Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Il corpo vissuto...il corpo usato.
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 20 Apr 2009 12:45    Oggetto: Rispondi citando

Lillibeth ha scritto:





per le donne a volte mi sembra normale il concepire ke il proprio uomo possa andare con qualcun'altra x esigenze fisiologiche. ma lo trovo così, come dire, triste.
ci rimango male se penso a tutte le storie/storiacce ke accadono ai conoscenti. le persone + unite ed affiatate si scopre essere le peggiori, relazioni intricatissime, corna a tutto spiano senza pudori (nel senso ke lo si sbandiera senza preoccuparsi delle conseguenze su compagno o peggio figli), ecc.
l'unica cosa ke mi salva è il pensare ke "il mio non è così" sxando ke sia vero. io ne sono convinta ma chissà...




Lilly...che casino...dici un sacco di cose...anche contraddittorie...
ma cosa pensi degli uomini?...che è fisiologico che vadano con altre per...esigenze ...corporee?
E speri che il tuo faccia eccezione?

Io credo certo che ci siano delle diversità sul modo di vivere al sessualità al maschile e al femminile ma penso che l'amore è amore per entrambi...e quando ci si unisce carnalmente con un altro/altra non è quasi mai solo per sesso ma per un bisogno più profondo...
Non so se vedo male ma non credo nè alle t**** nè ai casanova...

Annaspiamo..tutti quanti...in cerca di una totalità spesso effimera, a volte invece toccata con mano, vissuta nel corpo e nell'anima..ma che non possiamo mai pensare di poter trattenere.

Ciao Lilly..rilassati...siamo fra amici..di pure tutto quello che pensi... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 20 Apr 2009 13:27    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
Lillibeth ha scritto:





per le donne a volte mi sembra normale il concepire ke il proprio uomo possa andare con qualcun'altra x esigenze fisiologiche. ma lo trovo così, come dire, triste.
ci rimango male se penso a tutte le storie/storiacce ke accadono ai conoscenti. le persone + unite ed affiatate si scopre essere le peggiori, relazioni intricatissime, corna a tutto spiano senza pudori (nel senso ke lo si sbandiera senza preoccuparsi delle conseguenze su compagno o peggio figli), ecc.
l'unica cosa ke mi salva è il pensare ke "il mio non è così" sxando ke sia vero. io ne sono convinta ma chissà...




Lilly...che casino...dici un sacco di cose...anche contraddittorie...
ma cosa pensi degli uomini?...che è fisiologico che vadano con altre per...esigenze ...corporee?
E speri che il tuo faccia eccezione?



si ho fatto un po' di casino. Embarassed
credo + o meno di si, o almeno mi sembra la normalità. forse ormai da parte di entrambi.
siamo abituate a credere ke esista il principe azzurro fin da piccole, con le fiabe, i film, l'immaginazione, l'ideale cristiano di vita familiare.
poi cresci e capisci ke tutto intorno a te è tutt'altro ke rose e fiori. e quando ti capita di trovarti in paradiso ti sembra ke ci sia qlcosa di strano rispetto alla normalità...
sempre + spesso vengo a consocenza di storie assurde, mi metto al posto delle persone a cui capitano. matrimoni anke ventennali ke crollano come castelli di carta.
poi guardo il mio compagno e spero che non sia così, perchè davanti ad un'apparenza di perfezione a volte si celano verità ben diverse.
credo ke si sia in fin dei conti tutti un po' egoisti e nonostante l'amore quando ti prende la passione, anke se effimera, t'incendia, e a pelle senti un'attrazione cui è difficile resistere.
e allora mi chiedo se sia giusto resistere alle tentazioni in nome di amore e rispetto o sia normale cedervi per poi ritornare alla serena e tranquilla vita di coppia senza ke x questo si sia fatto qualcosa di male. magari investi anima e corpo in una vita insieme x poi rimanere a 50 anni con un pugno di mosche in mano e ti ritrovi a pensare: se potessi tornare indietro magari mi divertirei un po' di + ed al diavolo la fedeltà.
parlando, confrontandomi con altri il "faccio come azz mi pare, basta ke non lo scopra nessuno" sia la regola.
mi sembra ke la normalità non sia quella di cui tutti idealmente parliamo.
mi sento un pesce fuor d'acqua a star bene col moroso (ops fidanzato), desiderarlo e cercare di condividere solo con lui certi aspetti della mia vita.
sarà la pioggia... oggi mi sento fatalista e malinconica... mah
credo di esser andata fuori tema...
Top
Profilo Invia messaggio privato
zeross
Moderatore Software e Programmazione
Moderatore Software e Programmazione


Registrato: 19/11/08 11:04
Messaggi: 3464
Residenza: Atlantica

MessaggioInviato: 20 Apr 2009 16:31    Oggetto: Rispondi citando

Lillibeth ha scritto:
credo + o meno di si, o almeno mi sembra la normalità. forse ormai da parte di entrambi.
siamo abituate a credere ke esista il principe azzurro fin da piccole, con le fiabe, i film, l'immaginazione, l'ideale cristiano di vita familiare.
poi cresci e capisci ke tutto intorno a te è tutt'altro ke rose e fiori. e quando ti capita di trovarti in paradiso ti sembra ke ci sia qlcosa di strano rispetto alla normalità...
sempre + spesso vengo a consocenza di storie assurde, mi metto al posto delle persone a cui capitano. matrimoni anke ventennali ke crollano come castelli di carta.
poi guardo il mio compagno e spero che non sia così, perchè davanti ad un'apparenza di perfezione a volte si celano verità ben diverse.
credo ke si sia in fin dei conti tutti un po' egoisti e nonostante l'amore quando ti prende la passione, anke se effimera, t'incendia, e a pelle senti un'attrazione cui è difficile resistere.
e allora mi chiedo se sia giusto resistere alle tentazioni in nome di amore e rispetto o sia normale cedervi per poi ritornare alla serena e tranquilla vita di coppia senza ke x questo si sia fatto qualcosa di male. magari investi anima e corpo in una vita insieme x poi rimanere a 50 anni con un pugno di mosche in mano e ti ritrovi a pensare: se potessi tornare indietro magari mi divertirei un po' di + ed al diavolo la fedeltà.
parlando, confrontandomi con altri il "faccio come azz mi pare, basta ke non lo scopra nessuno" sia la regola.
mi sembra ke la normalità non sia quella di cui tutti idealmente parliamo.
mi sento un pesce fuor d'acqua a star bene col moroso (ops fidanzato), desiderarlo e cercare di condividere solo con lui certi aspetti della mia vita.
sarà la pioggia... oggi mi sento fatalista e malinconica... mah
credo di esser andata fuori tema...


I sentimenti non vanno mai fuori tema.

Quello che avvelena i sentimenti e la vita delle persone e soltanto l'ipocrisia, di mantenere una apparenza invece che puntare sulla sostanza.

E l'ipocrisia deve essere accompagnata dal sicario per eccellenza ovvero la menzogna.

Le bugie hanno il malefico potere di distruggere i sentimenti, le speranze i sogni, la fiducia.

Quando un rapporto si sfalda e solo perché si basa su ipocrisia e menzogna.
Tutte le storie che conosci non si rovinano perche non esiste il principe azzurro o perche non si è voluti divertire.
Finiscono perche non c'è fiducia, onesta e rispetto tra i compagni.
Essere innamorati vuol dire perdersi uno nell'altra.
Avere dei segreti e il primo passo per sotterrare l'amore.
Se esiste fiducia tra tutti e due se non esistono segreti, allora anche in una giornata di pioggia riesce a brillare il sole. Very Happy

Zeross
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 20 Apr 2009 20:06    Oggetto: Rispondi citando

zeross ha scritto:


I sentimenti non vanno mai fuori tema.

Quello che avvelena i sentimenti e la vita delle persone e soltanto l'ipocrisia, di mantenere una apparenza invece che puntare sulla sostanza.

E l'ipocrisia deve essere accompagnata dal sicario per eccellenza ovvero la menzogna.

Le bugie hanno il malefico potere di distruggere i sentimenti, le speranze i sogni, la fiducia.

Quando un rapporto si sfalda e solo perché si basa su ipocrisia e menzogna.
Tutte le storie che conosci non si rovinano perche non esiste il principe azzurro o perche non si è voluti divertire.
Finiscono perche non c'è fiducia, onesta e rispetto tra i compagni.
Essere innamorati vuol dire perdersi uno nell'altra.
Avere dei segreti e il primo passo per sotterrare l'amore.
Se esiste fiducia tra tutti e due se non esistono segreti, allora anche in una giornata di pioggia riesce a brillare il sole. Very Happy

Zeross

Perchè in un rapporto si instura menzogna e ipocrisia? Perchè uno dei due è cattivo?...
Basta la volontà di non mentire mai a tenere viva la passione e le affinità in una coppia?

Perchè non c'è fiducia, onestà, rispetto dei compagni?...
Il tradito è vittima e il traditore è colpevole?
Non ti sembra che il discorso sia un pò..riduttivo?....

Per tornare I.T. una riflessione...
A mio avviso..il corpo non mente...se il corpo "vissuto" mi dice che è finita...se brama amore fisico, contatto e passione come acqua fresca dopo un' estate secca e arsa...Dire la verità significa chiudere definitivamente il rapporto..perchè così funzionano le relazioni.

So che mi tirerò addosso le ire di molti ma sono convinta che o si impara a trasformare i sentimenti accettando il fatto che nulla rimane sempre uguale...Accettando che forse non sempre a 50 anni si ha ancora la voglia di fare l'amore con la stessa persona dei 20...E che questo non significa la fine dell'affetto nè dell'amore...useremmo sempre espressioni "forti" per etichettare chi tradisce, lascia, cambia patner...
E continuerà ad essereci quell'ipocrisia che tu giudichi Zeross anche e prioprio per il timore di queste stesse etichette....
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 20 Apr 2009 20:58    Oggetto: Rispondi citando

Lillibeth ha scritto:




e allora mi chiedo se sia giusto resistere alle tentazioni in nome di amore e rispetto o sia normale cedervi per poi ritornare alla serena e tranquilla vita di coppia senza ke x questo si sia fatto qualcosa di male. magari investi anima e corpo in una vita insieme x poi rimanere a 50 anni con un pugno di mosche in mano e ti ritrovi a pensare: se potessi tornare indietro magari mi divertirei un po' di + ed al diavolo la fedeltà.
parlando, confrontandomi con altri il "faccio come azz mi pare, basta ke non lo scopra nessuno" sia la regola.




Secondo te l'amore..è un investimento?...dai Lilly....
Giusto...ingiusto...non lo so..io so che se a 50 anni sarò sola avrò comunque vissuto delle esperienze.
Non posso vivere con la paura di fare la scelta sbagliata...
Mia mamma diceva.."chi non mi ama non mi merita".
Se un uomo ti lascia si ricomincia..meglio sola che con uno che mi sopporta o che non mi desidera...
Su questo quoto Zeross...l'ipocrisia è il male peggiore...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 08:10    Oggetto: Rispondi citando

[/quote]

Secondo te l'amore..è un investimento?...dai Lilly....
Giusto...ingiusto...non lo so..io so che se a 50 anni sarò sola avrò comunque vissuto delle esperienze.
Non posso vivere con la paura di fare la scelta sbagliata...
Mia mamma diceva.."chi non mi ama non mi merita".
Se un uomo ti lascia si ricomincia..meglio sola che con uno che mi sopporta o che non mi desidera...
Su questo quoto Zeross...l'ipocrisia è il male peggiore...[/quote]

Forse ho omesso di dire a quarantacinque anni con figli. Mi riferivo ai risvolti pratici della cosa. Finchè ci se la vede fra i due partner si rimette tutto a posto in un modo o nell'altro. Purtroppo i sentimenti di cui stava parlando non sono solo astratti e rilegati nell'intimità di due persone ma hanno ripercussioni pratiche e devastanti anche sulla vita non solo di coppia ma delle persone per cui credo valga la pena vivere: i figli. ke volenti o nolenti ci rimettono sempre.
si l'amore credo ke messo in questi termini diventi, mi si perdoni il termine, "un'investimento". se t'innamori della persona sbagliata puoi finire anche molto male.
x quanto detesti ammetterlo la stragrande maggioranza delle coppie ke vedo intono a me basa il suo matrimonio/unione sull'ipocrisia, la facciata, la menzogna, la convenienza.
vedo così tante coppie del genere ke mi fa passare la voglia di pensarmi sposata. Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 08:11    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:


Secondo te l'amore..è un investimento?...dai Lilly....
Giusto...ingiusto...non lo so..io so che se a 50 anni sarò sola avrò comunque vissuto delle esperienze.
Non posso vivere con la paura di fare la scelta sbagliata...
Mia mamma diceva.."chi non mi ama non mi merita".
Se un uomo ti lascia si ricomincia..meglio sola che con uno che mi sopporta o che non mi desidera...
Su questo quoto Zeross...l'ipocrisia è il male peggiore...


Forse ho omesso di dire a quarantacinque anni con figli. Mi riferivo ai risvolti pratici della cosa. Finchè ci se la vede fra i due partner si rimette tutto a posto in un modo o nell'altro. Purtroppo i sentimenti di cui stava parlando non sono solo astratti e rilegati nell'intimità di due persone ma hanno ripercussioni pratiche e devastanti anche sulla vita non solo di coppia ma delle persone per cui credo valga la pena vivere: i figli. ke volenti o nolenti ci rimettono sempre.
si l'amore credo ke messo in questi termini diventi, mi si perdoni il termine, "un'investimento". se t'innamori della persona sbagliata puoi finire anche molto male.
x quanto detesti ammetterlo la stragrande maggioranza delle coppie ke vedo intono a me basa il suo matrimonio/unione sull'ipocrisia, la facciata, la menzogna, la convenienza.
vedo così tante coppie del genere ke mi fa passare la voglia di pensarmi sposata. Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 08:26    Oggetto: Rispondi citando

zeross ha scritto:


Quello che avvelena i sentimenti e la vita delle persone e soltanto l'ipocrisia, di mantenere una apparenza invece che puntare sulla sostanza.

E l'ipocrisia deve essere accompagnata dal sicario per eccellenza ovvero la menzogna.

Le bugie hanno il malefico potere di distruggere i sentimenti, le speranze i sogni, la fiducia.

Quando un rapporto si sfalda e solo perché si basa su ipocrisia e menzogna.
Tutte le storie che conosci non si rovinano perche non esiste il principe azzurro o perche non si è voluti divertire.
Finiscono perche non c'è fiducia, onesta e rispetto tra i compagni.
Essere innamorati vuol dire perdersi uno nell'altra.
Avere dei segreti e il primo passo per sotterrare l'amore.
Se esiste fiducia tra tutti e due se non esistono segreti, allora anche in una giornata di pioggia riesce a brillare il sole. Very Happy

Zeross


mmm non so mi sembra un po' riduttivo il dare la colpa a menzogna ed ipocrisia.
il perdersi l'uno nell'altra credo possa durare qualche anno al massimo, poi subentrano altri sentimenti. un amore + maturo fatto non + di passione travolgente ma di amicizia profonda, affetto, si rispetto, insomma l'amore che possono provare due persone che si amano e convivono da anni e anni.

mi piace molto osservare le dinamiche familiari, le persone in generale. e da quello ke ho osservato fin'ora sono emersi dati sconfortanti.
l'amico ke ama profondamente la sua compagna, la adora ma ha dei problemi con lei troppo poco disponibile e monotona a letto per cui deve andare a cercare altrove certe esperienze.
il trentenne che ha una compagna e figli e porta avanti in parallelo una relazione seria facendo credere all'altra un fidanzamento ufficiale ke in realtà non esiste.
ki sta mettendo su casa, con tutti i vincoli ke ne conseguono, e non sa ke al partner piacciono le ragazzine minorenni.
potrei andare avanti all'infinito portandoti ad esempio tantissimi casi purtroppo visti coi miei occhi.
mi sembrano molto rare le coppie ke si possano definire realmente tali. anke le migliori famiglie ke all'apparenza sembrano perfette poi scopri ke hanno dei vissuti a dir poco rocamboleschi.

scavando nell'animo umano a volte s'incontrano stranezze ke m'affascinano ma allo stesso tempo m'inquietano.
mi sembra quasi ke la natura umana sia ben diversa da quella ke t'inculcano con morale cattolica fin da bambino salvo poi fare i conti con l'istinto ke viene sempre a galla.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 08:27    Oggetto: Rispondi citando

zeross ha scritto:


Quello che avvelena i sentimenti e la vita delle persone e soltanto l'ipocrisia, di mantenere una apparenza invece che puntare sulla sostanza.

E l'ipocrisia deve essere accompagnata dal sicario per eccellenza ovvero la menzogna.

Le bugie hanno il malefico potere di distruggere i sentimenti, le speranze i sogni, la fiducia.

Quando un rapporto si sfalda e solo perché si basa su ipocrisia e menzogna.
Tutte le storie che conosci non si rovinano perche non esiste il principe azzurro o perche non si è voluti divertire.
Finiscono perche non c'è fiducia, onesta e rispetto tra i compagni.
Essere innamorati vuol dire perdersi uno nell'altra.
Avere dei segreti e il primo passo per sotterrare l'amore.
Se esiste fiducia tra tutti e due se non esistono segreti, allora anche in una giornata di pioggia riesce a brillare il sole. Very Happy

Zeross


mmm non so mi sembra un po' riduttivo il dare la colpa a menzogna ed ipocrisia.
il perdersi l'uno nell'altra credo possa durare qualche anno al massimo, poi subentrano altri sentimenti. un amore + maturo fatto non + di passione travolgente ma di amicizia profonda, affetto, si rispetto, insomma l'amore che possono provare due persone che si amano e convivono da anni e anni.
mi piace molto osservare le dinamiche familiari, le persone in generale. e da quello ke ho osservato fin'ora sono emersi dati sconfortanti.
l'amico ke ama profondamente la sua compagna, la adora ma ha dei problemi con lei troppo poco disponibile e monotona a letto per cui deve andare a cercare altrove certe esperienze.
il trentenne che ha una compagna e figli e porta avanti in parallelo una relazione seria facendo credere all'altra un fidanzamento ufficiale ke in realtà non esiste.
ki sta mettendo su casa, con tutti i vincoli ke ne conseguono, e non sa ke al partner piacciono le ragazzine minorenni.
potrei andare avanti all'infinito portandoti ad esempio tantissimi casi.
mi sembrano molto rare le coppie ke si possano definire realmente tali. anke le migliori famiglie ke all'apparenza sembrano perfette poi scopri ke hanno dei vissuti a dir poco rocamboleschi.
scavando nell'animo umano a volte s'incontrano stranezze ke m'affascinano ma allo stesso tempo m'inquietano.
mi sembra quasi ke la natura umana sia ben diversa da quella ke t'inculcano con morale cattolica fin da bambino salvo poi fare i conti con l'istinto ke viene sempre a galla.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 08:40    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:


Per tornare I.T. una riflessione...
A mio avviso..il corpo non mente...se il corpo "vissuto" mi dice che è finita...se brama amore fisico, contatto e passione come acqua fresca dopo un' estate secca e arsa...Dire la verità significa chiudere definitivamente il rapporto..perchè così funzionano le relazioni.


beh si, certe verità pongono fine ad una relazione.
invece mia nonna diceva ke il bel tacere non fu mai scritto. perchè certe verità sono troppo scomode x essere dette.
se poi oltretutto l'unico perno su cui ruota una relazione che si stà vivendo è la passione prettamente fisica dal momento ke non c'è + la relazione è finita.
possono coesistere secondo voi 2 storie parallele in cui in una hai amore fisico mentre nell'altra una relazione perfetta ma ormai sopita nei sensi? cioè è normale avere al fianco il compagno di una vita e concedersi quelle sensazioni ke solo con degli "sconosciuti" puoi provare?

Proserpina ha scritto:
So che mi tirerò addosso le ire di molti ma sono convinta che o si impara a trasformare i sentimenti accettando il fatto che nulla rimane sempre uguale...Accettando che forse non sempre a 50 anni si ha ancora la voglia di fare l'amore con la stessa persona dei 20...E che questo non significa la fine dell'affetto nè dell'amore...useremmo sempre espressioni "forti" per etichettare chi tradisce, lascia, cambia patner...
E continuerà ad essereci quell'ipocrisia che tu giudichi Zeross anche e prioprio per il timore di queste stesse etichette....


nulla di + vero. ancora guardo con ammirazione i miei zii arrivati ad oltre 75 anni e prendersi cura ancora l'una dell'altra con amorevole affetto. l'aiutarsi reciprocamente da sempre. lo stare insieme per 50 anni nonostante le difficoltà. è l'unica vera coppia ke conosco.
sempre di + credo ke il tradimetno, così come altri comportamenti, sia una colpa solo xkè così c'è sempre stato insegnato. del resto però se ci si pensa forse è dettato dal vivere comune proprio ai fini pratici della famiglia.
quando si parla di praticità l'amore ed i sentimenti in questa costrizione diventano così, così, non so nenake io come definirli
Top
Profilo Invia messaggio privato
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 09:38    Oggetto: Rispondi citando

Lillibeth ha scritto:


possono coesistere secondo voi 2 storie parallele in cui in una hai amore fisico mentre nell'altra una relazione perfetta ma ormai sopita nei sensi? cioè è normale avere al fianco il compagno di una vita e concedersi quelle sensazioni ke solo con degli "sconosciuti" puoi provare?


si..secondo me si ma..perchè parli di sconosciuti? Io credo che la passione e l'arte d'amare va coltivata..non viene mai bene al primo approccio dai! Wink




Lillibeth ha scritto:

sempre di + credo ke il tradimetno, così come altri comportamenti, sia una colpa solo xkè così c'è sempre stato insegnato. del resto però se ci si pensa forse è dettato dal vivere comune proprio ai fini pratici della famiglia.



mi fa piacere che qualcuno la pensi come me..
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 10:58    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:


si..secondo me si ma..perchè parli di sconosciuti? Io credo che la passione e l'arte d'amare va coltivata..non viene mai bene al primo approccio dai! Wink



sconosciuti è il termine sbagliato forse sarebbe meglio dire "qualcun'altro". comunque qualcuno ke non conosci così a fondo come il compagno da una vita o cmq ke conosci ormai da tempo.
ke poi anke lì sto dicendo una cavolata in quanto magari ti rendi conto d'aver vissuto accanto x anni ad uno sconosciuto... o di trovare molte affinità/intesa con chi conosci da poco...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 11:02    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
non viene mai bene al primo approccio dai! Wink


ah ah ah vero vero. nulla di + vero. affinchè sia del tutto coinvolgente per entrambi bisogna comunque creare un minimo d'intimità... ok!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 11:48    Oggetto: Rispondi citando

Lillibeth ha scritto:

ke poi anke lì sto dicendo una cavolata in quanto magari ti rendi conto d'aver vissuto accanto x anni ad uno sconosciuto... o di trovare molte affinità/intesa con chi conosci da poco...


ecco questa frase è da incorniciare!!! Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 11:53    Oggetto: Rispondi citando

Lillibeth ha scritto:
Proserpina ha scritto:
non viene mai bene al primo approccio dai! Wink


ah ah ah vero vero. nulla di + vero. affinchè sia del tutto coinvolgente per entrambi bisogna comunque creare un minimo d'intimità... ok!


Più di un minimo...secondo me... Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20632
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 16:40    Oggetto: Rispondi citando

E' incredibile come siete passate dal corpo ai sentimenti e alla relazione amorosa: il corpo è uno strumento per relazionare ma è anche il contenitore nel quale siamo immersi, è anche ciò che siamo perché è la chimica del cervello a generare i sentimenti e i pensieri.Very Happy

Bella discussione: anche gli OT apparenti contribuiscono all'esplorazione delle idee che abbiamo di noi stessi e dell'argomento che abbiamo scelto di commentare. Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 22 Apr 2009 11:34    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
Lillibeth ha scritto:


possono coesistere secondo voi 2 storie parallele in cui in una hai amore fisico mentre nell'altra una relazione perfetta ma ormai sopita nei sensi? cioè è normale avere al fianco il compagno di una vita e concedersi quelle sensazioni ke solo con degli "sconosciuti" puoi provare?


si..secondo me si ma..



quindi nessun senso di colpa nei confronti del compagno di una vita?
penso a volte a parti inverse e so ke non sarei entusiasta se il mio partner in cerca di emozioni fisiche andasse con un'altra x poi tornare nel mio letto. ma soprattutto avrei anke paura di perderlo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20632
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 22 Apr 2009 12:08    Oggetto: Rispondi citando

Lillibeth ha scritto:
quindi nessun senso di colpa nei confronti del compagno di una vita?
penso a volte a parti inverse e so ke non sarei entusiasta se il mio partner in cerca di emozioni fisiche andasse con un'altra x poi tornare nel mio letto. ma soprattutto avrei anke paura di perderlo.

I sensi di colpa hanno ragioni che prescindono dalla naturalità del sesso. Derivano esclusivamente dall'educazione e dall'empatia che ciascuno sviluppa nei confronti degli altri.

In un contesto sociale dove la sessualità è strettamente codificata come il nostro, il ruolo dell'individuo prescinde dalla sua natura.
Fortunatamente, le ragione naturali hanno fatto sì che la nostra specie, a prescindere dalle regole che si è imposta, ha sempre cercato la via più naturale alla procreazione che, come ben sappiano, in ambiente naturale avviene tramite accoppiamento diretto.

L'incredibile quantità di "tradimenti" che l'umanità si è concessa ha permesso un rimescolamento genetico straordinario che fin qui ci ha condotti, più nel bene che nel male.
Pensa a questo, cara lillibeth: se i tuoi antenati ma soprattutto se le tue antenate, fin dai primordi, non avessero scelto di essere sessualmente libere, tu non saresti mai nata.
A me questa sembra una cosa carina. Very Happy
Credi che dovrebbero sentirsi in colpa per aver scelto i partner sessuali più graditi? Credi che dovrebbero sentirsi in colpa per aver generato alfine, in infinite nascite, l'ultimo loro progetto cioè tu?

Puoi sentirti in colpa per aver promesso e non mantenuto la tua fedeltà affettiva, sessuale, economica o quello che ti pare, con qualsiasi partner affettivo, sessuale, amicale, professionale eccetera al quale dovevi lealtà, questo sì. Ma di per sé, amare, essere amati, non è mai una colpa.
Stabilisci bene i confini delle tue relazioni, si chiara e prudente, scegli secondo il tuo cuore e secondo ragione. Non lasciare che nessuno dei due prevalga, perché spesso si mascherano l'uno dietro l'altra.

Se hai un senso di colpa è però segno di un conflitto che hai dentro di te, non con altri.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 22 Apr 2009 12:42    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:




Stabilisci bene i confini delle tue relazioni, si chiara e prudente, scegli secondo il tuo cuore e secondo ragione. Non lasciare che nessuno dei due prevalga, perché spesso si mascherano l'uno dietro l'altra.

Se hai un senso di colpa è però segno di un conflitto che hai dentro di te, non con altri.


ecco..io metterei questa frase sopra il mio letto e la leggerei tutte le sere.
E' chiara, incisiva e ...la sento molto vera.

A mia figlia, e a me stessa...alle donne che incontro sul mio cammino...tutte le sere... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Lillibeth
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 14/05/07 08:51
Messaggi: 98

MessaggioInviato: 22 Apr 2009 13:36    Oggetto: Rispondi

Silent Runner ha scritto:
Lillibeth ha scritto:
quindi nessun senso di colpa nei confronti del compagno di una vita?
penso a volte a parti inverse e so ke non sarei entusiasta se il mio partner in cerca di emozioni fisiche andasse con un'altra x poi tornare nel mio letto. ma soprattutto avrei anke paura di perderlo.

I sensi di colpa hanno ragioni che prescindono dalla naturalità del sesso. Derivano esclusivamente dall'educazione e dall'empatia che ciascuno sviluppa nei confronti degli altri.

In un contesto sociale dove la sessualità è strettamente codificata come il nostro, il ruolo dell'individuo prescinde dalla sua natura.
Fortunatamente, le ragione naturali hanno fatto sì che la nostra specie, a prescindere dalle regole che si è imposta, ha sempre cercato la via più naturale alla procreazione che, come ben sappiano, in ambiente naturale avviene tramite accoppiamento diretto.

L'incredibile quantità di "tradimenti" che l'umanità si è concessa ha permesso un rimescolamento genetico straordinario che fin qui ci ha condotti, più nel bene che nel male.
Pensa a questo, cara lillibeth: se i tuoi antenati ma soprattutto se le tue antenate, fin dai primordi, non avessero scelto di essere sessualmente libere, tu non saresti mai nata.
A me questa sembra una cosa carina. Very Happy
Credi che dovrebbero sentirsi in colpa per aver scelto i partner sessuali più graditi? Credi che dovrebbero sentirsi in colpa per aver generato alfine, in infinite nascite, l'ultimo loro progetto cioè tu?

Puoi sentirti in colpa per aver promesso e non mantenuto la tua fedeltà affettiva, sessuale, economica o quello che ti pare, con qualsiasi partner affettivo, sessuale, amicale, professionale eccetera al quale dovevi lealtà, questo sì. Ma di per sé, amare, essere amati, non è mai una colpa.
Stabilisci bene i confini delle tue relazioni, si chiara e prudente, scegli secondo il tuo cuore e secondo ragione. Non lasciare che nessuno dei due prevalga, perché spesso si mascherano l'uno dietro l'altra.

Se hai un senso di colpa è però segno di un conflitto che hai dentro di te, non con altri.



si va beh, ok tutte bellissime e verissime parole ke condivido ank'io ma nessuno ha risposto alla mia domanda...
guardando in faccia il/la compagno/a di una vita dopo averlo/a "tradito/a" con un altro/a... non proveresti neanke un minimo senso di disagio?
ma soprattutto a parti inverse... come prenderesti le abitudini sessuali non condivise con te del/la tuo/a compagno/a?
scusate, sarò sciocca ed ingenua sotto alcuni punti di vista ma cerco di capire un mondo a me ancora sconosciuto, il come ragiona ki è favorevole al tranquillo "tradire". io provando a pensarci mi sentirei tremendamente in colpa. x ora non ne sento il bisogno ma in futuro kissà, anzi sempre di + credo ke ad un certo punto sia fisiologico x kiunque.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 4 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi