Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Energia senza fili, forse si può
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 16 Nov 2006 00:05    Oggetto: Energia senza fili, forse si può Rispondi citando

Commenti all'articolo Energia senza fili, forse si può
Una simulazione al computer anima il forum della fisica industriale a San Francisco: si può trasmettere energia a distanza.


Marin Soljacic
Top
{floriano}
Ospite





MessaggioInviato: 16 Nov 2006 01:22    Oggetto: onde elettromagnetiche Rispondi citando

il principio è lo stesso che si usa per attivare i dispositivi antifurto nei negozi, i classici rfid, .. insomma il classico campo magnetico variabile.

un campo magnetico come quello generato dalle antenne di radio vaticana e fa accendere le lampadine da sole.
Top
quindiciottobre
Eroe
Eroe


Registrato: 14/09/04 11:57
Messaggi: 60

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 07:37    Oggetto: Aiuto! Rispondi citando

Ci deve essere una distorsione spazio-temporale! Io sto vivendo nel 2006 mentre il MIT (e Bottari) sono nel 1830, anni in cui i signori Faraday, Lenz, Amper e Maxwell scoprivano queste!!!

Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
Emmett Brown
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/09/05 00:41
Messaggi: 1295

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 09:11    Oggetto: Rispondi citando

...Maledizione, proprio adesso che stavo per rivelare al mondo la mia scoperta: l'acqua -non ci crederete- calda, anzi no, m'è scappato, mi raccomando non ditelo a nessuno, 'chè è un segreto, mi fido eh? ...E poi per ora in verità si tratta solo di complesse simulazioni al computer fatte per amor di scienza, ardite ipotesi da verificare sperimentalmente; sto aspettando i fiinanziamenti pubblici.
Top
Profilo Invia messaggio privato
liver
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/05 09:20
Messaggi: 1091
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 09:45    Oggetto: A spiritosoni! Rispondi citando

Faccio notare a Emmet e a quindiciottobre che il MIT non ha scoperto il campo magnetico, ma intende sfruttarlo per una macchina che trasmetta energia senza fili.

Se poi si discute sull'opportunità di strombazzare invenzioni che sono ancora a livello teorico, e se queste non siano solo mosse per ottenere fondi pubblici e privati, sono d'accordo con Emmet.

Del resto è stato scritto
Citazione:
Lo stadio di sviluppo del progetto non è proprio "avanzatissimo", nel senso che siamo a livello di simulazione al computer,

con intento chiaramente ironico.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
maroc
Semidio
Semidio


Registrato: 29/03/05 21:22
Messaggi: 213

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 10:19    Oggetto: Rispondi citando

non è propriamente vero che è sconosciutta l'energia wireless.

la scienza di trsla e guglielmo marcono hano detto molto s enon tutto a riguardo.

tesla illuiminò una torre di lampadine alimentate a distanza di 1 km da un antenna che emettteva energia nell'aria..le lampadine non erano colllegate a nessun cavo elettrico.

tesla scoperse che ad alte frequenze l'energia viaggia meglio nel vuoto che in cavo di rame.la trasmissione wireless ridurrebbe le eprdite energetichee di rendimento che emergono durant ela trasmissione su cavi di rame.

e il fattoche negli studi di acustica si parli di watt di potenza elettrica trasmessa lascia intendere chiaramente che si tratta di una corrente elettrica nell'aria.

il dramma di una trasmissione del genere è il danno ambientale, l'effetto sul clima che già hanno le onde radio e tv buttate nell'atmosfera
Top
Profilo Invia messaggio privato
Emmett Brown
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/09/05 00:41
Messaggi: 1295

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 10:41    Oggetto: ...Effetti moltiplicativi??? Rispondi citando

La sperimentazione dell'elettromagnetismo nelle sue varie applicazioni, inclusa la ricezione a distanza di una parte dell'energia emessa per accendere lampade o per altri usi mi pare Storia, più che innovazione o invenzione...
Mi tolgo il cappello di fronte a chi inventa un modo di trasmettere a distanza e senza fili una parte dell' energia emessa, in modo migliore di quelli noti, ma se leggo che il sig. Soljacic, parlando di un fenomeno di risonanza, afferma "...Questa risonanza sembrerebbe avere effetti moltiplicativi sull'energia trasmissibile col campo magnetico,..." allora comincio a sghignazzare.

Non è il primo nemmeno a scoprire il moto perpetuo... Anzi, ma che dico, la Free Energy!... Date un'occhiata ad esempio qui: Shocked link ..."Maxwell è stato censurato, ..." ... Laughing Laughing Laughing

Il mio sarcasmo non è rivolto a Bottari, che riferisce la notizia, ma a chi fraintende le leggi elementari ed evidenti della Fisica, inventandosi dei termini pseudotecnici tra ignoranza e malafede per poi crederci e basare su di essi le tesi che pubblica, a volte anche in sede autorevole.
Top
Profilo Invia messaggio privato
liver
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/05 09:20
Messaggi: 1091
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 12:27    Oggetto: Precisazione sugli Effetti moltiplicativi Rispondi citando

Emmett Brown ha scritto:
E se leggo che il sig. Soljacic, parlando di un fenomeno di risonanza, afferma "...Questa risonanza sembrerebbe avere effetti moltiplicativi sull'energia trasmissibile col campo magnetico,...", allora comincio a sghignazzare.

La frase purtroppo non l'ha scritta Soljacic, ma Bottari, per questo sono costretto a precisare. Cribbio, in inglese era chiaro...

La risonanza (pare) ha effetti moltiplicativi non sull'energia totale, ma su quella che è possibile veicolare per induzione. Ovviamente, il massimo veicolabile è pari al 100% dell'energia impiegata.

Nessuno crea energia dove non c'è: ma il suo trasporto può essere più o meno efficiente. Altrimenti non si comprenderebbero le attuali quotazioni del rame. Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 18 Nov 2006 17:47    Oggetto: Quoto Rispondi citando

Quoto pienamente Liver!
L'uica cosa sulla quale vorrei porre l'attenzione non è una cosa prettamente tecnica ma biologica: è noto il fatto che, come specie vivente, ci siamo evoluti in un ambiente con una determinata radiazione elettromagnetica di fondo. Se eleviamo la quantità di energia per centimetro quadrato, le cellule del nostro organismo, composte principalmente da acqua e sali ionici può subire, non dico l'effetto che si può verificare in un forno a microonde perché questo sarebbe eccessivo anche se a sparare radiazioni elettromagnetiche è Radio Vaticana (loro sì, - e lo dico con il dovuto rispetto - che hanno un collegamento wireless con una sorgente piuttoso consistente: il padreterno; n.d.r). bensì può avvenire una mutagenesi dovuta all'interferenza con il fragilissimo DNA di cui è composto il patrimonio genetico presente in ogni nostra cellula. Rolling Eyes

E' ovvio che queste affermazioni non possono essere supportate da dati inoppugnabili ma un pensierino io lo farei, prima di dormire.
Sappiamo cioè molto bene come gli elettroni siano instabili nei loro orbitali. Io farei molta attenzione a farli frullare. Chi mai sarebbe così sciocco da aprire una lattina di birra dopo averla vigorosamente agitata mentre è all'interno della sua nuova Smart? Twisted Evil

Un'ultima cosa: non vi sembra che Marin Soljacic abbia la faccia di uno che ha passato gli ultimi anni con la testa dentro un forno a microonde?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 19 Nov 2006 00:07    Oggetto: Rispondi citando

Perché biologico?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 19 Nov 2006 11:42    Oggetto: Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
Perché biologico?


Rolling Eyes Non capisco la tua domanda: ho forse commesso un errore a distinguere forzatamente i fenomeni elettromagnetici ad alta energia da quelli biologici? Illuminami. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Fabio
Eroe
Eroe


Registrato: 18/11/06 19:14
Messaggi: 44
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 19 Nov 2006 14:30    Oggetto: Rispondi citando

Senza offesa sia chiaro ... Cmq secondo me state divagando troppo sul problema di fondo. Io questo articolo lo vedo in maniera completamente diverso... mi spiego ...

Non è il fatto di trasferire l'energia a grandi distanze senza fili (anche perchè mi sembra umanamente impossibile... saremmo sommersi da onde elettrichje che vanno di qua e di la, di su e di giù (non so a quanto può aiutare la risonanza Confused) ... ma credo sia più opportuno parlare dei terminali (eliminando le prese)... ovvero l'utilizzo ultimo dell'energia (ad esmpio ricaricare il portatile o il cellulare senza fili) Rolling Eyes

Cmq se sbaglio ... mi corrigerete Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 19 Nov 2006 21:13    Oggetto: Rispondi citando

No, nessun errore.

sono solo io che non capisco come si sia arrivati a parlare dei fenomeni biologici, nell'articolo non se ne accennava (mi sono un po' perso).

Quanto alla risonanza, immaginate di avere un'altalena, di essere dietro di essa. Potete spingerla ma solo poco perhcé non siete granché forti, ma volete che l'altalena arrivi in alto in alto, in modo che il bambino che c'è sopra si diverta.

Date una primaspinta, e l'altalena salirà poco,

Aspettate che torni giù e nel momento giusto date un'altra spinta.
Anche questa spinta non sarà forte, ma aumenterà la velocità dell'altalena già inmoto (e quindi ne aumenterà l'energia), e così via alle spinte successive.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabio
Eroe
Eroe


Registrato: 18/11/06 19:14
Messaggi: 44
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 19 Nov 2006 21:25    Oggetto: Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
sono solo io che non capisco come si sia arrivati a parlare dei fenomeni biologici, nell'articolo non se ne accennava (mi sono un po' perso).

Silent Runner parlava delle radiazioni eletromagnetiche dovute all'assenza del cablaggio che sarebbero dannose alle cellule del nostro organismo Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 20 Nov 2006 08:27    Oggetto: Rispondi citando

Embarassed E' colpa mia, nei miei interventi inserisco molte cose, forse troppe per quanto siete abituati a leggere in commenti che, per consuetudine ci si aspetta più leggeri dell'articolo ai quali fanno riferimento.

La frase precedente a questa è un esempio di come sono solito scrivere e vi sarete resi conto di quanto, alle volte, sia intricato il linguaggio che uso.

Ciò non facilita la lettura ma io sono un "alieno" rispetto alla comunità di ZeusNews e qualche piccola incomprensione, scusate il bisticcio, è del tutto comprensibile.

Mi aspetto infatti, qualche polemica a riguardo. Sono pronto al dialogo sulla mia "diversità" di linguaggio. Anche questo, in qualche modo, rientra nel dibattito sull'energia senza fili.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 20 Nov 2006 11:02    Oggetto: Rispondi citando

Venendo al problema degli effetti biologici dei campi elettrromaneritci

il problema è molto discusso anche per via delle antenne dei telefoni mobili (cellulari) e senza per il momento risultati chiari
(ogni studio porta a risultati diversi. Sarà che sono più studi medici che scientifici, e non poche volte gli studi medici sono su "un campione di ben" (?!?!?!) "10 persone di ogni sesso e età" Confused )

Quanto all'idea a cui si riferisce l'articolo, bisognerebbe capire anche per quale tipo di applicazione e quindi con quali potenze verrebbe utilizzato.

Già ora mouse e tastiere wireless tramettono per forza di cose energia.
Si tratta erò di potenze molto basse, utilzziate solo per trasmettere le informazioni. La periferica di input è alimentata d pile.

Una trasmisioine di energia in senso inverso (pc -> periferica), a potenze più altte, permetterebbe di aliemntarli senza bisogno di pile. E la potenza richieta non penso sia poi così alta.

Alimentare monitor, motori degli herd disk, ecc. invece ne richiede di più.
Se poi vogliamo far funzionare una lavatrice, o impainti industriali, o trasmettere energia a distanza (da una città ad un apese vicino, ad es.) le potenze richieste sono molto diverse.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 20 Nov 2006 11:50    Oggetto: Rispondi citando

Very Happy Infatti, ed è proprio sull'uso industriale o domestico di alte potenze che ho posto le mie perplessità sulle possibili influenze a livello cellulare (per quando riguarda l'agitazione termica indotta nelle molecole d'acqua presenti nei tessuti viventi se non addirittura sul genoma delle cellule stesse). Ma, come dice giustamente chemicalbit e come avevo in effetti accennato, non ci sono prove concrete ma solo dubbi da chiarire.

Ritengo che la salute umana debba essere tenuta in considerazione anche se i vantaggi derivanti da alcune scoperte possono sembrare irrinunciabili.

Trovo invece completamente idiota l'idea (che qui fortunatamente nessuno ha espresso) che la tecnologia e la scienza in generale siano in automatico portatrici di danni alla salute e di pericolo generico ed incontrollabile per l'umanità. E' più facile che questo pericolo provenga dalle ideologie e dagli interessi dei singoli gruppi di potere presenti nelle comunità degli uomini. Religioni comprese.
Ma questa ipotesi è assai poco frequentata.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
oldmax
Eroe
Eroe


Registrato: 19/09/05 15:04
Messaggi: 76
Residenza: Trieste

MessaggioInviato: 21 Nov 2006 13:41    Oggetto: Rispondi citando

Ciao,
vi ricordate che c'erano ipotesi fantascientifiche di "raccogliere" energia nello spazio con enormi celle fotovoltaiche e infine convogliarle a terra tramite un fascio di microonde ?
Ve l'immaginate i poveri volatili che si trovano a sbattere nel raggio ?
Ma ve l'immaginate se qualcosa si guasta e sto fascio si sposta su una città ?

Ci sono i superconduttori per trasportare energia. D'accordo, sono allo stato sperimentale ma vedrete che tra un po' ci si arriva.

Però mi sa che restando + con i piedi per terra, più che problema di trasporto ogi c'è il problema di produzione di energia. E che piuttosto che preoccuparsi come riuscirle a produrne di più sarebbe da pensare il contrario.

Una domandina, qualcuno sa qual'è il rapporto tra energia prodotta dall'uomo e energia che ci arriva dal sole e energia "dissipata" nuovamente nello spazio ? Ho cercato un po' in giro ma o non sono capace di cercare o cosa. Giusto a titolo di curiosità.

ciao


mario
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Zorro
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/08/05 08:56
Messaggi: 1111
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 21 Nov 2006 14:58    Oggetto: Rispondi citando

Credo che la domanda vada riformulata: l'uomo non produce energia, ma modifca il livello di energie già esistenti nell'universo, contribuendo così alla diminuzione dell'entropia, detto in altri termini (Woody Allen) "Il secondo principio della termodinamica? tutto primo o poi diventa merda"
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
oldmax
Eroe
Eroe


Registrato: 19/09/05 15:04
Messaggi: 76
Residenza: Trieste

MessaggioInviato: 21 Nov 2006 15:23    Oggetto: Rispondi

Beh si si, lo so Zorro, nula si crea e nulla si distrugge, secondo i stretti dettami della fisica ma un petrolio o uranio che sta lì sotto terra senza chiedere nulla a nessuno non contribuisce a riscaldare l'atmosfera (parlo di riscaldamento diretto dovuto al calore prodotto e non all'effetto serra risultante i fumi ecc.). Non so se mi sono spiegato. Correggo la domanda allora, quanto contribuisce al "calore globale" la trasformazione da parte dell'Uomo di materia in energia ?

ciau

mario
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi