Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Google Ocean mapperà le acque
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Goooooooooogle
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 04 Mag 2008 22:31    Oggetto: Google Ocean mapperà le acque Rispondi citando

Commenti all'articolo Google Ocean mapperà le acque
Dopo la terra e il cielo, Google permetterà di navigare nelle acque degli oceani e di passeggiare sui fondali.



Top
Gavilan
Moderatore Salotto delle Muse
Moderatore Salotto delle Muse


Registrato: 18/12/06 23:09
Messaggi: 4094
Residenza: l'Universo... che, come disse un mio buon amico (tale H.Rouge), non è meritocratico.

MessaggioInviato: 04 Mag 2008 22:57    Oggetto: Rispondi citando

Wow!
Non so se provare più ammirazione o paura per quel che sempre più sta dimostrando d'essere google...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Bunips
Semidio
Semidio


Registrato: 30/11/07 14:19
Messaggi: 202
Residenza: Bolzano

MessaggioInviato: 05 Mag 2008 15:25    Oggetto: mappe sottomarine Rispondi citando

sono certo di una cosa... non mancheranno le sorprese quando ci metteremo seriamente a mettere il naso sotto le onde del mare.

una grossa mano potrbbe darla la marina usa. infatti un vecchio caro ricordino della guerra fredda e il sistema globale di sorvegliananza sonar.
molto simile a echelon. solo che il grande orecchio era sotto le onde per sentire i movimenti dei sottomarini russi. si parla di tecnologia superata.
ma sono sicuro che se aprissimo gli archivi russi oppure usa, avremo una cartografia con una risoluzione 1 x 1 metro.
ma la vedo dura farli tirare fuori certi documenti. per il semplice motivo che dovrebbero dare spiegazioni troppo imbarazzanti. speriamo che i prossimi presidenti usa e urss, non siano paranoici nostalgici guerrafondai.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
guardianodelfaro
Dio minore
Dio minore


Registrato: 20/02/08 06:42
Messaggi: 987
Residenza: Milano, con vista sul mare

MessaggioInviato: 05 Mag 2008 21:23    Oggetto: Rispondi citando

E il sistema "World Wind" della NASA, invece, l'avete già provato?
Fornisce un servizio pubblico dove alla cartografia sono associati punti di vista diversi ed informazioni aggiuntive che arricchiscono le immagini.

La capacità di zoom però la trovo ridicola rispetto a quella di Google (che comunque non ha le mappe tanto aggiornate, ad es. il mio faro non c'è Think ) e i dettagli si distinguono con molta fatica.

Al di là delle censure presenti ormai su qualsiasi mappatura e relative alle varie aree "protette" (come ad es. la famosa area 51 nel deserto del Nevada), mi sembra molto poco credibile che un'agenzia all'avanguardia come la NASA non abbia un software che riesca a riprendere immagini nitide e magari in tempo reale.

Morale: chi ha questi strumenti di "monitoraggio" se li tiene ben stretti sia perché sono strategici, sia perché se finissero in cattive mani sarebbero grossi guai.

Io personalmente, dopo aver scrutato qualche volta il manto stellato per curiosità, non sono più andato su Google Sky, forse se avessi avuto la passione per l'astronomia....
Lo stesso potrei dire per i fondali marini, al di là della curiosità estemporanea, ci potrei andare 1 volta o 2, non di più.

La cartografia terrestre invece è uno strumento che, oltre che utile in tante situazioni della vita quotidiana, consente di scoprire territori sconosciuti ma al contempo più vicini al nostro mondo.

Faccio un'ultima considerazione, meno romantica e raziocinante, ma più commerciale.
Le cartografie terrestri offrono molte opportunità di monetizzazione, cosa invece che ora come ora lo spazio e il mare non hanno.
Le compagnie come Google investono in un progetto se vedono possibilità di un ritorno economico, altrimenti lo abbandonano.

Glub

@gavy Spero di non essere stato troppo crudo nel dire quello che pensavo, comunque sappi che ho apprezzato anche la tua visione romantica della scoperta dell'ignoto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gavilan
Moderatore Salotto delle Muse
Moderatore Salotto delle Muse


Registrato: 18/12/06 23:09
Messaggi: 4094
Residenza: l'Universo... che, come disse un mio buon amico (tale H.Rouge), non è meritocratico.

MessaggioInviato: 05 Mag 2008 21:58    Oggetto: Rispondi citando

Crudo? Ma quando mai?!
Che una società investa solo in progetti che sa daranno frutti, è chiaro come il sole. Wink

Per il resto sappi che, più che romantica, sono un'inguaribile curiosona, quindi penso mi farò qualche giretto sui fondali marini, tempo - e non quello atmosferico - permettendo.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
guardianodelfaro
Dio minore
Dio minore


Registrato: 20/02/08 06:42
Messaggi: 987
Residenza: Milano, con vista sul mare

MessaggioInviato: 06 Mag 2008 06:46    Oggetto: Rispondi

In ogni caso, pur non intravvedendo ambi margini di guadagno x Google e una grande utilità x l'uomo comune, mi sembra un'impresa (il termine mi sembra più che appropriato) particolarmente ardua.

Cito dall'articolo:
Citazione:
Quasi sicuramente il progetto sarà aperto alla collaborazione di chiunque sia in grado di fornire dati utili: "Google fornirà la cornice, e tutti arriveranno a riempirla".

Quindi tutti quelli che possiedono un sottomarino o un ecoscandaglio potranno contribuire?!? Shocked
Citazione:
Realizzare le mappe non sarà una cosa semplice: "Non si può ancora entrare in un sottomarino e sostanzialmente volare nell'acqua explorando i canyon oceanici". Insomma: non sarà facile come realizzare la cartografia della superficie.

Quoto, non mi sembra che sia come le mappe stradali dove ognuno può contribuire a correggere eventuali errori o ad integrarle con dati supplementari, avendone i mezzi.
Pur avendo una fervida fantasia, non riesco ad immaginare chicchessia a fissare i cosiddetti "punti di interesse" sulla Fossa delle Marianne. Wink
Citazione:
Stephen P. Miller, dello Scripps Institution of Oceanography spera che questo progetto mostri chiaramente quanto ancora resta da esplorare: "Sappiamo molto di più circa la superficie di Marte dopo poche settimane di osservazione radar rispetto a quel che sappiamo del fondo degli oceani dopo due secoli".

E' vero, ma con una differenza: sia la luna che Marte sono territori esplorati dall'uomo in cerca di tracce di vita e/o tracce di elementi indispensabili alla formazione di qualsiasi forma di vita, nella speranza che il futuro dell'uomo possa estendersi a questi nuovi territori.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Goooooooooogle Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi