Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Guida alla messa in sicurezza del Profilo Utente
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Privacy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 13 Nov 2007 19:19    Oggetto: Guida alla messa in sicurezza del Profilo Utente Rispondi citando

Premessa :
Nella cartella \Documents and Settings (di default localizzata su C:\) si trovano moltissimi dati inerenti il Profilo Utente, salvati dal vostro sistema operativo (Windows 2000 e Xp).
Le cartelle presenti (una per ogni tipologia di utente attiva sul pc) contengono, tra le altre cose, le impostazioni personali del vostro desktop, i programmi presenti nel Menu' Avvio (accessibile dal pulsante Start sul desktop), i cookies le impostazioni dei programmi da voi istallati (localizzati in una cartella nascosta su C:\Documents and Settings\[nomeutente]\Dati applicazioni) le specifiche circa le connessioni di rete, le funzionalita' di stampa i documenti recenti, etc...
NOTA : per rendere visibili le cartelle occultate basta andare (dalla finestra delle Risorse del Computer) su Strumenti -- Opzioni Cartella e nella tab Visualizzazione scegliere Visualizza cartelle e file nascosti.

Chiaramente potreste essere non troppo felici se qualche malintenzionato, venendo in possesso del vostro pc, decidesse di passare al setaccio queste informazioni ed estrapolare le vostre abitudini "informatiche"..
Per ovviare al problema, e' possibile cambiare le impostazioni di default del sistema operativo, scegliendo una diversa destinazione per i nostri dati sensibili (come ad esempio una chiavetta USB situata su drive E:\ o un floppy da 3,5" situato su drive A:\, etc...).

Procedura :
Dal desktop andiamo su Start -- Esegui e digitiamo cmd.
Si aprira' la console di comando, al cui interno andremo ad inserire l'istruzione SET



Come e' possibile vedere dall'immagine, il comando set ci mostra le impostazioni di default del sistema circa le cartelle dove vengono salvati i dati del Profilo Utente e delle applicazioni istallate.
In aggiunta, potremo anche cambiare il Dominio Utente, il Nome Utente, il tipo di OS (sistema operativo) visualizzato, etc..

Per procedere al cambiamento di un parametro, basta digitare :
set [opzione desiderata]=[nuova opzione]
Le istruzioni da impostare sono Case Sensitive, quindi attenti a maiuscole e minuscole.

Qualche esempio pratico :
Per cambiare il nome del computer digitiamo set COMPUTERNAME=Prova
Da ora in poi, il nome identificativo del nostro computer sara' Prova e non piu' quello originalmente assegnato in fase di istallazione.

Per cambiare la cartella dove vengono istallati i dati (impostazioni) dei nostri programmi, digitiamo set APPDATA=E:\Dati Applicazioni.
Da ora in poi il pc salvera' le impostazioni dei nostri programmi nella cartella Dati Applicazioni sul drive E:\ (che puo' essere, ad esempio, un disco esterno o una chiavetta USB).

3 cose molto importanti :
1-Fate sempre una copia del primo risultato ottenuto con il comando set, in modo da poter rimediare ad eventuali pasticci.
2-Se impostate come cartella di salvataggio un supporto esterno (disco fisso, floppy, chiavetta USB) al momento dell'avvio di sistema questo supporto dovra' essere presente, altrimenti rischiate che il sistema vada in crash o non carichi correttamente alcune impostazioni.
3-NON ritoccate le impostazioni inerenti al processore o al drive di sistema a meno che non sappiate esattamente cosa state facendo e perche' lo state facendo...

Per salvaguardare la vostra privacy, vi consiglio di spostare in un drive esterno le seguenti voci :
ALLUSERPROFILE, APPDATA, CommonProgramFiles, HOMEPATH, ProgramFiles, TEMP, TMP, USERPROFILE.
Ricordate inoltre che prima di fare gli spostamenti dovrete assicurarvi di avere abbastanza spazio sul supporto utilizzato, e che dopo aver impostato i nuovi valori, in fase di riavvio del sistema il supporto dovra' essere presente e attivo per accogliere i dati.


Qualche nota finale :

La voce OS permette di cambiare la referenza del vostro sistema operativo.
Cambiando questo parametro influenzerete il tipo di sistema operativo mostrato quando navigate in rete (similmente all'utilizzo di add-on per FireFox come UserAgentSwitcher), con la differenza che anche i programmi da istallare sul vostro sistema "risentiranno" di questo cambiamento (esempio un programma che prevede due tipologie di istallazioni, una su WinXp e una su Linux, propendera' per la seconda se come sistema operativo impostate Linux...).

La voce ProgramFiles vi permette di cambiare la cartella di default (c:\Programmi) dove vengono istallati i nuovi software.
Tenete presente che le dimensioni di questa cartella sono considerevoli, una chiavetta USB da 2 giga puo' essere adeguata in certi casi, un floppy da 3,5" sicuramente no...

Le voci TEMP e TMP riguardano cartelle dove vengono salvati file temporanei (normalmente istallazioni di programmi, cartelle in fase di decompressione, aggiornamenti in attesa di riavvio del sistema, etc..)
Come detto sopra, accertatevi di avere abbastanza spazio sul supporto esterno utilizzato.



Guida rilasciata sotto Licenza Creative Commons 2.5
Top
Profilo Invia messaggio privato
kluster
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/04/06 12:14
Messaggi: 2898

MessaggioInviato: 13 Nov 2007 20:49    Oggetto: Rispondi citando

Che dire, interessante ma soprattutto molto utile e ben scritto, complimenti Mauro Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Benny
Moderatore Hardware e Networking
Moderatore Hardware e Networking


Registrato: 28/01/06 14:35
Messaggi: 6382
Residenza: Non troppo vicino, mai troppo lontano

MessaggioInviato: 13 Nov 2007 22:41    Oggetto: Rispondi citando

Ci stai abituando troppo bene... Bravo!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 13 Nov 2007 23:55    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ci stai abituando troppo bene...

Beh, posto anche per leggere eventuali aggiunte o suggerimenti, magari qualcuno passando di qua per caso e leggendo la guida conosce trucchi o modi alternativi per garantire maggiore efficacia a quanto ho scritto Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10820
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 14 Nov 2007 12:01    Oggetto: Rispondi citando

mmm... Confused

scusami, ma non mi risulta che le impostazioni delle variabili di ambiente cambiate via SET da una shell di DOS sopravvivano alla chiusura della shell stessa, e poi comunque hanno effetto SOLO sui processi da questo lanciati...

le modifiche che tu descrivi vanno fatte sulle impostazioni dei profili utenti...

edit: no, da 'Proprietà del sistema' -> 'avanzate' -> 'variabili d'ambiente'.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 15 Nov 2007 20:44    Oggetto: Rispondi citando

SverX parli anche nel caso in cui sia l'admin di sistema su Xp a fare le modifiche ?
Tu che versione di Xp stai usando ?

A me queste modifiche restano attive dopo il riavvio (tant'e' che le ho utilizzate per trasferire le impostazioni personali su una chiavetta USB) pero' e' anche da dire che la versione di Xp che uso e' modificata usando Nlite, anche se non pensavo potesse influire.
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10820
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 16 Nov 2007 12:09    Oggetto: Rispondi citando

Maurizio DelVecchio ha scritto:
A me queste modifiche restano attive dopo il riavvio (tant'e' che le ho utilizzate per trasferire le impostazioni personali su una chiavetta USB) pero' e' anche da dire che la versione di Xp che uso e' modificata usando Nlite, anche se non pensavo potesse influire.


Non conosco Nlite, può essere che sia quello a modificare il comportamento 'normale' del sistema.

Ad esempio se apro un prompt di DOS e scrivo
Codice:
set computername=CICCIO

se dopo faccio
Codice:
echo %computername%

appare
Codice:
CICCIO


ma se subito dopo -senza chiudere neanche questa shell- apro un'altro prompt di DOS e faccio
Codice:
echo %computername%

appare il nome originale del PC, e non CICCIO.

Idem dopo il reboot, le variabili settate sono solo del processo CMD in cui le ho settate, e dei suoi processi figli (tipo se da quella CMD lancio qualcosa...)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 16 Nov 2007 17:35    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Non conosco Nlite, può essere che sia quello a modificare il comportamento 'normale' del sistema.

Nlite e' un software che ti permette di "scomporre" Windows nei suoi componenti essenziali, quindi "ricomporlo" sotto forma di .iso/cd-boot solo con i componenti da te scelti (esempio puoi includere o escludere il sistema di indicizzazione, la parte del sistema che si occupa di connessioni remote, tutte le librerie (.dll) che si occupano della grafica, etc..etc..).

Puoi inoltre aggiungere o togliere file a piacere, inserire software preistallati, inserire script che si attivano con l'avvio del sistema, inserire patch e service pack, etc..
Insomma, ti permette di farti un Windows "su misura" per risparmiare risorse, per avere piu' sicurezza, per disporre di programmi subito all'avvio, etc..


Comunque ho fatto qualche prova ed in effetti hai ragione, usando un sistema standard (WinXp Professional) le impostazioni immesse non perdurano, nemmeno utilizzando l'account di amministrazione.
Probabile che i setting personalizzati che ho inserito (soprattutto gli script) influiscano sulla gestione dei permessi e su altri parametri.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Benny
Moderatore Hardware e Networking
Moderatore Hardware e Networking


Registrato: 28/01/06 14:35
Messaggi: 6382
Residenza: Non troppo vicino, mai troppo lontano

MessaggioInviato: 29 Nov 2007 20:51    Oggetto: Rispondi citando

Questo discorso su Nlite sembra molto interessante.
Certo sembra una cosa molto delicata.
Non si rischia di andare a "toccare" cose indispensabili?
Ho sempre visto Windows come una macchina dove tutto è necessario (benché superfluo per l'utente), togliendo qualcosa il sistema si destabilizza.
Io sarei del parere di eliminare metà del contenuto delle cartelle System e System32, ma non saprei da che aprte iniziare.
Anche il registro potrebbe essere ridotto della metà dei suoi contenuti, ma appena cambi una virgola, non sai se il prossimo riavvio andrà a buon fine...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 30 Nov 2007 10:18    Oggetto: Rispondi citando

In realta' ci sono molti componenti di Windows che, se rimossi, destabilizzano il sistema.
Pero' durante la "scrematura" con nLite il programma stesso evidenzia in rosso i componenti a rischio, inoltre ogni componente e' contrassegnato da rimandi a spiegazioni sulla funzionalita', quindi se rimuovi solo quello che non ti occorre e selezioni l'opzione "Rimozione Sicura" il sistema restera' stabile.

Io ho fatto varie prove, e adesso ho un WinXp SP2 con aggiornamenti che pesa 412 MB, tutto il superfluo (driver di periferiche che non uso, file della Guida di Windows, Servizi che tengo disattivati, cartelle e file tipo Messenger, etc...) e' stato eliminato.
Se mi occorre qualcosa lo istallo a parte Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Benny
Moderatore Hardware e Networking
Moderatore Hardware e Networking


Registrato: 28/01/06 14:35
Messaggi: 6382
Residenza: Non troppo vicino, mai troppo lontano

MessaggioInviato: 30 Nov 2007 21:54    Oggetto: Rispondi citando

Maurizio DelVecchio ha scritto:
durante la "scrematura" con nLite il programma stesso evidenzia in rosso i componenti a rischio

Chissà perché ne ero sicuro...

Un'altra curiosità.
Questa procedura può essere effettuata su di un S.O. già installato, oppure si deve creare per forza un CD di installazione e reinstallare windows da capo?
In questo caso, è necessario formattare o il nuovo S.O. sovrascrive il precedente senza perdita di dati?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 30 Nov 2007 22:19    Oggetto: Rispondi citando

Devi:

-Copiare i file dal disco di Windows in una cartella sul disco fisso.
-Istallare nLite
-Avviare nLite, decidere quali componenti rimuovere/modificare ed eventualmente quali software/service pack vuoi aggiungere
-nLite ti crea una .iso da mettere su chiavetta/Cd/Dvd
-Reistallare il S.O.

So che e' possibile trasferire le impostazioni personali da una vecchia istallazione di Windows all'altra (parlo di Xp) ma personalmente non ho mai provato, visto che le impostazioni utente le tengo su una partizione esterna sia per comodita' che per sicurezza (evitiamo che il primo ficcanaso di turno si porti via il disco fisso dal desktop dell'ufficio venendo a sapere cose che non lo riguardano Wink )
Top
Profilo Invia messaggio privato
Benny
Moderatore Hardware e Networking
Moderatore Hardware e Networking


Registrato: 28/01/06 14:35
Messaggi: 6382
Residenza: Non troppo vicino, mai troppo lontano

MessaggioInviato: 30 Nov 2007 23:30    Oggetto: Rispondi citando

Ho come l'impressione che, se ci provassi, combinerei un gran casino!
Che mi dici di Ghost? Può tornare utile per modificare XP senza agire sul sistema operativo di base e magari crearsi una copia di ripristino nel caso si combinino i casini cui accennavo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 01 Dic 2007 10:24    Oggetto: Rispondi citando

Non ho mai utilizzato Norton Ghost (se per Ghost intendi questo software), quindi non saprei dirti.
In genere evito le soluzioni a pagamento, sono convinto che i prodotti a sorgente aperta e gratuiti siano quelli da tenere in maggior considerazione quando si vogliono utilizzare software nell'ambito domestico.

Windows Xp integra un sistema di backup e recovery dei dati abbastanza buono, pero' se vuoi ottenere risultati sopra la media ti consiglio di utilizzare un software gratuito per la clonazione dei dischi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Benny
Moderatore Hardware e Networking
Moderatore Hardware e Networking


Registrato: 28/01/06 14:35
Messaggi: 6382
Residenza: Non troppo vicino, mai troppo lontano

MessaggioInviato: 01 Dic 2007 12:09    Oggetto: Rispondi citando

Maurizio DelVecchio ha scritto:
Non ho mai utilizzato Norton Ghost (se per Ghost intendi questo software), quindi non saprei dirti.

Se è il Ghost che serve a creare una copia esatta del sistema operativo con tanto di impostazioni utente, allora è lui!

Ho citato questo più che altro a titolo d'esempio. Altri freeware non ne conosco.
Comunque pernsi possa essere una buona idea lavorare su una copia del S.O. piuttosto che sull'originale? O non serve a niente?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maurizio DelVecchio
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 10/11/07 21:14
Messaggi: 38
Residenza: Toscana

MessaggioInviato: 01 Dic 2007 14:12    Oggetto: Rispondi

nLite non modifica il tuo sistema operativo gia' istallato.
nLite va a creare un nuovo sistema operativo "ridotto" (cioe' scremato da tutte quelle cose che non ti occorrono o che desideri sostituire con altri software).

Il backup del sistema attuale e', ne' piu' ne' meno, una semplice misura precauzionale che puoi adottare se ritieni che un S.O. realizzato con nLite possa darti problemi.

Pero' forse dovresti considerare un altro tipo di approccio:
-Istalla una macchina virtuale, crea un sistema ridotto con nLite, quindi utilizza il sistema ridotto sulla macchina virtuale per verificare come ti trovi e se le funzionalita' di base risultano compromesse dopo le modifiche che hai apportato.

La .iso che vai a creare con nLite puoi sempre modificarla in seguito, fare aggiunte o rimuovere componenti, aggiungere software esterni, SP1 o SP2, etc...
Ricorda solo che una macchina virtuale emula il tuo hardware, quindi eventuali conflitti o incompatibilita' non sono rilevabili con precisione.

Avevo pensato inizialmente di fare una guida a nLite, ma ho visto che sul sito ufficiale c'e' gia' una corposa guida sia in lingua originale che in italiano, con tanto di aggiunte, considerazioni pratiche, suggerimenti, etc...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Privacy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi