Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Tablet e crollo dei PC
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pc e notebook
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8188

MessaggioInviato: 24 Ott 2013 23:14    Oggetto: Rispondi citando

Al momento riesco a fare quello che mi serve con questi pc, e la navigazione non mi manca anche con il mio smartphone economico... e sicuramente le mie esigenze non sono elevate, poi quando vedrò che non riesco più a fare questo e quello ci penserò!!! Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
Refede
Comune mortale
Comune mortale


Registrato: 06/06/12 23:54
Messaggi: 2

MessaggioInviato: 26 Ott 2013 16:25    Oggetto: Rispondi citando

Il Desktop muore in varie tappe: Troppo calore e troppo rumore. L'arrivo del LapTop. Il Tablet uccide un PC morto
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 31 Ott 2013 20:06    Oggetto: Rispondi citando

@Maary79
Uno dei primi problemi dell'uso "statico" di un computer è che in genere
manca un backup, un sistema di ripristino rodati ed aggiornati. In genere
questo avviene poiché il backup, se presente, è stato fatto copiando files
a mano (è un lavoro lungo, noioso e con possibili dimenticanze, qualcosa
che non si fa di frequente insomma) e non si è mai pensato a come
ripristinarlo in caso di bisogno o ancor peggio lo si è fatto con uno di
quei malefici ammassi di codice che van di moda di questi tempi: copiano
tutta la home, senza snapshot, ed il risultato al ripristino è che devi
sistemare a mano tutte le configurazioni che ti interessano e quelle
che avresti potuto benissimo non salvare... Quando poi devi reinstallare
non lo hai fatto da tantissimo tempo, non hai nulla di automatizzato e non
sai cosa troverai ecc...

'Somma le ragioni per essere sempre pronti ad evolvere son tante Smile sia
sul software che anche sull'hw: pensa solo al passaggio dei dati se la tua
mobo è solo IDE e la nuova, ovviamente solo SATA... Quanto tempo ci metti
a farlo via rete con un'altra macchina o con un adattatore esterno (iow in
genere in cabinet usb)...

Non per spaventarti ma un predicozzo arrogante non fa mai male Razz

@Refede
BWAHAHAHAHAHA I tablets non sostituiscono laptops/desktops manco per chi
va solo su fb&c, solo per scrivere quelle quattro ca^H^Hidio^H^H^H^H hem..
..."parole"... si diventa nevrotici, non parliamo dello sport preferito
da tanti: la chat. Forse sostituiscono un computer per coloro che un
computer non l'han mai avuto né realmente lo vorrebbero avere ma nulla di
più.

Un domani può essere che con l'avvento (lontano) di software e hardware in
grado di "comprendere" la voce umana spariscano i fissi e portatili classici
passando a tavolette destinate per lo più alla sola visualizzazione e/o
occhiali con monitor incorporato ma per ora non abbiamo la tecnologia
necessaria e non la stiamo manco sviluppando... I tablets, i Glass, gli
smartwatch ecc sono roba pensata per la gdo, non hanno alcuna cura e reale
sviluppo di medio e lungo termine, sono solo un mare di spazzatura con una
qualche utilità residuale anche per il compratore destinati ad alimentare
un flusso di merci contro denaro che se si ferma fa crollare tutto...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8188

MessaggioInviato: 02 Nov 2013 17:24    Oggetto: Rispondi citando

Non so se ho recepito fino in fondo il discorso del backup dei dati, ma penso di fare parte di chi lo fa a mano, è già da molto tempo che non lascio dati nel hd, uso un hd esterno, che vabbè si può rompere anche quello Rolling Eyes e riguardo "quei malefici ammassi di codice che van di moda di questi tempi" dovrei almeno capire di cosa parli Razz

Per il resto mi hai quasi convinta e quando sarà ora di acquistare un nuovo pc una tua consulenza è gradita Smile sempre se nel frattempo non preferirò l'acquisto di un tablet
Top
Profilo Invia messaggio privato
rey042008
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 28/04/08 12:38
Messaggi: 143
Residenza: Eridania

MessaggioInviato: 03 Nov 2013 01:02    Oggetto: Rispondi citando

{giuseppe-incazzatissimo} ha scritto:
il pc un tempo era un oggetto quasi amichevole, adesso con il nuovo sistema operativo 8 è diventato un leasing mai completamente tuo....


Questo argomento è un po' OT rispetto al topic di questo thread, ma guarda che era così già ai tempi di Win 95.... Leggi l'EULA (End User License Agreement) di windows anche di quegli anni. Il SW proprietario (Microsoft o Apple, SO od applicativi) non si è mai "acquistato" ma "affittato" per una sola ed unica macchina ed ha sempre avuto una lista di limitazioni più lunga di quella di ciò che era permesso (molto poco). In pratica si può affermare che NON si è mai stati padroni del SW che si è pagato, allora come adesso.

Poi permettimi di dire che l'identificazione di PC con windows non è veritiera e magari poteva anche tenere fino al 2004/2005 (per effetto della preinstallazione forzosa in tutte le macchine) mentre ora alternative libere, affidabili e funzionanti, grazie alla maggior diffusione di G N U / Linux e di tutta una serie di applicativi liberi od Open Source sono possibili e praticabili senza problemi.

Infine, mi sembra azzardato affermare che il PC era un oggetto quasi amichevole "prima" dell'avvento di W8.... mai avuto a che fare con le BSOD improvvise, con le piantate disastrose perchè un driver funzionava male, o perchè un hardware (gli scanner!!, le schede video o audio) ti inchiodava la macchina al punto da reinstallare tutto? Questo solo per citare alcuni problemi, nei vari anni in cui ho bazzicato il mondo PC ne ho viste di tutti i colori.... Prova ad usare un hardware (di un portatile, ma anche di un fisso) di 4-5 anni con wseven! Se funziona, lo fa male, lentamente ed al 50% delle sue caratteristiche e possibilità.

Oggi i PC, se si usa il SW libero, stanno diventando veramente più amichevoli; quando inevitabilmente vi sono dei problemi, nella stragrande maggioranza dei casi con una ricerca web ed un po' di comandi da terminale va tutto a posto, sia che si faccia copy/paste pedestremente delle istruzioni che si trovano su internet per quello specifico problema, sia perchè gli utenti imparano a sbrigarsela senza dover portare le macchine in assistenza per delle stupidaggini. In pratica, oggi un utente men che normale può arrivare ad una padronanza della sua macchina prima impensabile con il SW proprietario protetto da licenze, chiuso e pertanto impossibile da correggere da un non professionista (ed ancora).
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 03 Nov 2013 22:06    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Non so se ho recepito fino in fondo il discorso del backup dei dati, ma penso di fare parte di chi lo fa a mano, è già da molto tempo che non lascio dati nel hd, uso un hd esterno, che vabbè si può rompere anche quello Rolling Eyes

Ciò che descrivi non è un backup. Il backup è una o più COPIE dei tuoi dati,
regolarmente aggiornate e pronte a essere (ri)copiate indietro sui dischi
che usi normalmente... Avere n copie garantisce che anche in caso di guasto,
furto ecc di n-1 copie c'è n'è ancora una che si può usare. Questo è un
backup...

Maary79 ha scritto:
riguardo "quei malefici ammassi di codice che van di moda di questi tempi" dovrei almeno capire di cosa parli Razz

I malefici ammassi di codice sono quei carpware che si propongono come
programmi di backup 1-clik: "dimmi cosa copiare e dove e faccio tutto io"
nella stragrande maggioranza dei casi:
* copiano senza snapshot
* salvano in formati fantasiosi (pseudodatabase&c)
Copiare senza snapshot vuol dire che i dati che copi possono trovarsi in
versioni diverse sul backup, ad esempio una tua applicazione stà aggiornando
una sua configurazione sparsa su più files; nel backup ti trovi un file di
configurazione pre-aggiornamento ed il secondo post-aggiornamento. Se un
domani provi a usare quel backup la tua applicazione ha ottime probabilità
di piantarsi/comportarsi male/non recuperare tue impostazioni ecc. Con
snapshot vuol dire che il tuo filesystem rende disponibili in qualche modo
i dati ad un particolare istante (quello in cui crei lo snapshot) e ogni
modifica successiva NON toccherà quei dati. Ad oggi supportano snapshot in
maniera usabile zfs, btrfs ed ntfs, altri fs (e vol. manager) hanno un
qualche supporto ma per lo più inusabile.

Salvare in formati fantasiosi vuol dire che il backup è leggibile solo con
il programma che l'ha creato, se tu provi a "guardarlo" a mano non riesci
a vedere affatto i tuoi files.

Maary79 ha scritto:
Per il resto mi hai quasi convinta e quando sarà ora di acquistare un nuovo pc una tua consulenza è gradita Smile sempre se nel frattempo non preferirò l'acquisto di un tablet

No problem il mio nik e nome @ g mail son disponibili Smile fingerò di non
aver letto l'ultima frase cmq! Un domani magari, ma ad oggi i tablet non
sono adatti pressoché a nulla. Puoi usare fb con la sua "app", prova a
chattare o scrivere un post e mi dirai. Puoi navigare, prova qualche sito
un po' pesante che non abbia "app" dedicate e poi mi dirai questo senza
considerare la fragilità e ingestibilità del loro storage, la scomodità
di scrivere in generale ecc....

@rey042008
In realtà non è troppo OT: i tablet&c sono un mondo ancora più chiuso dei
PC e l'uso delle nuvole tanto di moda è un modo ancora più invasivo di
"possedere" tutto ciò che l'utente tende a pensare sia suo. Pensa che facce
se un domani GMail o Drive piallassero mail/documenti ecc dei loro utenti Smile

Pensa a cosa accade quando un bipede cambia tablet/smartphone moderni
con solo storage interno...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8188

MessaggioInviato: 06 Nov 2013 17:31    Oggetto: Rispondi citando

Humm, allora "malefici ammassi di codice che van di moda di questi tempi" = sw tipo Reflect Very Happy
Ma come puoi dire space che i tablet non caricano le pagine web, quelli di una certa fascia di prezzo hanno 4 gb di ram al pari dei pc odierni di fascia media, penso siano stati studiati anche per quello, e non è che voglio farti cambiare idea o che penso che questi possano sostituire un pc Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 07 Nov 2013 11:48    Oggetto: Rispondi citando

Non conosco Reflect (fortunatamente sono OUT dal mondo Microsoft), per quel
che leggo dal sito fanno snapshot (shadow copy nel gergo ntfs) ma purtroppo
come quasi tutti i prodotti commerciali, ad esclusione di pochi di fascia
molto alta (leggasi Magma, Catia, *tran ecc) la documentazione non è in bella
vista e/o pubblica e/o completa, ben scritta ed accessibile: sarebbe cosa
sgradita al marketing tanto chi in questi ambienti decide un prodotto? (hint:
non dei tecnici, non per motivi tecnici).

Circa i tablet fai una prova: vai in un qualche negozio che esponga tablet
e provane uno, vai ad esempio su Il Fatto od un qualsiasi sito che usi un
po' di js massiccio. La potenza di calcolo può anche esserci (e quasi mai
c'è, ocio che i GHz e i Gb di ram non sono l'unico parametro che determina
la potenza di calcolo) ma non c'è il software per usarla. Un browser oggi
non è più un "banale" pezzo di codice che scarica, interpreta e renderizza
pagine web, è quasi una sorta di macchina virtuale ante-litteram che fa
girare "applicazioni" web curando la comunicazione tra l'OS "ospitante" e
l'applicazione. Per capirci Chrome, Opera, Firefox, ... oggi sono più vicini
a VirtualBox che non al vecchio Mosaic.

Android, iOS ecc ed il loro software confrontati agli OS desktop classici sono
dei giocattoli scritti da studenti piuttosto in erba. Sono assai limitati e
limitanti quale che sia il ferro sottostante. Oltre a ciò le capacità di
calcolo di un tablet con CPU Arm 2.3GHz, GPU da 450MHz e 2Gb di ram sono ben
inferiori ad una CPU desktop/mobile Intel da 2.3GHz, una scheda grafica sia
desktop che mobile (laptop) da 450MHz di clock e 2Gb di ram. La volocità di
accesso alla ram, il numero di operazioni per ciclo di clock, la velocità e
il numero di operazioni al secondo dello storage ecc sono alcuni ordini di
grandezza in meno di un desktop con le stesse velocità di clock/IO/ecc. Solo
come banale prova installati un emulatore di terminale su Android e dai
cat /proc/cpuinfo| grep -i bo
poi fa lo stesso su un desktop GNU/Linux anche parecchio antiquato. Guarda
quanti bogomips hai su mobile e quanti su desktop (leggerai una riga per
ogni core, due righe per core su Intel con HyperThreading).

I GHz, i Mb/sec, i Gb ecc sono caratteristiche usate come bandiera commerciale
ma pur avendo un valore da soli non bastano. Un po' come se volessimo dire che
l'unico parametro che fa la differenza in un motore è la cilindrata: in genere
un 8000cc sarà più potente di un 1000cc, ma non solo non è sempre vero, per
esempio la Mazda RX-8 col suo Renesis 1300cc ha 170KW (231Cv) mentre la Toyota
Celica col suo 1800cc TS si ferma a 141KW (192Cv), se assumi una relazione
diretta cilindrata-potenza-velocità un grosso bilico dovrebbe correre ben di
più d'una Ferrari!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8188

MessaggioInviato: 09 Nov 2013 02:36    Oggetto: Rispondi citando

Non intendevo dire che un tablet abbia le stesse identiche prestazioni di un pc acquistato nello stesso periodo, ma che trovo assurdo il fatto che ci possano essere problemi per caricare delle pagine web, anche perché sono gingilli che costano soldi Rolling Eyes
Per verificarne le prestazioni dovrebbe dire la sua qualcuno che ne possiede uno, io al massimo ti potrei dire come caricano la pagina de "il fatto" (quotidiano? Non ne trovo altri) i miei cellulari...il sito non ha una versione mobile ma me l'hanno caricato, ma solo stare li a ingrandire e spostare risulta alquanto noiso...
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 09 Nov 2013 11:43    Oggetto: Rispondi citando

E chi ha detto dello stesso periodo! Un Nexus 10" ha molta meno capacità di
calcolo di un vecchio PIV di parecchi anni fa. Per questo ho suggerito di
guardare quanti bogomips ha un tablet e far lo stesso sul tuo anziano
desktop Smile Il Fatto (quotidiano, si) da un browser mobile in genere è senza
commenti o coi commenti mal visualizzati, era solo un esempio veloce per
darti un'idea...

Tutti i dispositivi mobili hanno problemi con tutti i siti scritti con tanto
js o html5 spinto, non a caso Google ha realizzato le "apps" Youtube, Maps
ecc perché via browser NON POTRESTI usare questi servizi... Questo è un
limite dovuto sia all'hw sia al sw e non sarà risolto ancora per un bel po'
di anni.

Tieni presente i un tablet oggi (e non da oggi) è uno smartphone con lo
schermo più grosso e (forse) un po' più batteria. Null'altro. Tablet con
potenze da computer non ce ne sono; i più "grossi" sono dei netbook: quei
piccoli portatili che 2-3 anni fa la pubblicità (e alcuni bipedici) diceva(no) che
avrebbero ucciso i laptop e che sono stati definitivamente abbandonanti
pochi mesi fa dopo un costoso flop gigante. Anche i nuovi Dell e Lenovo con
Windows 8 che pubblicizzano in 'sti giorni...

A tutti piace avere un computer sempre pronto, comodo da portare in giro ed
usabile un po' ovunque (niente necessità di appoggiarlo, niente alimentatori
ecc, qualcosa di semplice come e più di un'agenda cartacea) ma per ora è solo
un sogno cavalcato da molti "big" per vendere in massa e magari tenere in vita
business model oramai al tramonto. Tra qualche decennio probabilmente non sarà
più così ma per oggi la realtà è che un desktop/laptop tradizionale con un
OS tradizionale non solo è sostanzialmente indispensabile ma va anzi evoluto
in una direzione ben diversa dai vari OS mobilie dalle varie architetture
mobili blindate del momento. Quel che vedi a tema tablet, smartphone e modem
(chiavette) mobili è il classico tentativo di quella famosa vignetta:

"tecnico: non posso fare un backup su questo disco; ci sono 2Tb di dati da
copiare ed il disco è da 1Tb.
manager: bé tu prova, cerca di farcene stare più che puoi!
"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8188

MessaggioInviato: 11 Nov 2013 01:43    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
A tutti piace avere un computer sempre pronto, comodo da portare in giro ed
usabile un po' ovunque (niente necessità di appoggiarlo, niente alimentatori
ecc, qualcosa di semplice come e più di un'agenda cartacea)


Questo è il motivo principale che può spingere una persona ad acquistare un tablet, sono d'accordo, il portatile che ho io ogni volta che ho bisogno di portarlo fuori, ha un certo peso, e la batteria se mi metto ad usarlo tiene botta 1 ora e mezza poi muore...per fortuna oramai non capita spesso !! Smile
Ma è anche una moda, il voler far vedere essere hi-tech!!!
Certo a me non ispira W8 Rt (versione mobile se non ricordo male) basta leggere le news e commenti o i post inseriti dalle persone nelle varie sezioni dei forum. Non simpatizzo tantissimo neanche per Android, lo vedo sul telefono, se passi il dito per sbaglio sopra un banner dentro una pagina web o dentro un app (gratuita) ti abboni all'istante a qualche servizio a pagamento a 5 euro a settimana, certo ci si cancella poi, ma nel frattempo i 5 euro di una settimana di un servizio che non te ne frega niente te li tirano giù.. Evil or Very Mad Per non parlare di quando si impalla, per uno o l'altro motivo, ce l'ho da meno di un anno ed già ho fatto vari hard reset...
Cerco di abituarmi a Linux, xp prende su di tutto dal web, ma a volte mi sento menomata. Embarassed

Citazione:
Tablet con
potenze da computer non ce ne sono; i più "grossi" sono dei netbook: quei
piccoli portatili che 2-3 anni fa la pubblicità (e alcuni bipedici) diceva(no) che
avrebbero ucciso i laptop e che sono stati definitivamente abbandonanti
pochi mesi fa dopo un costoso flop gigante. Anche i nuovi Dell e Lenovo con
Windows 8 che pubblicizzano in 'sti giorni...


I netbook stessa cosa, quelli nuovi non li conosco, ma meno di un anno fa si vedevano nei negozi per 200 - 250 euro, con 1 gb di ram tengo il mio...
Proverò quel comando, ma come si chiama l'app del terminale per Android esattamente?

Citazione:
Quel che vedi a tema tablet, smartphone e modem
(chiavette) mobili

In che senso, che centrano le chiavette?
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 11 Nov 2013 10:09    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
xp prende su di tutto dal web, ma a volte mi sento menomata. Embarassed

Se Windows ti frustra Android, iOS&c dovrebbero portarti ad un lancio veloce
contro il muro più vicino Smile Windows è pensato col concetto che l'utente è
idiota, il sistema ha ragione e dopotutto una volta venduto che bisogno c'è
di preoccuparsi troppo? Smartphones&c son ancora peggio: l'utente non è
solo idiota, è un nemico da tenere in gabbia, il ferro, pagato a caro prezzo,
non è dell'utente è benevolmente concesso in "licenza d'uso" dal produttore
che ovviamente vuole il controllo del bene licenziato...

Su un PC NESSUN UTENTE con un minimo di competenza accetterebbe di non poter
disporre dell'hw o del sw che ci gira sopra, persino a livello di leggi è
sancito il diritto al rifiuto della licenza software e all'installazione di
altro software (es. un altro OS). Per questo han spinto su "nuovi OS e nuove
piattaforme" per poter cancellare questo diritto adducendo che non è
soddisfabile tecnicamente (e/o per l'onnipresente scusa di qualche mai chiara
ragione di sicurezza). Per esser sicuri han anche inventato il concetto di
"nuvola" cosicché se anche il controllo del ferro fosse rotto i dati personali
almeno sarebbero sempre in gabbia. La necessità tecnica di sistemi distribuiti
dell'opensource, di ripensare una vecchia architettura d'OS non più adatta,
di ripensare vecchi modi di gestire installazioni e applicazioni (pkg) non è
presa in considerazione, anzi! Pensa a quanto rudimentali e assurdamente
limitati/arretrati sono i software di gestione apps a tema mobile... Non ne
parliamo di installazione, il software deve venir fornito coll'hw e quando
questo si aggiorna è una buona occasione per comprare una nuova licenza d'uso
d'un nuovo pezzo di plastica!

Maary79 ha scritto:
I netbook stessa cosa, quelli nuovi non li conosco, ma meno di un anno fa si vedevano nei negozi per 200 - 250 euro, con 1 gb di ram tengo il mio...

I netbook un anno fa li trovavi anche a 150€ con 2Gb di ram e 320Gb di disco
a piattelli... L'avevan pure ingranditi sino all'11"-12" per invogliare ma
quando la gente vedeva la lentezza, la scomodità ecc li lasciava a prender
polvere e così son finiti. I tablet stan facendo la stessa fine e pure
perdendo il treno per poter tentare un cambiamento: solo l'ASUS per quanto
ne so ha puntato su una qualche integrazione tra tablet e laptop con la
linea "transformer", ma con una tale timidezza da esser per forza un flop.
Nessun grosso OEM ha sinora preso la strada lato sw di Ubuntu Mobile (ovvero
di un desktop non one-size-fit-all, ma con aspetto mutante in base alla
piattaforma corrente (Unity desktop su schermi grandi con tastiere fisiche
e Unity Mobile su schermi solo touch più o meno piccoli) abbinato ad un ferro
"componibile": una docking-station fatta a monitor dove inserisci il tablet
e lo usi come desktop, con una UI da desktop, con tastiera e mouse; una
docking-station con CPU, RAM, storage, connettività extra adatta all'uso "da
PC". Questo se fosse fatto penso potrebbe funzionare. Le tecnologie grossomodo
le abbiamo (mobo "componibili" si usano da decenni su workstation e server,
da anni gli OS "seri" supportano l'hotplug di ram, cpu ed altre risorse hw)
si tratta di integrare e renderle scalabili accoppiandole ad un po' di sw
"core" (iow librerie) scritte ad arte. Questo però non piace: costa subito e
renderà solo tra 4-6-8 anni. I manager seguono il modello USA con controllo
semestrale dei risultati, tanto il lungo periodo mica lo si può predire con
precisione! L'istinto, il ragionamento non sappiamo condensarlo in un modello
matematico abbastanza digeribile quindi non va bene, viola il principio di
sostituibilità del modello Ford.

Maary79 ha scritto:
Proverò quel comando, ma come si chiama l'app del terminale per Android esattamente?

Un qualsiasi emulatore di terminale va bene, puoi provare JS Terminal di
JNI, Shell Terminal Emulator di MobilDev oppure il più "ricco" Android
Terminal Emulator di Jack Palevich, per un comando va bene quel che vuoi Smile

Maary79 ha scritto:
In che senso, che centrano le chiavette?

Le chiavette con la "promessa" di sostituire le connessioni cablare, di
viaggiare veloci come la luce ecc son la stessa cosa: una promessa che
non si può ad oggi e per i prossimi anni mantenere e che manco si vuol
mantenere, basta che qualche pollo compri... Pensa l'ultima assurdità
tecnica che si son inventati: la chiavetta non si presenta più come modem.
Al primo collegamento si presenta come cdrom (l'utente Microsoft trova del
tutto normale aver bisogno di driver su CDRom), tu installi un crap^H^H^H^H
software, questo è un servizio che ad ogni collegamento della suppost^H ehm
chiavetta la fa vedere come una scheda di rete, così magari l'utente si
sente "più connesso"... Se ti capita su GNU/Linux non hai bisogno della
spazz^H^H^H^H^H collezione di script e binari "sul CDRom", basta vedere
come far switchare la chiavetta (1Kb di scrip per usb_modeswitch al posto
di n Mb di roba)...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8188

MessaggioInviato: 12 Nov 2013 17:51    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
Le chiavette con la "promessa" di sostituire le connessioni cablare, di
viaggiare veloci come la luce ecc son la stessa cosa: una promessa che
non si può ad oggi e per i prossimi anni mantenere e che manco si vuol
mantenere, basta che qualche pollo compri... Pensa l'ultima assurdità
tecnica che si son inventati: la chiavetta non si presenta più come modem.
Al primo collegamento si presenta come cdrom (l'utente Microsoft trova del
tutto normale aver bisogno di driver su CDRom), tu installi un crap^H^H^H^H
software, questo è un servizio che ad ogni collegamento della suppost^H ehm
chiavetta la fa vedere come una scheda di rete, così magari l'utente si
sente "più connesso"... Se ti capita su Linux non hai bisogno della
spazz^H^H^H^H^H collezione di script e binari "sul CDRom", basta vedere
come far switchare la chiavetta (1Kb di scrip per usb_modeswitch al posto
di n Mb di roba)... - See more at: http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?p=607845#607845


Mah, io penso che sia una questione di necessità, non che l'utente pensi che una suppost...emh, chiavetta internet possa raggiungere chissà quale velocità, non di certo neanche lontanamente paragonabile ad una ADSL, che anche volendo non raggiunge tutte le zone...
Tutte le persone che conosco preferiscono la chiavetta (compresa io) per il prezzo più basso rispetto all'ADSL, poi mettici chi come me non utilizza mai tutte le ore previste di traffico internet, non avrebbe senso spendere di più, stessa cosa per il traffico dati da cellulare.
E' vero su xp è peso il software, su linux molto meno con sakis3g lo apre subito, ma mettici pure che se ci distrae un attimo e invece di ricaricabile si seleziona abbonamento o viceversa, si dice che arrivino addebiti in più, e non ci tengo a scoprirlo in primis... Wink
Stessa cosa per gli utenti di pc, tablet, smatphone, google glass, e aggeggi vari...
Tu parli da tecnico ma la gente guarda la praticità e la facilità di utilizzo, se a colpo d'occhio piace una cosa rispetto un'altra, se fa "figo/a" averla, ecc.. poco importa sapere se un software o un sistema operativo è open, l'essere proprietari, i bogo-cosi, di cronometrare uno o l'altro strumento, ecc.. Poi ci sono i negati per la tecnologia, a cui non interessa, l'annoia, ad esempio una mia amica ha sempre odiato il pc, ha scoperto internet dallo smartphone e probabilmente lei con un tablet ci andrebbe a nozze!!! Smile
O comunque persone giovani che sono cresciuti con schermi touch e per loro anche W8 magari è il top, macchina a parte.
Molte persone che conosco hanno lasciato a prendere polvere dei pc per questi motivi o li hanno venduti o regalati, gli chiedi che versione di win hanno e manco lo sanno, non sanno inviare un semplice allegato. se prendono un virus prendono paura e vanno in assistenza ecc.. e anche con lo smartphone non sanno che è un backup, un firmware, non lo aggiornano mai e poi lamentano malfunzionamenti e lo sostituiscono per la gioia dei grandi produttori.
Ah, ho fatto anche la prova dei bogo-cosi è vero ne ha molti di più il vecchio desktop. Smile
Ps: per IOS ho una certa intolleranza le mele mi sono indigeste Laughing
Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 13 Nov 2013 19:51    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Mah, io penso che sia una questione di necessità, non che l'utente pensi che una suppost...emh, chiavetta internet possa raggiungere chissà quale velocità, non di certo neanche lontanamente paragonabile ad una ADSL, che anche volendo non raggiunge tutte le zone...

Molti che sento lo pensavano, per lo meno pensavano di poter viaggiare quasi
come con un'ADSL... Diciamo più o meno un paio di volte al mese becco qualche
bipede sconsolato che mi arpiona che nessuno lo aiuta col suo computer, c'è
SICURAMENTE qualcosa che non va perché youtube va a scatti (iow bufferizza)
e poi è lentissimo! S'è fatto cambiare antivirus (da Avira/Avast Free a Norton
&c pagati in genere) ma va anche peggio (e te credo).

Ora i pochi che han LTE per le loro limitate necessità potrei ancora dire che
una ricerca e video occasionali potrebbero farlo ma altrimenti... Il prezzo è
una storia già sentita però a parte un forumista di Zeus non ho ancora trovato
gente soddisfatta delle penne. Può essere che chi lo è non abbia motivo di
farmelo sapere mentre chi si lamenta lo fa cercando soluzioni cmq...

Maary79 ha scritto:
E' vero su xp è peso il software, su linux molto meno con sakis3g lo apre subito, ma mettici pure che se ci distrae un attimo e invece di ricaricabile si seleziona abbonamento o viceversa, si dice che arrivino addebiti in più, e non ci tengo a scoprirlo in primis...

L'unica possibilità che ciò avvenga è lasciare sempre la chiavetta attaccata
ed averla quindi sempre connessa anche quando non la usi, altrimenti se la
stacchi la connessione si chiude. Non c'è abbonamento che tenga Smile

In genere il networkmanager supporta senza problemi, altrimenti c'è solo
qualche piccola conf: vendor, product e comando di switch) per usb_modeswitch
roba di poche righe tipo:
DefaultVendor= 0x12d1
DefaultProduct= 0x1f17
TargetVendor= 0x12d1
TargetProduct= 0x1576
MessageContent="55534243123456780000000000000011062000000101000100000000000000"
Sakis&c mi paiono più GUI-spazzatura di gente ex-Windows che porta avanti gli
stili assurdi di Windows altrove... È vero che un nuovo utente non sa cosa
fare ma la community è fatta apposta per dare una mano ed in genere insegnare
sia pur in maniera "non convenzionale" Smile In questo caso per esempio un
problema con una chiavetta ti porterebbe a scoprire che ogni cosa che attacchi
via usb (e non solo) ha due etichette, una indica il fabbricante (vendor), una
il modello (product); che le chiavette sono in realtà due pezzi di hw diversi
collegati tramite un'unica porta e che non è il computer ha vedere entrambi e
scegliere ma è la chiavichetta stessa a "cambiar faccia" con un comando, in
questo caso "MessageContent". Se ti dicono Sakis aggiungi spazzatura e non hai
imparato nulla, se ti dicono scrivi questo in questo file, salva e riprova
hai fatto la stessa fatica, evitato problemi extra futuri ed imparato qualcosa
questa è la differenza di modo d'affrontare i problemi...

Maary79 ha scritto:
la gente guarda la praticità e la facilità di utilizzo, se a
colpo d'occhio piace una cosa rispetto un'altra, se fa "figo/a" averla, ecc..
poco importa [...] se [...] non sanno che [cosa] è un backup, un firmware, non lo aggiornano mai e poi lamentano malfunzionamenti e lo sostituiscono per la gioia dei grandi produttori.

Mi son permesso questo piccolo cut; è proprio questo il punto: tanti prendono
la cosa fica di turno e poi piagnucolano che non va (mai che urlino alla
truffa neh!) e puoi spiegare perché, dimostrarlo, ecc solo una minima
percentuale capisce, la maggioranza ti dice si e cerca altrove convinta che
in realtà a te non piaccia quella cosa e rifiuti di aiutarli apposta. Il
problema è l'educazione, la base del consumismo e delle dittature occidentali
moderne. Al di la di qualsiasi discorso filosofico, politico-economico ecc
questo sistema non è sostenibile. La qualità media dei prodotti cala in fretta
ed esponenzialmente. Tra pochi lustri NON SAPREMMO PIÙ costruire qualcosa di
funzionante, semplicemente i "giovani", "le teste" dei prossimi lustri non
sapran cosa fare per come si sono formate e quelle che ancora lo sanno son
troppo vecchie per lavorare. Ripartire può anche far bene ma richiede alcune
generazioni e la cosa non mi piace molto... Il discorso che i PC stagnano e
i tablet crescono è un esempio di questo: i pc non stagnano semplicemente
gente che non ha ancora un computer (si, ce ne sono) pensa al tablet e gente
che ha già un computer pensa al tablet perché l'idea piace. Poi lo lascia a
prender polvere, ma questo non fa notizia, non piace dirlo...

Maary79 ha scritto:
non sanno inviare un semplice allegato. se prendono un virus prendono paura e vanno in assistenza ecc..

Questo è un altro problema: c'è gente cresciuta con un concetto e pur vivendo
le scomodità di quest'ultimo si RIFIUTANO non solo di cambiare ma anche
banalmente di PENSARE a quanto sia scomodo e problematico! Han PAURA dei loro
strumenti. Questo è la cosa peggiore IMO. Non c'è più per troppi la capacità
di pensare. C'è un mucchio di gente che vuole imparare a memoria dove cliccare
anziché leggere l'etichetta sul/sotto il pulsante e mi raccomando: se ciò che
c'è scritto non è chiaro o intuitivo non lamentatevi col programmatore è
colpa vostra che non sapete usare il computer. Questo porta ai vari crapware
"facili" tipo anche Sakis che sono montagne di codice semi-spazzatura e
contribuiscono a introdurre vagonate di problemi assai difficili anche solo
da analizzare, figurati capire&risolvere. Questo alimenta il mercato dei
sogni, del fumo, sottraendo risorse al mercato delle idee e dell'arrosto.
È come se nel mondo dell'auto la gente avesse paura a TOCCARE il veicolo che
magari se pigi quel bottone si rompe la macchina....

Maary79 ha scritto:
ho fatto anche la prova dei bogo-cosi è vero ne ha molti di
più il vecchio desktop. Very Happy

Ecco una ragione per cui il tuo smartphone, anche con uno schermo gigante (se
supporta DNLA e hai/trovi una TV che lo supporta puoi provare) non può farti
vedere certi siti, manco con un browser adatto Razz

Maary79 ha scritto:
per IOS ho una certa intolleranza le mele mi sono indigeste Laughing

iOS è solo l'esempio più sviluppato di mondo chiuso, Android si stà evolvendo
nella stessa direzione. AOSP (Android Open Source Project) è in abbandono e
pian piano Google mette in gabbia i vari OEM. Non si son resi ancora conto che
una volta diffuso Android Google non lo vuole più Open, abbandonando il codice
aperto di fatto fa una nuova Apple sulle spalle anche di quei produttori che
su Android han investito... Questo di nuovo è possibile poiché non tutto è
sotto licenze open come la GLP e sopratutto la AGPL...

@tutti
scusate l'ennesimo sfogo, cercherò di essere meno OT...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 8188

MessaggioInviato: 15 Nov 2013 14:18    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Diciamo più o meno un paio di volte al mese becco qualche
bipede sconsolato che mi arpiona che nessuno lo aiuta col suo computer, c'è
SICURAMENTE qualcosa che non va perché youtube va a scatti (iow bufferizza)
e poi è lentissimo! S'è fatto cambiare antivirus (da Avira/Avast Free a Norton
&c pagati in genere) ma va anche peggio (e te credo). - See more at: http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?p=607963#607963


Non so se dipenda dal segnale a sto punto, io le tacchette le ho tutte, you tube però lo lascio caricare qualche secondo, mentre guardo un'altra pagina, poi non si ferma per fare il buffer, ecco, magari il video non è nitidissimo certo, io li guardo così, i miei schermi o scheda video che sia, non sono HD, per quello che può contare.
Piuttosto skype a volte va bene a volte no, con la videochiamata la web cam funzia ma a volte l'audio scompare per tipo mezzo secondo, dunque a chi dare la colpa? Al pc, alla chiavetta?

Il network manager mi dava connesso, quando in realtà non lo era Evil or Very Mad e cmq a suo tempo gli modificai il file di testo, con una guida trovata in rete, usb_modeswitch era già istallato, anche wdial ho provato...

Anch'io mi scuso se sono andata un pò OT.
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 16 Nov 2013 09:51    Oggetto: Rispondi citando

In effetti né al PC né alla chiavetta. Alla rete, ad un protocollo wireless
che pur facendo miracoli non può garantire performance comparabili al
cablato... Le conversazioni possono strappare per due motivi:
1) non c'è banda, il sw fa quel che può e quando non riesce a sparar
pacchetti in ordine e di corsa (1) ne salta qualcuno

2) c'è un errore di trasmissione, poiché reinviare un pacchetto fa perder
del tempo lo si salta e si prosegue

Sul NM, bé il NM non è "network", è il "gestore", tra quando si accorge che
una connessione s'è attivata o è caduta, può passare da qualche manciata di
millisecondi in più può anche essere che il tuo carrier risulti connesso ma
in effetti per qualche ragione (non riconosce più IMEI+IMSI, un handover
andato male ecc) non lo sia, c'è un timeout prima di dire che una connessione
è attiva o meno... Gli errori su rete mobile ed in generale sui protocolli
senza fili sono un ordine di grandezza maggiori delle reti cablate.

(1)
quando scarichi un file, in genere quando ricetrasmetti contenuti non in
tempo reale l'ordine od eventuali pause han poca importanza, se un
pacchetto si perde si ritrasmette, se sono "in disordine" poco importa
tanto ti servono tutti, poi li riordinerai. Col tempo reale è un
problema: quando dici "ciao" vuoi che l'utente dall'altra parte senta
"ciao", non la parola seguente e poi "ciao" e non ti va manco bene se
sente "caoi", l'utente umano non sa riassemblare l'audio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cesco67
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/10/09 10:34
Messaggi: 1398
Residenza: EU

MessaggioInviato: 16 Nov 2013 16:20    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
...
È vero che un nuovo utente non sa cosa
fare ma la community è fatta apposta per dare una mano ed in genere insegnare
sia pur in maniera "non convenzionale" Smile
...
se ti dicono scrivi questo in questo file, salva e riprova
hai fatto la stessa fatica, evitato problemi extra futuri ed imparato qualcosa
questa è la differenza di modo d'affrontare i problemi
...

A parte il fatto che se un utente ha problemi con la "chiavetta internet" probabilmente non ha modo di chiedere aiuto in quanto non riesce a connettersi, non credo che copia-incollare una qualche riga di script in un file di testo si possa definire "insegnare" l'uso di un OS
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 17 Nov 2013 21:24    Oggetto: Rispondi citando

Oramai accesso a internet lo hai un po' ovunque, è molto raro che la chiavetta
sia il solo mezzo disponibile, ad ogni modo se anche fosse avresti ancora più
problemi ad installare Sakis...

Il copia&incolla non insegna nel senso che non forma l'utente totalmente
ignorante sino a diventare un tecnico, insegna un approccio al computer che
serve poiché è quanto di meglio abbiamo ad oggi, è flessibile, permette di
risolvere un mucchio di problemi senza aggiungerne altri, permette di farsi
un'idea di come funzionano le cose, permette di sviluppare un'idea di cosa
possa andar storto e cosa no ecc. Il singolo copia&incolla no certamente,
ma uno oggi, uno domani, qualche esplorazione personale grazie alla
banale curiosità e trasformi l'utente ignorante in un utente curioso, che
pian piano diventa un hobbista. Per usare un proverbio famoso se dai il
programma che risolve hai dato un pesce ad un affamato; se gli dici cosa
fare gli hai fatto veder come pescare. La volta dopo non saprà ancora come
pescare da solo ma pian piano imparerà. Se gli dai il pesce oggi sarà anche
contento ma domani né avrà bisogno di un altro ed un altro ancora e sarà
sempre dipendente da terzi per tutto.

È la diversità di filosofia tra Microsoft/Apple e GNU/Linux, su Windows
l'utente sa che ogni nuovo pezzo di codice richiede un CD con dei driver
e poi (forse, dopo tanti riavvii ed errori strambi) funziona; su GNU/Linux
quel che è supportato in genere funziona senz'altro fare che non collegarlo
ed accenderlo (se è da accendere) e se non va la community, la conoscenza
pregressa, l'esperienza insegnano il da farsi. Coll'approccio GNU/Linux
l'utente cresce, impara ad evitare le fregature, impara vari criteri per
capire se qualcosa è buono oppure no, evolve. Su Windows/Apple resta sempre
allo stesso livello, non impara un tubo e l'unica discriminante che ha per
valutare qualcosa è la brochure pubblicitaria e/o l'aspetto estetico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Prof.Sconvolto


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2287

MessaggioInviato: 06 Mar 2019 10:49    Oggetto: Rispondi

Gli utenti comuni non avevano bisogno di un pc, l'avvento di dispositivi più che sufficienti per guardare video su youtube o guardare ca...te in internet ha reso semplicemente palese l'inutilità di un computer propriamente detto per la maggior parte delle persone, decretandone la morte.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pc e notebook Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi