia impostata in modo che il lettore CD sia anteposto al hard disk. Se non lo è, occorre che la sequenza venga modificata, aprendo il menù di configurazione del BIOS nei primi secondi dall'avvio del PC; occorre premere uno o più tasti in sequenza, e ogni PC (ogni scheda madre) prevede una procedura differente, pertanto documentati sul manuale del PC o della scheda madre o sul sito del produttore. Dovresti trovare questa informazione anche nelle prime schermate dell'avvio.

Per scegliere il giusto file ISO di Ubuntu da scaricare, fa' riferimento a questo post
Per scaricare (eventualmente) Mint, questa è la pagina di download. Scarica Mint 12 "Lisa" e non Linux Mint Debian Edition perché è un po' meno adatta per iniziare. Scegli il DVD della "Main edition (Gnome desktop)", nella versione a 32 o 64 bit a seconda del processore del tuo PC.
In entrambi i casi (Ubuntu o Mint), scegli la versione con l'ambiente desktop Gnome e verifica se ti piace. Le alternative, in genere, sono tante (Kde, Xfce, Lxde, ecc) ed ognuna offre qualche vantaggio e qualche svantaggio rispetto alle altre, anche in termini di completezza e di pesantezza (o, al contrario, di leggerezza). Avendo un PC recente (Vista era preinstallato) puoi tranquillamente iniziare con Gnome o con Kde, ambienti grafici più completi ma ovviamente più pesanti.

Scarica il file ISO e masterizzalo come "file immagine" oppure "immagine ISO" o qualcosa di simile (a seconda del programma di masterizzazione) ma NON come CD dati. Masterizzalo alla velocità più bassa possibile, e se il programma lo permette fagli eseguire anche la verifica del CD a masterizzazione completata.
Prima ancora di masterizzare, sarebbe bene verificare la correttezza del download confrontando il codice md5 o sha1 riportato sul sito dal quale hai scaricato il file con il risultato che otterrai usando uno dei tanti programmi gratuiti per Windows, per esempio HashMyFiles di nirsoft.net. Non ha bisogno di installazione, è sufficiente lanciare l'eseguibile HashMyFiles.exe e indicargli il file da esaminare.


NOTA: il post, link compresi, è stato aggiornato il 22-02-2012 alla versione Mint 12 "Lisa".


...


L'ultima modifica di anabasi il 22 Feb 2012 08:20, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
computerlindo
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/10 11:02
Messaggi: 405
Residenza: Siena

MessaggioInviato: 28 Set 2011 22:10    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Anabasi, grazie della risposta. Non appena ho tempo proverò a installare Ubuntu. Ho la fortuna di avere due laptop, perchè uno mi è tornato dall'assistenza ed è come nuovo. Vorrei quindi usare quello per fare i miei esperimenti. Da quello che mi hanno detto gli amici sull'installazione di Ubuntu francamente non ho capito questo: è una procedura facile? è reversibile, cioè posso disinstallarlo e il computer torna come prima? O per usare Ubuntu devo fare una partizione del disco fisso che è poi irreversibile?
Un ragazzo mi ha detto che in caso di doppio sistema installato, quando sono in Windows non è possibile vedere i file salvati in Ubuntu, mentre il contrario è possibile...
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12562
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 30 Set 2011 11:35    Oggetto: Rispondi citando

Ciao

computerlindo ha scritto:

Da quello che mi hanno detto gli amici sull'installazione di Ubuntu francamente non ho capito questo: è una procedura facile?

Sì, è una procedura facile, ma bisogna comunque considerare che si tratta dell'installazione di un sistema operativo e quindi deve essere pianificata con cognizione di causa.

computerlindo ha scritto:

è reversibile, cioè posso disinstallarlo e il computer torna come prima? O per usare Ubuntu devo fare una partizione del disco fisso che è poi irreversibile?

Ovviamente non è un'installazione paragonabile a quella di un programma di Windows, che in seguito può essere disinstallato con un paio di click, ma è comunque possibile eliminare l'installazione di una distribuzione Linux e rimanere soltanto con il Windows originario.
Per Ubuntu esiste un'alternativa all'installazione tradizionale, su una partizione dedicata. Si chiama Wubi, ed è un programma da eseguire sotto Windows. In pratica si tratta di un installer che, lanciato da Windows con la connessione Internet attiva, si occuperà di scaricare Ubuntu e installarlo in modo virtualizzato. Al successivo avvio del PC potrai scegliere se usare Windows oppure Ubuntu. I vantaggi sono la facilità di installazione, senza la necessità di creare una partizione per Ubuntu, e la conseguente facilità di disinstallazione. Il principale svantaggio è dato da una minore velocità del sistema. Io non ho mai utilizzato Wubi; a mio parere può essere un modo per avvicinarsi a Ubuntu in modo meno "traumatico" ma se apprezzerai Linux probabilmente vorrai abbandonare Wubi per un'installazione tradizionale.
Se ti interessa Wubi, il sito su cui avere qualche informazione aggiuntiva e da cui scaricare l'eseguibile per Windows è questo.

computerlindo ha scritto:

Un ragazzo mi ha detto che in caso di doppio sistema installato, quando sono in Windows non è possibile vedere i file salvati in Ubuntu, mentre il contrario è possibile...

E' vero, Linux (nel tuo caso, Ubuntu) è in grado di leggere e scrivere le partizioni formattate con i file system tipici di Windows (FAT32 e NTFS), mentre Windows (tutti i Windows) non sono in grado di vedere le partizioni formattate con i file system tipici di Linux (Ext3 e Ext4 e altri). Di conseguenza, potrai con Ubuntu entrare e modificare la partizione in cui è installato Windows, mentre Windows nemmeno si accorgerà dell'esistenza delle partizioni Linux.
La necessità di salvare dati (documenti, immagini,...) in modo che siano accessibili a entrambi i sistemi operativi è soddisfatta utilizzando una partizione di scambio, formattata in un file system che sia leggibile e scrivibile da entrambi i S.O. (FAT32 oppure NTFS). D'altra parte, anche con soltanto Windows installato sul PC, è consigliabile salvare i dati in una partizione distinta da quella in cui è installato il sistema operativo, quindi la situazione non cambierebbe di molto: salveresti comunque i tuoi lavori nella partizione dati, sia che tu stia usando Win o Linux.
In conclusione, se deciderai per l'installazione tradizionale, avrai bisogno di creare una partizione per Ubuntu, una (non obbligatoria ma consigliata) per la home di Ubuntu (approssimativamente, è l'equivalente di "documents and settings" in Windows XP), una per lo SWAP (corrisponde al file di paging di Windows) e, se già non c'è, una partizione di scambio dati (FAT32 o NTFS). Il partizionamento sembra una cosa complessa, ma non lo è se fatto con un minimo di accortezza. A quel punto avrai lo spazio per installare la tua distro Linux, qualunque tu preferisca, e cambiarla nel tempo.

Prima che continui, occorre che tu scelga tra le due alternative: Wubi oppure installazione tradizionale.
Top
Profilo Invia messaggio privato
computerlindo
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/10 11:02
Messaggi: 405
Residenza: Siena

MessaggioInviato: 01 Ott 2011 19:48    Oggetto: Rispondi citando

Preferisco iniziare con calma; scelgo Wubi! Smile
Il mio scopo per il momento è solo farmi un'idea di Ubuntu.
Apro il link a Wubi che hai messo?
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12562
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 01 Ott 2011 22:46    Oggetto: Rispondi citando

computerlindo ha scritto:

Apro il link a Wubi che hai messo?

Sì, otterrai la pagina del sito di Ubuntu dedicata a Wubi. Clicca su "Start download", salva il file wubi.exe nella partizione in cui vuoi che sia installato Ubuntu (se hai solo una partizione, la C di Windows, va bene così) e esegui Wubi con un doppio click.
Assicurati di avere almeno 5 GB di spazio libero in quella partizione. Le istruzioni di Wubi non lo richiedono, ma io effettuerei una deframmentazione preventiva della partizione (usando il tool che Windows offre, o quello di tua preferenza).
Wubi ti chiederà di creare una password, ti chiederà quanto spazio vuoi destinare a Ubuntu (il minimo previsto da Wubi è 5 GB, ma io gliene darei 10 o 12 se lo spazio non ti manca) e seleziona "installa". Da questo punto in poi l'installazione è automatica. Wubi scaricherà circa 700 MB (ecco perché la connessione deve essere attiva). Ti chiederà di riavviare. Al riavvio scegli Ubuntu tra le due opzioni (Ubuntu e Windows). L'installazione proseguirà per altri 15 minuti e sarà necessario un ultimo riavvio.

Esiste una procedura alternativa: scaricare Wubi e il file iso di Ubuntu prima di installare. I link sono questo per Wubi e questo per la iso di Ubuntu a 32 bit oppure questo per la iso di Ubuntu a 64 bit (a seconda del processore del tuo PC). Copia entrambi i file nella stessa cartella, nella partizione in cui vuoi installare Ubuntu ed esegui Wubi con un doppio click.



NOTA: il post, link compresi, è stato aggiornato il 22-02-2012 alla versione 11.10 di Ubuntu.


...


L'ultima modifica di anabasi il 22 Feb 2012 08:28, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
computerlindo
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/10 11:02
Messaggi: 405
Residenza: Siena

MessaggioInviato: 03 Ott 2011 20:35    Oggetto: Rispondi citando

Ok, ho scaricato il file e l'ho eseguito. Ora mi chiede una password e il resto.
La deframmentazione deve essere fatta prima di andare avanti con l'installazione o posso terminare l'installazione e farla dopo? come si fa?
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12562
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 04 Ott 2011 06:59    Oggetto: Rispondi citando

computerlindo ha scritto:
Ok, ho scaricato il file e l'ho eseguito. Ora mi chiede una password e il resto.
La deframmentazione deve essere fatta prima di andare avanti con l'installazione o posso terminare l'installazione e farla dopo?

Wubi, durante l'installazione, creerà uno (o più) grossi file che avranno la funzione di quello che in una normale installazione sarebbe la partizione di Ubuntu. Se tu deframmenti il hard disk prima di eseguire Wubi avrai maggiori possibilità di creare con Wubi file non frammentati, a vantaggio di una maggiore efficienza del sistema.

computerlindo ha scritto:

come si fa?

Con Windows XP non hai mai deframmentato? Lo si dovrebbe fare periodicamente, specialmente sulla partizione di sistema (che Windows identifica con C).
Windows offre un programma per la deframmentazione:

* Apri "Risorse del computer".
* Fai clic con il pulsante destro del mouse sulla partizione che desideri deframmentare, quindi scegli "Proprietà".
* Nella scheda "Strumenti" fai clic su "Esegui Defrag".
* Scegli "Deframmenta".

La deframmentazione può occupare molto tempo, anche un paio d'ore: il tempo necessario sarà maggiore quanto maggiori saranno le dimensioni della partizione e in base al tempo intercorso dall'ultima deframmentazione (nel tuo caso, se non hai mai deframmentato, impiegherà un po' di tempo).
A deframmentazione terminata, riavvia Windows ed esegui Wubi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
computerlindo
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/10 11:02
Messaggi: 405
Residenza: Siena

MessaggioInviato: 04 Ott 2011 10:47    Oggetto: Rispondi citando

Grazie mille dei chiarimenti, io non sono esperto di computer e non sapevo neppure cosa fosse la deframmentazione prima del tuo post. Ok la farò. Una domanda. Il pc su cui voglio installare Ubuntu è stato formattato e adesso è come appena comprato (io ho solo aggiunto Firefox, Antivira e Adobe e ho disintallato Norton). La faccio ugualmente la deframmentazione? L'altro pc che uso è un acer con un'unità C di 70 GB liberi su 135 e poi una partizione D di 3,90 GB che ho creato per usare un programma per l'università. L'unica cosa è che si tratta del computer su cui sto scrivendo la tesi e non vorrei rischiare di perdere tutto!!! Mi confermi che la deframmentazione è una procedura sicura? Se sì vorrei farla anche sul secondo computer.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12562
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 04 Ott 2011 11:59    Oggetto: Rispondi citando

Ciao

Per quanto riguarda la definizione di "frammentazione" cedo la parola a wikipedia, che sa spiegarlo meglio di me Wink
it.wikipedia.org ha scritto:

In informatica, la frammentazione indica il fenomeno della suddivisione di una sequenza di dati in più parti, al fine di memorizzarli o di trasmetterli.
Il fenomeno si verifica quando si inseriscono e si rimuovono processi dalla memoria centrale (RAM), oppure file da una memoria di massa (ad es. un Hard Disk). Dato che la memoria è, a livello logico, una sequenza contigua di spazi (celle o settori) atti a contenere unità elementari di dati, e che normalmente un oggetto da memorizzare (un programma o un file) si compone di numerose unità elementari contigue, l'organizzazione di tali sequenze in memoria deve seguire una qualche regola che consenta di aggiungere e rimuovere tali oggetti con accesso casuale. Infatti, ripetute aggiunte o rimozioni di sequenze di dati di dimensioni eterogenee comportano una "frammentazione" dello spazio libero disponibile, che quindi non risulta più essere contiguo. In tal caso, in memorie secondarie come i dischi la ricostruzione della sequenza originale dei dati memorizzati è fatta in modo inefficiente, con cali di prestazioni; qualunque disco rigido, infatti, lavora alle massime prestazioni solo qualora debba scrivere o leggere dati memorizzati in posizioni contigue: il "salto" fisico della testina di lettura del disco da un settore ad un altro posto in diversi cilindri introduce dei rallentamenti che, in casi particolari, possono raggiungere livelli critici.

La deframmentazione è l'operazione di spostamento dei dati memorizzati sul hard disk in modo che essi siano contigui. Per deframmentare puoi utilizzare il programma presente in Windows (la procedura è indicata nel post precedente) oppure altri software, anche gratuiti, presenti in rete.
Nel caso in questione, se installi Ubuntu con Wubi su un hard disk non frammentato, i file che Wubi creerà non saranno frammentati perché troveranno molto spazio libero contiguo, e questo andrà a beneficio dell'efficienza del sistema.

Il PC su cui vuoi installare Ubuntu è stato usato molto poco, dopo la sua formattazione e reinstallazione di Windows, pertanto la deframmentazione non è indispensabile. Più si utilizza il PC con Windows più la deframmentazione dà benefici.
Io sui PC con Windows ho sempre effettuato deframmentazioni, regolarmente. Non ho mai avuto inconvenienti; al contrario, un hard disk eccessivamente frammentato potrebbe avere problemi.

Prima di deframmentare, io di solito effettuo un controllo del disco (scandisk) seguendo questa procedura:

* Doppio click su "Risorse del computer" e click con il pulsante destro del mouse sulla partizione che si desidera verificare.
* Scegliere "Proprietà", quindi "Strumenti".
* In corrispondenza di "Controllo errori" scegliere "Esegui ScanDisk".
* Per correggere gli errori, individuare settori danneggiati e ripristinare informazioni leggibili, selezionare la casella di controllo "Cerca i settori danneggiati e tenta il ripristino", quindi scegliere "Avvia".

Se uno o più file della partizione sono aperti, vedrai un messaggio simile a questo:
"Impossibile ottenere accesso esclusivo ad alcuni file di Windows sul disco. Il controllo del disco non può pertanto essere effettuato. È possibile accedere ai file soltanto riavviando Windows. Pianificare il controllo del disco al prossimo riavvio del sistema?"
Scegli "Sì" e riavvia il computer.

Quando il controllo del disco è terminato, procedo con la deframmentazione, come indicato nel post precedente.

Le procedure che ho riportato (ScanDisk e deframmentazione) sono relative a Windows XP. Credo che per Windows Vista siano simili, ma se tu avessi dubbi sulla loro esecuzione, chiedi nel forum di Vista qui nell'Olimpo.

A proposito della tua tesi: un backup periodico (quotidiano sarebbe la scelta più prudente) su una chiavetta o su un hard disk esterno USB è indispensabile. Infatti, che tu deframmenti o meno, qualcosa può comunque accadere al tuo PC e tu perderesti tutti i tuoi dati, tesi compresa. A me non sarebbe piaciuto, se mi fosse accaduto... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
computerlindo
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/10 11:02
Messaggi: 405
Residenza: Siena

MessaggioInviato: 04 Ott 2011 14:50    Oggetto: Rispondi citando

Aiuto! Shocked Ho provato ad effettuare lo scan disk sul computer che uso, cha ha su Vista. Dopo aver cliccato su scan disk, si è aperta una finestra, in cui era selzionata la voce: "correggi automaticamente gli errori del file system". Io ho poi spuntato : "cerca i settori danneggiati e tenta il ripristino", ma ho lasciato la spunta anche sulla prima. ho sbagliato? lo scan disk è iniziato da circa un'ora ed è al 31%..
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12562
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 04 Ott 2011 15:13    Oggetto: Rispondi citando

Tranquillo, non hai sbagliato niente. Smile

Lascialo lavorare senza disturbarlo (vale a dire, senza usarlo Wink ), si prenderà il tempo che gli occorre, in base alle dimensioni del hard disk.

windows.microsoft.com ha scritto:

Check your hard disk for errors

You can help solve some computer problems and improve the performance of your computer by making sure that your hard disk has no errors.

Open Computer by clicking the Start button Picture of the Start button, and then clicking Computer.

Right-click the hard disk drive that you want to check, and then click Properties.

Click the Tools tab, and then, under Error-checking, click Check Now. Administrator permission required If you are prompted for an administrator password or confirmation, type the password or provide confirmation.

To automatically repair problems with files and folders that the scan detects, select Automatically fix file system errors. Otherwise, the disk check will simply report problems but not fix them.

To perform a thorough disk check, select Scan for and attempt recovery of bad sectors. This scan attempts to find and repair physical errors on the hard disk itself, and it can take much longer to complete.

To check for both file errors and physical errors, select both Automatically fix file system errors and Scan for and attempt recovery of bad sectors.

Click Start.

Depending upon the size of your hard disk, this may take several minutes. For best results, don't use your computer for any other tasks while it's checking for errors.
Top
Profilo Invia messaggio privato
computerlindo
Semidio
Semidio


Registrato: 18/05/10 11:02
Messaggi: 405
Residenza: Siena

MessaggioInviato: 05 Ott 2011 21:01    Oggetto: Rispondi citando

Ok, grazie della risposta. Ho fatto lo scandisk e la deframmentazione e poi ho installato Wubi nel portatile, assegnandogli 17 GB. Si tratta del computer che tengo a casa, non di quello che porto con me fuori sede, quindi la conoscenza di Ubuntu sarà dilazionata nel tempo per me. Già ho avuto il primo problema, quello di come connettermi a internet. Dalle icone e dai menu non sono riuscito ad attivare la ricerca di reti Wireless, ma è vero che era il mio primo contatto in assoluto col nuovo sistema operativo e quindi ci vuole tempo.
La mia prima impressione è stata positiva, anche se sono solo all'inizio. Mi hanno colpito soprattutto due cose del sistema. L' essenzialità, cioè la presenza limitata di icone, menu, collegamenti, che secondo me facilita l'esperienza dell'utente, perchè non lo distrae, come avviene invece in Windows, disperdendolo in mille rami (io poi se trovo delle icone sono curioso e ci clicco). E l'"ergonomicità" per così dire, cioè un sistema operativo che sembra ispirato al criterio di rispondere alle esigenze dell'utente, come costruito intorno alla persona e ai suoi stili di utilizzo anche. Ad es, se ho visto bene, c'è la possibilità di accedere con un unico servizio a tutti i programmi di messaggistica (msn, facebook, ecc) e così si evita di aprire mille applicazioni e di ricordare mille password.
Poi mi piace il concetto base dell'open source. L'unico appunto che gli faccio per ora, ma sono davvero agli inizi, è il colore dello sfondo: anzichè violetto, io l'avrei fatto sul verde.
Se ho delle domande sull'utilizzo di Ubuntu ora che l'ho installato, posso continuare a scrivere qui?
Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
anabasi
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/05 00:58
Messaggi: 12562
Residenza: Tra Alpi e Tanaro

MessaggioInviato: 06 Ott 2011 11:45    Oggetto: Rispondi

Ciao

computerlindo ha scritto:
Già ho avuto il primo problema, quello di come connettermi a internet. Dalle icone e dai menu non sono riuscito ad attivare la ricerca di reti Wireless, ma è vero che era il mio primo contatto in assoluto col nuovo sistema operativo e quindi ci vuole tempo.

Ubuntu dovrebbe rilevare la rete Wi-Fi automaticamente.
Nella barra superiore, cliccando su un simbolo che assomiglia a un diodo si aprirà un menù che dovrebbe elencare tutte le possibili connessioni, non solo Wi-Fi. Selezionando "Modifica connessioni" troverai diversi Tab, tra cui una chiamata "senza fili".
Puoi anche verificare da terminale se la scheda Wi-Fi è riconosciuta da Ubuntu.
Se è una scheda interna, digita nel terminale il comando:
Codice:

lspci -v

se invece la scheda Wi-Fi è in una chiavetta USB, digita nel terminale il comando:
Codice:

lsusb

In questo modo dovresti trovare informazioni sulla scheda, se è stata rilevata.
Puoi anche dare un'occhiata al Wiki di Ubuntu (alla pagina che ho linkato e a quelle collegate) e verificare in questa lista se la tua scheda Wi-Fi è compatibile.


computerlindo ha scritto:
L'unico appunto che gli faccio per ora, ma sono davvero agli inizi, è il colore dello sfondo: anzichè violetto, io l'avrei fatto sul verde.

Un click destro su un punto vuoto del desktop e seleziona "Cambia sfondo scrivania". Potrai cambiare tema, sfondo e tipi di carattere.


computerlindo ha scritto:

Se ho delle domande sull'utilizzo di Ubuntu ora che l'ho installato, posso continuare a scrivere qui?

E' preferibile aprire un nuovo thread per ogni problema, per due motivi:
* è più facile che qualcuno che ha già risolto il tuo stesso problema si accorga della tua richiesta e ti risponda;
* in futuro, quel thread potrebbe essere utile a qualcun altro, e un titolo esplicativo dell'argomento trattato è d'aiuto nelle ricerche.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> *Ubuntu Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi