Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Una legge per Fratelli d'Italia senza Siae
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 30 Apr 2010 09:55    Oggetto: Una legge per Fratelli d'Italia senza Siae Rispondi citando

Commenti all'articolo Una legge per Fratelli d'Italia senza Siae
La Siae chiede i soldi per l'esecuzione dell'Inno di Mameli. Cassinelli propone una legge per "liberalizzarlo".


Goffredo Mameli
Top
Ahriman80
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 24/11/09 11:23
Messaggi: 187

MessaggioInviato: 30 Apr 2010 10:09    Oggetto: Rispondi citando

La SIAE è veramente una parassita... Che schifo...
Top
Profilo Invia messaggio privato
TeoMan
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 03/12/08 10:42
Messaggi: 180

MessaggioInviato: 30 Apr 2010 10:21    Oggetto: Rispondi citando

Ahriman80 ha scritto:
La SIAE è veramente una parassita... Che schifo...

Concordo pienamente.

Andra' a finire che iniziera' a chiedere soldi anche per ascoltare il cinguettio degli uccelli, visto che la si puo' assimilare a musica.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fulmine
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/03/08 15:54
Messaggi: 3345
Residenza: olimpio

MessaggioInviato: 30 Apr 2010 10:43    Oggetto: Rispondi citando

Ma dai, la siae sta arrivando al ridicolo, parassitismo bello e buono, già spennano tutti gli artisti che ci mettono la faccia, poi spennano anche i defunti, allora allo stadio quando fanno l'inno ci sono già gli omini con la valigetta che vanno a chiedere i diritti (elemosina).
Son proprio parassiti, al matrimonio ho dovuto pagare la siae per avere la musica dal vivo, oltre ai cantanti anche i brani, ascoltate, ascoltate il bello deve arrivare, ho chiesto se io al ricevimento volevo la musica tramite cd o cassetta e non dal vivo dovevo pagare anche li i diritti, ladri, si ladri perchè se io ascolto i cd o le cassette originali ho diritto ad ascoltarle senza pagare altro perchè ho già pagato i diritti al momento dell'acquisto degli stessi, capito perchè dico che sono parassiti, ti vogliono ciucciare il sangue anche quando glie lo hai già dato. Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Tharon}
Ospite





MessaggioInviato: 30 Apr 2010 13:53    Oggetto: Rispondi citando

I diritti SIAE da corrispondere non sono relativi all'inno che è di dominio pubblico, bensì alle partiture stampatate (la siae infatti copre anche gli editori).

La cosa sotto questo aspetto mi sembra lecita, perlomeno nell'ottica in qui il diritto d'autore è inquadrato in Italia.
Se un prodotto commerciale registrato alla SIAE viene utilizzato in pubblico è giusto che vengano pagati i diritti.

Poi che sia una assurdità il fatto di fare pagare i diritti su partiture che sono acquistate per essere eseguite in pubblico questo è un altro discorso ;)
Top
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 30 Apr 2010 14:07    Oggetto: Rispondi citando

{Tharon} ha scritto:

I diritti SIAE da corrispondere non sono relativi all'inno che è di dominio pubblico, bensì alle partiture stampatate (la siae infatti copre anche gli editori).

ma in questo caso il diritto su cosa é?
L'editore non ha mica diritti sulla musica, stampa solo la partitura che naturalmente fa pagare.
Sul foglietto c'è scritto che quel pezzo di carta deve essere usato solo privatamente?

Ma allora...se io mi stampo in proprio la partitura, posso usarla come mi pare ?
Top
Profilo Invia messaggio privato
fulmine
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/03/08 15:54
Messaggi: 3345
Residenza: olimpio

MessaggioInviato: 30 Apr 2010 14:17    Oggetto: Rispondi citando

{Tharon} ha scritto:
I diritti SIAE da corrispondere non sono relativi all'inno che è di dominio pubblico, bensì alle partiture stampatate (la siae infatti copre anche gli editori).

La cosa sotto questo aspetto mi sembra lecita, perlomeno nell'ottica in qui il diritto d'autore è inquadrato in Italia.
Se un prodotto commerciale registrato alla SIAE viene utilizzato in pubblico è giusto che vengano pagati i diritti.

Poi che sia una assurdità il fatto di fare pagare i diritti su partiture che sono acquistate per essere eseguite in pubblico questo è un altro discorso Wink

Ho capito che la siae vuole i soldi per l'autore, per l'editore, per il disegnatore, per un pezzo di spartito registrato siae,per loro stessi, insomma qui si capisce che un brano che vale 10 con tutti questi introiti costa cento, ho detto che costa cento ma l'opera vale sempre 10, è la differenza che fa desistere il compratore. Si parla di legge del copyright ma una legge non dovrebbe giustificare di approfittare di essa con lo scopo di straguadagnarci sopra. Le industrie dell'intrattenimento sono dappertutto,voi pagate la siae e simili per la stragrande maggioranza di prodotti a marchio registrato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Enorme Vigenti}
Ospite





MessaggioInviato: 30 Apr 2010 14:58    Oggetto: Ma non c'era una scandenza? Rispondi citando

Ma a me sembrava di ricordare che esisteva un limite di tempo!
Un certo numero di anni trascorsi i quali i diritti d'autore decadevano e non si pagavano più!
Sono quasi sicuro di questa cosa, ma nessuno ne fa cenno e non mi spiego come mai!
Top
{Zane}
Ospite





MessaggioInviato: 30 Apr 2010 17:17    Oggetto: Rispondi citando

Fare una legge per "liberare" l'inno?!?!
Perché, invece, non facciamo una bella legge per liberare i fratelli d'Italia, e anche sorelle, cuggini, nonni, suoceri e altri dal parassitismo, legge che proibisca l'esistenza di un parassita come SIAE?
Top
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2280
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 02 Mag 2010 20:02    Oggetto: Rispondi citando

{Zane} ha scritto:
Fare una legge per "liberare" l'inno?!?!
Perché, invece, non facciamo una bella legge per liberare i fratelli d'Italia, e anche sorelle, cuggini, nonni, suoceri e altri dal parassitismo, legge che proibisca l'esistenza di un parassita come SIAE?


Magari.

E ce una legge che dopo tot anni un brano registrato come diceva l'altro utente è libero.

L'inno di mameli non è stato nemmeno registrato alla siae oviamente, inolte se io lo imparo a memoria o mi scrivo la partitura a mano sul pentagramma e non copio un libro protetto dalla siae cosa vogliono??? sono sanguisughe mangiasoldi e basta.

Si fa di tutto per tutelare l'editoria che ha già troppe tutele e molte colpe (scarsa qualità)
Top
Profilo Invia messaggio privato
fulmine
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/03/08 15:54
Messaggi: 3345
Residenza: olimpio

MessaggioInviato: 02 Mag 2010 20:47    Oggetto: Rispondi citando

Io a questo punto mi preoccupo se per caso canticchio una canzone in mezzo alla gente per conto mio se questa è coperta da copyright rischio anche la multa? Scusate ma se una legge vale vale per tutti e in tutte le circostanze, quindi smettete di canticchiare in pubblico perchè non avete pagato i diritti di autore. Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12708
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 02 Mag 2010 21:10    Oggetto: Rispondi citando

Commenti all'articolo La Siae rinuncia a tassare Fratelli d'Italia
Dopo le polemiche sul compenso, la Siae rinuncia a riscuotere i diritti di autore per l'inno, anche per gli spartiti.


Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2280
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 02 Mag 2010 23:56    Oggetto: Rispondi citando

zeussino ha scritto:
Commenti all'articolo La Siae rinuncia a tassare Fratelli d'Italia
Dopo le polemiche sul compenso, la Siae rinuncia a riscuotere i diritti di autore per l'inno, anche per gli spartiti.




Grazie della notizia Zeussino

Ottima cosa Wink anche se la siae dovrebbe sparire in toto secondo me Very Happy ma acocnteniamoci per ora
Top
Profilo Invia messaggio privato
{IAM}
Ospite





MessaggioInviato: 03 Mag 2010 09:13    Oggetto: La siae ti fa pagare anche per le tue canzoni1 Rispondi citando

Tempo fa io con il mio piccolo gruppo rock, si girava per le piazze cantando canzoni nostre al 100%, ma alla fine della serata dovevamo compilare il borderò della siae e pagarne i diritti di autore, ma dato che noi non eravamo professionisti registrati dovevamo per forza di cose inserire canzoni di altri. La siae è parassitaria e limita la libertà di espressione.
Top
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 03 Mag 2010 10:58    Oggetto: La goccia che fa traboccare il vaso. Rispondi citando

Un puro, semplice commento fatto sul Web: siamo al ridicolo "seriamente" intollerabile.

_____________________________________________________________________

Un'esortazione, invece, fatta al Web: è nostro compito schiacciare, eliminare, far scomparire senza lasciar tracce (se non quelle dolorose di chi ha ormai pagato il prezzo, indelebili) la SIAE, con tutti i mezzi.

Altrimenti scriviamo qui solo perché non abbiamo un cazzo d'altro da fare!

Mulo, condivisione a oltranza, boicottaggio...
Quel gigantesco parassita tentacolare deve morire, senza pietà, e presto: ce lo chiedono silenziosamente, da secoli!, anche gli artisti stessi... (ma, Bennato - che non è un coglione - con i suoi "Il Gatto e la Volpe", "Sono solo canzonette", "Burattino senza fili", cosa si pensa ci stesse timorosamente ma disperatamente tentando di comunicare?)


Prima il Web non c'era, e poco si poteva. Adesso "ci siamo", e non possiamo limitarci a digitare facilmente inutili, inefficaci invettive: la SIAE deve sparire, costi quel che costi.

P2P, a tutta forza, giacché l'unica che ci rimette è la SIAE, non gli artisti: i più emancipati e scafati l'hanno capito senza titubanze.
P2P, a tutta forza. Legale o no (ora abbiamo pure Maroni che "è costretto" a difenderci, coerentemente con le sue poco riflessive "esternazioni" al riguardo, hehe...)

Lasciatemi dire (come parte dello staff di un forum d'informatica non dovrei dirlo, ne sono cosciente): quando si tratta di combattere una palese "illegalità legalizzata" non resta che la strada dell'illegalità purtroppo non legalizzata...

"La Rivoluzione non è un pranzo di gala, non è una festa letteraria, non è un disegno o un ricamo, non si può fare con tanta eleganza, con tanta serenità e delicatezza, con tanta grazia e cortesia. La Rivoluzione è un atto di violenza...." blaterava Mao Tse Tung...

Violenza...
È per caso notorio e incondizionatamente accettato che la violenza quand'è arbitrariamente legalizzata sia automaticamente legittimata e quella non legalizzata no?

Arrivi al punto di sentirti così prepotente e potente da "tentare" di chiedere i diritti sull'Inno di Mameli?
Poi? I diritti sulle canzoncine fischiate sotto la doccia?
Che resta?
I diritti sul tam-tam dei Boscimani?

No, non ci siamo.
IO non sono d'accordo, e IO mi assumo la piena responsabilità di quanto scrivo, conscio anche delle possibili sanzioni da parte dei responsabili del sito con il quale collaboro.



Ehi, gente, Silvio dal didietro non ce lo togliamo facilmente, per quanto possiamo dimenarci e dibatterci furiosamente: c'è un intero regime che lo copre e ci tiene ben fermi in posizione prona; ma la SIAE... non è nulla: un semplice, lurido scarafaggio famelico che ha prosperato nel menefreghismo generale che possiamo facilmente contribuire a schiacciare noi.
Scaricate. Tutto. La qualunque.
Seguite la vostra morale, non la loro, che morale non è.
Concorderete che conta di più, no? Wink


I paladini a oltranza della legalità solo in quanto tale devono "morire" insieme alla SIAE, giacché moralmente corresponsabili di un abuso legalizzato.
Quando una cosa è sbagliata è sbagliata, lo dica la legge, un re, un imperatore o dio in persona...


Di eMule c'è una nuova versione: scaricatela e usatela, a pieno regime. Wink

_______________________________________________________________

Si, ammetto: leggere questo articolo m'ha schifato; sembrava un articolo come gli altri, ma ognuno di noi ha la propria personale goccia che fa traboccare il vaso: questa era la mia.


{Tharon} ha scritto:
I diritti SIAE da corrispondere non sono relativi all'inno che è di dominio pubblico, bensì alle partiture stampate (la siae infatti copre anche gli editori).

La cosa sotto questo aspetto mi sembra lecita, perlomeno nell'ottica in qui il diritto d'autore è inquadrato in Italia.
Se un prodotto commerciale registrato alla SIAE viene utilizzato in pubblico è giusto che vengano pagati i diritti.

Poi che sia una assurdità il fatto di fare pagare i diritti su partiture che sono acquistate per essere eseguite in pubblico questo è un altro discorso Wink

Tharon... Io mi vanto d'essere l'emblema dell'obiettività estrema, quindi capisco con tutta l'anima il senso del tuo intervento.
Ma... anche l'obiettività ha un limite di fronte all'abuso sfrontato e arrogante: prima vengo io, vieni tu, cittadini e responsabili abitanti di questo nostro Pianeta, con i nostri diritti, i nostri principi e la nostra morale; poi (e solo "inevitabilmente" poi), vengono "loro", con i loro... intrallazzi privi di qualsivoglia principio e/o morale, concorderai... Wink


O... restiamo a guardare?
Sempre con i pantaloni abbassati per ogni evenienza?



Daniel D.P.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
digirun
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 23:37
Messaggi: 1687
Residenza: TOSCANACCIO (salmastroso)

MessaggioInviato: 03 Mag 2010 16:59    Oggetto: Rispondi citando

al post precedente, che approvo, aggiungo la mia solita LOUISETTE, un classico rivoluzionario, eheheh...

e lo dico seriamente, se serve un boia, per il bene dell'umanità, mi offro volontario! Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Roberto}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Mag 2010 20:24    Oggetto: Rispondi citando

La Siae non ha chiesto il pagamento dei diritti per l'Inno di Mameli, per il semplice fatto che nessun diritto è dovuto essendo trascorsi ben oltre i 70 anni dalla morte come la legge prescrive. Nel caso di Messina, per esempio, l'Inno di Mameli era l'unico brano non protetto all'interno di un concerto composto da brani i cui autori sono viventi o non sono trascorsi 70 dalla loro morte.
Top
freemind
Supervisor sezione Programmazione
Supervisor sezione Programmazione


Registrato: 04/04/07 20:28
Messaggi: 4643
Residenza: Internet

MessaggioInviato: 11 Mag 2010 18:51    Oggetto: Rispondi citando

La cosa è ridicola.
Come si fa ancora a voler accettare la siae e tutti gli enti a lei simili?
Ovviamente solo chi ci mangia su la vuole mantenere, e questa è una cosa ovvia.

Ogni due per tre i vari artisti (quelli famosi) che son contenti che la siae "mafieggi" lamentano che chi invece è contrario non porti mai una soluzione accettabile.
Ora faccio la mia proposta.

1) Distruzione immediata di tutti gli intermediari tra l'artista e la casa discografica per quanto riguarda i diritti.
2) l'artista fa un pezzo e va a proporlo ad una casa discografica.
3) la casa valuta e fa la proposta di acquisto.
4) l'artista accetta, prende i soldi e da qui in poi rinuncia ai diritti sul suo pezzo.
5) sta alla casa valutare il giusto investimento monetario nella canzone, alla fine si parla di imprenditori e se questi valutano troppo una canzone che fa schifo è giusto che vadano in perdita. Un po' come succede per qualunque altra attività.
6) la casa ci guadagnerà poi con le vendite dei cd e con i diritti (x carità) dei concerti quando il pezzo è cantato non dall'autore.
7) l'autore quando suona in giro la sua canzone non pagherà questi diritti ma non potrà contare su nulla che non sia il prezzo della sua prestazione per il concerto.

Secondo me così un po' di cose andrebbero per il meglio.

Poi occorre far notare una cosa importantissima, la più importante di tutte:
l'equo compenso è un furto legalizzato, bastardi tutti quelli che l'hanno voluto e bastardi tutti quelli che sono d'accordo.
Io mi ritrovo a dover pagare di più un supporto perchè qualcuno ha ipotizzato che io posso fregarlo anche se poi alla fine i dati che inciderò saranno solo prodotti da me, no film, no musica etc...
Chi mi risarcisce?
Chi mi risarcisce in oltre del danno morale che mi viene causato perchè vengo additato a priori come ladro?

Signori,a me di scaricare roba non frega un cazzo perchè la musica l'ascolto per radio ma a tutti quelli che invece ci danno dentro col mulo e simili: "attaccatevi a tutte le ore, fate andar giù i server a furia di scaricare, NON COMPRATE NULLA DI ORIGINALE e limitatevi a pagare gli artisti emergenti, fate le donazioni su jamendo e simili, ma NON alimentate questa puttanata della siae" e alla Carlucci, a Barbareschi e a tutti quelli come loro gridiamo: "VAFFANCULO!!!!!"

Ai vari artisti (e vi sto chiamando così solo per quel minimo di ottimismo che ho ritrovato) che ora romperanno qui sotto con le solite storie tipo: "ma dobbiamo campare, dobbiamo mangiare, non è facile fare musica etc..." rispondo: "andate a lavorare stronzi! alla sera andate a cantare le vostre canzoni del cazzo nei locali, vi fate pagare e la pagnotta, se siete bravi, la portate a casa pure voi!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
digirun
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 23:37
Messaggi: 1687
Residenza: TOSCANACCIO (salmastroso)

MessaggioInviato: 11 Mag 2010 19:46    Oggetto: Rispondi citando

Twisted Evil Applause Applause Applause
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19194
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 11 Mag 2010 21:26    Oggetto: Rispondi

ti meriti una ola, free.

ola
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi