Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
L'aereo caduto sul Pentagono
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Bufale e indagini antibufala
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 02 Apr 2002 15:08    Oggetto: Prima di dire che è tutta una cazzata informatevi bene Rispondi citando

Conoscete la tecnologia Falco Globale o Global Hawk non c'era nessun pilota suicida , ma per voi inutile credete ciecamente a tutto quello che vi dicono i telegiornali. Ma infondo la verità fa male molto male credete pure che siano stati i Talebani

Top
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 02 Apr 2002 15:10    Oggetto: Mi fate pena Rispondi citando

leggete qui www.public-action.com/911...plane.html

Top
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 02 Apr 2002 20:57    Oggetto: Paolo rispondimi Rispondi citando

Pensi che la tecnologia Falco Globale sia tutta una cazzata .Tu puoi credere quello che vuoi ma il complotto interno USA è una realtà palese tenuta bene nascosta dalla CIA e FBI i mass-media hanno fatto il resto

Top
Paolo Attivissimo
Ospite





MessaggioInviato: 02 Apr 2002 22:15    Oggetto: Falco Globale chiama, Paolo Topone risponde... Rispondi citando

Cosa intendi per tecnologia Falco Globale? La possibilita' di pilotare un aereo da remoto?



Ma se CIA e FBI sono cosi' abili, come mai _tu_ li sai smascherare? E come mai non sono gia' padroni del mondo?



Non capisco perche' si debba pensare a messinscene cosi' incredibilmente elaborate. Come dimostrato dalla Guerra del Golfo, gli americani non hanno bisogno di provocarsi da soli tragedie come quella dell'11 settembre per avere motivi (chiamali pretesti, se vuoi) per lanciare offensive.



Che senso avrebbe fare tutto questo casino? Nessuno. E' per questo che le ipotesi di complotto non stanno in piedi. Appena ci rifletti su, crollano come castelli di carte.



Ciao da Paolo.

Top
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 03 Apr 2002 09:24    Oggetto: NON SONO AFFATTO ABILI LA CIA E FBI Rispondi citando

se erano abili non tiravano fuori una verità che fa acqua da tutte le parti ma comunque è inutile perchè tu credi ciecamente a quello che ti dicono i mass media senza valiare altre ipotesi .Mi fai pena

Top
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10535
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 03 Apr 2002 09:29    Oggetto: Re: NON SONO AFFATTO ABILI LA CIA E FBI Rispondi citando

ciao... non vorrei disturbare troppo la vostra discussione personale pero'... beh, cerchiamo di fare delle ipotesi sensate. Il fatto che esista la possibilita' che un aereo sia guidato da un "robot" non implica che sia stato usato contro il WTC, no? E il fatto che la CIA faccia quel che vuole (tristemente noto a tutto il mondo) non implica che la CIA abbia tirato giu' le torri per convincere Bush ad attaccare l'Afganistan... tanto lo faceva lo stesso, non credi?

Ciao

Cla

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 03 Apr 2002 09:46    Oggetto: non ho scritto che è stata la cia Rispondi citando

ho detto che la cia è complice ,perchè dirottare quattro aerei non è un gioco da ragazzi che possono far tutti.

Top
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 03 Apr 2002 09:50    Oggetto: Apri gli occhi Rispondi citando

Il motivo non sono solo i Talebani e Osama Bin Laden ma ci sono in gioco molti molti soldi che tu non riusciresti nemmeno ad immaginare purtroppo questa è la realtà bella o brutta che sia

Top
marko ramius
Eroe
Eroe


Registrato: 01/03/02 14:50
Messaggi: 56

MessaggioInviato: 03 Apr 2002 10:04    Oggetto: Re: Apri gli occhi Rispondi citando

Anche qui parlano di questo aereo fantasma... indovinate dove portano le pagine linkate? :-)

Top
Profilo Invia messaggio privato
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 03 Apr 2002 17:56    Oggetto: Perchè non sono i padroni del mondo Rispondi citando

Del tuo cervello sono sicuramente i padroni .Per quale motivo hanno fatto ciò hai mai sentito parlare di soldi .Forse le voci riguardo il pentagono saranno delle cazzate ma il complotto interno c'è .

Top
derwolf0
Ospite





MessaggioInviato: 03 Apr 2002 17:58    Oggetto: LEGGETE CON MOLTA CALMA Rispondi citando

11 settembre: l'inattendibilità della versione ufficiale e la tesi del complotto interno USA.



L'articolo seguente non è vangelo, ma fa riflettere



Anno di pubblicazione: 2002



La versione ufficiale data dal Governo USA circa i terribili attentati dell' 11 Settembre, diffusa e amplificata dai media, presenta una serie impressionante di punti oscuri e di incongruenze.



I PREALLARMI

Secondo la versione ufficiale l'attentato terroristico con aerei dirottati, usati come bombe contro edifici in territorio Usa, ha colto impreparati i servizi di sicurezza (pagati circa 30 miliardi di dollari all'anno), che non potevano prevedere una cosa del genere, così assolutamente nuova.



E' falso: a Genova in preparazione del G8 l'ipotesi di attentati terroristici di quel tipo era stata attentamente considerata dai servizi di sicurezza Addirittura sin dai tempi della guerra fredda questo tipo di attacco terroristico era all'attenzione dei servizi di sicurezza Usa; ce ne parla ampiamente ad esempio il numero di novembre '94 di Time Magazine.



In realtà, i servizi di sicurezza Usa sono stati ripetutamente informati da diverse fonti circa l'imminenza di un attentato terroristico con dirottamento aereo avente per obiettivo edifici di interesse nazionale.



Ci sono state varie segnalazioni nel corso dell'anno a più riprese a tal riguardo da parte dei servizi segreti di Israele, Germania, Egitto e Russia. Il presidente russo Putin ordinò ai suoi servizi segreti di allertare gli Usa nel modo più forte e convincente possibile circa la realtà e imminenza di tale pericolo.



In agosto un istruttore di volo del Minnesota aveva avvertito l'FBI circa il suo sospetto che uno dei suoi allievi, Zacaria Moussaoui, preparasse un attentato utilizzando un aereo civile Boeing 747 pieno di carburante: Anche la polizia francese aveva segnalato all' FBI Moussaoui, quale persona collegata agli estremisti islamici di Al-Qaeda.



Migliaia di put stock options sono state acquistate su United Airlines e American Airlines, i cui aerei sono stati dirottati l'11/09. Trattasi di operazione speculativa di chi scommette su di un forte ribasso delle quotazioni in borsa delle società in questione.



Un'operazione del 600% oltre il normale. E i servizi CIA e FBI monitorano costantemente queste operazioni sospette di insider trading circa imminenti attentati aerei, con il sw Promise. I 2.5 milioni di dollari dell'operazione non risultano più incassati.



Solo un morto israeliano tra le vittime dell'attentato del 11/09 alle torri gemelle, tra gli oltre 4000 abitualmente presenti: è più che fondato il sospetto che siano stati informati in tempo da qualcuno che sapeva, cioè la Mossad , i servizi segreti israeliani.





LA COLPEVOLE IMMOBILITA' DELLE FORZE DI SICUREZZA AEREA

La versione ufficiale sostiene che le forze aeree si sono rese conto del pericolo quando ormai era troppo tardi: è falso. Secondo le procedure (NORAD) di intercettazione in vigore, nel momento in cui le torri di controllo rilevano un aereo fuori rotta senza possibilità di comunicazione, vengono allertate le forze aeree militari affinchè queste raggiungano l'aereo in questione, verifichino il motivo del cambiamento di rotta (malfunzionamento, meteo, malore, dirottamento, ecc..) e infine intervengano per ripristinare la rotta se possibile, il tutto secondo codici ( di operazioni di volo) e procedure ben precise.



Nonostante la presenza di squadriglie di F-16 pronti al decollo in varie basi aeree a 10 - 20 minuti di volo dagli aerei dirottati, come ad esempio la base di Andrew a pochi chilometri dal Pentagono, bisogna aspettare 75 minuti, ormai troppo tardi, prima che la National Command Authority decida di far intervenire i jet F-16 della Air Force per l'intercettazione degli aerei dirottati. la suddetta procedura di intercettazione è stata tenuta bloccata per almeno 75 minuti, e solo un ordine dall'alto può bloccarla.



Fino al momento dell'intercettazione le autorità militari non potevano sapere se si trattava di dirottamento terroristico o altro. Non è vero che non hanno potuto intervenire in tempo: sembrerebbe, piuttosto, che non lo abbiano voluto.



I PRESUNTI ATTENTATORI

Chi avrebbe effettuato quella che secondo tutti gli esperti di servizi di sicurezza del mondo e secondo tutti i più esperti piloti interpellati è stata un'operazione di terrorismo aereo straordinaria , che per organizzazione, precisione nei tempi e nel raggiungimento degli obiettivi deve aver richiesto una preparazione complessa portata avanti per più anni, da molte persone sul territorio Usa?



L'FBI, senza l'evidenza di alcuna prova, ha individuato questa organizzazione così perfetta in Al-Qaeda, con centro di pianificazione degli attentati in Afghanistan; una rete di guerriglieri, soprattutto sauditi ed egiziani, inizialmente assoldati da Usama Bin Laden tra i reduci della guerra ai russi in Afghanistan, i quali lautamente pagati ed in nome della jihad islamica sono stati impiegati negli ultimi anni , in combutta con la Cia, a sostegno dei ribelli ceceni, dei Talebani, in Kossovo. A sentire i continui allarmanti comunicati dell'FBI, Al-Qaeda avrebbe una capillarità su scala mondiale, con migliaia di terroristi che pianificano micidiali attentati di ogni tipo.





Ma se guardiamo ai fatti, questa multinazionale del terrore si è dimostrata in realtà sino ad oggi ben poca cosa, nonostante i proclami di guerra santa ai Crociati d'occidente ed ad Israele. Leggendo la "Cronologia degli atti terroristici significativi, 1961-2001" del Dipartimento di Stato Usa, troviamo che nei 27 episodi principali di terrorismo nel mondo degli ultimi tre anni, solo in uno è citata Al-Qaeda, in Yemen, e solo come sospetto.



Non solo; ogni loro trama (aquisizione di nuove armi biologiche , atomiche, ecc) o progetto terroristico sistematicamente verrebbe smascherato, grazie a dovizie di documenti, agende, video e tracce varie sempre incautamente e maldestramente lasciate sparse qua e la. In Afghanistan mai un contrattacco, sempre in fuga. Come terroristi sono un vero disastro, fino ad ora del tutto inconcludenti. Così come non quadra il fatto che sia mancato del tutto un elemento essenziale dell'atto terroristico: la rivendicazione.



Anzi, Usama Bin Laden, l'additato colpevole, si è premurato il giorno dopo di precisare che non fosse opera sua; memore evidentemente di quando, nel '95, in seguito all'attentato contro Hosni Mubarak ad Addis Abeba, Usama, immediatamente indicato da Clinton come mandante, non smentì; dopo ci fu la rivendicazione da parte del gruppo terroristico egiziano Gama al-Islamija, cosicché Usama fece la figura del millantatore, cosa assai grave nel mondo arabo-yemenita, da non permettersi di ripetere.



24 ore dopo gli attentati l'FBI ha presentato la lista di 19 attentatori . Dopo 10 giorni è emerso il fatto che 7 di questi in realtà sono vivi. I vertici dell'FBI non sono mai stati chiamati in causa dal governo per spiegare questa contraddizione.



L'FBI ha dichiarato di aver rinvenuto il passaporto di uno degli attentatori nella zona delle torri. Miracolosamente intatto, fuoriuscito dalla tasca del proprietario e scampato all'esplosione dell'aereo, per poi atterrare sulle macerie. Assurdo.



E chi sarebbe il pilota suicida dell'aereo schiantato contro il Pentagono, che avrebbe effettuato una operazione di volo (virata e volo radente) giudicata unanimemente come opera di un più che navigato pilota di jet ? E' stato identificato in Hani Hanjour, che però la scorsa estate risulta esser stato valutato dal suo istruttore di volo, Marcel Bernard, come incapace a guidare da solo anche un piccolo velivolo.



















Secondo l'FBI questa organizzazione terroristica che avrebbe pianificato e condotto l'attentato dell' 11/09 in modo riconosciuto così perfetto avrebbe però lasciato tracce dietro di se "come una mandria di elefanti in fuga" (come ha detto l'ex-ministro tedesco Von Buelow): avrebbero effettuato pagamenti con credit cards con il loro proprio nome; avrebbero indicato il loro vero nome ai loro istruttori di volo ; avrebbero abbandonato auto prese in affitto con dentro manuali di volo in arabo, per un' ultima ripassatina, e con lettere d'addio compromettenti contenute dentro valigie non caricate sull'aereo: avrebbero cioè fatto di tutto per far saltare il piano e farsi smascherare: peggio di sbadati dilettanti.



Non quadra. Siamo sicuri che l'FBI stia seguendo la pista giusta? Qui c'è puzza di depistaggio.



CUI PRODEST? LA TESI COMPLOTTISTICA

Se la versione ufficiale è quindi da ritenersi palesemente insostenibile, se non falsa ed in odore di evidente depistaggio, al contrario col passare del tempo sta acquisendo sempre più fondamento e verosimiglianza, per quanto sia inquietante, la cosiddetta "tesi complottistica".



Secondo tale tesi, il piano degli attentati dell' 11 settembre sarebbe stato ordito da parte dei massimi poteri economici e militari Usa, cioè i plutocrati i cui interessi sono rappresentati dal governo Bush, quale colossale quanto disperato tentativo per salvare un sistema di potere in crisi che iniziava già da qualche tempo a scricchiolare: un sistema economico che starebbe per implodere e una supremazia militare, in crisi d'identità dopo la caduta del muro di Berlino, da riaffermare a livello mondiale contro un nuovo Impero del Male.



Un complotto interno, come l'Operazione Northwoods del '62, allorchè alti ufficiali militari Usa pianificarono atti terroristici contro civili americani, per incolpare i cubani e giustificare la guerra (mesi dopo J.F.Kennedy fu ucciso dalla Cia per radicali dissidi su quella vicenda). Un lasciare uccidere propri connazionali, come a Pearl Harbor, allorchè il grande Roosevelt vietò di avvertire la base dell'imminente attacco giapponese, che così riuscì in pieno (e facendo 2600 morti, come nelle Torri Gemelle). Questa tesi prende le mosse da un esame degli interessi in gioco.



Ora, la domanda "a chi giova?" , la classica questione forense che si pone di fronte ad un crimine, nella fattispecie gli attentati dell'11/09 attribuiti a terroristi di base in Afghanistan, punta chiaramente nella direzione dell'amministrazione Bush e dei poteri economici e militari che rappresenta.



Questa squadra di governo risulta composta da persone provenienti dalle file dei grandi petrolieri e dei magnati dell'industria bellica: Cheney , Ashcroft, Rumsfeld All'indomani delle elezioni vinte da Bush, vari commentatori politici dichiararono: con questo governo non possiamo che andare incontro ad una "guerra per il petrolio".



Il governo Bush aveva un enorme, disperato interesse a poter condurre una guerra per il controllo dell' Afghanistan per molteplici motivi, ciascuno dei quali da solo quasi sufficiente a giustificarla. Un motivo economico: il controllo economico, con relativo business, del petrolio e del gas della zona del Mar Caspio; ed in più, a braccetto, il business delle commesse belliche per milioni-miliardi di dollari.



Un motivo geo-politico: il controllo strategico dell' Eurasia. Un motivo di politica macroeconomica: una economia di guerra per fronteggiare la recessione economica. Esaminiamo allora i suindicati motivi che starebbero alla base del "complotto", e poi come questo piano sia stato impostato.



IL QUADRO ECONOMICO-POLITICO IL PETROLIO DEL MAR CASPIO

Per dare solo un'idea della proporzione della posta in gioco, basta ricordare che la stima delle riserve del Caspio è di circa 263mila miliardi di piedi cubici di gas naturale e di 60 miliardi di barili di petrolio, pari al 65% delle riserve mondiali.



Un tesoro immenso che ha solo un handicap: la distanza dai mercati. A partire dal '94 la società petrolifera Unocal Corp. elaborò un progetto per lo sfruttamento di quelle risorse, che il vice-presidente John Maresca presentò ad un comitato del Congresso Usa nel '98 : " Noi dell' Unocal - afferma Maresca - riteniamo che il fattore centrale nella progettazione di questi oleodotti dovrebbe essere la posizione dei futuri mercati energetici che verosimilmente assorbiranno questa nuova produzione". L'India e, sopratutto, la Cina.



"La costruzione dell' oleodotto attraverso l'Afghanistan, unico itinerario possibile, che abbiamo proposto non potrà cominciare finché non si sarà insediato un governo riconosciuto che goda della fiducia dei governi, dei finanziatori e della nostra compagnia".



In più c'era anche un progetto per un gasdotto che, attraversando Afghanistan e Pakistan, si dovrebbe allacciare alla rete di distribuzione del gas in India. (E' a tal riguardo che il governo Bush promise in estate 2001qualcosa alla Enron ?) Quando nel '96 i Talebani presero Kabul, subito i loro capi volarono in Texas dall'allora governatore Bush, dove incontrarono i dirigenti della Unocal per parlare di oleodotti.



Le trattative però si interruppero nel luglio 2001 nel corso di un incontro allargato alla fine del quale l'ambasciatore americano Thomas Simons avrebbe detto, secondo l'ex ministro degli esteri del Pakistan Naif Naik lì tra i presenti, : "o accettate la nostra offerta di un tappeto d'oro, o sarete sepolti da un tappeto di bombe". Ora il presidente nominato per il governo provvisorio afghano indovina chi è? Hamid Karzai, per anni consulente dell'Unocal.

Top
uhuh
Ospite





MessaggioInviato: 03 Apr 2002 18:35    Oggetto: grazie Rispondi citando

Mi sento sempre meno solo...

Top
michele
Ospite





MessaggioInviato: 01 Giu 2002 16:10    Oggetto: domanda Rispondi citando

ma questi americani sono dei santi?

non credo molto.anche loro hanno le lobbj,specialmente

per le armi. vanno provate e sostituite(il giro crea denaro) riflettiamo tutti.

Top
Lorenzo
Ospite





MessaggioInviato: 05 Giu 2002 10:08    Oggetto: Ancora sul volo radente ..... Rispondi citando

Parlando con universitari di Ingegneria Aeronautica pare che un volo radente fatto con un Boeing sia praticamente impossibile da eseguire in quanto il velivolo "sta sù" grazie alla massa d'aria che sta sotto le ali. Se questa massa d'aria viene a mancare si crea un "effetto suolo" che "tira giù" l'aereo.

Inoltre, come già fatto notare da altri, le immagini della CNN che documentano l'impatto evidenziano alla fine dell'esplosione una coda di un velivolo che non può essere per dimensioni e forma quella di un boeing, bensì quella di un altro velivolo (o missile) molto più piccolo.



Meditate .....

Top
echepalle
Ospite





MessaggioInviato: 06 Giu 2002 16:43    Oggetto: echepalle Rispondi citando

E mai possibile che ci sia ancora qualcuno che crede alla balla che gli ebrei erano stati avvertiti di non recarsi a Manhattan l'11 settembre. La sola spiegazione possibile per giustificare questi paranoici boccaloni é che non conoscano nessun ebreo. Io ne conosco molti e, ovviamente, sono persone come tutti gli altri, molti sono di sinistra anche estrema e odiano Bush e Sharon.

A New York ce ne sono a centinaia di migliaia e voi riuscite ancora ad immaginarli collegati da una fraternita segreta che li avverte e loro tutti e centomila monolitici che inventano scuse con le mogli ed i figli e non svelano il grande segreto!!! Ma che razza di razzisti siete!! Da mettere al pari con quelli che sostengono che tutti e centomila i no-global sono dei collaboratori dei terroristi che sparano ai sindacalisti o di quelli che dicono che tutti gli italiani sono mafiosi!!

Vergognatevi di aver contribuito a diffondere questa leggenda razzista assolutamente infondata, almeno di fronte al dolore delle decine di famiglie ebree che hanno avuto morti l'11 settembre.

Top
doctorK
Dio minore
Dio minore


Registrato: 10/06/02 21:09
Messaggi: 874

MessaggioInviato: 11 Giu 2002 01:01    Oggetto: islamici o radiocomando? Rispondi citando

Sul serio: la storiella degli ebrei di manhattan non regge (ed è razzista).

Non regge neanche quella del camion pieno di esplosivo al posto dell' aereo sul Pentagono (in effetti, però, anche dopo la "smentita", io pezzi di aereo continuo a non vederne...).

Che siano stati 20 islamici votati alla morte o un radiocomando, non fa differenza.

Non fa differenza perchè nessuno, neanche CIA e FBI, avrebbe avuto bisogno di "simulare", se avesse voluto.



Ho letto una storiella in rete, non ricordo neanche più dove, in cui Bush Jr. dice "Certo che sapevo che l' 11 settembre alcuni terroristi islamici si sarebbero schiantati con degli aerei contro le Twin Towers e il Pentagono, ma come facevo a fermarli senza sapere a che ora sarebbe successo?"



Scherzi a parte, quello che conta non sono le dinamiche di schianto di un aereo contro una fortezza o quelle a "caduta controllata" delle Twin Towers.

E non conta neanche chi l' ha fatto.



Conta ciò che è successo DOPO il 9/11 e cosa questo evento abbia giustificato.

E' stato immediatamente identificato il mandante - Osama bin Laden, ex uomo CIA, senza una rivendicazione o prove certe.

E' stata indetta una crociata del Libero Mondo Occidentale contro il barbaro terrorista (islamico) chiamata "Giustizia Infinita", continuando a far finta che la questione israelo-palestinese non c' entri nulla con la faccenda.

In tutto il mondo è stata aumentata la sorveglianza su passeggeri, transito merci, comunicazioni pubbliche e private (in alcuni stati si ipotizza perfino l' impronta digitale sul documento d' identità!). E' facile quanto prima procurarsi un' arma.

L' Afghanistan è stato invaso. Le armate alleate hanno così potuto affrontare gli oscurantisti Talebani che gli stessi USA avevano appoggiato e foraggiato e le micidiali brigate di al-Qaeda, di ritorno dai campi di battaglia di Bosnia, Kosovo, Cecenia.



Tralascio volutamente tutte le voci di oleodotti, Bush petrolieri e massoni, simboli sul biglietto da un dollaro, ecc, ecc perchè hanno lo stesso valore della storia degli ebrei di Manhattan avvisati in tempo.



Oggi, nove mesi dopo, la guerra non è finita. Si sparano di brutto.

Guardian Unlimited (la versione di The Guardian in linea, non Indymedia...) parla addirittura di fosse con 1000-2000 ragazzini talebani seppelliti vivi, intensi combattimenti e il ministro degli interni afghano che dice di sapere per certo che bin-Laden fa avanti e indietro a suo piacimento tra Pakistan e Afghanistan.

Bush jr. ci dice che sono altri imminenti attacchi e intanto abbiamo sempre più il sentore che ci spiino anche nel b... ehm, nel cestino del macintosh...

La solita stampa anglosassone è molto preoccupata della piega che stanno prendendo le cose sul confine India -Pakistan (qui se ne parla poco, perchè?).



Io con le tessere del puzzle che mi hanno dato, riesco a comporre solo un quadro, e non mi piace per niente.



SONO, a tratti, paranoico, è per questo che mi sono piaciuti Matrix, 1984, Philip Dick, Aldous Huxley...



ciao

Top
Profilo Invia messaggio privato
hulisse
Eroe
Eroe


Registrato: 05/07/02 11:25
Messaggi: 64

MessaggioInviato: 10 Lug 2002 16:46    Oggetto: senza parole Rispondi citando

Mi sembra quasi la trama del film "Ipotesi di complotto". Solamente che li i sospetti erano veri ma quì...boh! Andiamo su un'altro campo: perchè su Internet si diffondono così facilmente le cosi leggende metropolitane? Perchè alcuni navigatori godono dello spirito di complicità e sospetto che alcuni diffondono gratuitamente. Semplicemente qualcuno è solo "guardone" ed alcuni " ti dico una cosa che rimanga tra me e te". Ma vi rendete conto che su queste pagine si è scritto un romanzo di fantapolitica? Che le questioni politiche e di sicurezza riguardo i servizi segreti internazionali siano piuttosto oscure nessuno lo mette in dubbio ma certamente non è dovuto a noi conoscerle. Io posso esprimere una opinione ma non mi sento di scrivere una "Bibbia" sull'argomento. Tantopiù che la Russia ha avuto un ruolo fondamentale ma sotterraneo, quindi la trama politica è ancora più nebbiosa. Quì poi si accusa l'America del solito imperialismo tanto caro ad una certa corrente politica italiana, dimenticando che la Russia ha i suoi bravi scheletri nell'armadio in Afganistan. Praticamente questa nazione è stato terreno di scontro durante la Guerra Fredda. Vi siete domandati i perchè di una furibonda repressione in Cecenia e del silenzio europeo ?

Ciao,ciao.

Top
Profilo Invia messaggio privato
hulisse
Eroe
Eroe


Registrato: 05/07/02 11:25
Messaggi: 64

MessaggioInviato: 12 Lug 2002 21:27    Oggetto: a regà, guardate che potete replicare. Rispondi

A regà guardate che potete replicare, non ho mica il dono della verità assoluta. Anche se ho ormai mostrato al mondo la mia idea politica mica sono uno che non sta al dialogo. Anzi. Non vorrei che qualcuno si sentisse intimorito. Non sono una spiaaaa!

olivedolci.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Bufale e indagini antibufala Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi